Progetti di costruzione scandalosi: non costruiamo secondo le regole

Sezioni dell’articolo



Nella pianificazione urbana, le situazioni in cui gli interessi di sviluppatori, residenti locali, ambientalisti, conflitti architettonici e storici non sono rari. Il desiderio di costruire un nuovo complesso di appartamenti sul sito di un palazzo del XIX secolo o di un parco giochi raramente ottiene l’approvazione dei cittadini, ma molto spesso tali conflitti non causano molta risonanza e l’indignazione degli attivisti di organizzazioni pubbliche e residenti locali non trova comprensione da parte dei municipi.

Sono i progetti di costruzione di capitali che spesso diventano scandalosamente famosi, il che è abbastanza comprensibile: l’attenzione delle autorità e della stampa sugli oggetti situati nei quartieri storici di Mosca e San Pietroburgo attira molto di più.

L’elenco dei progetti di costruzione più scandalosi, che sono stati più volte discussi nei media l’anno scorso, può legittimamente includere i seguenti oggetti:

Costruzione di un hotel a sette piani a Maly Kozikhinsky Lane

Questo conflitto, che unì i residenti locali e i difensori dell’aspetto storico di Mosca, iniziò nell’ottobre 2010, quando lo Studio TriTe LLC, di proprietà di Nikita Mikhalkov, iniziò a demolire due edifici costruiti all’inizio del XX secolo, progettando di costruire al loro posto un hotel di 7 piani. parcheggio sotterraneo a due livelli.

Maly Kozikhinsky Lane si trova vicino agli stagni del Patriarca a Presnya tra Trekhprudny Lane e Malaya Bronnaya Street, nel centro storico della capitale, quindi è comprensibile l’eccitazione di residenti e attivisti di varie organizzazioni pubbliche: quanto l’edificio moderno dell’hotel cambierà l’aspetto di questa accogliente strada è difficile da prevedere. Inoltre, la costruzione di un parcheggio sotterraneo può violare l’integrità degli edifici vicini: gli ex condomini costruiti nel 1903, 1907 e 1914 si trovano in Maly Kozikhinsky Lane..

Progetti di costruzione scandalosi: non costruiamo secondo le regole

Il primo conflitto tra residenti locali, a cui si sono uniti gli attivisti dell’organizzazione pubblica “In difesa di Mosca”, si è verificato il 22 ottobre 2010, quando i manifestanti hanno bloccato l’ingresso al cantiere e sospeso la costruzione. Nei prossimi mesi lo scandalo ha guadagnato slancio o si è calmato, nonostante tutte le dichiarazioni degli abitanti di Maly Kozikhinsky Lane, numerosi raduni e azioni, appelli a Sergei Baydakov, il prefetto del distretto centrale, alla stampa, alla corte Presnensky, alla procura metropolitana, a Sergei Sobyanin, Al sindaco di Mosca e personalmente al presidente russo Dmitry Medvedev, la costruzione continua fino ad oggi ed è già in fase di costruzione di un telaio monolitico in cemento armato.

L’ufficio del sindaco della capitale ha ripetutamente affermato che gli edifici demoliti non erano monumenti di storia e architettura e che la costruzione è stata effettuata su base legale.

Non molto tempo fa, nel febbraio 2012, sono apparse informazioni in molti media che la Commissione urbanistica e terrestre di Mosca ha permesso allo sviluppatore LLC MN-Nedvizhimost di costruire un hotel a Maly Kozikhinsky Lane e un complesso alberghiero di nove piani in Tverskaya Street. Secondo i rappresentanti dell’ufficio del sindaco, questa costruzione ha ricevuto una risonanza così ampia in gran parte a causa della partecipazione al conflitto di personalità famose come Nikita Mikhalkov e l’attrice Tatyana Dogileva.

L’unica cosa che i residenti della corsia hanno raggiunto – il Construction Research Institute ha raccomandato allo sviluppatore di adottare ulteriori misure di sicurezza, in particolare, di adottare misure di emergenza, progettate per garantire la sicurezza degli edifici vicini. Nel prossimo futuro, come è diventato noto agli abitanti di Maly Kozikhinsky Lane, qui sono in programma altre sette demolizioni ed edifici, in modo che l’aspetto della strada possa cambiare oltre il riconoscimento.

Costruzione su Bolshaya Yakimanka

Bolshaya Yakimanka è una delle strade più interessanti di Mosca, piena di edifici storici, tra gli edifici di Yakimanka vi è la Chiesa del martire Giovanni il Guerriero, costruita nel 1717, così come altre attrazioni architettoniche. Fu qui che alla fine di aprile 2011 la società Capital Group demolì un condominio pre-rivoluzionario, costruito dal famoso architetto Fyodor Kolbe nel 1899-1901.

Inizialmente era stato pianificato che lo sviluppatore avrebbe preservato la facciata storica dell’edificio in modo da non interrompere l’insieme della strada di Mosca, ma la società ha provocato deliberatamente il crollo delle pareti, che non erano state adeguatamente protette..

Progetti di costruzione scandalosi: non costruiamo secondo le regole

La demolizione dell’edificio storico, sul sito del quale Capital Group intendeva costruire un complesso amministrativo con parcheggio sotterraneo, ha causato una grande risonanza e indignazione tra architetti, organizzazioni per la protezione dei monumenti storici Belokamennaya e il pubblico in generale.

Di conseguenza, il sindaco della capitale, Sergei Sobyanin, ha ordinato di sospendere per 30 giorni tutti, senza eccezioni, i lavori di demolizione degli edifici situati nel centro storico, nonché di verificare immediatamente la legalità delle autorizzazioni originali disponibili per gli sviluppatori che stanno realizzando i loro progetti all’interno del Garden Ring.

I progetti per i quali sono stati ottenuti i permessi saranno oggetto di una revisione approfondita e di un’attenzione particolare e attenta da parte delle autorità, ma la costruzione non è ancora iniziata. Alexander Kibovsky, capo del dipartimento del patrimonio culturale di Mosca, ha promesso che tutti i funzionari che hanno rilasciato permessi per lavori di costruzione in siti storici, violando così la legge, saranno ritenuti responsabili.

Il sindaco ha anche affermato che lo sviluppatore sarà costretto a ripristinare la casa di Kolbe nella sua forma originale..

Costruzione di un’autostrada nella foresta di Khimki

La foresta di Khimki è un parco forestale con una superficie totale di oltre 1.000 ettari, situato tra la città di Khimki, il fiume Klyazma, il villaggio di Starbeevo e l’autostrada internazionale. Secondo la decisione del governo della regione di Mosca del 5 novembre 2009, oltre 144 ettari di foresta sono stati rimossi dal fondo forestale e attaccati alle terre dell’industria e dei trasporti per la successiva posa attraverso la foresta Khimki di una sezione di un’autostrada a pedaggio, che dovrebbe collegare Mosca e San Pietroburgo.

Progetti di costruzione scandalosi: non costruiamo secondo le regole

A proposito, la decisione di costruire una strada a pedaggio è stata presa nel 2004, sono state proposte diverse opzioni, ma tutte implicano la riduzione di una parte della cintura forestale, che è i principali “polmoni” di Khimki e il nord della capitale, circondato da zone industriali.

I residenti della città di Khimki organizzarono il “Movimento in difesa della foresta di Khimki”, molte organizzazioni pubbliche e socio-politiche si unirono a loro.

Lo scontro ha assunto un carattere particolarmente acuto a causa delle azioni delle autorità della regione di Mosca e dell’ufficio del sindaco di Khimki: le forze di polizia sono state trascinate sul posto del campo ambientale, i manifestanti sono stati arrestati e persino picchiati più di una volta. In particolare, l’ecologo Konstantin Fetisov è stato ricoverato in ospedale con percosse e Mikhail Beketov, caporedattore del giornale Khimkinskaya Pravda, è stato assassinato – entrambi erano attivi oppositori della costruzione di un’autostrada attraverso il parco forestale.

A seguito delle azioni degli attivisti, il piano originale, che prevedeva la riduzione di una striscia larga tre chilometri, è stato modificato: le autorità hanno ridotto l’area di taglio degli alberi a 100 metri. I difensori della foresta non furono soddisfatti di questa decisione, continuarono le esibizioni, 40 organizzazioni ambientaliste e molti personaggi culturali e politici famosi si unirono a loro..

Nell’agosto 2010, con decisione del presidente Dmitry Medvedev, la costruzione dell’autostrada è stata sospesa, ma non sono apparse altre opzioni per la costruzione dell’autostrada. L’unica concessione che i difensori della foresta di Khimki riuscirono a ottenere fu l’assegnazione di 4 miliardi di rubli per piantare nuovi alberi e l’area di abbattimento fu ridotta di 1,5 volte. Inoltre, le autorità hanno vietato la costruzione di stazioni di servizio, negozi e caffetterie sul territorio della cintura forestale..

Complesso residenziale “Kutuzovskaya Milya” in via Davydkovskaya

Nel 2005 è iniziata l’implementazione del progetto per la costruzione di un nuovo complesso residenziale classificato come business class, Kutuzovskaya Milya, ma quattro anni dopo la costruzione è stata congelata, oggi solo la metà del volume pianificato di edifici è stata eretta su un’area di circa 600 mila metri quadrati.

A differenza dei precedenti scandalosi progetti di costruzione, in questo caso il conflitto è scoppiato non a causa della demolizione di edifici storici o aree verdi, ma di una disputa tra le filiali del proprietario del contratto di investimento – il Centro federale per lo sviluppo sociale e le divisioni strutturali del Gruppo Mirax, in particolare – Avanta LLC.

Progetti di costruzione scandalosi: non costruiamo secondo le regole

Il conflitto ha ricevuto una risonanza dopo l’appello di detentori di azioni fraudolente che hanno acquistato appartamenti nel complesso residenziale incompiuto Kutuzovskaya Milya da Avanta al comitato investigativo, all’amministrazione presidenziale e alla procura del distretto amministrativo occidentale. Secondo i detentori di azioni fraudolente, la divisione del Gruppo Mirax ha ritirato fondi destinati alla costruzione sui conti di società terze, quindi circa 3,5 miliardi di rubli non hanno raggiunto la loro destinazione.

Inoltre, si è verificato un tentativo di sequestro di costruzione da parte di un incursore, nonché un attacco a Pyotr Ivanov, al direttore generale dell’FTSSR e al suo vice. Sergei Polonsky, capo del gruppo Mirax nel settembre 2011, a sua volta, ha iniziato uno sciopero della fame, protestando contro tale “illegalità”.

Le autorità di Mosca sono state costrette a intervenire nel conflitto, a seguito del quale è stato deciso che il complesso residenziale “Kutuzovskaya Milya” sarebbe stato completato conformemente al progetto, ma senza la partecipazione del gruppo Mirax.

Costruzione su palo Borodinskoe

La famosa battaglia di Borodino fu una svolta nella guerra patriottica del 1812, un evento noto a tutti gli scolari e perfettamente descritto nel romanzo Guerra e pace. Il sito di battaglia – campo di Borodino – fa parte della riserva militare-storica di Borodino, nel 1995 la riserva fu inclusa nell’elenco dei siti del patrimonio culturale e storico di importanza federale, sul suo territorio si possono svolgere solo lavori per preservare monumenti storici.

Tuttavia, nel periodo 2009-2010, Maya Sklyueva, che è stata a capo dell’insediamento rurale di Borodino, ha stretto un accordo con i suoi parenti e ha assegnato illegalmente circa 50 ettari di terreno della riserva per la costruzione di una dacia. Pertanto, senza un adeguato accordo con le autorità, i terreni agricoli sono stati trasferiti per la costruzione di cottage, il costo di un sito è stato stimato in 2,3 milioni di rubli.

Progetti di costruzione scandalosi: non costruiamo secondo le regole

Alla fine del 2010, Rosokhrankultura ha segnalato violazioni al governo della regione di Mosca, Boris Gromov, governatore della regione di Mosca, ha promesso che lo sviluppo illegale del campo di Borodino con edifici privati ​​sarebbe stato fermato, ma la costruzione di cottage privati ​​è continuata.

Dopo l’intervento nella situazione nel maggio 2011 di Sergei Ivanov, vice primo ministro russo, è stato aperto un procedimento penale contro Sklyueva e i suoi complici sul fatto di aver commesso una frode usando la sua posizione ufficiale su larga scala..

Ivanov ha promesso che la costruzione illegale sarà fermata, anche se è necessario usare le forze dell’ordine.

È stato anche riferito che il centro federale intende acquistare più di 1,2 mila ettari di terra inclusi nella riserva del museo da privati ​​al fine di proteggere questi appezzamenti dallo sviluppo..

Progetto non realizzato “Okhta Center” a San Pietroburgo

Ci sono progetti di costruzione scandalosi in altre grandi città. In particolare, una grande risonanza a San Pietroburgo è stata causata dalla decisione di Gazprom di costruire un grattacielo alto circa 403 metri sul promontorio di Okhtinsky..

Il progetto fu chiamato “Okhta Center” e suscitò immediatamente il malcontento di San Pietroburgo che non voleva vedere un edificio nel centro storico della capitale, che Boris Grebenshchikov definì “lo spiedo del diavolo” nell’aspetto della città.

Progetti di costruzione scandalosi: non costruiamo secondo le regole

La competizione per il miglior progetto per la costruzione della torre Gazprom è stata indetta nel 2006; nel 2007, ha avuto luogo una presentazione del progetto da parte di architetti britannici e un supporto pubblicitario su larga scala per l’Okhta Center nei media e in televisione. Nel 2009, nella capitale del nord si sono svolte manifestazioni contro la costruzione, tuttavia, nel dicembre dello stesso anno, sono iniziati gli scavi per la fondazione del futuro grattacielo..

Gli archeologi hanno notato che sul territorio del Capo Okhta ci sono oggetti di grande interesse per lo studio della storia pre-petrina, è necessario effettuare scavi e questo posto non può essere assegnato per la costruzione..

L’opinione di archeologi e storici è stata sostenuta dall’UNESCO, i cui rappresentanti hanno anche parlato contro la costruzione della torre del Centro Okhta nel quartiere storico della città.

A seguito di numerose proteste e controversie, è stato deciso di interrompere la costruzione, il complesso di edifici sarà eretto su Lakhtinsky Prospect e il Capo Okhtinsky, con decisione del KGIOP del 5 marzo 2012, è stato incluso nell’elenco delle attrazioni di St. Secondo Mikhail Milchik, Vice Presidente del Consiglio comunale per la conservazione dei beni culturali, questo è solo il primo passo, le autorità devono stabilire un regime per l’uso del Capo Okhtinsky e i confini dei siti archeologici scoperti.

Vicolo del paesaggio a Kiev

Ad oggi, il più forte scandalo urbanistico nella capitale ucraina è lo sviluppo del Landscape Alley, famoso per il suo parco giochi decorato in modo unico, le panchine originali e le statue del Piccolo Principe e del Gatto. Questo bellissimo posto è incluso nella lista delle attrazioni di Kiev, è diventato un luogo preferito per le passeggiate dei cittadini, i turisti spesso vengono qui.

Nel 2004, la Kievskaya Rada, guidata a quel tempo dall’ex sindaco Alexander Omelchenko, decise di trasferire il sito sul vicolo paesaggistico al Ministero degli affari esteri, che intende costruire qui un palazzo multipiano per diplomatici, con una piscina sul tetto. Sotto il sindaco di Chernovetsk, il terreno è stato trasferito dai deputati del Consiglio comunale di Kiev al Ministero degli Affari Esteri, non molto tempo fa il tribunale di Kiev ha confermato che tutti i diritti su questo territorio appartengono al Ministero.

Progetti di costruzione scandalosi: non costruiamo secondo le regole

Pertanto, nonostante le massicce proteste dei Kieviti, a cui si sono unite le pop star ucraine, che intendono tenere un concerto sul vicolo paesaggistico a sostegno di un angolo unico della città, le dichiarazioni dei rappresentanti dell’UNESCO che demolire sculture e un parco giochi è un vero crimine, i diplomatici possono ancora ottenere la loro casa di dodici piani.

Tuttavia, Konstantin Grishchenko, il capo del ministero degli Esteri ucraino, ha sottolineato che la costruzione non influenzerà la sezione più famosa e bella del paesaggio: un parco giochi e gli appartamenti nella nuova casa saranno assegnati gratuitamente ai veterani del servizio diplomatico, molti dei quali hanno lavorato in Afghanistan e ora sono senza casa propria. Inoltre, l’edificio è progettato per ospitare i locali destinati al Museo dell’Oro di Lavra, nonché i depositi di libri del Museo di Storia dell’Ucraina.

I kievani non credono alle assicurazioni del capo del ministero degli Affari esteri, osservando che una tale porzione di terra della capitale attira gli investitori proprio dall’opportunità di vendere appartamenti in una casa d’élite al prezzo più alto possibile.

Progetti di costruzione scandalosi: non costruiamo secondo le regole

Secondo gli esperti, in particolare Alexander Ziminsky, direttore del dipartimento per le vendite di immobili d’élite a Penny Lane Realty, le leggi sulla pianificazione urbana in Ucraina e Russia sono così complesse e confuse che le situazioni in cui uno sviluppatore inizia la costruzione senza alcun permesso e raccogliere documenti già “lungo la strada” della costruzione è tutt’altro che raro.

Allo stesso tempo, i tribunali arbitrali su controversi progetti di investimento e costruzione illegale durano anni e le terre del fondo forestale vengono cedute allo sviluppo privato, spesso con totale impunità. Solo le nuove leggi, che non si contraddicono a vicenda, potranno davvero cambiare la situazione, altrimenti le regole del mercato selvaggio degli “anni trenta” che sono da tempo affondate nell’oblio in altre aree rimarranno la legge principale nella pianificazione urbana.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy