Vigneto intelligente: come preparare correttamente l’uva per l’inverno

Sezioni dell’articolo



Tutti sanno che l’uva deve essere adeguatamente preparata per il freddo, ma non tutti si rendono conto che la resistenza invernale dipende dalle condizioni del cespuglio. In questo articolo: quali fattori influenzano il congelamento, come aumentare la robustezza e come coprire l’uva per svernare senza danni Domande e risposte sulla comunità.

Come preparare correttamente l'uva per l'inverno

Nel precedente articolo “Smart Vineyard: The Basics of the Basics” abbiamo parlato del fatto che esistono varietà resistenti all’inverno, cioè quelle che non sono nemmeno necessarie per coprire l’inverno e quelle che non tollerano bene gli effetti del gelo e richiedono un riparo affidabile. Gli occhi delle uve resistenti all’inverno possono resistere a temperature di meno 12-15 gradi in media per molto tempo e 20 gradi sotto lo zero per una o due settimane. Il legno perenne di tali varietà è in grado di resistere a una diminuzione fino a -27 gradi. Va notato che questi indicatori sono tipici per i cespugli in buone condizioni, cioè con radici potenti e viti mature ben sviluppate..

La pratica mostra che, indipendentemente dagli indicatori di resistenza invernale della varietà, se il cespuglio dell’uva è sovraccarico, malato o soffre di mancanza di umidità, luce solare e calore, quindi anche ben coperto, si congela e perde giovani viti, il che significa il raccolto del prossimo anno … In questo caso, la regola principale dovrebbe essere compresa: la resistenza invernale dell’uva è sempre determinata dalle condizioni del cespuglio. Vediamo cosa bisogna fare per aumentare la resistenza dei cespugli d’uva al gelo.

Perché il cespuglio si congela

Quasi tutte le parti in crescita attiva del sistema radicale (radici sottili e peli radicali) muoiono in inverno e cedono le sue sostanze a radici più spesse. Solo la parte che è riuscita a irrigidirsi rimane viva, cioè le radici non sono più sottili di 1–1,5 mm. In primavera, germoglieranno di nuovo in strati sottili e lo sviluppo del sistema radicale continuerà..

Come preparare correttamente l'uva per l'inverno

Per il normale sviluppo delle radici, è estremamente necessario disporre di una quantità sufficiente di nutrienti, che vengono somministrati alla parte fuori terra delle uve durante il deterioramento delle condizioni per superare situazioni stressanti (vento secco, forti sbalzi di temperatura, forte gelo). Se in estate il cespuglio era sovraccarico, ferito o privo di calore, le radici riceveranno meno nutrienti, il che significa che in inverno non saranno in grado di aiutare l’uva a sopravvivere alle gelate. I coltivatori esperti credono che per proteggere le radici sia necessario pacciamare il terreno nel vigneto. Il pacciame biologico sarà utile per tutte le varietà, poiché può proteggere la terra dal congelamento rapido.

Le parti più vivaci e delicate del cespuglio sono gli occhi, vivono, respirano ed evaporano costantemente l’umidità, tranne il tempo di congelamento. Tre fattori possono minacciare gli occhi dell’uva. In primo luogo, ci sono bruschi salti di temperatura dal caldo al gelo, che di solito si verifica nelle notti limpide ed è accompagnato dall’aspetto del gelo. La pratica mostra che in questo caso la resistenza dei reni è significativamente ridotta. In secondo luogo, la temperatura gelida, accompagnata da un vento secco, può danneggiare notevolmente gli occhi. In tali condizioni, le viti sono molto secche e il congelamento degli occhi è accelerato. Il terzo fattore pericoloso per i reni è la glassa a lungo termine delle viti. Gli occhi resisteranno senza problemi a una giornata sotto uno strato di ghiaccio, ma c’è il pericolo che possano soffocare.

Come preparare correttamente l'uva per l'inverno

Cespugli di varietà resistenti con legno maturo e un apparato radicale sviluppato sopravviveranno all’inverno senza problemi. Tuttavia, non è sempre possibile piantare una tale varietà e il sapore dei frutti di tali uve è molto inferiore. Pertanto, specialisti esperti hanno sviluppato una serie di regole per rendere i cespugli già nel vigneto il più resistenti all’inverno possibile..

Come aumentare la resistenza invernale

Come abbiamo già scoperto, le uve sane e ben sviluppate con radici forti sopravvivono meglio al freddo. Affinché la boscaglia si sviluppi bene, è necessario seguire alcune regole di cura durante la stagione, che aumenteranno la resistenza della vite al freddo:

  1. Prima di tutto, è necessario prestare particolare attenzione a quel momento per garantire alle uve un carico ottimale. Abbiamo descritto come farlo correttamente nell’articolo “Vigneto intelligente: modellare su un traliccio o su un pergolato”. Un cespuglio sovraccarico non si sviluppa bene, poiché tutte le forze sono impiegate per maturare i grappoli. Tali uve non consentono alle radici di accumulare la quantità necessaria di nutrienti per lo svernamento. Un cespuglio sotto carico getta potenti viti grasse, ma non si distingueranno per una buona resistenza al gelo, poiché la pratica dimostra che le più resistenti al freddo sono viti di media intensità, che hanno ricevuto la massima luce solare durante l’estate. Pertanto, è necessario caricare la boccola in modo che ce ne siano il maggior numero possibile..
  2. Non c’è dubbio che l’uva può maturare solo nel migliore dei modi al sole, anche con la minima sfumatura, la vite non si sviluppa normalmente – il legno di un tale cespuglio sarà acquoso e sciolto e non sarà in grado di accumulare i nutrienti necessari.
  3. Per aumentare la resistenza invernale, si raccomanda di assicurarsi che le uve non si ammalino durante la stagione. La malattia più pericolosa in questo senso è la muffa, che provoca la morte delle foglie. E se la foglia muore, ciò provoca la crescita di figliastri dagli occhi addormentati. Tali germogli, di regola, non maturano fino all’autunno e la vite può morire già dalle prime gelate di novembre..
  4. Una corretta alimentazione aiuterà ad aumentare la resistenza al freddo. Come sapete, il potassio è la principale sostanza antistress per l’uva. Pertanto, gli esperti raccomandano di aggiungere cenere di legno sotto ogni cespuglio durante la stagione (in media, un secchio per stagione). Ma le uve troppo piene di azoto saranno molto coccolate e daranno germogli grassi e scoppiati che difficilmente resisteranno a forti gelate.
  5. Un terreno adeguatamente inumidito sotto di esso contribuirà a migliorare la resistenza al gelo del cespuglio. Il terreno asciutto si raffredda e si congela molto rapidamente, mentre il terreno umido ha un’alta capacità di calore e attenua gli effetti negativi delle basse temperature per lungo tempo. Inoltre, gli occhi hanno bisogno di umidità per la normale respirazione e sviluppo. Tuttavia, va notato che è necessario iniziare a inumidire il terreno sotto i cespugli in ottobre-novembre, e in nessun caso le uve dovrebbero essere versate in piena estate, poiché frequenti annaffiature in questo momento possono provocare la crescita di giovani germogli che non avranno il tempo di maturare prima dell’inverno. Bene, qual è il rischio, abbiamo già discusso.

Come preparare correttamente l'uva per l'inverno

Quindi, da tutto quanto sopra, è chiaro che affinché i cespugli d’uva siano in grado di resistere meglio al gelo, è necessario fornire loro un carico ottimale, fornire la massima luce solare, proteggere dalle malattie e anche nutrire e annaffiare correttamente..

Come proteggere l’uva per l’inverno

Le uve che crescono sulla maggior parte dei terreni domestici non si nascondono affatto o sono diligentemente sepolte nel terreno. Ci sono modi più semplici, ma ugualmente efficaci. Diamo un’occhiata ad alcuni di essi.

Ad esempio, puoi semplicemente estrarre il cespuglio dal gazebo, tagliarlo, ammucchiarlo e coprirlo leggermente di terra. Vari ganci fatti in casa fatti di rinforzo o filo spesso aiuteranno a bloccare l’uva a terra. Gli esperti ritengono che sia sufficiente coprire un cespuglio premuto in questo modo con uno strato di terra di 3-5 cm. Il pericolo principale per l’uva in inverno risiede nei forti venti secchi a basse temperature dell’aria e se i tuoi cespugli crescono in un luogo senza vento, non puoi cospargerli per l’inverno – basta premere a terra. Inoltre, in questo caso, al posto della terra, puoi usare vari materiali improvvisati: stocchi di mais, paglia, erbacce. Va notato che più umido è il terreno su cui vengono pressate le uve, minore è il rischio di congelamento..

Come preparare correttamente l'uva per l'inverno

Come preparare correttamente l'uva per l'inverno

Molti credono che sia impossibile coprire l’uva con un film: si consumerà. È un’illusione. Devi solo avvolgerlo non stretto in modo che l’aria circoli liberamente. Il film può essere utilizzato per coprire sia i cespugli a traliccio che i cespugli sul gazebo.

Come preparare correttamente l'uva per l'inverno

Le uve che crescono su tralicci devono essere tagliate, messe a terra, coperte con un film in cima, che viene premuto lungo i bordi con pezzi di terra. I cespugli di gazebo che devono essere coperti devono essere raggruppati e avvolti liberamente con pezzi di polietilene – in questa forma, lasciare direttamente sul gazebo.

Come preparare correttamente l'uva per l'inverno

I cespugli ben sviluppati e maturati sui tralicci non possono essere abbassati a terra, ma avvolti con un foglio proprio sul posto. La regola di base in questo caso è che l’avvolgimento non dovrebbe essere ermetico e stretto, in modo che nei giorni di sole invernale le uve non si surriscaldino e non soffocino. È necessario avvolgere liberamente con polietilene, lasciando piccoli spazi per la ventilazione. Alcuni esperti utilizzano materiale di copertura, telone, gomma e scatole di cartone appositamente realizzate per nascondere l’uva..

Come preparare correttamente l'uva per l'inverno

Quando si prepara l’uva per l’inverno, può sorgere la domanda: quando è necessario tagliare i cespugli? Gli esperti raccomandano che quei cespugli che richiedono riparo vengano tagliati in autunno, poiché è abbastanza difficile lavorare con quelli non tagliati. Ma quelli che non prevedi di concludere dovrebbero essere potati all’inizio della primavera prima dell’inizio del flusso di linfa, poiché la pratica dimostra che l’uva scoperta non tagliata è in grado di resistere meglio alle basse temperature.

Come preparare correttamente l'uva per l'inverno

Quando prepari i cespugli d’uva per l’inverno, devi capire la cosa principale: uva sana ben matura resisterà molto più facilmente a condizioni invernali sfavorevoli. Pertanto, il compito principale in questo caso è creare condizioni ottimali per la crescita e lo sviluppo della boscaglia per tutta la stagione. Il carico corretto, il massimo del calore e del sole, la protezione dalle malattie, l’irrigazione e la nutrizione ottimali consentiranno alle uve di conservare più energia vitale e sopravvivere più facilmente all’inverno..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy