Isolamento del vapore e del vento: scopo, applicazione, da che parte posare

Sezioni dell’articolo



I riscaldatori porosi e permeabili al vapore spesso necessitano di protezione dalla saturazione dell’umidità e dagli agenti atmosferici. Oggi condivideremo con i lettori i principi generali della protezione dal vento e dal vapore e ti spiegheremo come organizzare adeguatamente i pannelli isolanti protetti.

Isolamento del vapore e del vento: scopo, applicazione, da che parte posare

Pellicole protettive e membrane: proprietà e differenze

L’argomento principale della nostra discussione oggi è la separazione delle correnti d’aria, che lentamente ma quasi sempre inevitabilmente circolano all’interno della struttura dell’involucro dell’edificio. Le membrane e i separatori utilizzati possono avere un grado assoluto di contenimento, come un film di polietilene, oppure limitare il flusso d’aria, trattenere il vapore acqueo o solo goccioline di umidità.

I riscaldatori realizzati in lana di vetro o polimero con un tipo aperto di cellule perdono molto nelle loro proprietà termoisolanti se saturi di umidità. Ma se per i materiali sintetici questo fenomeno è reversibile, la lana di cotone di solito si perde e non ripristina la sua struttura quando si asciuga.

Barriera al vapore in lana minerale

Le barriere al vento e al vapore sono utilizzate principalmente nel processo di assemblaggio della “torta” delle strutture chiuse, poiché è piuttosto raro separare i flussi d’aria all’interno degli edifici. Le eccezioni sono le camere con elevata umidità naturale: bagni turchi, docce, sale biliardo.

Fondamentalmente, l’attività non si riduce al completo blocco dell’umidità all’interno dei locali, ma al suo accumulo e rimozione in un punto controllato. Può trattarsi di condensa dietro una barriera idroelettrica esterna, che consente il passaggio del vapore acqueo, ma non le goccioline d’acqua, seguita da drenaggio o asciugatura con aria di strada..

Torta per facciata ventilata Torta per facciata ventilata: 1 – sistema di facciata per ventilazione; 2 – isolamento minerale; 3 – barriera al vapore

Torte più complesse intrappoleranno la maggior parte dell’umidità all’interno. In questo caso, il confine tra aria umida e secca viene mantenuto a una temperatura in cui l’acqua non può condensarsi. Il funzionamento dell’intero complesso di protezione dei riscaldatori e delle strutture di chiusura e il funzionamento del sistema di ventilazione interno sono inseparabili l’uno dall’altro, dovrebbero essere sviluppati insieme, stabilendo una modalità di funzionamento reciprocamente vantaggiosa.

Varietà e specifiche

Per le idrobarriere continue (pellicole), il parametro principale è il valore della penetrazione diffusa: le particelle di vapore acqueo possono fuoriuscire tra le catene polimeriche, specialmente se c’è una differenza di pressione.

Film impermeabilizzante

Le membrane che consentono il passaggio di aria e vapore, ma trattengono l’acqua allo stato liquido, si differenziano per la loro normale portata. Sono utilizzati per prevenire gli agenti atmosferici delle particelle di isolamento mediante flussi d’aria intensi, mantenendo una ventilazione sufficiente. Sono una sorta di valvole di ritegno, ma funzionano solo se l’umidità in uscita viene condensata o rimossa in un altro modo..

Membrana barriera al vapore

Le barriere al vapore vengono utilizzate per limitare la penetrazione di umidità nell’isolante o nella struttura di supporto. La loro efficacia è determinata dalla capacità di trasmettere vapore, espressa in grammi per area e per unità di tempo. Di solito, è l’eccesso di vapore acqueo che viene rimosso attraverso la barriera al vapore, mantenendo così un livello di umidità confortevole all’interno dei locali..

Oltre ai parametri principali per le membrane protettive, la resistenza (carico di rottura) e la resistenza a vari tipi di influenze, dalla chimica alla temperatura e al fuoco, sono importanti. Il materiale più versatile per la maggior parte dei tipi di barriere è il polipropilene e il polietilene..

Membrana polimerica

Il materiale stesso può avere una struttura tessuta (membrane), caratteristica di protezione dal vento e barriere al vapore ad alta capacità, o una struttura cellulare continua (film), tipica di barriere al vapore più costose con valori precisi del volume di umidità trasmesso. Un’altra differenza tra pellicole e membrane è la necessità di fornire ai primi uno spazio per la ventilazione, mentre i secondi non sono progettati per trattenere la condensa.

Quali riscaldatori richiedono protezione

L’unica eccezione quando non vengono utilizzate barriere protettive per l’isolamento è l’esempio dell’utilizzo di materiali sintetici come schiuma PU, EPS o vetro espanso. Questi materiali sono in grado di assumere il punto di rugiada e tollerare bene il congelamento anche se saturi di umidità, il che sarebbe dannoso per le strutture di supporto..

Tuttavia, va ricordato che se l’isolamento sintetico ha zero permeabilità e c’è il rischio che il punto di rugiada vada in profondità nella struttura di supporto, il flusso di aria umida dovrà comunque essere limitato dall’interno. Questo è uno di quei casi in cui un dispositivo di ventilazione di alta qualità è considerato un must..

Barriera al vapore in lana minerale

In generale, tutti i tipi di isolamento in lana di roccia e fibra simili richiedono protezione. In questo caso, la quantità consentita di vapore che passa attraverso dovrebbe essere direttamente proporzionale alla densità dell’isolante.

Concetti di base sul dispositivo del pannello isolante

Quando si compone una torta isolante con protezione di alta qualità, è necessario rispettare tre regole di base:

  1. Garantire una sufficiente permeabilità al vapore acqueo attraverso l’involucro dell’edificio. Ricordiamo che la portata è calcolata come un eccesso di umidità, che il sistema di ventilazione non può far fronte. In modo che il rendimento non sia limitato da altre sezioni del muro, i materiali sono disposti in base al grado di aumento della loro permeabilità dall’interno verso l’esterno..
  2. Limitare la penetrazione del vapore acqueo a un valore tale da evaporare naturalmente senza danneggiare l’isolamento e la struttura di supporto. Come punto di partenza per i calcoli, viene presa la differenza di umidità relativa all’interno e all’esterno dell’edificio e la divisione della massa totale di umidità in eccesso per la superficie delle pareti, del soffitto e del pavimento.
  3. Proteggere l’isolamento situato all’esterno del muro dal contatto diretto con l’acqua. I danni possono essere causati sia dall’acqua piovana, che migra dalla superficie nelle profondità di una facciata bagnata, sia dalle goccioline di condensa formate sul lato sbagliato della guaina / copertura in metallo o plastica.

Torta per isolamento del tetto

Sottigliezze di installazione di pellicole protettive

Chiariamo la differenza tra film e membrane:

  1. Le pellicole progettate per fungere da barriera contro l’umidità per intrappolare l’umidità condensata e migratoria devono essere provviste di una fessura di ventilazione su entrambi i lati.
  2. Le barriere al vapore possono essere strettamente collegate all’isolamento e ad altre strutture, ma non sul lato con cui è potenzialmente possibile la condensa. Ecco perché sono montati principalmente dall’interno del muro..

Installazione di barriera al vapore

Poiché il design della torta viene eseguito nella condizione iniziale che vi sia una differenza di pressione tra una stanza calda e una strada fredda, la tenuta delle barriere non può essere trascurata. In particolare, le barriere al vapore non devono essere fissate con staffe, sono incollate alla cassa o alla struttura di supporto, fissandole con una tegola aerea. Lo spessore delle lamelle di fissaggio viene selezionato in base alla quantità di spazio richiesta per la ventilazione.

Le giunture tra le tele devono essere incollate con un nastro adesivo speciale resistente all’umidità. Se si prevede di drenare il liquido lungo la barriera idroelettrica o la barriera al vapore, le tele vengono posizionate orizzontalmente, con ciascuna fila superiore sovrapposta a quella precedente dal lato “bagnato” dell’ordine di 100-150 mm con incollaggio obbligatorio. Questa tecnica è ampiamente utilizzata nella preparazione di una torta per l’isolamento di tetti inclinati e tetti mansardati..

Installazione di barriera al vapore

Quando la presenza di una cassa all’esterno della barriera al vapore è indesiderabile, è consentito cucirla alla base con graffette o chiodi. Ma allo stesso tempo, ciascuno dei punti di attacco deve essere coperto con un lembo di nastro adesivo in alluminio..

Prestare particolare attenzione ai raccordi angolari. Le barriere al vapore sono incollate tra la parete e il soffitto. Al pilastro al pavimento, la barriera al vapore viene incollata alla struttura di chiusura dopo l’adescamento preliminare, ma senza ruotarla su un piano orizzontale. Quando si inquadrano le aperture delle finestre, l’isolamento viene avvolto sui pendii e premuto saldamente contro la giuntura in schiuma.

Installazione di barriera al vapore

I requisiti di installazione specificati si applicano non solo alle barriere al vapore, ma anche a tutti i tipi di membrane protettive. Nonostante il diverso principio di funzionamento, tutti hanno bisogno di preservare l’integrità per svolgere le loro funzioni. Si prega di notare che per alcuni tipi di impermeabilizzazione e barriera al vapore, che trattengono l’umidità condensata dallo scarico, può importare da quale lato la membrana è rivolta verso la zona di formazione della condensa.

Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Isolamento del vapore e del vento: scopo, applicazione, da che parte posare
Membrane per coperture