Porte interne a soffietto: fisarmonica e libro

Sezioni dell’articolo



Le porte a soffietto sono rare all’interno. E sebbene presentino vantaggi rispetto ad altri tipi di porte interne (battenti o scorrevoli), il loro uso è piuttosto una misura forzata. Parliamo delle due opzioni più popolari, caratteristiche del dispositivo, vantaggi e svantaggi.

Porte interne a soffietto: fisarmonica e libro

Porta a libro: dispositivo e tipi

Una porta a battente o scorrevole (scorrevole) ha un’anta e un meccanismo di apertura comune. La porta a soffietto ha almeno due sezioni in ogni anta e si apre con un meccanismo ibrido costituito da cerniere, come nelle porte a battente, e rulli che si muovono lungo le guide, come nei modelli scorrevoli.

Porte interne a soffietto: fisarmonica e libro

A differenza delle porte interne a battente, il meccanismo di chiusura di un’anta può essere dotato di cerniere di diversi design. Ad esempio, il pannello perimetrale può essere fissato al telaio della porta utilizzando una testa (normale o “farfalla”) o una cerniera terminale (con un asse montato sull’anta), ei pannelli pieghevoli sono interconnessi da cerniere con installazione nascosta o profili incernierati. Il tipo di cerniera e il metodo di fissaggio dipendono dai materiali e dalla costruzione della porta, nonché dal peso del pannello stesso.

A causa dei rulli installati su tutti i pannelli, ad eccezione del primo dalla scatola e che si spostano nel profilo guida (binario), ha luogo il processo di apertura o piegatura della porta. Inoltre, i rulli possono essere posizionati sia sul bordo del pannello, se la porta è piegata su un lato rispetto all’apertura, sia al centro del pannello, se la porta è piegata simmetricamente rispetto al piano dell’apertura..

Porte interne a soffietto: fisarmonica e libro

Le porte a soffietto sono realizzate con gli stessi materiali di altri tipi di porte: legno massello, MDF, vetro, alluminio e plastica.

Di solito ci sono due tipi di porte a soffietto:

  • “Libro” – ogni fascia è composta da due parti mobili;
  • “Fisarmonica”: la tela è assemblata da tre o più pannelli.

Porte interne a soffietto: fisarmonica e libro

Vantaggi e svantaggi

Il vantaggio principale di una porta a soffietto rispetto a una porta a battente è la sua compattezza quando è aperta. “Prende” molto meno spazio utilizzabile. Persino una porta “a libro”, che si piega su un lato dell’apertura, richiede metà dello spazio e si piega a metà simmetricamente rispetto al telaio della porta – quattro volte.

Porte interne a soffietto: fisarmonica e libro

La porta a fisarmonica praticamente non occupa il volume utile della stanza. Tenendo conto della larghezza del pannello, di solito 10-12 cm, non sporge oltre il bordo della partizione interna.

Rispetto ai sistemi scorrevoli, una porta a libro presenta quasi gli stessi vantaggi rispetto alle porte a battente. Solo noi stiamo parlando del luogo necessario lungo il muro nella zona di rotolamento della tela. Esistono, naturalmente, modelli scorrevoli da incasso, o tipo a cassetta, quando la tela entra nella partizione interna. Ma non è sempre possibile installare una tale porta (ad esempio, alla fine di uno stretto corridoio).

Il principale svantaggio delle porte a soffietto è il meccanismo complicato. La teoria dell’affidabilità è una scienza semplice e afferma che più elementi nel sistema, senza tenere conto della ridondanza e della duplicazione, minore è il suo MTBF. Possiamo già dire che a parità di condizioni il “libro” è più affidabile della “fisarmonica”. Ma in ogni caso, devi sapere che la risorsa del meccanismo della porta a libro è inferiore a quella di una porta a battente o scorrevole.

Porte interne a soffietto: fisarmonica e libro

Uno degli svantaggi può essere considerato proprietà isolanti inferiori, soprattutto alle porte dei “libri”. Le “fisarmoniche” sono generalmente utilizzate per collegare i pannelli con profili incernierati che coprono le estremità dei pannelli lungo l’intera altezza della porta e, quindi, quando sono chiusi, sono migliori in termini di isolamento da suoni e odori estranei. Ma la porta a “fisarmonica” nello stato aperto occupa parte dell’apertura e restringe il passaggio.

Area di applicazione

Considerando i vantaggi e gli svantaggi del meccanismo di piegatura, gli esperti raccomandano di installare tali modelli dove non c’è traffico intenso o la necessità di un uso frequente – ad esempio, spogliatoi o ripostigli (locali in cui le porte vengono aperte raramente) o locali comuni, soggiorni, sale da pranzo, sale (in cui le porte sono raramente chiuse).

Porte interne a soffietto: fisarmonica e libro

È possibile trovare esempi dell’uso di modelli come partizioni mobili e schermi in aperture di larghezza non standard. Per ottenere la dimensione desiderata, è sufficiente rimuovere o aggiungere il pannello nella tela “fisarmonica”.

Porte interne a soffietto: fisarmonica e libro

Molto spesso, tali porte sono utilizzate nei locali residenziali e degli uffici, come porte interne. Si ritiene che per le porte d’ingresso abbiano minori proprietà di isolamento termico e resistenza al furto con scasso. Ma se l’edificio si trova in un’area protetta, puoi trovare abbastanza esempi dell’uso di “libri” come parte di gruppi di ingresso, ad esempio un portico o un vestibolo, come una vetratura mobile di una terrazza o veranda.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy