Loft: definizione, storia e caratteristiche russe

Sezioni dell’articolo



Tradotto dall’inglese “loft” è tradotto semplicemente – “attico”. Ma nell’interpretazione americana, questa breve parola è solitamente tradotta come “l’ultimo piano di un magazzino o di un locale industriale”. Questa doppia definizione ha portato al fatto che i loft sono talvolta chiamati il ​​secondo piano di un normale cottage, trasformati in un unico spazio o un appartamento, il cui stile decorativo può essere chiamato industriale, e le stanze sono combinate in un unico spazio.

Tuttavia, in Europa e negli Stati Uniti, è consuetudine chiamare loft non attici, ma esclusivamente ex edifici industriali – fabbriche, impianti, magazzini, officine – che sono stati convertiti in uffici, oggetti d’arte e complessi residenziali..

Quindi, un classico loft è un appartamento con una superficie abbastanza ampia, situato in un ex edificio industriale e che conserva dettagli come travi, tubi vari, mattoni alle pareti, strutture in cemento e metallo al suo interno..

Storia

Il loft è un tipico fenomeno americano. Fu negli Stati Uniti negli anni ’20 del secolo scorso in zone famose di New York come Manhattan, Soho e East Queens che i locali industriali iniziarono a ricevere uno scopo completamente diverso..

C’erano diversi prerequisiti per la comparsa di un fenomeno così insolito:

  • In primo luogo, gli impianti industriali a New York sono stati principalmente costruiti sotto forma di case a schiera per risparmiare denaro sull’acquisto di terreni costosi. Dopo che la città iniziò a crescere, tutte queste fabbriche e piante erano letteralmente nel centro di New York e la terra aumentò di dieci volte..
  • In secondo luogo, la Grande Depressione che colpì gli Stati Uniti alla fine degli anni 1920 causò il fallimento e la chiusura di molte aziende. I locali abbandonati, situati in quel momento in aree già molto prestigiose, non potevano essere vuoti per molto tempo, ovviamente..
  • In terzo luogo, il costo dell’affitto di tali locali industriali abbandonati era molto più basso del costo della vita in un normale appartamento nella stessa area, quindi c’erano un sacco di persone che volevano diventare proprietari di un tale edificio..

Inizialmente, i loft venivano affittati esclusivamente da bohémien: pittori, musicisti, attori, scrittori e scultori. Questi creativi erano attratti non solo dal basso affitto, ma anche dalle caratteristiche dell’ex edificio industriale: soffitti insolitamente alti, enormi spazi non suddivisi in camere da letto e soggiorni tradizionali, finestre dal pavimento al soffitto, illuminazione aggiuntiva del soffitto, interni liberi e originali. Era la soluzione perfetta per organizzare uno studio, un laboratorio, una galleria espositiva.

Molto spesso, artisti e artisti vivevano qui, nella stessa stanza del laboratorio, quindi i loft si trasformarono molto rapidamente in appartamenti alla moda e insoliti.

Gli sviluppatori hanno rapidamente apprezzato le prospettive della nuova tendenza e hanno iniziato a comprare, riqualificare e mettere in vendita gli stessi edifici industriali. Nel corso del tempo, la funzionalità e lo stile speciale dei loft sono stati apprezzati non solo dai newyorkesi bohémien, ma anche da uomini d’affari, avvocati, banchieri, coloro che vengono chiamati stabilimento negli Stati Uniti..


Ernst Ludwig Kirchner. Boemia moderna

Già negli anni ’50 del XX secolo, i loft occupavano saldamente la loro nicchia negli Stati Uniti nella categoria di alloggi costosi “non per tutti”. E non solo perché il costo di questi enormi appartamenti (l’area media di un loft americano è di 1 mila metri quadrati) era molto alto, ma anche perché, nonostante la crescente popolarità, non tutti gli acquirenti di case sono pronti a vivere in un interno industriale così insolito.

Lofts raggiunse l’apice della sua popolarità in America negli anni ’60, quando il famoso Andy Warhol aprì il suo attuale libro di testo “Factory” sulla East 47th Street a Manhattan, un edificio dove vivevano lui e i suoi studenti..

E solo negli anni ’60, i loft iniziarono a migrare verso l’Europa – Germania, Gran Bretagna, Paesi Bassi, Austria. Ad esempio, in Inghilterra, il primo loft erano gli edifici nella zona di Clerkenwell, situata a nord di Londra. E tali “abitazioni di fabbrica” ​​si diffusero durante il suo mandato come Primo Ministro britannico Margaret Thatcher. L’impulso principale per lo sviluppo di un nuovo concetto di “loft” nel Regno Unito sono state le azioni economiche del governo: è entrata in vigore una legge che ha equalizzato gli edifici industriali e per uffici nel centro di Londra. Quando l’affitto di edifici industriali e per uffici divenne uguale, molti produttori iniziarono a spostare la loro produzione fuori città. E poi lo stesso sistema ha funzionato come negli Stati Uniti: la posizione vantaggiosa e il design insolito hanno iniziato ad attirare l’attenzione dei bohémien verso i loft, e poi i normali residenti della capitale della Gran Bretagna.

Con la crescente popolarità degli “alloggi industriali” in Europa, vi è stata una carenza di tali locali, perché non tutte le città possono vantarsi di avere una fabbrica abbandonata. A questo proposito, a volte vecchi magazzini, orfanotrofi, scuole vengono convertiti in loft e in Finlandia la stazione ferroviaria è diventata un popolare complesso residenziale..

A proposito, il loft è diventato uno sbocco eccellente per le autorità cittadine e gli sviluppatori nei casi in cui è impossibile demolire un edificio storico, dal momento che è un prezioso oggetto architettonico e non è più possibile utilizzarlo per lo scopo previsto..


Vincent van Gogh. Città di fabbrica. 1887

Nello spazio post-sovietico, il primo loft classico è considerato un complesso residenziale d’élite apparso a Riga nel 2003 a Kipsala. Gli architetti Zaiga e Maris Gailis hanno conservato tutte le caratteristiche dell’aspetto storico di una vecchia fabbrica di gesso, e l’interno è diventato loft.

I nuovi edifici sono persino apparsi in Europa e negli Stati Uniti ora, dove gli appartamenti sono realizzati in stile “loft”, ma gli esperti ritengono che tali “rifacimenti” non possano più rivendicare il titolo di loft classici, ma piuttosto sono appartamenti in stile industriale.

La popolarità del loft è anche dimostrata dal fatto che spesso diventa una scena d’azione nei film di Hollywood. Quindi, nel film più popolare “Ghost”, gli eroi di Patrick Swayze e Demi Moore vivono nel loft, nella serie “Close Friends” il “appartamento di fabbrica” ​​è diventato l’alloggio per Brian Kinney, nella serie “Gossip Girl” vive anche la famiglia Humphrey nel loft.

Caratteristiche:

Secondo gli esperti, i loft hanno guadagnato una così grande popolarità non solo per le loro caratteristiche architettoniche, ma anche per il fatto che le “abitazioni di fabbrica” ​​sono diventate un vero stile di vita, una nuova visione del mondo non standard. In Occidente, il loft è un simbolo della partenza da tutto ciò che è borghese, tradizionale e ordinario. Ecco perché, al fine di enfatizzare un atteggiamento così libero, il loft è provocatoriamente originale anche all’interno.

In primo luogo, questo spazio è sempre di dimensioni enormi, come affermano gli esperti, i locali meno di 200-300 metri quadrati non possono più essere definiti un loft classico. Solo il bagno e la camera da letto diventano stanze separate (e anche allora non sempre), il resto dell’area è un unico spazio, diviso in zone solo con l’aiuto di soluzioni di arredamento o design.

In secondo luogo, quasi l’unica opzione di interior design per una stanza del genere è lo stile industriale, che implica un’abbondanza di metallo, la conservazione di vecchie murature, un minimo di finiture e tessuti e mobili pop art. Vengono spesso utilizzati materiali non standard, come legni esotici, vetro, pietra naturale.

In terzo luogo, di solito i loft sono divisi in due aree principali: lavoro e vita. Ad esempio, un grande laboratorio e un soggiorno-camera da letto leggermente più piccolo.

Una descrizione molto accurata del loft è stata fatta da Lyudmila Ulitskaya nel suo libro “Merry Funeral”, descrivendo l’appartamento di New York di un artista emigrante russo: “… La stanza qui era eccellente per i ricevimenti, ma impossibile per la vita normale: un loft, un magazzino convertito con una fine tagliata, in cui una piccola cucina, un bagno con doccia e una stretta camera da letto con un pezzo di finestra erano accantonate. E un grande seminario a due luci “.

Loft in Russia

Al momento è impossibile parlare di qualsiasi mercato di loft a Mosca oa San Pietroburgo. Gli acquirenti immobiliari russi non hanno ancora apprezzato le possibilità e l’originalità di tali alloggi industriali, ma ci sono già prime proposte.

Nel nostro paese, ex edifici di fabbriche e fabbriche spesso diventano non residenziali, ma uffici. Inoltre, è spesso più facile per gli sviluppatori demolire un vecchio edificio e costruire un tipico nuovo edificio piuttosto che ristrutturare con cura la struttura e trasformarla in loft..

Non dimenticare che i loft appartengono alla categoria degli alloggi d’élite, molto spesso si trovano nel centro storico, hanno una vasta area e non tutti i russi possono permetterselo..

Secondo gli esperti delle agenzie immobiliari di Mosca, le proposte che sono ora apparse sul mercato immobiliare di Mosca sono progettate per i rappresentanti dell’élite politica e imprenditoriale, nonché per la “gioventù d’oro” che sarà in grado di apprezzare l’insolenza dell ‘”appartamento industriale”.

Oggi si possono individuare oggetti immobiliari così interessanti come i complessi residenziali “Nikolaevsky House” e Manhattan House a Mosca. Il costo di un metro quadrato di un loft in questi complessi varia da 6 a 9.5 mila dollari.

A San Pietroburgo, il progetto più significativo in questa direzione fu New Holland, un’isola industriale, molti dei cui edifici risalgono al XVIII secolo. Ora gli esperti stanno discutendo il concetto di ricostruzione di questo interessante oggetto, si prevede che tra i locali commerciali e residenziali del complesso ci saranno dei loft, gli sviluppatori intendono preservare l’atmosfera storica dell’isola.

Tra i loft non residenziali in Russia, si può distinguere:

  • Loft Project Etagi nella Capitale del Nord è un centro culturale multifunzionale di arte contemporanea, dove spesso si tengono mostre di artisti contemporanei;
  • “Winzavod” – il centro di arte contemporanea a Mosca, la costruzione dell’ex birra, e poi la cantina “Moscow Bavaria”, nel 2007 divenne un centro espositivo;
  • l’ex manifattura Danilovskaya nella capitale, che è diventata un famoso centro per uffici;
  • spazio creativo “Tkachi” a San Pietroburgo, ex complesso della “Nuova fabbrica di filatura della carta”, fondata nel 1846. L’edificio è stato incluso nell’elenco dei siti appena identificati di valore storico, scientifico, artistico o culturale. Ora nello spazio creativo dell’ex manifattura vengono allestite mostre, uffici e locali commerciali in affitto.

Gli esperti sottolineano che i piani delle autorità di Mosca di spostare le imprese industriali al di fuori dei confini della città apriranno nuove prospettive per la comparsa di loft classici sul mercato immobiliare. Gli esperti chiamano la fabbrica di dolciumi Krasny Oktyabr situata sull’argine di Bersenevskaya come gli oggetti più promettenti in questa direzione. La produzione è programmata per essere trasferita nel territorio della preoccupazione di “Babaevsky”, le autorità intendono preservare l’aspetto storico della fabbrica e dare locali interni per un complesso residenziale.

Lo sviluppo del mercato dei loft e il divieto del sindaco di costruzione nel centro di Mosca contribuiranno anche allo sviluppo del mercato dei loft, nel qual caso gli sviluppatori rivolgeranno la loro attenzione agli ex edifici industriali e la conversione delle strutture industriali, la cui demolizione è vietata a causa del loro valore per la storia e l’architettura, inizierà in complessi residenziali.

Molti esperti notano che ci sono molti edifici industriali interessanti nelle città industriali russe come Ekaterinburg, Chelyabinsk e Mosca e San Pietroburgo stessi, quindi gli appartamenti a soppalco hanno grandi prospettive nel nostro paese. Altri specialisti, che sono più scettici, sottolineano che i loft, che sono intrinsecamente alloggi costosi, rimarranno un pezzo unico “non per tutti” e se prendono la loro nicchia nel mercato immobiliare, quindi come offerte separate, rare ed elite.

Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Loft: definizione, storia e caratteristiche russe
Installazione di una doccia igienica per installazione nascosta