Come scegliere lo sfondo

Le superfici delle pareti occupano l’area più grande della stanza e catturano immediatamente l’occhio. Pertanto, la loro finitura gioca un ruolo decisivo nella creazione di un interno. Le moderne collezioni di carte da parati coprono tutti gli stili e offrono una gamma quasi illimitata di decori, trame, trame e combinazioni di colori.

Trovare la tua strada in questo oceano infinito non è affatto facile, ma perdersi è molto facile, quindi gli esperti non raccomandano di andare a fare acquisti a caso – nella speranza di un incontro casuale con lo “sfondo dei tuoi sogni”. Il fascino fugace di un campione apparentemente vendibile può dissiparsi rapidamente e l’acquisto non avrà successo. Anche prima di andare nei negozi, dovresti pensare agli interni futuri e avere un’idea abbastanza chiara di quale tipo di carta da parati hai bisogno e quali compiti risolveranno.

Tre aspetti possono essere distinti nell’arredamento della carta da parati: trama, colore e motivo..

I designer riducono le infinite varianti di motivi a cinque gruppi principali: si tratta di “fiori”, strisce, grandi macchie, sfondi maculati e, infine, sfondi lisci o sfondi senza motivo..

“Fiori”

I professionisti chiamano “fiori” figure e oggetti riconoscibili. Per la percezione architettonica generale, non importa cosa sia esattamente rappresentato sullo sfondo: i fiori stessi, le torri Eiffel, le galante pastorelle o le piramidi egiziane. È importante che questi “fiori” possano essere grandi o piccoli, frequenti o rari, oltre che contrastanti o vaghi.

Regola uno:
“Fiori” frequenti e di grandi dimensioni riducono visivamente lo spazio, lo addensano, mentre sono rari e piccoli: si scaricano ed espandono.

Inoltre, un piccolo motivo “floreale” può fungere da sfondo discreto e neutro e può essere utilizzato con successo nel quadro di vari stili, mentre le forme di grandi dimensioni impostano immediatamente gli accenti e diventano uno stile dominante, svolgendo il ruolo di diapason nella soluzione di design generale.

Circa lo stesso si può dire del grado di contrasto dell’immagine. Più chiaramente, sono pesanti, visibilmente i “fiori” sono spiegati, più si nota la loro partecipazione allo stile generale degli interni – un tale disegno attirerà immediatamente l’attenzione. Al contrario, le immagini sfocate e scure appariranno molto più neutrali..

strisce

Oltre agli sfondi “colorati”, gli sfondi a strisce sono ampiamente utilizzati, poiché vengono combinati con successo con oggetti di quasi ogni stile, ad eccezione delle direzioni che sono estranee alle linee rette: ad esempio, barocco o art deco.

Regola due:
Le strisce verticali aumentano visivamente l’altezza del soffitto, ma allo stesso tempo riducono il volume complessivo della stanza.

Inoltre, più ampie sono le strisce, minore è l’effetto della compressione dello spazio. Pertanto, nelle stanze anguste con soffitti bassi, è consigliabile utilizzare una grande carta da parati a strisce..

È ancora meglio se i bordi delle strisce sono sfocati o almeno non molto contrastanti. Tali strisce “solleveranno” il soffitto e non influenzeranno in alcun modo la percezione delle dimensioni della stanza. Ma le combinazioni di colori di strisce alternate sono ugualmente coinvolte sia nel “sollevamento” del soffitto, sia nel “avvicinamento delle pareti tra loro”. Se i colori delle strisce adiacenti non sono molto diversi tra loro, l’effetto dell’espansione verticale e della compressione orizzontale sarà debole. Questo è il caso in cui possiamo dire che non ci sono quasi strisce, non sono evidenti.

Grandi macchie

Un’altra opzione per i disegni di carta da parati sono i punti di grandi dimensioni, ad esempio i disegni che imitano le pelli di animali. Queste immagini contrastanti e nitide sono immediatamente sorprendenti e interpretate in modo abbastanza inequivocabile. Pertanto, è indesiderabile incollare l’intera stanza con carta da parati con un modello “aggressivo” – di regola, tali decori vengono utilizzati con successo per la suddivisione in zone della stanza, vale a dire. conveniente per evidenziare qualsiasi parte specifica di esso. Possono incollare su una parete o addirittura su una sezione separata della parete. I punti della carta da parati possono avere un aspetto ornamentale, ordinato o, al contrario, caotico o pseudo-caotico. Macchie grandi – così come grandi “fiori” – restringono visivamente lo spazio – più sono, più chiaramente sono scritte.

Regola tre:
Macchie grandi e vaghe hanno un pronunciato effetto decorativo.

Creano una sensazione di gioco di luci e ombre, per molte associazioni evocanti con le onde del mare che giocano al sole. Eppure, ripeto, non dovresti sperimentare sui tuoi nervi e incollare tutta la stanza con un “grande punto”.

Sfondi maculati

Gli sfondi macchiati sono piccoli punti intermittenti di due o più tonalità e assomigliano allo spray da un flacone spray. Questo decoro sgranato nasce da un’idea del XX secolo ed è limitato agli stili contemporanei. Ma un tale schema può essere utilizzato su quasi tutti i muri..

Regola quattro:
piccole goccioline di macchioline mascherano perfettamente e nascondono anche importanti difetti superficiali.

Diffondono i raggi di luce in una varietà di direzioni, nascondendo gli errori che rimangono sotto di loro. Al contrario, la carta da parati semplice può essere incollata solo su pareti abbastanza uniformi, altrimenti saranno visibili tutti i dossi e difetti. In questo caso, la trama densa e in rilievo dello sfondo aiuterà a nascondere i difetti..

Carta da parati semplice

La carta da parati semplice o la carta da parati con un motivo a mala pena marcato è artisticamente neutra ed è lo sfondo che enfatizza gli oggetti interni, creando la profondità di percezione desiderata. In una stanza ben arredata, la semplice carta da parati non sembra affatto noiosa e senza caratteristiche. Gli sfondi lisci enfatizzeranno al meglio l’espressività di tutti gli arredi: contorni aggraziati e forme scultoree di mobili, la bellezza di figurine, composizioni floreali e piante viventi per interni.

Regola cinque:
Se i tuoi piani includono ulteriori decorazioni murali – ad esempio, appendi quadri, fotografie, decora la stanza con pannelli decorativi o alcune installazioni a parete – allora è meglio scegliere una carta da parati semplice..

Allo stesso tempo, non è particolarmente importante quale stile di design verrà discusso. Naturalmente, per gli interni classici, è necessario selezionare uno sfondo con colori pastello, inoltre, la loro appartenenza ai classici può essere facilmente indicata dalla trama: goffratura caratteristica, monogrammi graziosi … Quando si tratta di sfondi d’avanguardia, luminosi e accattivanti di insoliti “prodotti chimici” sfumature. Al contrario, se ci sono già forme decorative sufficientemente chiaramente marcate sulla carta da parati, allora inevitabilmente inizieranno a entrare in conflitto con gli oggetti circostanti e l’espressività di quest’ultimo sarà molto probabilmente persa. Vi sono, tuttavia, casi di perfetta coincidenza nella forma (molto raramente – a colori) di un motivo sulla carta da parati e alcuni mobili. Ma queste sono solo le eccezioni che confermano solo la regola.

Testo: Sergey Makarenko

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy