Come raccogliere e conservare i semi per un buon raccolto

Sezioni dell’articolo



Acquistando sacchi di semi e piantine in luoghi specializzati, alcuni non pensano a come le piante si riproducono in linea di principio. Leggi: come raccogliere semi da colture annuali e biennali, come mantenere la loro massima germinazione, toccare la differenza tra una varietà e un ibrido.

Come raccogliere e conservare i semi per un buon raccolto

Le piante possono essere propagate in diversi modi: per talea o stratificazione (arbusti), baffi (fragole e fragole). Ma le colture da giardino più comuni sono propagate dai semi. Che cos’è un seme?

Il seme è già una pianta a tutti gli effetti con gemme, radici e foglie, ma ancora molto piccola. Ma lo sviluppo di una cultura a pieno titolo in futuro dipende direttamente dallo stato del seme al momento della semina nel terreno. Pertanto, è necessario capire come raccogliere e conservare correttamente i semi per ottenere un eccellente raccolto di verdure e verdure l’anno prossimo..

Naturalmente i semi possono essere acquistati sul mercato o in un negozio specializzato, ma non è possibile controllarli al momento dell’acquisto e si può solo sperare nella buona fede del produttore e del venditore. Ci sono momenti in cui dai semi acquisiti cresce completamente diverso da ciò che è dipinto sulla confezione colorata, e il tempo è già stato perso, la stagione è passata. Per non entrare in una situazione così spiacevole, devi imparare a coltivare i semi delle varietà che ti piacciono, soprattutto perché non è affatto difficile – e hai bisogno di poco spazio, non sono necessari tempo e lavoro speciali per questo processo. La cosa principale è imparare alcune semplici regole e imparare a distinguere tra i concetti di “varietà ibrida”.

Qual è la differenza tra una varietà e un ibrido

Una varietà significa che tutte le piante hanno gli stessi geni. Va notato che in natura questo non può essere il caso in linea di principio, dal momento che c’è un incrocio di genitori diversi. Per ottenere una varietà, gli scienziati prendono la prole da una sola pianta e la incrociano tra di loro. Tale “incesto” intrafamiliare si ripete nel corso degli anni, di conseguenza, non rimangono geni estranei e i bambini sono sempre esattamente gli stessi dei loro genitori.

Se sei sicuro di avere una varietà di un particolare raccolto, puoi tranquillamente raccogliere semi ed essere sicuro che l’anno successivo la stessa pianta crescerà esattamente con le stesse caratteristiche. Naturalmente, nel giardino, vari insetti possono applicare il polline di altre piante e dopo tre o cinque anni, la purezza della varietà può diventare nulla. Tale degenerazione può essere prevenuta se i frutti delle colture varietali più tipiche vengono selezionati per i semi ogni anno..

Come raccogliere e conservare i semi per un buon raccolto

È conveniente e facile da coltivare piante varietali – sono, di norma, standard e hanno bisogno della stessa agrotecnica sviluppata nel corso degli anni. Ma con incroci strettamente correlati in una varietà, oltre a quelli utili, si accumulano anche geni dannosi che si fissano nella prole.

La pratica mostra che qualsiasi varietà presenta degli svantaggi: instabilità alle malattie e varie condizioni meteorologiche sfavorevoli. Il lavoro degli allevatori oggi è finalizzato alla creazione di nuove varietà che non presenteranno alcun inconveniente. Tuttavia, le malattie e i parassiti si adattano abbastanza rapidamente anche alle nuove varietà, quindi in alcuni casi, al fine di ottenere la massima resa possibile, è necessario utilizzare ibridi.

Un ibrido è il risultato di un incrocio occasionale specifico di una combinazione di genitori specifici. I semi degli ibridi sono ottenuti per impollinazione artificiale di piante isolate dall’ambiente esterno. Per ottenere ibridi, due varietà della massima purezza devono essere coltivate in una serra isolata e impollinate a mano. Questo è ciò che spiega l’alto costo dei semi ottenuti..

Gli ibridi si distinguono per la loro speciale forza di crescita e alta produttività, resistenza a condizioni ambientali avverse e resistenza a parassiti e malattie, cioè prendono tutto ciò di cui hanno bisogno dai loro genitori. L’esempio più eclatante di un ibrido oggi è il tipo femminile di cetriolo in fiore, cioè quelli che possono dare frutti senza impollinazione..

Va notato che è possibile raccogliere semi da un ibrido, tuttavia, di conseguenza, da essi cresceranno varietà non mescolate, cioè quelle da cui questo ibrido è stato ottenuto mediante impollinazione artificiale.

Come raccogliere e conservare i semi per un buon raccolto

La produzione di semi ibridi e varietali richiede un’adesione di alta precisione a determinate tecnologie, senza le quali la qualità dei semi soffre notevolmente. Ci sono momenti in cui non è chiaro cosa cresce dalle borse colorate e luminose che promettono enormi raccolti. Pertanto, non è sempre consigliabile acquistare semi in un negozio o sul mercato, soprattutto perché non è difficile ottenerli da soli da varie colture che crescono nel giardino. Scopriamo come farlo nel modo giusto.

Come raccogliere semi annuali

Le colture annuali sono quelle piante il cui intero ciclo di vita (germinazione, fioritura, fruttificazione e morte) dura una stagione di crescita, sono quasi sempre erbacee e non si riproducono vegetativamente, cioè dividendo gli steli o le radici. Le colture annuali più popolari che coltiviamo nel nostro giardino includono: cetrioli, pomodori, zucchine, zucca, peperoni, melanzane, piselli, fagioli, ravanelli, nonché verdure – lattuga, aneto, coriandolo e altri..

È abbastanza semplice coltivare colture annuali per semi, questa attività non richiede costi di manodopera speciali e conoscenze e abilità speciali, devi solo aderire ad alcune semplici regole.

Per ottenere semi di aneto e lattuga, è necessario scegliere varietà a maturazione precoce ed è meglio seminare prima dell’inverno (all’inizio di novembre), dopo di che i letti devono essere pacciamati con humus o torba. L’aneto e la lattuga piantati in questo modo fioriranno 1,5–2 settimane prima, il che significa che i semi avranno il tempo di maturare bene. È necessario rimuovere le infiorescenze dell’ombrello alla fine dell’estate, quando le foglie sulle piante iniziano a seccarsi e i semi diventano marroni. Taglia gli ombrelli insieme allo stelo al mattino presto e mettili in una stanza ben ventilata per asciugarli, dopodiché i semi vengono trebbiati e conservati fino alla prossima stagione..

Come raccogliere e conservare i semi per un buon raccolto

Per raccogliere i semi di ravanello, piantali il prima possibile in primavera. Le piante che hanno formato un buon raccolto di radice vengono lasciate sui semi, i baccelli con semi vengono rimossi quando iniziano a diventare gialli e asciutti e i semi stessi diventano marroni. Va notato che se si desidera raccogliere semi di ravanello varietali, è necessario assicurarsi che nessun’altra varietà di questo raccolto sia piantata accanto alle piante lasciate indietro e che il ravanello selvaggio non cresca, poiché i testicoli possono diventare troppo impollinati..

Colture come fagioli e piselli vengono raccolte quando sono completamente mature per raccogliere i semi, asciugate bene insieme agli steli e solo dopo che i semi vengono prelevati dai baccelli e messi in deposito.

Come raccogliere e conservare i semi per un buon raccolto

Per ottenere semi di cetriolo di alta qualità, è necessario lasciare i frutti della prima raccolta, che crescono su ciglia dai seni della prima o della seconda foglia. Tali ciglia dovrebbero essere pizzicate su 5-6 fogli. I testicoli della varietà a maturazione precoce di solito maturano 40-45 giorni dopo l’allegagione. È necessario raccogliere tali cetrioli quando le foglie e gli steli stanno già iniziando a ingiallire e i frutti stessi diventano marrone-marrone con una rete di crepe. Dopo aver rimosso il cetriolo dal giardino, viene messo a maturare a una temperatura di 17-20 gradi e prima rimuovi i frutti, più lungo è il periodo di maturazione, in media sono 18-20 giorni. Dopo che il cetriolo è diventato morbido, viene tagliato longitudinalmente e i semi vengono selezionati insieme alla polpa, mettendoli in un contenitore di vetro o smalto (in un metallo diventeranno neri). Per 3-4 giorni, i semi vengono fatti fermentare a temperatura ambiente, dopo di che vengono separati dalla polpa e lavati bene con acqua attraverso un filtro, quindi si diffondono ad asciugare in uno strato sottile su carta, compensato o vetro.

Per ottenere un buon materiale di semi per zucca, zucca o zucca, è necessario raccogliere frutti maturi con polpa grossolana troppo matura. Se i frutti non sono abbastanza maturi in giardino, devi metterli a maturare in una stanza a una temperatura di 18-20 gradi. A differenza dei cetrioli, i semi selezionati dalla polpa non vengono fermentati, ma vengono immediatamente messi ad asciugare. Va notato che se si desidera ottenere semi varietali di meloni e zucche, è necessario ricordare che, per evitare un’impollinazione eccessiva, non è possibile piantare diverse varietà l’una accanto all’altra. Questa regola si applica anche alla cultura dei peperoni amari e dolci..

Come raccogliere e conservare i semi per un buon raccolto

Per ottenere buoni semi di pomodoro, vengono selezionati frutti maturi e sani con proprietà varietali ben definite, preferibilmente dal primo o dal secondo grappolo. I frutti vengono tagliati a metà e i semi vengono selezionati con un cucchiaino, mettendoli in un piatto di vetro insieme alla polpa. Fermentato per 3-4 giorni, dopo di che vengono ben lavati ed asciugati su carta o vetro.

Come raccogliere e conservare i semi per un buon raccolto

Dopo che i semi si sono asciugati, vengono conservati in condizioni adeguate, di cui parleremo un po ‘più tardi. Va notato che è necessario asciugare i semi a temperatura ambiente in un luogo ben ventilato, evitando la luce solare diretta e in nessun caso utilizzare un forno per questi scopi..

Come raccogliere semi biennali

Una coltura biennale è una pianta che ha un ciclo di vita da 12 a 24 mesi. Foglie, steli e radici si formano nel primo anno, dopo di che la pianta passa in uno stato dormiente durante i mesi invernali. La stagione successiva, un tale raccolto produce un lungo gambo, sul quale compaiono i testicoli. Ci sono molte meno piante biennali in natura rispetto alle annuali o alle piante perenni. Le colture biennali più comuni coltivate nei cortili comprendono vari tipi di cavoli, barbabietole, carote, sedano e prezzemolo..

È più difficile raccogliere semi da una cultura biennale che da una cultura annuale, come già notato, questo può essere fatto solo l’anno successivo e fino a quel momento la pianta della varietà che ti piace deve essere adeguatamente preservata. Comprendiamo le complessità principali di questo processo..

Semi di carote e barbabietole

Per ottenere semi di carote e barbabietole, prima dell’inizio del gelo in autunno, è necessario selezionare verdure intatte, sane e uniformi, pulirle dallo sporco e tagliare con cura il fogliame, lasciando gli steli lunghi 2 cm. Va notato che non è necessario lasciare radici molto grandi sui semi: sono immagazzinati peggio e i semi non danno un’ottima qualità.

Come raccogliere e conservare i semi per un buon raccolto

Le cime devono essere tagliate immediatamente dopo la raccolta, poiché anche una conservazione breve con foglie può contribuire allo sviluppo di malattie pericolose. Quando si selezionano i raccolti delle radici, è necessario prestare attenzione in modo che non abbiano piccole radici laterali e che siano di colore uniforme e uniforme.

Successivamente, gli esemplari selezionati vengono collocati in una scatola di legno con sabbia e abbassati nella cantina. È importante non far appassire le verdure: cresceranno male in primavera. La temperatura ottimale per la conservazione è compresa tra 1 e 3-4 gradi, mentre l’ambiente deve essere ben ventilato.

L’anno successivo, in primavera, esaminano attentamente le colture di radici conservate e selezionano quelle intatte con gemme apicali ben risvegliate, dopo di che vengono aggiunte a gocce in serre calde o su letti isolati 2,5-3 settimane prima della semina. A seconda delle condizioni meteorologiche, alla fine di aprile o all’inizio di maggio, le colture di radici preparate vengono piantate in piena terra, lasciando la parte superiore sopra il livello del suolo.

Come raccogliere e conservare i semi per un buon raccolto

Al fine di evitare l’impollinazione incrociata per la coltivazione di radici per semi, è meglio selezionare un letto separato, lontano da altre varietà della stessa specie. I semi vengono raccolti a metà autunno, quando gli ombrelli delle carote o i glomeruli delle barbabietole si seccano e diventano marroni. I testicoli maturi vengono tagliati insieme agli steli, asciugati bene in una stanza ventilata o sotto le tettoie, quindi trebbiati e i semi vengono conservati per la conservazione.

Semi di cavolo

Per ottenere semi di varie varietà di cavolo durante la raccolta, è necessario selezionare teste di cavolo sane, ben formate e appropriate. I campioni selezionati dovrebbero avere un moncone non germinato con gemme ben formate. È necessario conservare tali teste di cavolo in una cantina o in un’altra stanza con una buona ventilazione a una temperatura di 1-2 gradi.

Come raccogliere e conservare i semi per un buon raccolto

Piantiamo teste di semi direttamente in piena terra il prossimo anno a metà aprile, se piantate in seguito, i semi potrebbero non avere il tempo di maturare. 2,5–3 settimane prima dello sbarco, è necessario tagliare con cura il moncone, facendo attenzione a non danneggiare il germoglio apicale principale. Il taglio dovrebbe essere pulito senza marcire, se si osservano anche i minimi segni di decadimento, quindi un tale moncone viene scartato. Le piante tagliate in questo modo vengono conservate al chiuso fino alla semina, mentre uno strato protettivo ha il tempo di formarsi sul taglio. Se tagli le teste di cavolo subito prima di piantare, allora non ci sarà tale strato e la pianta madre può marcire sotto l’influenza dell’umidità elevata e la pianta morirà lentamente.

È meglio piantare cellule regina su un letto separato a una distanza di 60–70 cm l’una dall’altra. Il luogo dovrebbe essere soleggiato e protetto dai forti venti in modo che i peduncoli non si rompano.

È necessario prendersi cura di un tale seme di cavolo allo stesso modo di quello che viene piantato per il raccolto. Deve essere adeguatamente annaffiato, nutrito e protetto da parassiti e malattie. Come prendersi cura adeguatamente del cavolo è descritto in dettaglio nell’articolo “Come coltivare un raccolto abbondante di cavolo sano senza sostanze chimiche”.

I semi maturano entro la fine dell’estate. Puoi raccogliere i testicoli quando sono già asciutti e marroni. Dopo la raccolta, li asciugiamo in un luogo ben ventilato, li trebbiamo e li mettiamo in deposito.

Per ottenere semi di prezzemolo e sedano nel secondo anno della loro crescita, non devi semplicemente tagliare le foglie, da cui cresceranno ombrelli con semi entro la metà dell’estate. Gli ombrelli dovranno essere tagliati, asciugati, trebbiati e conservati fino al prossimo anno o seminati prima dell’inverno (fine ottobre) per ottenere un raccolto precoce di verdure.

Come conservare correttamente i semi

Per mantenere la massima germinazione dei semi raccolti, è necessario osservare una serie di condizioni. Innanzitutto, tutto il materiale di semina deve essere ben essiccato, ma, come già notato, non al sole o al forno, ma in un luogo ben ventilato..

In secondo luogo, è meglio conservare i semi secchi in imballaggi sigillati (sacchetti di plastica, bottiglie di vetro, barattoli, varie bottiglie di plastica). La temperatura ottimale in questo caso è considerata un intervallo non superiore a 5 e non inferiore a 0 gradi, quindi un frigorifero o una cantina è perfetto per questi scopi..

Come raccogliere e conservare i semi per un buon raccolto

Se l’umidità nella stanza è molto alta (quella ottimale è del 60-70 percento), i semi iniziano a vivere attivamente – respirano e riscaldano, la germinazione in questi casi si deteriora rapidamente.

Fatte salve le condizioni di conservazione ottimali, i semi di varie colture mantengono la normale germinazione per un periodo piuttosto lungo. La pratica mostra che le pastinache hanno i semi più “di breve durata” – germinano molto male nel secondo anno.

Il materiale di semi di cipolle, acetosa, aneto, prezzemolo, sedano può essere seminato sia nel secondo che nel terzo anno. Carote, lattuga, peperoni mantengono una buona germinazione per 3-4 anni. I ravanelli, le rape e le barbabietole possono essere conservati per 5-6 anni, ma più vecchi sono i semi, più daranno piante germogli.

Tutte le colture di cui sopra sono meglio seminate con semi freschi, che non si possono dire su legumi e meloni. I semi di cetrioli, meloni, zucchine, zucca e zucca possono essere conservati per 7-9 anni, mentre i semi dai tre ai quattro anni germogliano meglio. Questo seme stagionato produce piante più magre e più fertili. Lo stesso si può dire per i semi di pomodoro e melanzane..

Come raccogliere e conservare i semi per un buon raccolto

Prima di piantare semi nel terreno in primavera, devono essere adeguatamente preparati – controllati per la germinazione, disinfettati e calibrati. Per una migliore germinazione, si consiglia di trattare i semi con vari stimolanti della crescita. Maggiori dettagli su questo sono descritti nell’articolo “Preparazione dei semi per la semina”.

Crescere il proprio seme non è poi così difficile. L’importante è prestare attenzione alla corretta conservazione dei semi e assicurarsi che le piante da seme non siano eccessivamente impollinate nei letti. Con un po ‘di tempo e fatica, non soffrirai della disonestà di alcuni produttori e venditori e ti verranno sempre forniti semi di alta qualità, il che significa un raccolto ecologico eccellente..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy