Isolamento del bagno: pareti, pavimento e soffitto

Sezioni dell’articolo



Il lavoro di isolamento del bagno è una delle fasi più importanti della costruzione. Il compito è complicato da una varietà di tipi di edifici, modalità di utilizzo e schemi di scambio d’aria. Vogliamo condividere con voi i principi generali dell’isolamento delle pareti, del pavimento e del soffitto in un bagno, nonché parlare delle caratteristiche del lavoro.

Isolamento del bagno: pareti, pavimento e soffitto

Qual è la peculiarità dell’isolamento del bagno

Le condizioni climatiche nel bagno e, in particolare, all’interno del bagno turco, rendono difficile creare una cintura isolante efficace. Il problema principale è l’aumento della temperatura e dell’umidità, che crea le condizioni più favorevoli per la formazione di condensa.

Molto dipende dalla modalità operativa. Se l’edificio è in realtà un’estensione ed è costantemente riscaldato, gli stessi principi di isolamento si applicano ad esso come a una casa normale. Ma se il bagno viene riscaldato solo periodicamente, ed è questa modalità d’uso che è considerata la più comune, la probabilità di saturazione delle strutture di supporto con l’umidità è elevata..

Isolamento del bagno: pareti, pavimento e soffitto

Allo stesso tempo, le pareti non hanno il tempo di asciugarsi naturalmente, l’umidità si trasforma in ghiaccio e molte persone conoscono l’utilità del congelamento e dello scongelamento ciclici. Ad esempio, la durata degli edifici in cemento poroso in tali condizioni è ridotta di un ordine di grandezza, o addirittura due. Lo stesso, anche se in misura minore, si applica a qualsiasi muratura.

La maggior parte di queste “malattie” possono essere eliminate anche nelle prime fasi di costruzione. In generale, tutto quanto detto sopra si riferisce specificamente al bagno turco, mentre il resto dei locali – lo spogliatoio, la doccia e la sala relax – possono essere isolati con metodi standard. Tuttavia, ridurre al minimo il numero di pareti esterne nel bagno turco può essere chiaramente definita la soluzione più redditizia..

Scegliendo tra isolamento interno ed esterno

Quindi, ci sono due opzioni per risolvere il problema del riscaldamento di un bagno. Nel modo più ovvio, l’edificio è circondato da una cintura esterna lungo il sistema del telaio. Questo schema funziona meglio in edifici costantemente riscaldati, poiché non è necessario riscaldare ogni volta una serie di pareti portanti ad alta intensità di calore. La condensa in questo caso è improbabile e con una barriera al vapore correttamente sistemata, è quasi impossibile..

Isolamento del bagno: pareti, pavimento e soffitto

In questo caso, devi sacrificare la velocità di preparazione del bagno per l’uso se viene periodicamente riscaldato. Innanzitutto, è necessario riscaldare le pareti, mantenere un fuoco basso nella stufa per ore e durante le procedure, spendere il 20-30% in più di legna da ardere. Inoltre, è tutt’altro che un fatto che le pareti avranno il tempo di riscaldarsi correttamente e il soggiorno nella vasca da bagno sarà altrettanto confortevole.

Un’opzione è anche possibile con il posizionamento interno dell’isolante o, almeno, recintando uno spazio chiuso dal trasferimento di calore attivo. Nel caso più semplice, ciò viene risolto rivestendo di legno le pareti esterne, tuttavia è con questa tecnica di isolamento che si aggrava il problema della condensa sulle pareti fredde..

Isolamento del bagno: pareti, pavimento e soffitto

E questa formazione difficilmente può essere evitata: non importa quanto bene sia disposta la barriera al vapore, avrà sicuramente degli spazi vuoti. Pertanto, insieme alle azioni per bloccare il percorso per l’umidità, è necessario prendere in considerazione un modo per rimuovere efficacemente i suoi residui dopo il completamento delle procedure. Di norma, per questo viene utilizzato il calore residuo, tuttavia, in generale, il sistema risulta essere troppo tecnologico e richiede ingenti investimenti di capitale..

Non prendiamo deliberatamente in considerazione le specificità di lavorare con un telaio in legno e strutture a telaio. In quest’ultimo caso, non ci sono così tante opzioni per posizionare e proteggere l’isolamento, è già incluso nella struttura delle pareti. Per quanto riguarda i bagni in legno, l’azione primaria per isolarli è una seria affermazione della domanda: è assolutamente necessaria?

Isolamento del bagno: pareti, pavimento e soffitto

Il fatto è che tutte le conseguenze che ne derivano dall’isolamento, come l’accumulo di umidità e lo scongelamento, hanno l’effetto più distruttivo sulle pareti in legno. Qui e la formazione di muffe e la rapida distruzione fisica della struttura dell’edificio stesso. Pertanto, il problema dell’isolamento di un bagno di tronchi dovrebbe essere risolto solo su base individuale e solo da ingegneri del calore professionisti..

Lavori di isolamento termico delle pareti del bagno turco

Ci sono due compiti principali. Il primo è quello di punzonare i distanziatori verticali lungo le pareti, fornendo uno spazio per la ventilazione della struttura di supporto. È necessario mantenere un piccolo trattino dalle pareti e dal pavimento in modo che l’aria nelle celle adiacenti possa comunicare.

Isolamento del bagno: pareti, pavimento e soffitto

Non è consigliabile utilizzare film e membrane sintetiche popolari come barriera al vapore. Invece, spendi soldi per fogli di alluminio o fogli fino a 0,2 mm di spessore. La difficoltà principale sta nel creare la capsula più ermetica, quindi tutte le giunture devono essere incollate con nastro di alluminio, inoltre è necessario arrotolare sempre i bordi fino al soffitto di almeno 20-30 cm.

Isolamento del bagno: pareti, pavimento e soffitto

Il fissaggio iniziale della barriera al vapore può essere eseguito con punti metallici su listelli di legno. Successivamente, si consiglia di rafforzare il morsetto con le stesse lamelle dal lato anteriore, dopo aver imbrattato i piani di contatto con una piccola quantità di silicone o mastice bituminoso. Lo spessore delle doghe dovrebbe consentire la posa di un piccolo strato di isolante. Di tutta la varietà di materiali per l’isolamento, è più vantaggioso utilizzare le piastre PIR qui. Sono pienamente conformi ai requisiti di sicurezza antincendio, non sono tossici e non sono soggetti a degrado termico.

Le piastre sono inserite tra le lamelle, rispettivamente, la fase di installazione deve essere normalizzata alla larghezza dell’isolamento.

Isolamento del bagno: pareti, pavimento e soffitto 1 – cassa; 2 – foglio di alluminio per un bagno; 3 – piastre PIR; 4 – fodera

Dopo aver fissato l’isolamento, un listello orizzontale viene riempito sulle stecche, che serve a fissare il rivestimento e fornisce un altro spazio di ventilazione sotto la pelle. Nella fase finale, è necessario predisporre le prese d’aria per la ventilazione e l’essiccazione con calore residuo. Dovrebbero connettersi con la stanza lo spazio più vicino al muro. Allo stesso tempo, tutte le celle di ventilazione adiacenti devono essere adeguatamente sigillate e le prese d’aria stesse devono essere dotate di porte con serratura.

Isolamento del bagno: pareti, pavimento e soffitto

Isolamento del pavimento

L’isolamento termico del pavimento deve essere eseguito con materiali sfusi o in lastre con basso assorbimento d’acqua e resistenti all’umidificazione dell’ambiente. A seconda del sistema di pavimentazione, la scelta di un materiale particolare varia notevolmente.

Per i pavimenti con struttura in legno, sono indicati i pannelli PIR, schiuma di poliuretano o PPS estrusi sopra menzionati. Naturalmente, l’evidente ingresso di umidità nello strato del pavimento isolato dovrebbe essere completamente escluso, quindi questa tecnica di isolamento è adatta solo per un bagno di vapore secco in una sauna finlandese.

Isolamento del bagno: pareti, pavimento e soffitto

Se sono previste procedure di bagnatura e acqua, il pavimento deve essere massetto e piastrellato. L’isolamento viene posato negli strati sottostanti: può essere perlite o argilla espansa, ricoperto da uno strato di circa 10-15 cm, inoltre è incoraggiato l’uso di materiali di lastre con un basso grado di compressibilità, sebbene più spesso si combinino entrambi i tipi di riempitivo per pavimenti. Ad esempio, le lastre possono essere coperte con uno strato di riempimento per creare una base più affidabile per il massetto..

Isolamento del bagno: pareti, pavimento e soffitto

Isolamento del soffitto e del pavimento

Il soffitto del bagno è un percorso attraverso il quale la potenziale perdita di calore può arrivare fino al 30–40% delle perdite totali. Nella stessa sovrapposizione, dovrebbe essere fornita una linguetta di circa 200-250 mm di isolamento. Poiché questo ambiente è considerato impermeabile, qui è possibile utilizzare sia lana minerale che materiali sfusi, ad esempio trucioli di legno con calce e cemento. Il tipo specifico di isolamento è determinato dal rapporto tra il proprio peso e la capacità di supporto della struttura.

Isolamento del bagno: pareti, pavimento e soffitto

Dopo aver schiacciato il soffitto grezzo, viene coperto con la stessa barriera al vapore delle pareti e le giunture e le sovrapposizioni vengono accuratamente incollate in uno stato ermetico. Lo spazio tra il soffitto grezzo e il rivestimento deve essere ventilato, quindi un sistema a croce di doghe è riempito sopra la barriera al vapore. Qui, come nelle pareti, può essere posato un isolamento della lastra, che avrà un ottimo effetto sull’isolamento termico complessivo.

Isolamento del bagno: pareti, pavimento e soffitto

Non dimenticare che a causa della costante evaporazione dell’acqua, la pressione nel bagno turco è più alta che nelle stanze vicine e sulla strada. Questo può essere il motivo per spingere il vapore acqueo nella torta isolante. Le conseguenze sono di solito eliminate dalla successiva ventilazione passiva, per la quale sarà necessario comunicare il bagno turco con l’ambiente esterno con un condotto di ventilazione situato vicino al pavimento vicino alla stufa.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy