Agricoltura biologica: caratteristiche principali

Sezioni dell’articolo



L’uomo deve ancora imparare e imparare dalla natura. Prima di tutto, quello che fa meglio. Ad esempio, le piante stesse creano e preservano il suolo e se questa terra non è mutilata da un aratro e non è avvelenata con sostanze chimiche, allora ci sono molti organismi viventi che possono allentarlo e concimarlo. In effetti, le piante possono proteggersi e, se la loro forza non è sufficiente, chiameranno aiutanti: ragni, pipistrelli, lucertole, uccelli e altre meravigliose creature.

Agricoltura biologica: caratteristiche principali

Le piante rafforzano lo strato di terreno fertile, lo proteggono dal vento e dal sole cocente e levigano le aspirazioni distruttive degli elementi. Le piante ci deliziano con germogli amichevoli in primavera e ricchi raccolti in autunno. Tuttavia, questa gioia può essere apprezzata solo in armonia con la natura. E dopo averla “conquistata” per dispetto e malgrado, non riesci quasi a sentirlo.

Stiamo iniziando una serie di articoli sull’agricoltura biologica. Oggi faremo una breve panoramica dei suoi principi e metodi, considereremo le sue caratteristiche distintive..

Un po ‘di storia

La storia della nascita e dello sviluppo dell’agricoltura ha più di ottomila anni. All’alba, l’uomo non sapeva ancora come estrarre il ferro e tutti i lavori sul terreno venivano eseguiti con l’aiuto di zappe e picche di legno: la struttura e la fertilità del terreno non erano disturbate. Con l’emergere di grandi insediamenti e un aumento della popolazione, nasce la coltivazione del campo e la gente ha inventato il primo strumento per seminativi: un aratro di legno, che era destinato a tagliare i solchi, e buoi o cavalli venivano usati come forza di trazione. Dal momento in cui l’uomo ha imparato a estrarre e fondere il ferro, un aratro di legno è stato sostituito da un metallo.

Arare la terra con un aratro

Sul territorio della Russia, l’uso massiccio di pannelli di aratura che aravano con un aratro iniziò sotto Pietro il Grande. E quello era l’inizio della fine. La massiccia deforestazione e lo scarico della terra portarono rapidamente alla distruzione del suolo nella Russia centrale.

Il primo presagio di imminenti disastri ambientali causati dall’aratura su vasta scala di terre vergini fu la grave erosione, deumificazione e essiccazione dei suoli nel sud dell’Impero russo a metà del XIX secolo. E anche allora alcuni scienziati russi (V.V.Dokuchaev, I.E. Ovsinsky) hanno iniziato a suonare l’allarme, affermando che l’aratura di pannelli ha avuto un effetto dannoso sulla struttura del suolo e sulla sua fertilità. Anche allora, Ovsinsky, invece di un aratro, iniziò a usare un tronchese per cavalli equestri, pur ottenendo rese notevoli, anche nella siccità del 1895-1897.

Erosione del suolo

La successiva catastrofe ecologica avvenne nelle pianure degli Stati Uniti e del Canada negli anni ’30 del XX secolo. L’aratura di milioni di ettari di terra vergine nella prateria ha portato a una terribile erosione del vento e le tempeste di polvere di quel tempo sono state percepite dai residenti locali come la fine del mondo..

Negli anni ’60 del XX secolo, la stessa catastrofe scoppiò in URSS, sulle terre del Kazakistan, degli Urali e della Siberia. Nel periodo dal 1954 al 1962, 42 milioni di ettari sono stati arati qui da aratura di pannelli. Un’enorme nuvola di polvere pendeva su tutta la larghezza dei campi di steppa. E ci sono più di una dozzina di tali esempi..

L’invenzione dei fertilizzanti minerali ha avuto un ruolo colossale nella distruzione della fertilità e nella riduzione dello strato di humus del suolo. E riguardo al pericolo di mangiare frutta e verdura coltivate con l’aiuto di tali condimenti, non è più necessario parlare.

Agricoltura biologica: caratteristiche principali

Albert Howard (1873–1948) è considerato il fondatore del moderno sistema di agricoltura biologica. Questo scienziato inglese ha trascorso gran parte della sua vita in India, dove ha sviluppato un sistema per il compostaggio e la concimazione del suolo con materia organica. Ha delineato i principi di base del suo metodo nel libro “Commandments of Agriculture”. Questo lavoro ha fatto una grande impressione in una volta e ha attirato molti sostenitori da tutto il mondo..

Il patto agricolo di Albert HowardIl patto agricolo di Albert Howard, 1943.

Allo stesso tempo, l’agricoltura biodinamica è emersa in Germania, il cui principio di base era il rifiuto completo dell’uso di fertilizzanti minerali e pesticidi. In questo caso, vengono utilizzati speciali preparati biodinamici per fertilizzare il suolo e controllare i parassiti, di cui parleremo nei seguenti articoli. Il fondatore dell’agricoltura biodinamica è Rudolf Steiner (1861-1925). Queste due direzioni hanno fornito le basi per lo sviluppo di metodi della moderna agricoltura biologica. Questo sistema è stato a lungo utilizzato con successo in molti paesi. Ciò è particolarmente vero, dato che la situazione ambientale nel mondo provoca molte serie preoccupazioni..

Rudolf SteinerRudolf Steiner

Vedere il mondo attraverso gli occhi di un agricoltore biologico

Per diventare un agricoltore biologico, non è sufficiente abbandonare l’uso di pesticidi e coltivazioni profonde. Questo approccio scientifico si basa su una profonda comprensione dei processi che si verificano in natura. E non è necessario percepire la natura come una sorta di concetto astratto. La natura nell’agricoltura biologica è il suolo e le piante che coltiviamo nei nostri appezzamenti.

L’agricoltura biologica (chiamata anche naturale o biologica) è sostanzialmente diversa dall’agricoltura tradizionale. Qui, la terra non viene scavata o arata, ma solo allentata con l’aiuto di dispositivi speciali, come la taglierina piatta Fokin. I giardinieri-organisti usano solo fertilizzanti organici e prodotti biologici speciali per fertilizzare il suolo e combattere parassiti e malattie delle piante.

Agricoltura biologica: caratteristiche principali

Gli obiettivi principali dell’agricoltura naturale sono aumentare la fertilità del suolo e ottenere prodotti rispettosi dell’ambiente. I metodi e le tecniche utilizzati dagli aderenti a questo approccio rendono il lavoro del giardiniere semplice e divertente.

La base dell’agricoltura biologica è un atteggiamento speciale nei confronti del suolo. Il suolo è percepito come una creatura vivente che deve essere protetta e curata in ogni modo possibile per la sua salute. Perché se il terreno è sano, le colture che crescono su di esso non dovrebbero avere paura di nulla..

Agricoltura biologica: caratteristiche principali

È questo atteggiamento che provoca il rifiuto di coltivare profondamente la terra, poiché lo scavo costante uccide tutti gli esseri viventi che creano le basi della fertilità – l’humus. L’humus è una composizione complessa di composti organici nutrienti che si formano nel terreno a seguito dell’attività vitale di vermi, funghi, microbi e altri organismi viventi del suolo.

Per migliorare la struttura del terreno, i giardinieri “avanzati” usano il metodo della pacciamatura, che sopprime la crescita delle erbe infestanti e trattiene una quantità sufficiente di umidità nel terreno. In natura, il terreno è sempre coperto da uno strato di foglie ed erba – il metodo di pacciamatura aiuta a proteggere il terreno dal surriscaldamento e dall’erosione.

Agricoltura biologica: caratteristiche principali

Per aumentare l’humus e migliorare la struttura del suolo nell’agricoltura biologica, vengono utilizzati solo fertilizzanti organici, i cui principali sono compost e letame verde. I siderata sono fertilizzanti verdi, che possono essere utilizzati come varie erbe e colture di cereali (senape, trifoglio, lupino, colza, segale, avena e altri). Maggiori informazioni su tutto questo nell’articolo “Agricoltura biologica: smettere di distruggere il suolo scavando e diserbando”.

Sulla permacultura

La pratica a lungo termine di alcuni agricoltori moderni dimostra che, osservando determinate condizioni e avendo abbastanza conoscenza ed esperienza, è possibile coltivare frutta e verdura per sostenere la propria famiglia senza usare vari fertilizzanti (anche biologici). La maggior parte delle tecniche agrotecniche non sarà richiesta affatto: allentamento, diserbo, irrigazione, pacciamatura, compostaggio, concime verde.

Agricoltura biologica: caratteristiche principali

Il noto rivoluzionario agrario austriaco Sepp Holzer lo ha davvero dimostrato. La sua tenuta si trova ad un’altitudine di 1.100 metri sul livello del mare e la temperatura media annuale qui è di più 6 gradi. E in queste difficili condizioni climatiche, Sepp Holzer riesce a far crescere con successo alberi che amano il calore come ciliegie, albicocche, ciliegie e altri. Meloni e uva crescono bene con il professore austriaco. Va notato che tutto ciò cresce qui contrariamente ai canoni dell’agricoltura tradizionale..

Sepp Holzer nella sua fattoria alpinaSepp Holzer nella sua fattoria alpina

Sepp Holzer e sua moglie sono coinvolti solo nella semina e nella raccolta. Non hanno macchine agricole e solo un dipendente lavora nella loro proprietà (50 ettari). Qui non si allentano, non si rannicchiano, non innaffiano o pacciamano. Insetti e uccelli combattono i parassiti nella tenuta di Sepp Holzer. Il rivoluzionario agrario austriaco ha creato un ecosistema unico sulla sua terra, dove l’uomo vive secondo le leggi della natura in completa armonia con esso. Questa meraviglia del mondo si chiama oggi permacultura, che tradotto dall’inglese significa “a lungo termine”, “permanente”. Abbiamo discusso più in dettaglio l’esperienza di Sepp Holzer e il concetto di permacultura nell’articolo “Agricoltura biologica: permacultura – vivere in armonia con la natura”.

Quindi, riassumiamo. La situazione ecologica sul pianeta richiede che ogni persona pensi e adotti misure per preservare ciò che resta. E l’utilizzo di metodi di agricoltura biologica può aiutarci molto..

Agricoltura biologica: caratteristiche principali

I principali postulati dell’agricoltura naturale includono:

  1. Non ha allentato il terreno più in profondità di cinque centimetri.
  2. Copri sempre il terreno con uno strato di materia organica.
  3. Proteggi e prenditi cura degli animali del suolo, che sono i principali produttori di humus.
  4. Temi il terreno nudo, non lasciare il terreno senza piante, ma semina letame verde sul terreno vacante.

Queste regole di base saranno anche oggetto dei nostri prossimi articoli. Osserva la natura, vivi in ​​armonia con essa – e poi il lavoro sulla terra ti porterà non solo buoni raccolti, ma anche il massimo piacere ed emozioni positive..

Valuta l'articolo
( 1 assessment, average 1 from 5 )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy