Riscaldamento in campagna: caldaia elettrica, termoconvettori o stufa

Sezioni dell’articolo



La modalità di funzionamento del sistema di riscaldamento nella casa di campagna differisce dalla casa in cui le persone vivono costantemente. I metodi di riscaldamento più popolari sono l’elettricità e una stufa a legna compatta. Oggi parleremo dei vantaggi di ciascuno dei metodi e dei problemi dell’organizzazione del riscaldamento..

Riscaldamento in campagna: caldaia elettrica, termoconvettori o stufa

Le specifiche del riscaldamento intermittente

Cottage estivi e piccole case di campagna richiedono un approccio speciale nell’organizzazione del loro apporto di calore. Spesso, la costruzione di edifici viene calcolata appositamente tenendo conto che il riscaldamento dell’ambiente interno avverrà periodicamente. A causa della zona relativamente piccola (50-70 m2) in tali strutture, non ha senso organizzare il riscaldamento a gas: i costi di connessione al gasdotto e di equipaggiamento del locale caldaie per tutti i requisiti di sicurezza non sono compensati dal prezzo più basso del vettore energetico, poiché il suo consumo annuo totale sarà scarso.

Riscaldamento in campagna: caldaia elettrica, termoconvettori o stufa

La convenienza e l’affidabilità delle caldaie a gas è un argomento importante, ma anche altri dispositivi di riscaldamento soddisfano i requisiti per un maggiore comfort. Allo stesso tempo, il sistema dovrebbe raggiungere rapidamente la modalità termica operativa, poiché poche persone vogliono sedersi a lungo, aspettando che l’intera stanza si riscaldi.

Riscaldamento in campagna: caldaia elettrica, termoconvettori o stufa

Non dimenticare che qualsiasi apparecchiatura può diventare difettosa a causa di tempi di fermo. Per i visitatori della dacia, questo può rivelarsi una sorpresa molto spiacevole, soprattutto se la casa si trova molto lontano dalla città e la notte si avvicina. Tuttavia, con il giusto approccio organizzativo, la probabilità di tali problemi tende a zero, la cosa principale è che la fonte di riscaldamento selezionata è appropriata in condizioni specifiche, ha potenza sufficiente e corrisponde alle caratteristiche della vita dei residenti.

Utilizzando stufe a legna

Quasi ogni cottage estivo ha un grave problema nel fornire risorse energetiche. Le reti elettriche in cottage estivi e insediamenti di piccoli cottage non sono altamente affidabili, inoltre, ci sono restrizioni sulla massima potenza di connessione possibile. Spesso, i 2-3 kW assegnati non sono chiaramente sufficienti per riscaldare completamente anche un piccolo edificio in breve tempo.

Riscaldamento in campagna: caldaia elettrica, termoconvettori o stufa

Quindi, traiamo la prima conclusione: se ci sono problemi con l’alimentazione elettrica nel paese, una stufa a legna dovrebbe essere installata senza errori. Non deve essere un mattone grezzo da più tonnellate, sarà sufficiente una stufa in ghisa compatta o in acciaio. È ancora meglio se una tale stufa è combinata con un camino e un piano cottura..

Il vantaggio principale dell’installazione di una stufa nel paese è che la sua capacità reale è limitata solo dalle riserve di carburante disponibili. Nel solito modo, la stufa è in grado di funzionare in modalità fumante, ma se necessario, può essere fornita con una posa completa di legna o carbone – in questo modo l’intero edificio si riscalda in poche ore.

Riscaldamento in campagna: caldaia elettrica, termoconvettori o stufa

Come unica fonte di riscaldamento, le stufe a combustibile solido vengono mostrate agli edifici in muratura, cioè con elevata inerzia. L’elevata capacità termica delle pareti attenuerà le cadute di temperatura dovute alla combustione irregolare del combustibile. Negli edifici a telaio, dovresti dare la preferenza a un forno di mattoni compatto, ad esempio “olandese”, che è adatto per riscaldare anche un cottage estivo a due piani.

Qual è il vantaggio dei riscaldatori elettrici

Se la potenza installata del consumatore è di almeno 2 kW o più, ci sono tutte le ragioni per installare qualsiasi metodo conveniente di riscaldamento elettrico nel paese. Può essere un convettore autonomo o un sistema di riscaldamento combinato su un vettore di calore liquido.

Riscaldamento in campagna: caldaia elettrica, termoconvettori o stufa

Fondamentalmente, il riscaldamento elettrico è popolare per la sua ergonomia. Anche quando la legna nella stufa si brucia, i riscaldatori elettrici non consentiranno alla temperatura di scendere al di sotto dei valori accettabili. Questa opzione sarà particolarmente utile per coloro che visitano la loro dacia in brevi visite con un pernottamento, perché svegliarsi in una casa fredda e andare a riscaldare la stufa è un piacere sotto la media.

Riscaldamento in campagna: caldaia elettrica, termoconvettori o stufa

Come unica fonte di riscaldamento, l’elettricità è attraente perché possono esserci diversi riscaldatori e tutti saranno distribuiti uniformemente nello spazio abitabile. Se non vi è alcuna stufa a legna nella dacia, l’accensione rapida dei convettori ti consentirà di non congelare inizialmente e di non attendere il riscaldamento della casa, poiché oltre allo scambio termico di convezione, tali riscaldatori hanno una percentuale significativa di radiazione termica diretta. Ciò è particolarmente importante se tra i visitatori ci sono bambini piccoli. Inoltre, anche se uno dei convettori si guasta, l’intera casa non rimarrà senza riscaldamento.

Riscaldamento in campagna: caldaia elettrica, termoconvettori o stufa

Un altro vantaggio del riscaldamento con i convettori è la capacità di mantenere con precisione la temperatura entro un determinato intervallo. I termostati integrati offrono un risparmio energetico, mentre le stanze disabitate non devono essere riscaldate affatto, ad esempio di notte. Inoltre, non dimenticare che i convettori sono più facilmente messi fuori servizio quando escono dalla casa di campagna: non è necessario attendere che il combustibile si esaurisca nella fornace, è sufficiente spegnere l’interruttore generale.

Svantaggi dei sistemi raffreddati ad acqua

In realtà, l’acqua come vettore di calore nei sistemi di riscaldamento del paese è estremamente rara. Il motivo è abbastanza ovvio: a temperature negative, la sua espansione in tubi e radiatori è garantita per disabilitarli. Per cottage estivi e piccole case, la pratica di sostituire l’acqua con fluidi per il trasferimento di calore con un basso punto di congelamento e un coefficiente di dilatazione lineare zero. Per questo, lo spostamento del sistema è ridotto al minimo, poiché l’area riscaldata è piuttosto piccola..

riscaldamento cottage a gas

Tuttavia, anche in questo caso, i sistemi di riscaldamento a liquido non eliminano una serie di altri svantaggi. Può accadere che in caso di forte gelo, anche l’antigelo o il glicole propilenico si addensino a tal punto che la circolazione del liquido di raffreddamento si arresta completamente. In questo caso, è possibile stabilire il funzionamento del riscaldamento solo se si organizza la possibilità di riscaldamento sequenziale dei radiatori o se esiste un’altra fonte di riscaldamento. La complessità dell’installazione può anche respingere l’uso di un sistema di riscaldamento idraulico: richiede la posa di tubi, un dispositivo di tubazioni e un monitoraggio costante della tenuta dei collegamenti e delle condizioni degli elementi riscaldanti.

Riscaldamento in campagna: caldaia elettrica, termoconvettori o stufa

Le caldaie elettriche sono più richieste nei cottage estivi con isolamento ben organizzato, che vengono visitati per periodi piuttosto lunghi, ad esempio nei fine settimana. Il sistema di riscaldamento non raggiunge la modalità operativa rapidamente come nel caso di convettori o stufe, ma dopo il riscaldamento, il calore si diffonde nella casa il più uniformemente possibile e la temperatura dell’aria può essere mantenuta il più accuratamente possibile portando l’acqua alla temperatura desiderata e regolatori di flusso su radiatori.

Modalità operative

Per il riscaldamento di una piccola casa di campagna con frequenza periodica, è necessario abilitare il sistema in modalità di riscaldamento intensivo. Ciò è possibile fornendo riserve di potenza adeguate o utilizzando più fonti di riscaldamento.

Le più preferibili a questo proposito sono le caldaie elettriche trifase, i cui elementi riscaldanti sono collegati in parallelo con la possibilità di commutazione separata. Il rischio di spesa eccessiva di elettricità non è escluso, tuttavia, tale possibilità può essere facilmente esclusa utilizzando moderni sistemi di automazione che controllano il grado di riscaldamento non solo dell’aria, ma anche del liquido di raffreddamento stesso.

Riscaldamento in campagna: caldaia elettrica, termoconvettori o stufa

Sia per le caldaie elettriche che per i convettori, la costruzione di un circuito di controllo automatico non causerà difficoltà nemmeno per le persone che non sono particolarmente competenti in ingegneria elettrica. Commutando l’alimentazione degli elementi riscaldanti mediante contattori magnetici, è possibile realizzare non solo il riscaldamento di singole sezioni dell’edificio, ma anche creare uno schema di controllo del tempo, riducendo l’intensità del riscaldamento durante la notte o spegnendo completamente il riscaldamento durante i periodi tra gli arrivi. Il riscaldamento elettrico non ha alternative nell’organizzazione di un sistema di riscaldamento remoto, ad esempio poche ore prima che i proprietari arrivino alla dacia.

Sistemi combinati

È tempo di fare il punto. Il modo migliore per organizzare il riscaldamento di una casa estiva è utilizzare diverse fonti di riscaldamento. Uno di questi svolge la funzione di riscaldare rapidamente l’aria per un soggiorno confortevole per le persone all’inizio, il secondo mantiene la temperatura dell’edificio riscaldato, riducendo il consumo di energia.

Riscaldamento in campagna: caldaia elettrica, termoconvettori o stufa

È necessario essere consapevoli del fatto che questo principio di funzionamento è stato utilizzato con successo nelle caldaie a combustibile combinato. È anche possibile installare in modo indipendente uno scambiatore di calore aggiuntivo in un forno in mattoni per fornire calore alle aree remote dell’edificio. Tuttavia, affinché le apparecchiature di riscaldamento siano pienamente conformi alle condizioni operative, è necessario calcolare la perdita di calore, selezionare la potenza richiesta dal dispositivo di riscaldamento principale e fornire un margine aggiuntivo con un altro tipo di riscaldamento..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy