Vigneto intelligente: modellatura su traliccio o pergolato

Sezioni dell’articolo



Nel precedente articolo, abbiamo deciso che formare un cespuglio di uva è facile: l’importante è capire i principi di base. In questo articolo, continueremo la conversazione e scopriremo come formare giovani cespugli su un traliccio o su un gazebo e come dare un carico al cespuglio per ottenere un raccolto ottimale..

Vigneto intelligente: modellatura su traliccio o pergolato

Oggi, in molti vigneti, è consuetudine coltivare cespugli usando una bassa formazione orizzontale su pergolati, che è abbastanza conveniente e facile da curare, tali cespugli sono facili da coprire per l’inverno. Tuttavia, va notato che gli arazzi bassi presentano una serie di svantaggi significativi, a causa dei quali vengono utilizzati sempre meno. In primo luogo, è la vicinanza al terreno, a causa della quale i cespugli d’uva soffrono di erbe infestanti, ricevono meno luce solare e sono scarsamente ventilati. In secondo luogo, la pratica dimostra che un cespuglio così formato è caratterizzato da una scarsa resistenza invernale, più spesso soffre di muffa e marciume della frutta e richiede cure costanti in estate. Pertanto, tenendo conto di tutti gli svantaggi sopra descritti, i coltivatori esperti oggi formano giovani arbusti utilizzando aste alte e corridoi ampi. Vediamo quali sono i vantaggi di questa tecnica e come formare correttamente un giovane cespuglio usando alti tralicci o un gazebo.

I principali vantaggi delle boccole a stelo alto

Gli esperti, studiando la storia dello sviluppo della viticoltura, affermano che i vigneti dei tempi antichi non erano bassi. Il livello di formazione ha iniziato a diminuire già nei giorni di aratura profonda, il che ha portato alla perdita di riserve di potassio da parte del suolo. E questo, a sua volta, ha influenzato la resistenza invernale dei cespugli – le uve hanno iniziato a tollerare male le gelate, quindi è stato necessario coprirlo per l’inverno, e questo è più conveniente da fare se i cespugli si trovano vicino al terreno.

Tuttavia, tale formazione è contraria alla natura dell’uva, in linea di principio, pertanto, influisce negativamente sulla sua condizione. I coltivatori esperti, dopo aver studiato il problema, hanno suggerito un’altra tecnica che consente ai cespugli di crescere secondo la loro natura. E questa formazione si è rapidamente giustificata: il raccolto è raddoppiato e il costo di produzione è notevolmente diminuito.

Uva in crescita su uno stelo

L’essenza della formazione di alto livello è la seguente: la boscaglia è un singolo ramo orizzontale situato ad un’altezza di circa 1,3-1,5 metri. Tra i cespugli – 1,5 metri e tra le file – 3,5 metri. Scopriamo i principali vantaggi di questa tecnica di sistemazione dei vigneti:

  1. Ad un’altezza di 1,5 metri, è un po ‘più caldo, quindi le uve tollerano meglio le temperature più basse e non possono essere coperte per l’inverno, e se la varietà ha una bassa resistenza invernale, puoi semplicemente avvolgere tali uve con un foglio o una carta direttamente sul traliccio.
  2. I giovani germogli e pennelli non toccano il suolo a questa altezza. Questo li protegge da infezione da muffa e decadimento. Eppure, in questo caso, i germogli non devono essere legati. Inoltre, a questa altezza, i cespugli sono ben ventilati e ricevono la massima quantità di luce solare, il terreno sotto di loro si asciuga meglio. Ciò significa che non ci saranno focolai di malattie fungine. Avendo formato l’uva in questo modo, puoi limitarti a uno o due trattamenti all’anno e le varietà resistenti alle malattie non possono essere spruzzate affatto.
  3. È molto più comodo lavorare con cespugli di alto livello – non è necessario chinarsi perché l’uva si troverà a livello del torace.

Quando si formano cespugli a gambo alto, è importante osservare la seguente regola: la larghezza della spaziatura delle file dovrebbe essere una volta e mezza maggiore dell’altezza del traliccio (se l’altezza è di 2,2 metri, almeno 3,5 metri dovrebbero essere lasciati tra le file). È questa larghezza che consente a germogli e pennelli di appendere liberamente ai lati e allo stesso tempo non subisce la mancanza di luce solare, il che significa che i tuoi cespugli saranno sempre ben sviluppati, sani, resistenti al gelo e offriranno rese elevate stabili. Inoltre, con una tale distanza tra le file, può essere utilizzato per coltivare altre piante, il che è particolarmente importante se si dispone di un piccolo appezzamento di terra. Abbiamo parlato di quali colture possono essere piantate accanto all’uva nell’articolo “Vigneto intelligente: come piantare correttamente l’uva”.

Formiamo correttamente un cespuglio a gambo alto

Quindi, abbiamo una piantina ben radicata che cresce nella nostra scuola – come radicare l’uva, abbiamo detto nell’articolo “Vigneto intelligente: radicare senza problemi”. Nel primo anno, crescerà un germoglio, che diventerà la base del cespuglio. In autunno, questo germoglio può crescere 1–2 metri, a seconda delle condizioni. Durante il trapianto, deve essere tagliato molto presto – di 2-3 gemme. Se ciò non avviene, in primavera tutti i germogli inizieranno a crescere, nuovi germogli e foglie verranno espulsi e non ci sarà ancora un apparato radicale ben sviluppato, a seguito del quale il cespuglio sperimenterà una forte mancanza di umidità e potrebbe seccarsi (Figura 1).

Formare uva su un traliccioFigura. 1

A metà primavera del prossimo anno, piantiamo un ramoscello tagliato in un luogo permanente, da cui cresceranno diversi germogli durante l’estate. Il germoglio superiore è il più forte, lo lasciamo come base, anche gli altri non devono essere completamente rimossi (più foglie, più velocemente si svilupperà un potente apparato radicale). Ma per rafforzare il capo superiore, i germogli laterali dovranno essere pizzicati dalla seconda alla quinta foglia (Figura 2).

Formare uva su un traliccioFigura. 2

Pertanto, entro l’autunno del secondo anno, riceveremo la prima vite, la cui lunghezza dovrebbe essere 1,5-2 metri. Tagliamo questa vite al livello del primo filo e la copriamo per l’inverno (Figura 3).

Formare uva su un traliccioFigura. 3

Nella primavera del prossimo anno, iniziamo a modellare verticalmente – vicino alla piantina, attacciamo un assicella di legno o un pezzo di rinforzo nel terreno e lo leghiamo al filo inferiore, quindi leghiamo la nostra vite a questo assicella. Se il tuo vitigno non è resistente al gelo e necessita di un riparo per l’inverno, allora il parapetto e, di conseguenza, la piantina viene inclinata. Inoltre, durante l’estate, ripariamo i germogli che crescono dalla cima del cespuglio sul filo, mentre non pizzichiamo o pizzichiamo nulla – il cespuglio guadagnerà forza e si svilupperà bene. In questo momento, rimuoviamo solo i germogli che crescono dal basso.

In autunno avremo 5-6 viti che sono cresciute da un nodo del sottosuolo. Taglia di nuovo il ramoscello, lasciando un paio di gemme sulla vite inferiore e piega il più forte delle viti superiori e legalo al filo inferiore ad un’altezza di 1,4–1,5 metri dal suolo. Otteniamo la base del cespuglio, il suo scheletro, su cui si formeranno le nostre teste e nodi in futuro ogni anno (Figura 4). Come modellare correttamente la testa, abbiamo capito nell’articolo “Smart Vineyard: Forming and Potun”.

Formare uva su un traliccio Figura. 4

Nel terzo anno, la nostra testa darà il primo raccolto e crescerà con nuovi germogli, che non dovrebbero nemmeno essere scoppiati. Entro l’autunno avremo circa una dozzina di nuove viti, dalle quali formeremo ulteriormente il numero richiesto di teste. Allo stesso tempo, non bisogna dimenticare che se il volume del traliccio è piccolo, il carico della boscaglia dovrebbe essere raddoppiato ogni anno, cioè se ci fossero 9 occhi, non ne lasceremo più di 18.

Alcuni coltivatori, quando rinnovano le teste, usano la seguente regola: il numero di occhi sulla vite non dovrebbe superare il suo spessore in millimetri. Lo spessore normale delle viti normalmente sviluppate può variare da 7 a 10 mm, il che significa che lo stesso numero di occhi dovrebbe essere lasciato su tali viti..

Quindi, il principio di base è chiaro. Inoltre, dopo aver imparato la teoria, sarebbe bello consolidare tutte queste conoscenze nella pratica. Se possibile, visita i vigneti dei tuoi amici o vicini di casa nel paese e guardali da vicino per vedere tutto quello che hai già letto.

Oltre a formare sui tralicci, esiste una tecnica per coltivare l’uva sui pergolati, tale formazione si distingue per la sua semplicità e semplicità.

Uva sul gazebo

È ancora più facile coltivare un cespuglio d’uva su un gazebo che su un traliccio. In questo caso, l’uva cresce prima verso l’alto, che è il suo stato naturale. C’è molto spazio e non è necessario frenare la crescita. La formazione principale quando si cresce su un pergolato sarà ridotta a teste crescenti ogni metro e mezzo di un cespuglio in altezza e larghezza.

Gazebo d'uva

La pratica dimostra che i cespugli cresciuti su un gazebo sono solitamente tre volte più forti e possono sopportare un carico enorme, rispetto alla stessa varietà formata su un traliccio: la cosa principale è fornire al cespuglio luce solare e spazio libero.

Considerando che sarà problematico coprire i cespugli formati sul gazebo per l’inverno, quindi è meglio coltivare varietà resistenti al gelo: Moldavia, Lidia, Isabella, Kesha, Vostorg, Dicembre e altri.

Uva su un pergolato

Tuttavia, coltivare viti su un gazebo presenta alcuni svantaggi:

  • Come già notato, non funzionerà per coltivare uva che richiede riparo per l’inverno..
  • Il design del gazebo, di regola, è irrazionale per tali scopi: le pareti sono verticali e il tetto è abbastanza alto. È semplicemente scomodo lavorare con tali uve, sono necessari dispositivi aggiuntivi, ad esempio una scala.
  • Alcune persone credono erroneamente che l’uva sul gazebo non debba assolutamente essere formata. Di conseguenza, il cespuglio sale molto rapidamente sotto il tetto, formando cespugli invalicabili e, di regola, ci sono pochissimi rami laterali. Dopo uno o due anni, sarà molto difficile gestire tali uve e, a causa delle difficoltà di formazione, molti giardinieri lo tagliano semplicemente in ramoscelli. Per questo motivo, la resistenza invernale si perde e la qualità e la quantità del raccolto si deteriorano..

Al fine di evitare tutte queste difficoltà, si consiglia di coltivare uva su alberi appositamente progettati – inclinati. Un gazebo inclinato è più facile da costruire e molto meno materiale ci arriva.

Pergolato inclinato per uva

La pendenza dovrebbe essere di 45 gradi, con una pendenza verso sud-est, sud o sud-ovest, quindi le uve riceveranno più luce solare. Le viti crescono meglio su pareti inclinate rispetto a quelle orizzontali. È conveniente lavorare con tali uve, può essere riparato per l’inverno senza problemi. Il fatto è che non è necessario legare le viti su un pergolato inclinato, si aggrappano al supporto con le loro antenne. Per l’isolamento, è sufficiente estrarre l’uva dalla struttura e coprire con il materiale disponibile. Parleremo più in dettaglio sulla preparazione dei cespugli d’uva per l’inverno nel prossimo articolo..

Inoltre, un gazebo inclinato dà molta più ombra rispetto a un normale, e sembra molto accogliente..

Come dare alle boccole il giusto carico

I coltivatori esperti insistono all’unanimità che solo un carico normale ti consentirà di ottenere la massima quantità possibile di raccolto, e il cespuglio non farà male, si inverterà bene e si svilupperà. Qual è il carico giusto e perché è così importante?

Potati ai rami stessi, i cespugli d’uva sottoutilizzati producono pochissimo raccolto, ma scacciano solo potenti germogli e foglie succose. I cespugli sovraccarichi danno molti piccoli grappoli, mentre si ammalano molto e si sviluppano male, e alcune viti muoiono al primo gelo.

Uva matura su un ramo

In pratica, artigiani esperti hanno sviluppato norme che devono essere rispettate durante la sagomatura per garantire il corretto carico sulla boccola:

  1. Su un cespuglio a traliccio a gambo alto con una distanza tra i cespugli di due metri e una distanza tra le file di 3-3,5 metri, dopo la potatura autunnale, è necessario lasciare 30-40 occhi su tre o quattro teste.
  2. Le uve sul gazebo possono trasportare 3-4 volte più carico, a seconda della disponibilità di spazio libero. In autunno, su questi cespugli si possono lasciare fino a 160 occhi..

Il carico totale di ogni singolo cespuglio viene calcolato utilizzando la formula: moltiplicare il numero di viti forti per 3 e aggiungere il numero di viti medie moltiplicato per 2.

Va notato che diverse varietà possono gestire la congestione in diversi modi. Con calma includono Rapture, Moldavia, Kesha 1 e Kesha 2, Romulus e altri. Ma Muromets, Kishmish, Dekabrsky, sotto carichi pesanti, producono piccole bacche acide e l’anno prossimo hanno bisogno di un riposo obbligatorio. Come scegliere il giusto vitigno per le tue condizioni, abbiamo spiegato nell’articolo “Vigneto intelligente: le basi delle basi”.

Regolazione della dimensione dei pennelli

Aderendo a semplici regole, è possibile regolare la dimensione dei pennelli, a seconda del desiderio e delle necessità. Per ottenere pennelli di grandi dimensioni è necessario:

  1. Rimuovi la metà dei pennelli del raccolto futuro in fase di pisello: il resto guadagnerà la loro massa e la resa non diminuirà, ma la sua qualità migliorerà.
  2. Innaffia e alimenta correttamente i cespugli, senza questo non ci saranno grandi spazzole. Parleremo più in dettaglio della tecnologia di irrigazione e alimentazione nei seguenti articoli..
  3. Rimuovi tutte le viti più sottili di una matita e lascia i pennelli su metà dei tiri più forti.
  4. Non impollinare artificialmente le spazzole.
  5. Un sacco di fogliame dovrebbe essere lasciato su grappoli di maturazione..

Vite giovane

Se si desidera avere pennelli di dimensioni regolari, lasciarne uno su ogni tiro normale. In questo caso, i grappoli saranno più grandi e le loro dimensioni saranno più piccole..

Se hai bisogno di un massimo di pennelli e la loro dimensione non è importante, questo è generalmente vero per le varietà di vino, devi:

  1. Non limitare lo spazio: lascia che il cespuglio dell’uva cresca finché c’è spazio, più viti, più spazzole.
  2. Lascia le viti per 10-20 occhi, mentre per ogni vite è necessario un ramoscello.
  3. Le viti più sottili di una matita sono meglio rimosse.

Un gran numero di grappoli d'uva

Quindi, abbiamo capito come formare un cespuglio a gambo alto da un taglio radicato su un traliccio o su un gazebo, abbiamo scoperto i vantaggi di queste tecnologie. Ora la scelta è tua – tutto qui dipenderà dal desiderio e dalle opportunità disponibili. È importante non solo realizzare correttamente le testine, ma anche dare alle boccole il giusto carico, quindi, seguendo semplici regole, sarà possibile regolare le dimensioni e il numero di spazzole come si desidera. Nel prossimo articolo, parleremo di come preparare correttamente l’uva per l’inverno. Continua…

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy