Caratteristiche di installazione e sostituzione di radiatori per riscaldamento in nuovi edifici

Sezioni dell’articolo



I felici proprietari di alloggi in nuovi edifici devono risolvere molti problemi con la riparazione e la sistemazione. Uno di questi è la sostituzione dei radiatori di riscaldamento con quelli più avanzati e la regolazione del loro corretto funzionamento. Questo è ciò a cui è dedicata la nostra recensione, in cui ti parleremo della scelta corretta e dell’installazione corretta..

Caratteristiche di installazione e sostituzione di radiatori per riscaldamento in nuovi edifici

Stimare la portata del lavoro

La tendenza principale del moderno mercato immobiliare è la flessibilità nella fornitura di servizi. All’acquirente può essere offerta una scatola assolutamente vuota con un layout gratuito o una stanza completamente attrezzata con tutte le comunicazioni necessarie. In relazione al sistema di riscaldamento, questo modello è particolarmente interessante..

I radiatori non sono più puramente tecnici. Oggi è un articolo di stato che soddisfa alti requisiti per il comfort dei residenti e talvolta enfatizza in modo efficace lo stile degli interni. Naturalmente, la società di sviluppo non può conoscere tutti i capricci dei futuri clienti, e quindi i radiatori più semplici vengono solitamente installati nei sistemi di riscaldamento di nuovi edifici, incidendo minimamente sull’aumento del costo degli alloggi..

Caratteristiche di installazione e sostituzione di radiatori per riscaldamento in nuovi edifici

Esistono due casi speciali per i radiatori. Il primo e più comune è che esistono e sono installati in conformità con le norme minime per il reintegro delle perdite di calore o semplicemente per il riscaldamento delle strutture degli edifici. La seconda opzione è che non ci sono affatto radiatori, nonché una conduttura di distribuzione. Questo accade abbastanza raramente, ma succede: a seconda del layout e della classe di vetri, ci possono essere alcune opzioni per posizionare i radiatori, ognuno dei quali ha i suoi vantaggi. È molto meglio se questa decisione viene presa dagli stessi abitanti dell’appartamento in base al tasso di estrazione del calore assegnato allo spazio abitativo..

Selezione di dispositivi di riscaldamento

Negli impianti di riscaldamento municipali e centralizzati, la scelta dei radiatori è limitata da condizioni operative piuttosto rigide. La durata dei dispositivi è influenzata dalle proprietà del liquido di raffreddamento, come la sua purezza e composizione chimica e la modalità di funzionamento del sistema idraulico: sbalzi di pressione, scosse d’acqua, presenza di un potenziale elettrico.

Caratteristiche di installazione e sostituzione di radiatori per riscaldamento in nuovi edifici

Di tutti i tipi di radiatori, solo bimetallico, acciaio e ghisa sono adatti per lavorare in tali condizioni. I radiatori in alluminio possono essere installati a condizione che la lunghezza del sistema di riscaldamento sia limitata a poche case con un locale caldaia locale, la cui attrezzatura garantisce una preparazione di alta qualità del refrigerante.

Una vulnerabilità critica dei radiatori in acciaio è la presenza di un gran numero di saldature aperte. I radiatori in ghisa, sebbene prodotti per fusione, sono sensibili alla formazione di fistole durante il processo di fusione. I radiatori bimetallici sono alleggeriti da tali carenze: la loro struttura composita fornisce una soglia di impatto distruttivo superiore a 50 bar, che è considerato un indicatore immediato per la maggior parte dei sistemi di riscaldamento. Tuttavia, il fatto stesso che ci sia un elemento in acciaio incorporato nel radiatore non è in pratica sufficiente, perché il prodotto deve essere realizzato in modo veramente solido.

Per riferimento:

Quando si sceglie un radiatore per l’installazione in un nuovo edificio, prestare attenzione ai prodotti Royal Thermo. I radiatori bimetallici più adatti, presentati in due collezioni: radiatori bimetallici di design italiani PIANOFORTE, PIANOFORTE TOWER e BILINER e radiatori di fabbricazione russa Revolution Bimetall, Vittoria e Indigo SUPER. Questi dispositivi possono essere installati in qualsiasi sistema di riscaldamento con portatore di calore aggressivo, incluso antigelo con un pH compreso tra 8 e 9,5.

Caratteristiche di installazione e sostituzione di radiatori per riscaldamento in nuovi edifici

Nella produzione di radiatori Royal Thermo, vengono utilizzati tutti i collettori verticali e orizzontali in acciaio di acciaio di grado 20 (maggiore resistenza alla corrosione). Ulteriore resistenza è fornita dalla saldatura con il metodo di saldatura WR con una doppia saldatura a 380 °. Ciò garantisce il 100% di non contatto del refrigerante con l’alluminio.

Schema di collegamento del radiatore

Negli edifici di appartamenti, le tubazioni di riscaldamento e gli schemi di connessione del radiatore sono altamente unificati, a seguito della quale quasi tutte le connessioni vengono eseguite secondo uno degli schemi comuni:

  1. connessione punto-punto laterale;
  2. connessione punto-punto inferiore;
  3. collegamento inferiore mediante gruppo iniettore.

Un’eccezione alla regola generale sono i portasciugamani e i radiatori riscaldati ad acqua, combinati in un circuito per riscaldare una stanza con una vasta area o una grande lunghezza di vetri.

Caratteristiche di installazione e sostituzione di radiatori per riscaldamento in nuovi edifici

Se non è presente alcuna distribuzione di tubi di riscaldamento, è possibile scegliere autonomamente lo schema di connessione.

Per riferimento:

Nei radiatori Royal Thermo, per garantire la tenuta ai giunti delle sezioni, vengono utilizzati i nippli di intersezione italiani in acciaio DD13, caratterizzati da una maggiore resistenza alla corrosione e affidabilità operativa, nonché guarnizioni in Novaform SK, che garantiscono una protezione del 100% contro le perdite. Il materiale è stato creato in un laboratorio italiano sulla base di cotone speciale con l’aggiunta di grafite e silicone. Le guarnizioni intersezionali dei radiatori Royal Thermo offrono una protezione del 100% contro le perdite durante il funzionamento a causa di:

  • elevata resistenza ai portatori di calore aggressivo, incluso antigelo;
  • tenuta stabile con cadute di temperatura nell’impianto di riscaldamento.

Caratteristiche di installazione e sostituzione di radiatori per riscaldamento in nuovi edificiGuarnizione e nipplo tra le sezioni per le sezioni di collegamento

Instradamento del tubo

Abbastanza spesso, quando si sostituiscono i radiatori, è necessario modificare la configurazione delle tubazioni. Ciò è principalmente dovuto a un cambiamento nella distanza centrale: al posto dei radiatori “budget” di 350 mm, vengono installati dispositivi di riscaldamento a pieno titolo con una distanza centrale di 500 mm.

Quando si sostituisce una sezione di una conduttura di riscaldamento, è necessario seguire una serie di regole obbligatorie:

  1. Nessuna transizione da un materiale all’altro. Di norma, viene eseguito con raccordi filettati, che successivamente diventano punti vulnerabili dell’intero sistema. La presenza di collegamenti filettati è consentita solo nei punti di collegamento dei tubi al radiatore e solo a condizione che rimangano accessibili per la manutenzione.
  2. Tutte le parti verticali delle tubazioni devono essere posizionate rigorosamente in verticale, in orizzontale – con la pendenza corretta. Nei sistemi a circolazione forzata, i tubi di alimentazione e ritorno orizzontali devono avere una pendenza nella direzione del flusso d’acqua dell’ordine di 2-5 mm per ogni metro di lunghezza.
  3. Le sezioni del tubo devono essere il più diritte possibile. La flessione dei tubi è possibile solo quando si bypassano gli ostacoli e nei punti di connessione per il collegamento di dispositivi di riscaldamento.
  4. I tubi di riscaldamento non possono essere nascosti all’interno delle strutture di capitale. La posa viene eseguita apertamente o nella cavità di un falso muro o pozzi tecnici.

Caratteristiche di installazione e sostituzione di radiatori per riscaldamento in nuovi edifici

Per i condomini, sono previsti diversi schemi di instradamento dei tubi, che differiscono sia nella configurazione visibile che nell’ordine di collegamento dei radiatori. Il cablaggio a due tubi più comune, in cui i tubi di alimentazione e di ritorno si trovano parallelamente nel montante. Il collegamento dei tubi di collegamento può essere eseguito:

  • in uno dei tubi, cioè secondo lo schema circuitale sequenziale. Il tie-in può essere effettuato nella fornitura, o nella restituzione, o alternativamente su piani diversi.
  • in entrambi i tubi, cioè secondo lo schema dei radiatori collegati in parallelo.

Se il cablaggio è monotubo, il radiatore è collegato da entrambe le uscite alla stessa tubazione con le ultime valvole di arresto installate nello spazio. In ogni caso, dovresti ottenere consigli sulla connessione dall’organizzazione che gestisce la casa o dall’ufficio progettazione e costruzione..

Raccordi e rivestimento del radiatore

Un requisito obbligatorio quando si collega un radiatore a una rottura in uno dei tubi principali è l’installazione di un inserto di corto circuito (bypass). È necessario in caso di un malfunzionamento del radiatore: se, per qualche motivo, le sue valvole di intercettazione sono chiuse, è necessario mantenere la circolazione nel montante.

Caratteristiche di installazione e sostituzione di radiatori per riscaldamento in nuovi edifici

Per la corretta modalità di funzionamento con l’inseritore, è necessario osservare una delle due condizioni:

  • l’inserto deve avere un foro nominale inferiore a quello dei tubi di collegamento del radiatore;
  • una valvola a sfera viene tagliata nell’inserto, limitando il flusso oltre il radiatore.

Non è così facile scegliere tra le due opzioni: nel primo caso, non sarà possibile spremere il massimo trasferimento di calore dal radiatore, nel secondo, è necessario assicurarsi che l’accesso al rubinetto sull’inserto rimanga.

Per quanto riguarda il collegamento dei radiatori stessi, qui tutto è un po ‘più complicato. Esistono tre punti obbligatori:

  1. Entrambi i punti di connessione devono essere dotati di valvole di intercettazione in modo tale che vi sia una connessione staccabile tra essa e il radiatore;
  2. Uno dei due dispositivi di intercettazione dovrebbe essere preferibilmente di regolazione o termostatico. Il regolatore è generalmente installato sul tubo di alimentazione.
  3. Una valvola Mayevsky è installata in uno dei tappi laterali superiori del radiatore, ma se entrambi gli ingressi superiori sono occupati, è necessario installare una valvola di sfogo aria davanti all’arresto e le valvole di controllo nell’alimentazione.

Inoltre, notiamo che è più conveniente installare i radiatori a condizione che tutti i componenti e i raccordi vengano acquistati con i riscaldatori in un set. Tra i prodotti del produttore Royal Thermo che abbiamo già recensito, puoi trovare sia tubi dei principali tipi che accessori aggiuntivi: valvole di intercettazione e controllo, tappi, adattatori, nonché quattro tipi di dispositivi di fissaggio per radiatori, che garantiscono il loro fissaggio affidabile e sicuro, indipendentemente dal sistema e dal materiale di installazione muri.

Caratteristiche di installazione e sostituzione di radiatori per riscaldamento in nuovi edifici

Per riferimento:

Gli adattatori e le spine Royal Thermo sono forgiati a freddo da barra d’acciaio. La loro tenuta alle articolazioni è garantita da speciali guarnizioni in silicone, che si trovano in appositi recessi (scanalature). Una caratteristica distintiva degli adattatori Royal Thermo è la lunghezza ottimale della filettatura, sia esterna che interna.

Unità di distribuzione

Se non ci sono tubature nell’appartamento, i radiatori sono collegati dal montante del riscaldamento. Per la corretta organizzazione del funzionamento del riscaldamento, è necessaria l’installazione di un’unità di distribuzione: un collettore con dispositivi di chiusura, di protezione e speciali. Il punto di connessione al montante del riscaldamento è considerato come valvole che bloccano le uscite dall’alimentazione e dal ritorno.

Caratteristiche di installazione e sostituzione di radiatori per riscaldamento in nuovi edifici

Tutti i dispositivi installati nell’unità di distribuzione possono essere divisi in obbligatori e facoltativi. Tra i nodi richiesti, è possibile selezionare (nell’ordine di installazione dal supporto di alimentazione):

  1. Filtro grosso. Ovviamente, un volume impressionante di refrigerante scorrerà attraverso di esso, quindi i filtri a disco con lavaggio automatico saranno i più convenienti per questo scopo;
  2. Riduttore-compensatore per protezione da colpi d’ariete e picchi di pressione. La sua installazione viene effettuata toccando nel feed attraverso una T.
  3. È necessario un sistema di protezione dalle perdite per arrestare il flusso di refrigerante in caso di depressurizzazione del circuito. A differenza dei sistemi idraulici, l’installazione della protezione nel circuito di riscaldamento viene eseguita secondo uno schema più complesso: le elettrovalvole sono montate sia per l’alimentazione che per il ritorno, un’altra è installata nel punto più basso del sistema per il drenaggio di emergenza del liquido di raffreddamento nella fognatura. L’aspirazione dell’aria per lo scarico è garantita installando un raccordo a T con una valvola di ritorno nel punto più alto del sistema. I sensori di perdite si trovano sotto ciascuno dei radiatori.
  4. Il collettore di distribuzione (pettine) è necessario per calibrare la portata indipendentemente dalla lunghezza di ciascun ramo e dal numero di radiatori al suo interno.

Per riferimento:

Le staffe di ancoraggio Royal Thermo per radiatori di design sono realizzate con una speciale forma geometrica che segue perfettamente la forma del collettore orizzontale e fornisce un aspetto estetico e la sicurezza delle lesioni durante il funzionamento. I componenti sono presentati in tre colori: argento, bianco e nero.

Caratteristiche di installazione e sostituzione di radiatori per riscaldamento in nuovi edifici1 – ancoraggio; 2 – staffa angolare; 3 – staffa da parete; 4 – staffa regolabile a pavimento

Ulteriori informazioni su tubi e raccordi Royal Thermo.

E infine, guarda il video da cui imparerai le differenze tra i radiatori in alluminio e quelli bimetallici..

Speriamo che, tenendo conto delle raccomandazioni descritte, sarai in grado di equipaggiare il sistema di riscaldamento dell’appartamento in base alle tue esigenze, fornendo alle famiglie un calore confortevole, combinato con facilità d’uso..

Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: