Come scegliere una cucitrice meccanica: consulenza professionale

Sezioni dell’articolo



Continuiamo a scegliere professionalmente con te. Molti strumenti ci hanno già rivelato i loro segreti, ma finora non abbiamo parlato della pinzatrice. Per molto tempo, la cucitrice meccanica per costruzioni è diventata una componente indispensabile e indispensabile dell’arsenale del comandante, indipendentemente dal tipo di attività. Oggi considereremo le caratteristiche di questo strumento.

Oggi vorrei parlarvi di uno strumento molto semplice ma estremamente interessante. Ha una specializzazione ristretta, ma esegue mille operazioni. È resistente e funzionale, ma relativamente economico. Colpendo, crea. Quindi, ci incontriamo – cucitrice meccanica per costruzioni.

La cucitrice risale al XVIII secolo. Dicono che per la prima volta il dispositivo per la guida delle graffette fu usato in Francia, ovviamente, alla corte reale. Nel diciannovesimo secolo, in relazione allo sviluppo della stampa e della stampa di libri, la cucitrice ha ricevuto un nuovo ciclo di sviluppo. Nel 1866, un anno dopo fu brevettato un meccanismo per unire fogli di carta usando punti metallici, per fogli di ottone sottili. Tuttavia, il placcatore, la cucitrice meccanica, la cucitrice meccanica, la chiodatrice, la cucitrice meccanica, hanno ricevuto un riconoscimento reale solo di recente, soprattutto quando si tratta del suo uso nella costruzione..

Come scegliere una cucitrice meccanica: consulenza professionale

Non appena le prime cucitrici sono apparse nel nostro paese, hanno fatto un salto nel cerchio dei rinnovatori domestici. Con questo strumento, letteralmente tutto ciò che la staffa poteva perforare è stato sparato, ci sono stati persino tentativi di fissare il muro a secco a una cornice di legno.

Una volta c’era solo una situazione aneddotica. I nostri ragazzi hanno incollato la carta da parati in sughero, che non voleva unirsi in alcun modo, quindi hanno deciso di afferrarli temporaneamente con le graffette fino a quando la colla si è impadronita. Fu in quel momento che il cliente (una persona molto influente nel nostro paese) arrivò all’oggetto e vide come stavamo usando la cucitrice. Tirò silenziosamente il cellulare e disse al ricevitore: “Ivan Ivanovich (una persona ancora più famosa), questi costruttori, che hai consigliato, ti hanno messo un tappo sulla colla? Sì? E mi scherzano con una pinzatrice … ”. Si è scoperto che stava solo scherzando.

Come scegliere una cucitrice meccanica: consulenza professionale

Come funziona la cucitrice

Il lavoro principale nella pinzatrice viene eseguito da un meccanismo di percussione semplice. I placcatori meccanici ed elettrici hanno una bobina o una molla a molla piatta nel loro design, che è armato usando una forza motoria o muscolare (una cucitrice pneumatica funziona in modo leggermente diverso, ma ne parleremo più avanti).

Come scegliere una cucitrice meccanica: consulenza professionale

Quindi, premendo il grilletto o spostando la leva in posizione estrema, rilasciamo il percussore. Quest’ultimo, obbedendo alle elementari leggi fisiche, estrae una staffa separata dalla clip e la spinge nel materiale. Le graffette vengono caricate nel caricatore a pistola come una cucitrice meccanica, ma vengono anche (utilizzando uno spintore a molla) alimentate nell’area del canale di uscita. Si ritiene che, a differenza del fratello dell’ufficio, questo strumento spinga semplicemente gli utensili nella base, ma in realtà ci sono modelli con una “incudine” reciproca, grazie alla quale vengono piegate le gambe della staffa.

Come scegliere una cucitrice meccanica: consulenza professionale

In sostanza, il tacker equipaggiato sostituisce un martello con chiodi, è necessaria una sola pressione per completare l’attività, anziché diversi colpi separati. Si noti che se le graffatrici precedenti hanno sparato al materiale solo con graffette, ora possono martellare chiodi e persino vari tipi di perni di montaggio – perni.

Grazie al suo design unico, l’acquirente è diventato uno strumento molto popolare con molti vantaggi:

  • inchiodare materiali l’un l’altro non richiede molta forza fisica;
  • rispetto all’utilizzo di un martello, l’installazione richiede molte volte meno tempo;
  • nella maggior parte dei casi, è coinvolta solo una mano, con l’altra possiamo aiutare noi stessi;
  • di norma, non è necessario premere sullo strumento, il che è molto comodo quando si lavora in una posizione instabile, ad esempio su una scala a pioli;
  • una parte elastica è facilmente inchiodata;
  • puoi “strisciare” nel posto schiacciato;
  • l’energia cinetica viene trasmessa in modo molto preciso, non vi è pericolo di danneggiare il pezzo base (ad es. durante la smaltatura). Nessuna vibrazione, scheggiature, graffi;
  • vera versatilità dovuta alla varietà dei materiali di consumo;
  • un numero limitato di parti mobili: affidabilità, durata, facilità d’uso e manutenzione;
  • i materiali di consumo non sono soggetti a corrosione;
  • elevato grado di sicurezza: all’interno della custodia sono presenti apparecchiature affilate, per i dispositivi non meccanici viene utilizzato un sistema di fusibili. Non è necessario temere colpi alle dita.

Di cosa è capace una cucitrice

La pinzatrice moderna esegue due tipi principali di attività. Il primo è inchiodare un materiale all’altro. Di norma, la base è plastica, legno o suoi derivati ​​(truciolare, OSB, compensato), ma tutto ciò che l’acquirente può perforare è attaccato ad esso. Il secondo compito è ricucire parti equivalenti con la piega della graffetta. In ogni caso, la connessione risulta molto affidabile, soprattutto se si utilizzano strumenti con un rivestimento asimmetrico per affilatura o fusione.

Come scegliere una cucitrice meccanica: consulenza professionale

La cucitrice meccanica di artigiani e decoratori di mobili era molto affezionata. Questo strumento ha trovato ampia applicazione nella costruzione e nella produzione. Quasi ogni artigiano domestico ha una macchina simile nel suo arsenale. Ecco solo alcune delle operazioni che un acquirente può eseguire:

  • fissaggio di vari rivestimenti di mobili ed elementi strutturali;
  • tendaggi;
  • fissazione su cornici di tele, manifesti, riproduzioni;
  • inchiodare i materiali in fogli (pannelli di fibra, truciolare, OSB, compensato, lamina, stagno) ai telai;
  • fabbricazione di moduli, sottosistemi e listelli;
  • installazione di materiale di copertura e piastrelle bituminose;
  • installazione di materiali isolanti, pellicole, membrane e riscaldatori;
  • superfici di rivestimento con assicella in plastica e legno, rivestimenti;
  • assemblaggio di pavimenti da pannelli scanalati;
  • tappeti di fissaggio;
  • posa di cavi elettrici di potenza e bassa corrente;
  • esponendo un angolo perforato;
  • installazione di serre e focolai a film;
  • cucitura di cartone ondulato;
  • assemblaggio di pallet e telai per imballaggio;
  • fissaggio perline per vetri su euro finestre in legno.

Naturalmente, non tutte le cucitrici meccaniche possono eseguire tutti i lavori elencati qui. Ma i tacker elettrici e pneumatici sono molto più produttivi, sono capaci di tutto. Scopriamo in che modo gli acquirenti differiscono e cosa è destinato a cosa.

Come scegliere una cucitrice meccanica: consulenza professionale

Cucitrice meccanica

La moderna pinzatrice meccanica è bella a modo suo, come una balestra medievale o AK-47. Prendi questa piccola cosa graziosa nelle tue mani e capisci: eccola qui: la perfezione. Non c’è nulla di superfluo in esso, è semplice e infinitamente affidabile.

I modelli meccanici di cucitrici si distinguono per il design meno complesso, che non richiede competenze speciali da parte dell’utente. Non hanno quasi parti soggette ad usura, infatti sono solo molle. I tacker meccanici richiedono lubrificanti per uso generico, basta applicarli di volta in volta. Il vantaggio principale di tali dispositivi, ovviamente, sta nell’assoluta autonomia, indipendenza dalle reti elettriche e aeree, sono sempre pronti a funzionare. Tali modelli sono i più leggeri e compatti, la loro ergonomia è influenzata positivamente dall’assenza di cavi di alimentazione, tubi e batterie..

Come scegliere una cucitrice meccanica: consulenza professionale

Le cucitrici meccaniche sono alimentate esclusivamente dalla forza muscolare. Tuttavia, non è sempre una macchina manuale. Nella produzione in officina, vengono spesso utilizzate pinzatrici fisse, in cui (mediante un sistema di aste e leve) l’azionamento viene eseguito dal piede dell’operatore. Sfortunatamente, è difficile eseguire grandi volumi di lavoro con una pistola a punti meccanici e non tutti i materiali sono soggetti a essi, per ogni dispositivo esiste una limitazione insormontabile sulla lunghezza dell’attrezzatura.

Le parti principali della cucitrice sono realizzate in lega o acciaio strutturale. Il corpo dei modelli hobby ultraleggeri può essere realizzato in plastica ABS antiurto (Rapid-R53 ERGONOMIC). In questo caso, è preferibile se la leva è in metallo, poiché viene applicata la forza principale. Si ritiene che l’opzione migliore sia quando l’involucro è pieghevole, assemblato con viti, non rivetti, il che consente di raggiungere gli “interni” e di effettuare le necessarie riparazioni. L’alloggiamento robusto e stabile fornisce alla pinzatrice durata e alta qualità delle operazioni. Le custodie in lega leggera presentano eccellenti caratteristiche di resistenza / peso. Tutti gli involucri in acciaio sono protetti con uno speciale rivestimento: verniciatura a polvere o nichel / cromatura.

Come scegliere una cucitrice meccanica: consulenza professionale

Quando si sceglie una cucitrice, è necessario prestare attenzione al tipo di meccanismo a percussione. Una molla a torsione (attorcigliata) richiede molto sforzo, e quindi il rinculo dell’utensile è abbastanza evidente. La molla a foglia (foglia) viene utilizzata nei modelli professionali. È molto più facile “armare” e fornisce meno rinculo, ma una macchina con questo design avrà un costo maggiore. In generale, il problema del rinculo della pinzatrice è molto grave. Per neutralizzare il rinculo, vengono utilizzati tutti i tipi di cuscinetti ammortizzanti e ammortizzanti sulle impugnature, soluzioni di design speciali per i casi, quando l’energia viene distribuita uniformemente su tutto il palmo. Basso rinculo e basso livello di rumore indicano direttamente la qualità e la fabbricabilità dell’utensile.

Come scegliere una cucitrice meccanica: consulenza professionale

Non è chiaro come lo facciano i produttori, ma in alcuni modelli la forza sulla leva di comando deve essere applicata in modo non uniforme. Nel punto estremo, quando il lavoro di compressione viene eseguito con una mano aperta, la leva si sposta relativamente facilmente e quando la premiamo più vicino al corpo, la molla “resiste” molto di più, ma le capacità della mano aumentano. Grazie a questa distribuzione del carico, puoi lavorare a lungo senza fatica. A proposito, non sarà superfluo guardare il cosiddetto “angolo di presa”: quanto lontano nella posizione iniziale la leva viene ritirata dal corpo (minore è questa distanza, più lo strumento è conveniente, specialmente per lavorare “sul peso”).

Come scegliere una cucitrice meccanica: consulenza professionale

L’elemento più importante di un tacker meccanico è il meccanismo di regolazione della forza di rottura. Con l’aiuto di una ruota scanalata (STAYER 31510) o di un interruttore, è possibile adattarsi al materiale di una certa durezza. Ad esempio, il pino richiede una forza minima, mentre il truciolato o la plastica richiedono tutto il potenziale della molla. Questa opzione ti consente di guidare una graffetta o un chiodo esattamente a filo con il piano, senza “intaglio” e senza eccessiva immersione, in cui il materiale bersaglio si rompe o ammaccature rimangono dall’attaccante.

Come scegliere una cucitrice meccanica: consulenza professionale

Una caratteristica molto utile è la possibilità di un doppio colpo (tiro riutilizzabile), quando puoi fare un ulteriore impulso su una parentesi incompiuta. In questo caso, il meccanismo di alimentazione per i materiali di consumo è disabilitato..

Per guidare gli utensili a una determinata distanza dal bordo del pezzo, utilizzare tutti i tipi di fermi di distanza, elementi guida o ganci (BOSCH HT8).

Per strisciare lo strumento in un luogo difficile da raggiungere, a volte il naso del canale di uscita viene fatto sporgere.

Come scegliere una cucitrice meccanica: consulenza professionale

Per escludere l’attivazione involontaria della pinzatrice armata durante lo stoccaggio e il trasporto, utilizzare la funzione “discesa senza scosse”. In una certa posizione, la leva, senza interagire con la molla, si piega al corpo ed è fissata con un chiavistello o un anello (HAMMER SET8). Non è necessario effettuare uno “scatto in aria” o svuotare completamente il negozio.

Informazioni sul negozio. È importante che si chiuda in modo sicuro quando viene caricato. Le operazioni di caricamento sono molto più facili da eseguire se le scorte vengono inserite nella pistola (per analogia con una cartoleria), anziché essere spinte attraverso una fessura. È molto comodo essere in grado di controllare il numero di punti rimanenti nel negozio senza smontarlo – attraverso la finestra di visualizzazione. Un vantaggio è la presenza di un sistema di sicurezza, che richiede di capovolgere la pistola quando si smonta l’unità di alimentazione (Novus J-19 EADHG).

Come scegliere una cucitrice meccanica: consulenza professionale

L’aspetto più importante della scelta di una cucitrice meccanica è la dimensione standard dell’attrezzatura standard. L’opzione classica è quella di dotare il dispositivo di una staffa a forma di U di un certo spessore, larghezza, con diverse lunghezze delle gambe. Esistono pinzatrici “a cavo” che hanno una scanalatura rotonda nella parte di lavoro, che consente di posizionare lo strumento su un cavo a bassa corrente (4–8 mm di diametro, tensione fino a 50 volt) e di montarlo con una staffa a U. A proposito, in natura ci sono staffe speciali che funzionano con una guarnizione isolante per il fissaggio di cavi di alimentazione piuttosto grandi (Novus J 19 OKY).

Come scegliere una cucitrice meccanica: consulenza professionale

I tacker universali sono diventati molto popolari, in grado di lavorare simultaneamente con punti diritti e arrotondati, nonché piccoli chiodi e spille che vengono caricati a destra o a sinistra dell’attaccante. In un modo o nell’altro, ma prestare attenzione alla lunghezza massima consentita dei materiali di consumo raccomandati e alla larghezza dell’attrezzatura (le graffette con un piano di grandi dimensioni trattengono meglio i materiali sottili, ad esempio l’involucro di plastica). Le graffette vengono utilizzate per pinzare il cartone: sarà necessaria una cucitrice con una contro incudine.

Come scegliere una cucitrice meccanica: consulenza professionale

Un tipo separato di cucitrici meccaniche sono i martelli di base (martellatrici), che hanno una disposizione longitudinale. Il lavoro in tali macchine viene eseguito sotto l’influenza dell’inerzia: semplicemente colpiamo il piano con lo strumento. Una pinzatrice a martello non è in grado di fornire una precisione di fissaggio dei gioielli, ma è indispensabile in grandi aree, quando è necessario sparare rapidamente qualsiasi materiale in lamiera sottile (ad esempio una striscia di materiale di copertura o una membrana di diffusione). La lunghezza della staffa per un tale strumento è generalmente limitata a 10 millimetri. Anche in questo caso, Novus e Stayer sono riusciti..

Cucitrice elettrica

I placcatori elettrici sono significativamente più funzionali e più forti dei modelli meccanici, poiché il motore fa tutto il duro lavoro per noi. Qui, i produttori possono utilizzare più molle testarde, il che significa che possono ottenere una maggiore forza di impatto in uscita e, di conseguenza, completare lo strumento con materiali di consumo di grandi dimensioni. La cucitrice elettrica ha tutte le opzioni utili di una semplice cucitrice ad eccezione della portabilità (richiede una presa). Il problema, ovviamente, viene risolto utilizzando una batteria, ma sorge la questione della massa e della capacità..

Come scegliere una cucitrice meccanica: consulenza professionale

La potenza delle cucitrici elettriche può raggiungere 1500W (NERO&DECKER KX418E), che consente di guidare il rig fino a una profondità decente. Ad esempio, la pistola Rapid EN50 è in grado di maneggiare perni da 50 mm. In media, il “soffitto” lungo la lunghezza della graffetta è di 25 mm, mentre per le macchine “muscolari” – circa 10-15 mm.

Per proteggersi dalle scosse elettriche, gli sviluppatori hanno utilizzato coperture in plastica e cuscinetti gommati sull’impugnatura. Il cavo di alimentazione e gli avvolgimenti del motore sono a doppio isolamento. A proposito, una lunghezza solida del cavo di alimentazione (5 metri o più) è considerata una buona forma – migliora notevolmente l’ergonomia del prodotto.

Come scegliere una cucitrice meccanica: consulenza professionale

I componenti principali del tacker, e la suola in particolare, sono realizzati in metallo, il che influisce sulla durata e sulla funzionalità dell’utensile. Tuttavia, il peso della cucitrice elettrica (aggiungiamo qui la massa del motore) spesso supera il segno di 2 chilogrammi.

Naturalmente, la cucitrice con un motore ha un numero di sistemi interessanti: regolazione regolare (Metabo Ta M 3034) o step (Sparky T 14) della forza di impatto, protezione contro l’avvio accidentale, blocchi di sicurezza, controllo della frequenza del polso, sensori di profondità, impatto riutilizzabile automatico (Novus J -155 A), dispositivo di rimozione del dispositivo di fissaggio, soffiaggio con due punti metallici, colpo di pressione sulla punta (Bosch PTK 14 E).

Come scegliere una cucitrice meccanica: consulenza professionale

Molti artigiani si lamentano del basso tasso di incendio delle cucitrici elettriche, quindi dovresti prestare attenzione a una caratteristica dello strumento come il numero massimo di impulsi in un determinato momento. Per i modelli medi, questa cifra è nell’intervallo di 20-30 colpi al minuto..

Nel caso di tacker elettrici ricaricabili, dai un’occhiata alla capacità della batteria, alla velocità con cui è completamente carica. È fantastico se esiste una seconda unità di alimentazione o se è intercambiabile con una batteria di un altro strumento dello stesso produttore. Ad esempio, il modello Makita BST220RFE viene fornito con due alimentatori da 14,4 volt 3 Ah che si caricano in soli 20 minuti. E Makita BST 221 Z viene venduto “nella sua forma pura” – completamente senza caricabatterie e batteria, ma un dispositivo del genere è la metà del prezzo di un analogo equipaggiato. In generale, questa macchina è dotata di un blocco al litio BL1830 da 18 volt del tipo “a cursore”..

Per quanto riguarda le prestazioni delle auto a batteria, al momento è semplicemente impressionante. Graffette e chiodi lunghi fino a 30 mm, migliaia di colpi per carica, velocità di fuoco fino a 30 battiti al minuto (BOSCH PTK 3,6 V). E questo con un peso della pinzatrice di 1,7-2,5 kg (Makita T221DW – 1,7 kg, RYOBI CNS1801M – 2 kg).

Makita T221DW Makita T221DW

Cucitrice pneumatica

Il collettore ad aria compressa è lo strumento più potente di qualsiasi pinzatrice. Non sorprende che siano cugini diretti dei mostri che martellano perni di montaggio su cemento e acciaio (simile a una pistola a polvere) o enormi chiodi su legno – fino alla centesima dimensione. Nel loro meccanismo non c’è molla principale, e il principale esecutore del lavoro è il cilindro pneumatico, al quale viene fornita aria da una valvola pneumatica controllata da un pedale (per i modelli fissi) o un grilletto (per utensili manuali). Il design di tali macchine è abbastanza semplice, sono durevoli e facili da mantenere, è sufficiente pulire lo strumento solo occasionalmente. Gli O-ring economici sono considerati parti soggette ad usura delle cucitrici pneumatiche..

Come scegliere una cucitrice meccanica: consulenza professionale

Tuttavia, per la pneumatica è richiesta aria compressa (compressore) e per alcuni esemplari industriali esiste anche una linea di alimentazione separata. Si ritiene che questo strumento sia utilizzato principalmente nella produzione media e grande. Le caratteristiche più importanti delle cucitrici pneumatiche sono la pressione di esercizio e, in una certa misura, il consumo di aria per colpo. Esistono modelli che funzionano a una pressione di 4 bar e ci sono quelli che richiedono 6-8 bar. Con una mancanza di aria (flusso), di solito non ci sono problemi, perché questa non è una pistola a spruzzo. Si scopre che un compressore mobile medio con un ricevitore da 25 litri, che costa circa $ 200, può gestire tali apparecchiature. Ecco perché le cucitrici pneumatiche vengono sempre più utilizzate in piccole officine e nei cantieri..

Ciò che la pneumatica è particolarmente apprezzata per la sua velocità di fuoco. Una pistola che aziona una clip al secondo (SENCO SFT 10) è considerata la norma, che è due volte più veloce di qualsiasi controparte elettrica.

Come scegliere una cucitrice meccanica: consulenza professionale

È interessante notare che, con un’abbondanza di parti metalliche, l’attrezzatura pneumatica media pesa quasi quanto la sua controparte meccanica – circa un chilogrammo. Inoltre, è abbastanza compatto.

Naturalmente, tali cucitrici meccaniche hanno tutte le proprietà utili delle cucitrici elettriche, nonché un insieme di caratteristiche proprie. Si tratta di sistemi di blocco, contatto e avvio separato (BOSCH GTK 40 Professional), regolazione degli urti, meccanismo anti-inceppamento, filtro rimovibile (Makita AT2550A), shock multipli …

Come scegliere una cucitrice meccanica: consulenza professionale Makita AT2550A

Molte cucitrici pneumatiche gestiscono facilmente graffe lunghe e larghe (fino a 50 mm), chiodi medi. Sono i più produttivi.

Sottolineiamo ancora una volta, indipendentemente dal tipo di pinzatrice che scegli: presta attenzione all’attrezzatura con cui lavora. È la sua dimensione standard che soprattutto può dire del vero scopo dello strumento. Utilizza esclusivamente materiali di consumo “di marca”, questo è l’unico modo in cui puoi contare su una lunga vita utile dell’acquirente.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy