Cartongesso per pittura e carta da parati

Sezioni dell’articolo



La finitura del cartongesso risolve il problema principale e conferisce alle pareti una buona geometria. Non resta che il livellamento finale e il trattamento superficiale, la tenuta delle giunzioni e la protezione degli angoli. Il nostro piccolo programma educativo ti spiegherà come applicare correttamente il muro a secco.

Cartongesso per pittura e carta da parati

Devo stucco

In alcuni casi, non è richiesto lo stucco. Ad esempio, se il muro a secco serve solo come rivestimento preparatorio. Quindi, abbastanza spesso un sandwich è attaccato sulla parte superiore del cartongesso per la decorazione degli interni, proteggendolo da perforazioni, migliorando l’isolamento acustico e termico. Un caso più comune è quello di posare piastrelle di ceramica su pareti rivestite a secco. In ogni caso, la preparazione include un priming accurato e una stuccatura preliminare con una miscela adesiva, inoltre i giunti non saranno superflui per rafforzare.

È noto che più spesso è la carta da parati, più gravi difetti possono nascondere visivamente. Certo, è necessario sigillare le cuciture e i fori di fissaggio in ogni caso, ma non ha assolutamente senso stuccare l’intera superficie: è già uniforme. Naturalmente, il muro dovrebbe essere ben innescato in modo da non avere difficoltà a strappare lo sfondo. Allo stesso scopo, quando si preparano le pareti per la carta da parati, vengono pulite con un sottile strato di mastice di finitura con una consistenza più liquida..

Cartongesso per pittura e carta da parati

La pittura, la stuccatura decorativa e altre opzioni di finitura artistica (di regola, non hanno le loro basi) sono le più capricciose per la qualità del rivestimento. Le più piccole crepe e graffi lasciati dopo l’installazione, e in alcuni casi le irregolarità del colore della base devono essere eliminate. La corretta preparazione delle strutture in cartongesso è di fondamentale importanza, senza di essa, anche un cartongesso di alta qualità perderà la sua estetica..

Differenze tra miscele di gesso

La pratica di preparazione e stuccatura del cartongesso comprende un elenco abbastanza ampio di opere, rispettivamente, e i materiali per loro sono diversi. Il livellamento finale delle pareti (non solo del cartongesso) viene eseguito con miscele di gesso di due categorie: finitura e partenza.

Lo stucco per iniziare il livellamento consente di eliminare significative violazioni della geometria, è consentito applicarlo con uno strato di 4-6 mm e talvolta fino a 10 mm. Per uno spessore dello strato più accurato, consultare le informazioni sull’etichetta. La miscela di partenza è facile da distinguere anche visivamente: la sua struttura è eterogenea, contiene inclusioni di sabbia di diverse frazioni.

Cartongesso per pittura e carta da parati

Il mastice di finitura, invece, sembra una polvere bianca come la neve omogenea e densa. La composizione è principalmente stucco, una piccola quantità di impurità naturali, plastificanti e attivatori. Lo strato di stucco di finitura è forte e denso, forma una sottile crosta sul muro, leviga le fluttuazioni di temperatura e umidità, a causa delle quali il muro di gesso non cammina così attivamente.

Cartongesso per pittura e carta da parati

Preparazione di fogli per stucco

I fogli dovrebbero essere spazzati dalla polvere e innescati, ovviamente, indipendentemente dal rivestimento decorativo. Esiste anche una pratica di verniciatura dei tappi delle viti autofilettanti in modo che le macchie arrugginite non appaiano sul muro nel tempo..

Cartongesso per pittura e carta da parati

I giunti cartacei non devono essere pretrattati. Le estremità corte dei fogli, al contrario, richiedono una maggiore attenzione: i loro bordi devono essere tagliati, formando un incavo rettangolare. Il giunto è anche privo di polvere e ben bagnato con un primer.

Cartongesso per pittura e carta da parati

Anche quando si posano piastrelle e materiali simili su cartongesso, le giunture devono essere riparate. Questo di solito viene fatto con un composto di partenza o la sua miscela con uno stucco di finitura della stessa serie in parti uguali. Nel caso di piastrelle, è anche possibile sigillare con un adesivo.

Sigillatura di giunti diritti e angolari

I punti più vulnerabili delle pareti del muro a secco sono i giunti tra i fogli. Le cuciture piatte devono essere rinforzate con una rete e questo viene fatto in questo modo:

  1. Applicare una piccola quantità di stucco iniziale sulla superficie articolare.
  2. Coprire il giunto con un pezzo di nastro di carta.
  3. Liscia con una spatola, spremendo il riempitivo in eccesso da sotto la carta.
  4. Leviga la cucitura e leviga la superficie con una spatola larga.
  5. Ripetere l’allineamento se necessario.

Cartongesso per pittura e carta da parati

La rete in fibra di vetro è la migliore con il nastro di carta. Quindi la struttura del foglio a secco (carta + gesso) viene riprodotta il più identico possibile. L’intera struttura acquisisce una forza uniforme monolitica.

La differenza tra giunti di raccordo è l’uso di un nastro speciale con inserti in metallo. La composizione viene applicata all’angolo allo stesso modo, il nastro viene levigato, quindi viene eseguito l’allineamento.

Cartongesso per pittura e carta da parati

Esiste una peculiarità della preparazione della superficie per i rivestimenti di base. La sigillatura di giunture e viti autofilettanti viene eseguita meglio con un composto di partenza. Quindi lo strato di stucco di finitura avrà uno spessore uniforme e non ci saranno oscuramenti alle articolazioni..

Installazione di profili angolari

Gli angoli esterni sono rifiniti in modo diverso. A tal fine, è previsto un profilo angolare perforato. Prima del lavoro, la cucitura deve essere leggermente pulita, inumidita con un primer e riempita la scanalatura tra i fogli con uno spesso stucco iniziale. Una piccola quantità dovrebbe essere lasciata sulla superficie dell’angolo.

Cartongesso per pittura e carta da parati

L’angolo è steso su uno stucco umido, premuto e livellato. Quando il bordo del profilo è livellato, rimuovere il riempitivo in eccesso e levigare bene i ripiani con fori. Dopo un breve tempo di asciugatura, l’angolo deve essere livellato con una spatola larga.

Pareti livellanti con intonaco di gesso

È più facile di quanto sembri livellare ampie superfici con stucco. L’angolo di inclinazione della cazzuola rispetto alla superficie di lavoro è di fondamentale importanza. Fino a 35–40 °, la pendenza è considerata liscia e livellante, più vicino all’angolo destro la spatola rimuoverà parte dello strato bagnato.

Per riempire aree diverse, utilizzare una spatola della larghezza appropriata. Spatole da 450 mm più versatili, questa larghezza consente di elaborare aree di 1-1,5 m alla volta2.

Cartongesso per pittura e carta da parati

Lo stucco viene applicato al muro con un movimento ampio e ampio. Il secondo movimento rimuove la composizione in eccesso e la allunga ulteriormente lungo il muro. Dopo 3-4 applicazioni, puoi lavorare con la stessa spatola o cazzuola, levigando e livellando la composizione, riempiendo i vuoti risultanti. Devi muoverti prima in orizzontale e poi in file verticali, afferrando il precedente di circa 1/3 della larghezza della cazzuola.

A volte le pareti sono ulteriormente protette dalle crepe posando un panno di vetro o una rete di fibra di vetro nel primo strato di stucco. Questo avviene quasi allo stesso modo della sigillatura delle cuciture: la rete deve essere applicata alla parete umida e stirata con una spatola, quindi lisciare accuratamente la superficie con una piccola quantità di stucco.

Cartongesso per pittura e carta da parati

Lo spessore dello strato è un valore relativo. Scegliere a seconda del grado richiesto di allineamento, spessore e traslucenza della finitura finale. Lo stucco ha una buona adesione e può essere applicato in molti strati. In genere, questo viene fatto allungando il film di 0,5-1 mm di spessore alla volta. È importante applicare lo stucco in grandi aree quando si tratta di rivestimenti decorativi traslucidi: anche lo stucco della stessa busta può dare un colore diverso quando è asciutto. D’altra parte, solo l’ultima applicazione, il cosiddetto sbiancamento, può essere eseguita in uno strato continuo..

Prima di applicare materiali di finitura, il muro deve essere trattato con carta smerigliata fine per rimuovere piccole irregolarità, quindi innescato.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy