Porte tagliafuoco

Secondo le statistiche, durante un incendio, le persone muoiono a causa del fatto che non possono uscire. Ad esempio, perché la porta d’ingresso ha preso fuoco. Oppure fa così caldo che non puoi toccare e aprire la serratura. Oppure la porta è deformata dall’alta temperatura ed è bloccata. Gli esperti osservano che le porte antincendio sono impostate per localizzare il fuoco in una stanza, impedendo al fuoco di penetrare nel vicino.

Immagine

Se guardiamo una porta tagliafuoco in sezione, gli strati che la compongono sono chiaramente visibili. Naturalmente, il design di ciascun modello ha opzioni e possono esserci diversi livelli. Ma qualsiasi porta tagliafuoco deve avere uno strato interno ed esterno. I principali materiali “interni” sono gli isolanti termici (in modo che la porta non prenda più fuoco), ad esempio la lana di roccia ignifuga è molto popolare come isolante termico. Esterno: metallo, plastica, vernice resistente al fuoco.

Una striscia speciale è posizionata lungo il bordo di tale porta in una scanalatura (lungo l’intero perimetro) – un inserto antifumo schiumogeno (come la plastilina dura), che non si nota se la porta è chiusa. Durante un incendio, questo inserto espelle, sigillando le crepe e proteggendo dalla penetrazione dei prodotti della combustione in altri locali. Sfortunatamente, non tutte le aziende spiegano in cosa consiste il riempimento della porta, facendo riferimento al suo know-how. Ma qualunque sia la porta, le sue qualità antincendio devono essere registrate nei certificati. Abbastanza spesso, anche una porta tagliafuoco è insonorizzata. In esso, il riempitivo interno ha contemporaneamente due proprietà: termoisolante e fonoassorbente.

La porta antincendio deve mantenere la resistenza al fuoco per il tempo specificato nel certificato. Secondo GOST sono 15, 30, 45, 60, 120, 150, 180, 240, 360 min. Ma in pratica, le porte più resistenti al fuoco non possono resistere per più di 2 ore: i test di resistenza al fuoco vengono eseguiti in laboratori speciali, in forni speciali, utilizzando strumenti di misura speciali.

La porta antincendio deve essere scelta in modo tale che se un incendio scoppia nella stanza e si bruci completamente, l’integrità della porta non sarà violata. In media, un soggiorno avvolto dalle fiamme si brucia in 15-20 minuti. Gli uffici possono bruciare più a lungo (a causa di attrezzature e finiture sintetiche: pareti, pavimenti, soffitti, mobili). Da qui la conclusione: la resistenza al fuoco della porta deve essere necessariamente superiore a 30 minuti.

Per evitare che una porta tagliafuoco in metallo (acciaio) si deformi, è impossibile consentire un riscaldamento significativo di qualsiasi parte di essa: la parte riscaldata si espande e “conduce” l’intera struttura. Di conseguenza, la porta è bloccata. A proposito, durante un incendio, accompagnato da esplosioni di materiali infiammabili, si verifica un aumento quasi istantaneo della temperatura. Pertanto, nei magazzini in cui sono immagazzinati prodotti petroliferi, solventi e composti a base di benzina, cherosene, acetone, ecc., È meglio inserire una porta in cui il metallo è isolato con un altro materiale..

Un produttore affidabile progetta il modello in modo tale da ridurre al minimo la probabilità di deformazione. Ma se ciò accade, l’anta della porta antincendio non dovrebbe deformarsi nelle direzioni delle “parti del mondo” (su / nord, giù / sud, sinistra / ovest, destra / est), ma solo verso l’interno o verso l’esterno. Cioè, è consentito che l’anta della porta “si gonfia con una bolla” o si pieghi verso l’interno, ma non si “allarga” nel telaio della porta in modo che sia impossibile aprire.

Per ridurre al minimo il riscaldamento della porta dal lato in cui non c’è incendio (per ridurre al minimo il trasferimento di calore), le parti interne della struttura metallica della porta che collega le parti anteriore e posteriore sono integrate con guarnizioni termoisolanti (isolanti termici) o, come vengono anche chiamati, ponti di calore. Il materiale termoisolante interno di una porta tagliafuoco può essere un pannello minerale a base di fibre di basalto. Inoltre, più lungo è il filo di basalto, più lenta sarà la distruzione della piastra sotto l’influenza della temperatura.
Inoltre, per facilitare l’evacuazione durante un incendio, quando ogni secondo conta, è stato inventato un sistema di apertura della porta tagliafuoco antipanico. L’essenza di questo sistema è che la porta è chiusa dall’esterno e può essere aperta solo con le chiavi, e dall’interno, tutte le serrature si aprono con una pressione della maniglia della porta. A volte una simile maniglia in apparenza ricorda una guida, quasi uguale in larghezza all’anta della porta. È attaccato alla porta con staffe mobili. In caso di incendio, una persona si appoggia semplicemente contro il binario della maniglia della porta e la porta si apre immediatamente. Questo è molto comodo quando le tue mani sono occupate o quando sei nel panico non c’è modo di armeggiare con le serrature. Tale dispositivo aiuterà a saltare rapidamente fuori dalla stanza durante un incendio..

Al contrario, alcune porte tagliafuoco in caso di incendio vengono chiuse in modo particolarmente automatico, bloccando così il percorso del fuoco e del fumo. Ma se hai bisogno di uscire, allora sono altrettanto facili da aprire (senza chiave). Quando la temperatura aumenta o quando il fumo appare sulla porta, viene attivato un sensore speciale, che dà un segnale al meccanismo della porta e la porta si chiude ermeticamente.

Al momento dell’acquisto di una porta antincendio, è necessario richiedere sia un certificato di sicurezza antincendio che un certificato di conformità rilasciato da un organismo accreditato. Ad esempio, l’Istituto di ricerca russo per la protezione antincendio del Ministero degli affari interni della Russia. Accreditato ufficialmente dalla direzione principale dei vigili del fuoco statali del Ministero degli affari interni della Russia.

I certificati devono indicare il nome della porta, le sue dimensioni, il limite di resistenza al fuoco, il produttore e la conformità a SNiPu.

Quasi tutte le porte speciali con una struttura a battente sono installate allo stesso modo. Ma tieni a mente: l’installazione di una porta tagliafuoco dovrebbe essere eseguita da un’azienda autorizzata per questo tipo di lavoro. La licenza per l’installazione di porte tagliafuoco negli edifici in costruzione e ricostruiti è rilasciata dal Federal Licensing Center (a Mosca – Mosstroylicense).

E in conclusione, soffermiamoci nei locali in cui è necessaria l’installazione di porte tagliafuoco:

  • nelle stanze in cui esiste la possibilità di accensione di apparecchiature o materiali. Ad esempio, in un appartamento in cui sono presenti molte attrezzature di lavoro (impianto stereo, computer, TV, stufa elettrica, ecc.). In caso di cortocircuito o di un banale sovraccarico della rete, la probabilità di un incendio nel cablaggio o di qualsiasi blocco dell’apparecchiatura aumenta notevolmente. Se il fuoco che è apparso non può essere spento, è necessario lasciare questa stanza prima dell’arrivo dei vigili del fuoco. E se una porta antincendio è installata tra le stanze, la fiamma non si diffonderà nelle stanze adiacenti;
  • negli edifici industriali tutti i passaggi che separano i magazzini dalle officine (uffici) o locali di riposo devono essere separati da porte tagliafuoco;
  • in edifici residenziali in cui è presente un locale non residenziale incorporato. Questa è una situazione molto comune, soprattutto nelle grandi città. Se entrambi gli uffici e gli appartamenti residenziali si trovano nello stesso ingresso (soprattutto sullo stesso piano!), Quindi, secondo i requisiti del servizio di sicurezza antincendio, la porta dell’ufficio che si affaccia sulla scala comune deve essere ignifuga.
  • Valuta l'articolo
    ( Ancora nessuna valutazione )
    Condividi con gli amici
    Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
    Aggiungi un commento

    Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy