Investire nel settore immobiliare: problematico ma redditizio

Non è un segreto che le transazioni immobiliari sono un modo abbastanza redditizio di investire denaro. Come utilizzare proficuamente la proprietà di proprietà? A quale privilegiare: vendere un edificio o affittarlo? Cosa cercare quando si redige un contratto di vendita o di locazione? L’avvocato M2 risponde a queste domande. Innanzitutto, esaminiamo i modi per trarre profitto dall’immobiliare. L’opzione più semplice da un punto di vista legale è la costruzione di un edificio con la vendita successiva. Semplice perché non è necessario verificare la “purezza” legale dell’oggetto. Inoltre, gli acquirenti preferiscono trattare con il primo proprietario, se si rivela essere uno sviluppatore, anche meglio. È vero, ci sono difficoltà. Ad esempio, devi prima trovare un importo significativo necessario per la costruzione: può essere un prestito bancario o fondi degli investitori.

Alcune persone vogliono tutto in una volta…

La maggior parte di coloro che fanno soldi sugli immobili operano secondo lo schema: costruito – progettato – venduto. La linea di fondo è che una società di costruzioni, dopo aver eretto un edificio, lo vende già pronto alle parti interessate. Al momento di concludere un contratto per la vendita di immobili, le parti devono verificare se la posizione dell’oggetto è indicata correttamente, se le planimetrie e i documenti per la trama del terreno sono allegati al contratto. È inoltre necessario misurare attentamente la stanza e indicarne l’area esatta. Se stiamo parlando di una parte di un edificio, è necessario notare nella pianta quale parte verrà venduta.

Dopo aver raccolto tutti i documenti necessari (con copie), puoi andare da un notaio. Molto probabilmente, sarà interessato solo al contratto di vendita. Dopo la registrazione della transazione con un notaio, la sua registrazione statale dovrebbe essere effettuata. L’elenco dei documenti richiesti per questo può essere specificato nel luogo di registrazione. In ogni caso, è necessario fare scorta di tre copie del contratto di vendita (una per ciascuna delle parti e per l’autorità di registrazione). Inoltre, le copie notarili dell’accordo e tutti i documenti costitutivi non saranno superflui.

documenti delle parti. Dopo aver pagato la tassa statale e aver registrato il contratto, la transazione può essere considerata completata.

L’oggetto stesso viene trasferito secondo l’atto di accettazione e trasferimento, in cui devono essere indicate la data di trasferimento dell’edificio e le sue condizioni. Se le parti hanno rivendicazioni reciproche relative alla qualità dell’oggetto o al suo pagamento ai sensi del contratto, ciò deve riflettersi nell’atto.

Inoltre, vi è un periodo durante il quale il venditore deve garantire la qualità della merce all’acquirente. In realtà, se, per esempio, un edificio crolla e un esame di esperti dimostra che i progettisti o i costruttori sono responsabili, saranno ritenuti responsabili. Se vengono rilevati difetti nascosti, gli acquirenti contatteranno anche il venditore.

-E alcuni – in parti

I proprietari, che, invece di una grossa somma forfettaria, preferiscono ricevere relativamente poco denaro ogni mese (anno), affittando l’edificio costruito. La domanda di tutti i tipi di immobili commerciali (uffici, locali commerciali, magazzini, ecc.) È ora abbastanza grande, quindi, di norma, quando l’oggetto viene messo in funzione, tutti i locali sono già distribuiti tra gli inquilini.

Quando si registra un contratto di locazione, è necessario redigere correttamente un contratto. Cosa dovrebbe contenere questo documento e quali punti dovresti prestare attenzione quando lo firmi? È indispensabile verificare se i dettagli delle parti sono indicati correttamente: nomi, indirizzi, CIF, coordinate bancarie, dati del passaporto (se la parte del contratto è una persona fisica), ecc..

Un elemento importante dell’accordo di locazione è l’atto di accettazione e trasferimento dei locali, allegato all’accordo. In esso, è necessario indicare lo stato della stanza al momento del trasferimento e annotare quali comunicazioni sono collegate e funzionanti (cavo telefonico, rete idrica e fognaria, rete di riscaldamento, ecc.).

Il prossimo punto importante è l’affitto, il cui importo deve essere negoziato dalle parti nel contratto. Può essere calcolato per 1 sq. m all’anno o per l’intero locale al mese. Inoltre, è necessario stabilire come verrà effettuato il pagamento: se in rubli, viene indicata la dimensione del canone di locazione, se in dollari o in euro, si noti che i pagamenti vengono effettuati in rubli al tasso stabilito dalle parti. Molto spesso è equiparato al tasso della Banca centrale della Russia. Nel determinare l’importo dell’affitto, è necessario indicare se include le bollette. In alcuni casi, il locatore si riserva il diritto di emettere fatture separate per l’inquilino per servizi di base e servizi aggiuntivi, che, ad esempio, includono la raccolta dei rifiuti, le comunicazioni telefoniche, Internet, ecc. Per evitare equivoci nel contratto, si consiglia di chiarire che il trasferimento dei locali a il contratto di locazione non è un trasferimento di proprietà di esso.

Quando un contratto di locazione è concluso per un periodo superiore a un anno, è soggetto alla registrazione statale. Considerando il fatto che la domanda di immobili commerciali è attualmente piuttosto elevata, così come il fatto che un certo numero di inquilini stipula un contratto di locazione a lungo termine, le autorità di registrazione a Mosca hanno creato una speciale “finestra” in cui tutti i contratti possono essere presentati per la registrazione. Tuttavia, un funzionario non accetterà più di 10 casi (accordi separati) alla volta, quindi sarà difficile registrarne più contemporaneamente. Pertanto, molte organizzazioni si assumono la responsabilità di registrare i diritti di locazione a lungo termine sugli inquilini. Se le parti non vogliono seguire questa procedura, possono concludere un accordo per un periodo più breve e prevedere la possibilità della sua proroga. Inoltre, non è possibile specificare il termine nel contratto di locazione: in questo caso, è considerato indefinito e non richiede la registrazione.

Se si intende affittare contemporaneamente spazi commerciali e magazzini, è consigliabile stipulare un contratto per entrambi i locali. Inoltre, il contratto deve indicare esattamente dove sarà collocato il padiglione e dove saranno conservate le merci..

Ciò che è più redditizio?

Quindi, dovresti vendere l’edificio o affittarlo? Ogni caso ha i suoi vantaggi e svantaggi. La vendita ti consente di guadagnare un importo significativo alla volta, quando l’affitto dell’investimento pagherà gradualmente, ma l’edificio porta un reddito stabile.

I problemi con la registrazione dei tuoi diritti dovranno essere risolti in ogni caso. L’unica differenza è che quando si registra e si registra un contratto di locazione a lungo termine, si dovrà pagare una commissione (che viene addebitata anche quando si apportano modifiche o aggiunte al contratto). Non dimenticare le tasse.

In ogni caso, se l’edificio è di proprietà, può essere venduto o ipotecato. Inoltre, il mutuo non influenzerà il rapporto tra il locatore e gli inquilini, poiché finché l’edificio rimane di proprietà del locatore, tutti i pagamenti dell’affitto andranno a lui, come prima.

È difficile dire quale sia più redditizio dal punto di vista commerciale. Qualsiasi immobile è sempre un’attività liquida che può sempre essere venduta.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy