Agricoltura biologica: rendere la terra “buona”

Sezioni dell’articolo



Nell’era “pre-chimica” (fino alla fine del diciannovesimo secolo), la frutta e la verdura venivano coltivate senza l’uso di fertilizzanti minerali e vari pesticidi, e ora i contadini hanno praticamente dimenticato come una volta venivano fatti i nostri nonni e bisnonni. L’uso di fertilizzanti minerali ha facilitato notevolmente il lavoro del contadino e ha aumentato le rese, ma allo stesso tempo ha comportato conseguenze negative piuttosto gravi che hanno colpito la salute umana..

Agricoltura biologica: rendere la terra

Negli articoli precedenti “Smetti di distruggere la terra scavando e diserbando”, “Taglierina piatta invece di un coltivatore”, “Protezione biologica da parassiti ed erbe infestanti”, abbiamo scoperto che uno dei principali obiettivi dell’agricoltura biologica è quello di mantenere l’equilibrio ecologico e la cura della terra. Oggi affronteremo la questione di come prendersi cura adeguatamente del suolo al fine di ripristinare la fertilità, per ottenere rese costantemente elevate senza l’uso di fertilizzanti minerali e altri prodotti chimici..

Già all’inizio del ventesimo secolo, divenne chiaro che l’uso di fertilizzanti minerali ha un effetto negativo sull’ambiente, sconvolge l’equilibrio ecologico e influisce negativamente sulla salute umana. In questo momento, gli scienziati che sono considerati i fondatori dell’agricoltura biologica (Albert Howard, Rudolf Steiner, Ehrenfried Pfeiffer) hanno iniziato a suonare l’allarme, esortando ad abbandonare l’uso della chimica e utilizzare l’esperienza secolare dei loro antenati nell’uso della materia organica per ripristinare la fertilità.

Agricoltura biologica: rendere la terra

Oggi, in alternativa all’agricoltura rigenerativa minerale, utilizza vari fertilizzanti organici che non disturbano la vita del suolo e degli abitanti della terra e contribuiscono ad un aumento dello strato di humus della terra. I fertilizzanti organici sono tutto ciò che può marcire, cioè i corpi di piante e animali, così come i corpi di microbi che scompongono tutto questo. L’agricoltura biologica utilizza vari fertilizzanti organici, i principali dei quali sono:

  • humus
  • letame
  • concime
  • siderates
  • fertilizzanti batterici

Humus

L’humus (humus) è uno strato fertile della terra. La composizione dell’humus comprende acidi umici e crenici importanti per la fertilità del suolo. È l’humus che contiene i nutrienti di base necessari per la piena crescita e sviluppo di una pianta. In condizioni naturali, vari abitanti del suolo (vermi, batteri e altri microrganismi) sono impegnati nella “preparazione” dell’humus. Prima di trasformarsi in un fertilizzante utile, i residui di piante e animali subiscono una serie di cambiamenti. Inizialmente, microbi e funghi lavorano su di loro, il risultato della loro attività è la comparsa di humus. Ma dopo che i vermi lavorano sull’humus, il terreno si arricchisce di una sostanza insostituibile per la vita delle piante: il biohumus. L’agricoltura biologica ha sviluppato un intero sistema di azioni che consente di influenzare la popolazione di lombrichi nelle dacie e negli orti. Parleremo con te su come allevare e allevare correttamente questi utili animali domestici e su come utilizzare il risultato della loro attività vitale (biohumus) nei seguenti articoli..

Agricoltura biologica: rendere la terra

Letame

Qualunque giardiniere probabilmente sa cos’è il letame. Questo fertilizzante organico contiene azoto e la maggior parte degli altri elementi di cui le colture hanno bisogno per una crescita e uno sviluppo adeguati. L’introduzione del letame migliora la struttura della terra, i suoi regimi di acqua e aria e le proprietà chimiche. Il letame contiene calcio e magnesio, che riducono l’acidità del suolo e i microrganismi benefici aumentano la sua attività biologica. Il letame è una delle principali fonti di anidride carbonica, essenziale per le piante. L’effetto del letame applicato sul terreno continua per diversi anni. Tuttavia, è importante notare che questo fertilizzante non può essere utilizzato direttamente, poiché il letame fresco contiene molti agenti patogeni. Il letame è meglio usato come uno degli ingredienti per produrre fertilizzanti organici così preziosi come il compost..

Agricoltura biologica: rendere la terra

Come preparare il compost correttamente

Quando si prepara questo fertilizzante, è importante ricordare che il compost è una comunità di microrganismi, vermi e insetti che lavorano diligentemente per preparare il cibo per le piante. E con questi “cuochi” devi essere in grado di comunicare, capire le loro esigenze e i processi della vita.

Per la normale esistenza di microbi, vermi e insetti devono fornire tre condizioni principali. Hanno bisogno di cibo, umidità e ossigeno. Di norma, la maggior parte dei problemi con il cibo e l’umidità non si presentano, ma senza ossigeno, il compost può semplicemente diventare acido.

Il processo di preparazione per questo fertilizzante dovrebbe essere ponderato e senza fretta. Il compost può essere usato solo di alta qualità, preparato in modo improprio, non solo non aiuta, ma può semplicemente uccidere le piante.

Quindi, scopriamo quali materiali possono essere utilizzati e come devono essere elaborati al fine di ottenere fertilizzanti benefici di alta qualità. Vorrei subito notare che grassi, sego, ossa e vari materiali sintetici non dovrebbero essere messi su cumuli di compost e in fosse di compost. Gli altri rifiuti di latte e carne non sono controindicati, ma possono attirare animali pericolosi come i topi e gli odori di un tale ammasso saranno, per dirla in modo lieve, spiacevole. Se usi rifiuti di carne e latticini, devi posarli il più profondamente possibile e in piccole quantità.

Agricoltura biologica: rendere la terra

Tutti gli altri materiali utilizzati nel compostaggio sono divisi in verde, cioè ricco di azoto e marrone – povero di azoto, ma ricco di fibre. I materiali marrone e verde si comportano diversamente nel compost ed svolgono diverse funzioni. I verdi marciscono rapidamente e con il riscaldamento: questa è la cosiddetta stufa per un cumulo di compost o una fossa. Quelli marroni marciscono lentamente, ma forniscono porosità intrappolando aria e umidità nel compost.

I materiali verdi includono: letame, escrementi di uccelli, feci, rifiuti di cucina vari, fieno, foglie verdi, erba falciata e cime di varie colture, erbacce.

Il miglior letame per l’agricoltura è il letame di cavallo, il peggio è il letame di maiale, poiché è troppo liquido e contiene molto acido. Il letame di maiale e il letame di pollame possono produrre un buon compost se viene spostato con segatura o paglia secca e invecchiato fino a completa maturazione. Prima di applicare tale compost sul terreno, deve essere leggermente calcareo. Le feci, il letame e i rifiuti di cucina se impilati su cumuli di compost devono essere ricostruiti con materiali marroni.

Il fieno è un componente eccellente per la produzione di compost, ma durante la posa deve essere spostato strato dopo strato con humus già pronto o innaffiato con un’infusione di erba decomposta per accelerare il processo di decomposizione. L’erba fresca e altre verdure richiedono un’asciugatura preliminare prima di impilarle su un mucchio. Altrimenti, si addenserà e rimarrà senza ossigeno, il che porterà non alla decomposizione, ma all’acidificazione (si ottiene un insilato velenoso). Se non c’è tempo per asciugare, e questo è quanto spesso accade, allora i verdi freschi devono essere spostati con qualcosa di asciutto dalla categoria dei materiali marroni.

Agricoltura biologica: rendere la terra

I materiali marroni includono foglie e paglia secche, pannocchie di mais secche, bucce di semi, carta, corteccia, segatura. Questi componenti sono generalmente utilizzati per sandwich di materiali verdi e da soli marciscono lentamente e assorbono azoto, che è un nutriente importante. Se componi solo marrone, questi materiali vengono inumiditi con una soluzione di urea al ritmo di 2 kg per metro cubo – questa procedura accelera il processo di maturazione e arricchisce il compost con azoto.

Il metodo di compostaggio può essere freddo o caldo. L’essenza del metodo del freddo, cioè lento, è che il giardiniere deve solo mettere costantemente diversi materiali sul mucchio, che sono stati menzionati sopra. Sarà sufficiente spostare un tale mucchio una volta a stagione, cambiando i luoghi del livello. Entro l’autunno, il compost sarà quasi pronto per l’uso; può essere steso sui letti e coperto con un foglio per l’inverno. Se la pila viene lanciata due volte o tre volte durante l’estate, il fertilizzante verrà preparato molto prima e, se miscelato ogni settimana, il compostaggio terminerà in 1,5–2 mesi – questo è chiamato metodo caldo. Tuttavia, non tutte le persone hanno abbastanza tempo ed energie per farlo. Pertanto, il metodo di cottura a freddo è più popolare..

È meglio compostare i composti organici in cumuli piuttosto che in fosse come suggeriscono alcuni. L’acqua si accumula costantemente nelle fosse, il processo di miscelazione e l’accesso all’ossigeno sono ostacolati – il decadimento è lento.

I cumuli di compost sono organizzati come segue. Tre pareti sono fatte di qualsiasi materiale solido, alto fino a un metro. Idealmente, il pavimento dovrebbe essere fatto di un reticolo – questo promuove una buona penetrazione di ossigeno dal basso, che accelera la maturazione. Ma se ciò non è possibile, puoi costruire una pila sul cemento o anche solo sul terreno. È meglio creare due scomparti contemporaneamente, in modo che ci sia dove spostare la materia organica maturata in futuro..

Agricoltura biologica: rendere la terra

Il volume minimo della pila dovrebbe essere di un metro cubo, altrimenti il ​​compost si asciugherà rapidamente. Per lo stesso motivo, è necessario posizionare l’heap di compost in un’area ombreggiata. Se il luogo per preparare il fertilizzante è al sole, allora deve essere coperto (in estate con qualcosa di opaco e che penetri nell’aria, e quando fa freddo – con polietilene, che contribuirà al rapido decadimento). È impossibile surriscaldare il compost: i microrganismi possono morire, ma non è nemmeno consigliabile non coprirlo affatto, poiché i nutrienti benefici vengono erosi e lavati via dalle piogge.

Il compost è il principale fertilizzante per tutti i giardinieri organici. Quando matura, il contenuto di nutrienti necessari per le piante (potassio, azoto, fosforo e altri) aumenta nella materia organica. L’aggiunta di compost pronto ai letti migliora la struttura e la fertilità del terreno, tali letti trattengono meglio l’umidità. Il compost di alta qualità pronto all’uso protegge perfettamente le colture da molte malattie e contribuisce a ottenere colture ecologiche di alta qualità.

Coltiviamo fertilizzanti nei letti

Il compost è senza dubbio un ottimo fertilizzante, ma per la sua preparazione è necessario disporre di una grande quantità di materiali organici diversi in azienda, il che in alcuni casi è estremamente problematico. Quindi cosa dovrebbero fare le persone che non vogliono usare la chimica nei loro giardini, ma non hanno il tempo e le opportunità per il compostaggio? In tali casi, l’agricoltura biologica consiglia di coltivare fertilizzanti direttamente nei letti..

Qui le piante di concime verde (fertilizzanti verdi) verranno in nostro aiuto. L’uso di fertilizzanti verdi è uno dei modi principali per migliorare la struttura e aumentare la fertilità del suolo utilizzato nell’agricoltura biologica. Queste piante sono coltivate proprio nelle aiuole, ma non per il cibo, ma per la salute della terra. La massa verde di queste colture è incorporata nel terreno per aumentare il contenuto di materia organica al suo interno e utilizzata anche per il compostaggio e la preparazione di vari fertilizzanti liquidi.

Agricoltura biologica: rendere la terra

Miscele di legumi e non leguminose sono spesso utilizzate come fertilizzanti verdi. Dai legumi perenni, vengono utilizzati erba medica, trifoglio, lupino, lupinella. Dai non legumi, andrà bene qualsiasi cereale, tranne il mais. Diverse colture crocifere sono perfette per l’inverdimento: senape, colza, ravanello, colza. Molti giardinieri usano qualsiasi seme per questi scopi in generale, che, ad esempio, hanno superato la data di scadenza..

Non c’è nulla di complicato nella stessa tecnologia di coltivazione. Nei letti in cui è previsto di piantare colture che amano il calore, all’inizio della primavera puoi seminare i semi di qualsiasi letame verde. Prima di piantare un pomodoro o un pepe, ti verrà garantito un tappeto verde profondo fino al ginocchio che può essere incorporato nel terreno senza falciare. In questo caso, puoi piantare piantine direttamente nelle cime appassenti..

Dopo aver raccolto aglio, carote, patate (cioè quelle colture che non occuperanno più il giardino fino al gelo), puoi piantare le aree vuote con qualsiasi letame verde. Per fare questo, basta camminare per terra con un rastrello e un sacco di semi. Dopo l’emergere delle piantine, se non c’è pericolo che i verdi crescano troppo e diventino rigidi, puoi lasciarlo per l’inverno e in primavera devi solo allentare il letto del giardino. Se i verdi sono aumentati molto prima dell’inizio del freddo, allora devono essere incorporati nel terreno e seminare immediatamente una nuova porzione di fertilizzante verde in cima per la primavera.

Agricoltura biologica: rendere la terra

In generale, la siderizzazione è un processo creativo, la cosa principale qui è osservare il principio di base dell’agricoltura biologica – non lasciare la terra nuda e aderire ad alcune semplici regole:

  • i siderati non possono essere invasi, più potente è la pianta, più è difficile tagliarla;
  • i fertilizzanti verdi devono essere seminati densamente;
  • non è consigliabile utilizzare le colture di rizoma come letame verde;
  • per ridurre gli sforzi e il tempo necessari per piantare fertilizzanti verdi, puoi disperdere i loro semi prima della raccolta o prima di allentare la primavera.

La siderizzazione è un ottimo modo per migliorare e ripristinare la fertilità del sito. Dopo che i fertilizzanti verdi sono stati incorporati nel terreno, la loro massa radicale e fogliare si decompone e arricchisce il terreno con materia organica e azoto. Inoltre, sotto l’influenza di microrganismi e lombrichi, i residui vegetali vengono trasformati e convertiti in humus.

Le piante di letame verde forniscono ossigeno al suolo, aiutano a trattenere l’umidità e migliorano la struttura della terra. I fertilizzanti verdi creano una copertura densa che protegge il suolo dagli agenti atmosferici e dalla lisciviazione dei nutrienti, che vengono preservati negli strati fertili superiori durante il letame verde.

Fertilizzanti batterici

Come abbiamo già scoperto, i fertilizzanti organici non funzioneranno senza il lavoro dei microrganismi. Sono coinvolti sia nella creazione dell’humus che nella maturazione del compost. Per aumentare il numero di microrganismi, gli scienziati hanno inventato preparazioni speciali: fertilizzanti batterici, chiamati affettuosamente dalla gente “emochki”. Questi non sono nutrienti già pronti, ma microrganismi sotto forma di spore o cellule che, in condizioni favorevoli, iniziano a moltiplicarsi ed elaborare la materia organica..

Oggi, i preparati Vostok-EM1 e Biostim sono considerati fertilizzanti batterici abbastanza noti. Vostok-EM1 contiene più di 80 varietà di funghi e microrganismi che, sotto l’influenza di Biostim, iniziano a moltiplicarsi attivamente e svolgono un ottimo lavoro nel trattamento degli escrementi di vari animali e uccelli, trasformandoli in humus altamente nutriente. I microrganismi che compongono questi farmaci producono sostanze che possono sopprimere la crescita della microflora, che causa varie malattie delle piante pericolose..

Agricoltura biologica: rendere la terra

Va notato che la produzione di fertilizzanti batterici è ancora lungi dall’essere studiata e questo ramo dell’agricoltura sta appena iniziando a svilupparsi, ma è già considerato abbastanza promettente in molti paesi..

Nel nostro tempo, quando il mondo è sull’orlo di una catastrofe ecologica, il problema del rifiuto di usare fertilizzanti minerali e pesticidi quando si coltiva cibo sembra particolarmente urgente. E, come abbiamo scoperto, gli sviluppi degli scienziati agricoli che lavorano sul terreno, aderendo ai principi dell’agricoltura biologica e biodinamica, possono aiutare a risolverlo. Imparando a coltivare fertilizzanti verdi e preparare il compost, sarai in grado di fornire alla tua famiglia frutta e verdura biologiche, che contribuiranno alla salute del corpo e della natura che ti circonda..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy