Come proteggersi dalla malattia dei legionari quando si usa un condizionatore d’aria

Sezioni dell’articolo



In questo articolo: come scegliere la modalità operativa corretta per un sistema split nel calore; malattia dei legionari e dei sistemi di condizionamento dell’aria; come creare e mantenere un’atmosfera salutare a casa.

Come proteggersi dalla malattia dei legionari quando si usa un condizionatore d'aria

Alla fine della primavera, con l’inizio di un clima davvero caldo, un’ondata di raffreddori cade sulla popolazione urbana, devastando uffici di uffici e edifici amministrativi. Le ragioni del volo generale per il congedo per malattia sono spiegate esternamente semplicemente: dopo il freddo invernale e la bassa stagione, i sistemi climatici passano al raffreddamento dei locali, causando l’ipotermia del personale dell’ufficio. Tuttavia, la stampa di anno in anno nomina una ragione diversa: una certa malattia dei legionari, i cui sintomi sono simili alla polmonite nella sua forma grave. Indagare sulle cause dei raffreddori estivi e scoprire come evitarli.

Dal caldo al freddo

Ogni mattina durante la settimana lavorativa, gli impiegati vengono inviati attraverso la folla delle strade della città nei loro luoghi di lavoro – verso uffici o sale, divisi da pannelli di 1,5 metri in sezioni progettate per uno o più dipendenti. Nella loro macchina, poi all’ingresso dell’edificio, nella cabina dell’ascensore, nel corridoio e sul posto di lavoro, le persone si trovano ad affrontare un flusso costante di aria condizionata e all’inizio è piacevole sentirlo, perché fuori è soffocante e caldo. Ma la piacevole sensazione di frescura si farà presto sentire con brividi e naso che cola….

La prima cosa che fa un impiegato medio dopo essere entrato in ufficio è accendere il sistema split, impostando la temperatura a circa 18 gradi e attivando la modalità turbo. La logica di questo comportamento: fa caldo fuori, sto sudando, devo lavorare al computer e di notte la divisione è stata disattivata – imposterò le modalità massime, che raffredderanno rapidamente l’atmosfera della stanza e otterranno condizioni confortevoli in breve tempo. Tuttavia, il corpo umano rifiuta di seguire la logica della ragione e considera un improvviso schiocco di freddo come un potenziale pericolo per la salute, attiva la protezione degli organi vitali dall’ipotermia e – un raffreddore è garantito!

Come proteggersi dalla malattia dei legionari quando si usa un condizionatore d'aria

La differenza tra la temperatura esterna e la temperatura ambiente in una stanza servita da condizionatori d’aria, secondo i calcoli degli operatori sanitari, all’inizio non dovrebbe superare i 5 ° C. In altre parole, se sei appena stato nel calore della strada, e poi sei entrato in una macchina o hai inserito il tuo account personale, allora non dovresti immediatamente impostare il condizionatore d’aria su un regime a bassa temperatura – imposta la temperatura a 25 ° C e solo dopo 15 minuti puoi impostarne una più bassa. temperatura, se necessario.

Per il corpo umano, un regime di temperatura confortevole in una stanza con un livello di umidità normale (dal 60 al 70%) va da +22 a +24 ° С, indipendentemente dalla stagione.

Noto che i tentativi intuitivi di raggiungere un clima ottimale in ufficio attivando il sistema split alla massima modalità di raffreddamento e aprendo parzialmente le ante della finestra non solo costringeranno il condizionatore a lavorare con sovraccarico, ma causeranno anche una doppia tiratura – dalla divisione e dalla finestra leggermente aperta, che aumenterà le possibilità di freddo.

Come proteggersi dalla malattia dei legionari quando si usa un condizionatore d'aria

Gli attraenti schermi in plastica offerti dai saloni HVAC per i sistemi split per ufficio, con i quali è possibile modificare la direzione del flusso di aria condizionata e interromperlo dai luoghi di lavoro situati sotto il blocco split interno, hanno un effetto dannoso sul dispositivo. A causa dello schermo, parte dell’aria fredda che produce viene pompata nuovamente nell’asciugacapelli, causando il congelamento dell’evaporatore e aumentando il carico del compressore a un livello critico. Se si desidera evitare di esplodere sul posto di lavoro, non è necessario acquistare un condizionatore d’aria economico – solo modelli non inferiori alla fascia di prezzo medio e inverter realizzati con marchi affermati..

Malattia dei legionari dell’aria condizionata

Il batterio Legionella pneumophila ha attirato molta attenzione da parte dei medici americani a metà dell’estate del 1976, dopo il 49 ° congresso dei membri dell’organizzazione pubblica della Legione americana, che includeva americani che erano veterani di vari conflitti armati in passato. Poco più di 2.000 membri dell’organizzazione hanno partecipato alla prossima convention di legionari, che si tiene ogni anno, nella città di Filadelfia (Pennsylvania, USA). Per organizzare un evento così significativo, gli organizzatori hanno affittato una sala per banchetti al Bellevue-Stratford Hotel di Filadelfia, il cui edificio era dotato di un moderno sistema di condizionamento industriale con condensatore raffreddato ad acqua (torre di raffreddamento).

Come proteggersi dalla malattia dei legionari quando si usa un condizionatore d'aria

Il congresso di tre giorni ebbe successo, i legionari tornarono a casa, ma dopo due o tre giorni 130 veterani di età compresa tra 39 e 82 anni, per lo più maschi, si sentirono male – una malattia che assomigliava esternamente alla polmonite nei sintomi si sviluppò insolitamente rapidamente. I pazienti peggiorarono, gli antibiotici, che di solito venivano usati per curare la polmonite, non li aiutarono – 25 dei malati morirono in pochi giorni. La notizia della loro morte, raccolta dai media, ha provocato il panico, il governo degli Stati Uniti ha richiesto che il “Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie” scoprisse al più presto la causa della malattia e la sua fonte. Poiché tutti i malati hanno partecipato al Congresso della Legione americana, la ricerca dell’agente patogeno è stata effettuata presso l’Hotel Bellevue-Stratford – l’edificio è stato letteralmente studiato per centimetro, tutte le comunicazioni interne sono state aperte e studiate per la flora microbiologica.

All’inizio di gennaio 1977 fu scoperto l’agente causale della malattia dei legionari: si rivelò un genere di batteri mal studiato che viveva nella torre di raffreddamento del sistema di climatizzazione dell’hotel, in un serbatoio contenente acqua per raffreddare il condensatore del circuito di refrigerazione. La cisterna, come tutte le unità industriali del condizionatore d’aria, si trovava sul tetto dell’hotel, sotto i raggi del sole la temperatura dell’acqua in essa raggiungeva i 35 ° C, cioè sono state raggiunte le condizioni ideali per lo sviluppo dei batteri della legionella. Durante il funzionamento del sistema di climatizzazione, la legionella è entrata nei condotti di ventilazione, quindi nella sala in cui si sono radunati i partecipanti al congresso dei legionari.

Focolai di Legionella pneumoniae si sono verificati negli Stati Uniti e in Europa prima dei tragici eventi presso l’hotel di Filadelfia, ma non è stata effettuata una ricerca approfondita dell’agente causale. All’inizio degli anni ’80, gli scienziati hanno determinato esattamente come trattare la polmonite dei legionari, oggi non rappresenta una minaccia particolare.

Come proteggersi dalla malattia dei legionari quando si usa un condizionatore d'aria

La Legionella pneumophila può vivere in sistemi split domestici? Lo sviluppo di una colonia di legionella richiede acqua con una temperatura da 25 a 45 ° C, contenuta in un contenitore, ad es. non scorre. In qualsiasi condizionatore d’aria per uso domestico esiste davvero un contenitore per la raccolta dell’acqua condensata, ma la sua temperatura non può superare i 5 ° C – un refrigerante che cambia lo stato fisico nel radiatore dell’evaporatore da liquido a gassoso sotto l’influenza dell’aria pompata dalla stanza raffredda l’unità dell’evaporatore a circa 0 ° C. Di conseguenza, anche la condensa formata sulle alette dell’evaporatore ha una temperatura vicina allo zero, quindi il liquido che entra nel serbatoio di accumulo della condensa non può riscaldarsi. E poiché la condensa viene costantemente rimossa dall’unità interna attraverso il tubo di scarico, quindi un sistema split che viene spento per lungo tempo non creerà condizioni per lo sviluppo della legionella. L’unica opzione possibile è uno scarico della condensa difettoso, ad esempio quando il tubo di uscita è intasato. Pertanto, lo stato operativo del sistema di drenaggio della condensa deve essere attentamente monitorato e i guasti devono essere eliminati nel tempo..

Sindrome da costruzione malata

Ogni casa, inoltre, costruita con prodotti chimici per l’edilizia, nel tempo, habitat vari batteri e microrganismi della muffa, polvere di strada e polline sono depositati nei suoi locali – tutto ciò può portare a malattie respiratorie e della vista negli esseri umani. A partire dalla metà degli anni ’80, a causa dell’uso diffuso di sistemi di condizionamento dell’aria e di serramenti ermetici, questa situazione è peggiorata, poiché la quantità di aria fresca che entra nei locali è fortemente diminuita – le famiglie hanno smesso di ventilare le stanze, affidandosi ai condizionatori d’aria.

Come proteggersi dalla malattia dei legionari quando si usa un condizionatore d'aria

Nelle sale interne e nelle sale degli edifici, isolati dall’atmosfera esterna, praticamente ruota lo stesso volume d’aria, anche se passa attraverso condizionatori di diversa capacità e dotati di un sistema di filtraggio, ma senza aria fresca dalla strada! Polvere, polline, sostanze chimiche – tutto questo viene sollevato dai sistemi divisi nell’aria ancora e ancora, perché questo, oltre al raffreddamento o al riscaldamento dell’aria, è il loro lavoro. Sullo sfondo dei proprietari di condizionatori d’aria che ignorano la necessità di una pulizia periodica dei dispositivi climatici, i loro blocchi interni sono intasati di polvere, in condizioni di umidità costante a causa della condensa dell’alloggiamento delle unità nelle spaccature, i microrganismi abitano, conferendo un odore putrido caratteristico all’aria proveniente dal dispositivo.

Per evitare le conseguenze della vita in un edificio moderno, ma irrimediabilmente “malato”, è necessario quanto segue:

  • pulire regolarmente i locali utilizzando un aspirapolvere moderno e sufficientemente potente. Durante la pulizia, il condizionatore d’aria deve essere spento, altrimenti parte della polvere rimarrà nella stanza in uno stato sospeso;
  • minimizzare l’area o abbandonare completamente tappeti e oggetti decorativi simili;
  • monitorare attentamente la frequenza ed eseguire lavori preventivi con attrezzature climatiche, attirando veri specialisti per questo, e non shabashniki dubbi;
  • mantenere lo scambio d’aria nei locali a un livello non inferiore a otto volte il cambio completo del volume d’aria ogni 24 ore;
  • qualsiasi lavoro di finitura all’interno dei locali deve essere eseguito solo con finestre aperte e con i dispositivi climatici spenti.

Come proteggersi dalla malattia dei legionari quando si usa un condizionatore d'aria

Alla fine

Qualsiasi elettrodomestico e industriale è in grado di fornire un contributo negativo all’atmosfera dei locali se viene utilizzato in violazione dei requisiti stabiliti dai produttori nelle istruzioni. Si noti che i tentativi di risparmiare sulla manutenzione dei sistemi climatici e il loro uso improprio comporteranno costi molto più elevati, solo per ripristinare la salute.

Su questo materiale, il ciclo di articoli sulle attrezzature climatiche è completato. Guidati dalle informazioni presentate in una serie di articoli “climatici”, puoi scegliere il dispositivo climatico di cui hai bisogno, controllare la qualità dei lavori di installazione e monitorare le sue condizioni tecniche durante l’intero periodo di utilizzo del condizionatore d’aria.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy