Saldatrice semiautomatica: scelta, materiali di consumo e sottigliezze d’uso

Sezioni dell’articolo



La saldatura con un filo in un ambiente con gas schermato è posizionata come uno strumento per artigiani dilettanti, tuttavia la tecnologia del lavoro ha le sue sottigliezze. Prima di tutto, devi capire le specifiche della saldatrice semiautomatica, essere in grado di scegliere i materiali di consumo e mantenere le attrezzature in conformità con le normative tecniche..

Caratteristiche delle macchine MIG-MAG

L’essenza del lavoro di una saldatrice semiautomatica è l’alimentazione meccanizzata di un filo di riempimento, che è sotto il potenziale di una corrente pulsante costante. Per ionizzare e mantenere l’arco, un gas di protezione viene iniettato nella zona di saldatura, che di solito è anidride carbonica o una miscela di CO2 e argon. Il vantaggio principale di MIG-MAG è l’assoluta libertà di saldatura in qualsiasi posizione spaziale della giuntura senza modificare le impostazioni e l’utilizzo di metodi di lavoro speciali.

Saldatrice semiautomatica: scelta, materiali di consumo e sottigliezze d'uso

Strutturalmente, la saldatrice include un convertitore di inverter, disposto secondo lo stesso principio dei blocchi di potenza per la saldatura con elettrodi rivestiti. Tuttavia, ci sono due componenti specifici: la valvola del gas e l’alimentatore di filo automatico. Entrambi sono attivati ​​contemporaneamente alla tensione applicata al filo, tuttavia la velocità e l’ordine di commutazione possono essere regolati individualmente.

La trazione del filo può essere effettuata da due o quattro rulli, di cui solo metà servono come rulli di trasmissione, il resto – come rulli di pressione. Un dispositivo di alta qualità ha un interruttore della velocità di avanzamento e quelli più avanzati hanno un nonio separato per regolarlo. In questo caso, la velocità di avanzamento del filo viene regolata ulteriormente dall’unità di controllo in base al valore della corrente di saldatura.

Saldatrice semiautomatica: scelta, materiali di consumo e sottigliezze d'uso

La valvola del gas è progettata per fornire gas di protezione all’area di saldatura prima dell’eccitazione. A differenza delle apparecchiature per elettrodi non consumabili più avanzate, le saldatrici semiautomatiche non offrono la possibilità di regolare le modalità di alimentazione del gas. Pertanto, è importante che la stessa unità di controllo preveda un leggero avanzamento nell’accensione della valvola quando viene premuto il pulsante di avvio per espellere l’aria dal bruciatore e dal tubo. Il lavaggio non è necessario al termine della saldatura con un dispositivo semiautomatico. Per regolare la portata del gas, vengono utilizzati speciali riduttori a palloncino con un flussimetro.

Separatamente, è necessario toccare il problema della scelta del potere. Nel segmento amatoriale, la massima corrente operativa del dispositivo è limitata a 160–180 A, il che è assolutamente sufficiente per l’allenamento e il lavoro con fili fino a 0,8 mm. La corrente limite in questo caso è 120-130 A, tuttavia, con una certa abilità, un filo di 0,8 mm può essere saldato a correnti fino a 160 A, raggiungendo una profondità di penetrazione di 4,5-5 mm. Con un ulteriore aumento della resistenza attuale, la profondità di penetrazione non aumenta; ciò richiede l’uso di un diametro maggiore del materiale di riempimento. Di conseguenza, la corrente limite dell’apparato dovrebbe essere almeno 180-200 A per un filo di 1 mm, da 240 mm per un filo di 1,2 mm e così via con una gradazione di 30-40 A.

Video collegati:

Selezione bruciatore e tubo

La varietà di torce MIG-MAG è molto più elevata di quella delle saldatrici, il che è spiegato dalle esigenze individuali di ergonomia e da tutti i tipi di caratteristiche tecnologiche di progettazione, grazie alle quali vengono risolti numerosi compiti specifici per la saldatura dei metalli. Eppure, scegliere il masterizzatore giusto per un utente alle prime armi è abbastanza semplice, è importante considerare solo alcune circostanze.

Saldatrice semiautomatica: scelta, materiali di consumo e sottigliezze d'uso

Per cominciare, dovresti eliminare tutte le opzioni che non hanno un connettore europeo unificato: i bruciatori di questo particolare tipo sono molto più comuni e quindi sono intercambiabili sia in assemblaggio che in termini di materiali di consumo. Ad esempio, il diametro e il passo delle attuali punte del collettore sono praticamente uguali, lo stesso vale per la punta dell’ugello con il suo sistema di bloccaggio..

La lunghezza della manica è di solito 3 metri, meno spesso si verificano modifiche di 4 metri. Non ha senso acquistare una torcia con un manicotto da 5 metri: per tirare un filo di questa lunghezza è necessario un alimentatore migliorato con due rulli guida, e non sempre fa fronte. Tuttavia, la moderna tecnologia degli inverter è leggera e quindi una possibile mancanza di lunghezza del manicotto è facilmente compensata da un tubo del gas e un cavo di alimentazione più lunghi..

Saldatrice semiautomatica: scelta, materiali di consumo e sottigliezze d'usoConnettore Euro per dispositivo semiautomatico Mig Mag

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata al tipo di canale del filo. Per gli additivi in ​​acciaio, all’interno del manicotto è installato un canale metallico avvolto a spirale, ma nel caso di utilizzo di filo di alluminio, è necessario un canale in teflon per escludere un maggiore attrito del metallo morbido contro le pareti. Il diametro interno del canale deve essere selezionato in base allo spessore del filo utilizzato, di norma ci sono tre gradazioni di questo parametro, contrassegnate con il colore della guaina esterna.

Per la possibilità di saldatura in polarità inversa, quando il flusso di elettroni viene diretto dalla parte all’ugello e lo riscalda fortemente, si consiglia di scegliere una torcia con una lunghezza del collo maggiore per ridurre il grado di riscaldamento e le nervature aggiuntive del collo del radiatore. Il problema del surriscaldamento è efficacemente risolto nelle torce raffreddate ad acqua, ma questa non è la scelta migliore per un saldatore principiante, perché oltre alla stazione di pompaggio, richiede anche l’uso di una saldatrice con un tempo di lavoro aumentato fino al 100%.

Saldatrice semiautomatica: scelta, materiali di consumo e sottigliezze d'uso

La corrente operativa consentita del bruciatore deve essere superiore del 20–25% rispetto alle capacità del dispositivo. Tra le opzioni utili aggiuntive, possiamo notare la presenza di una valvola nell’impugnatura, la cui presenza elimina la necessità di soffiare attraverso il manicotto ogni volta dopo una lunga pausa nel lavoro. Inoltre, i bruciatori con entrata a manicotto rotante articolato sono consigliati molto bene, sono più durevoli.

Regolazione e manutenzione dell’ugello e della torcia

Il dovere di ogni saldatore è di monitorare le condizioni dell’ugello e di eseguirne la manutenzione in tempo. Ciò riguarda principalmente la punta, attraverso la quale la corrente di saldatura viene trasferita al filo. Il suo diametro viene selezionato in base allo spessore del materiale di riempimento, mentre la tolleranza per lo spazio nel foro è rigorosamente regolata.

Saldatrice semiautomatica: scelta, materiali di consumo e sottigliezze d'uso

Nel tempo, a causa dell’attrito, il foro nella punta si allarga, il che porta a un deterioramento della raccolta attuale. Ciò si riflette nel deterioramento della stabilità della combustione dell’arco e nella comparsa di un crepitio caratteristico durante la saldatura. In media, è necessario sostituire regolarmente l’ugello quando si consuma il filo; questo elemento deve essere sostituito dopo aver esaurito 2–2,5 kg di materiale di riempimento. Durante il processo di sostituzione, viene utilizzata una chiave speciale dal kit di consegna, con cui viene svitata la vecchia punta e quella nuova viene avvitata in posizione, mentre la forza di serraggio non dovrebbe essere eccessiva, in modo da non svitare l’atomizzatore a gas, che ha una filettatura sinistra.

Separatamente, è necessario monitorare le condizioni del canale di brocciatura. Il rivestimento di rame si sbriciola gradualmente mentre passa attraverso il meccanismo di brocciatura e il canale, il che può causare l’inceppamento del filo nel canale. Per evitare che ciò accada, dopo che ogni 5 kg di filo è stato elaborato, il tubo flessibile deve essere soffiato con aria compressa.

Saldatrice semiautomatica: scelta, materiali di consumo e sottigliezze d'uso

Oltre al filo standard placcato in rame con un diametro da 0,8 mm a 1,6 mm (con un passo di 0,2 mm), esiste anche uno speciale filo animato. Quando lo si utilizza, non è richiesta la presenza di un gas di protezione nella zona di saldatura, tuttavia si tratta di un tipo più costoso di additivo. Di norma, i saldatori mantengono in magazzino una piccola quantità di tale filo in caso di imprevisto esaurimento del biossido di carbonio o per lavori sul campo. Il filo animato è più costoso e non è progettato per un uso continuo a causa delle scintille più intense generate durante la saldatura, il che non aumenta la durata dell’ugello e della punta. In generale, si può raccomandare uno spray antiaderente per evitare che gli spruzzi di metallo aderiscano all’interno dell’ugello..

Primo avvio e manutenzione

Prima di dare la prima scintilla a un nuovo dispositivo, è necessario eseguire la sua manutenzione iniziale. Il primo passo è rimuovere l’eventuale grasso conservante residuo dai rulli del meccanismo di pressione, per il quale i detergenti per dischi freno aerosol sono adatti. Successivamente, i rulli devono essere mantenuti puliti e asciutti pulendoli periodicamente ogni volta che si sostituisce la punta del collettore. Con la successiva soffiatura del manicotto, non sarà superfluo pulire il canale del rullo di trascinamento: premendo il pulsante di alimentazione del filo forzato, rimuovere la polvere di rame dalla scanalatura con un punteruolo, quindi carteggiare leggermente la superficie con una carta vetrata zero.

Saldatrice semiautomatica: scelta, materiali di consumo e sottigliezze d'uso

Prima del primo avvio, è necessario regolare la forza del freno ruotando la vite dell’asse. Il mozzo dovrebbe essere relativamente facile da ruotare manualmente senza esaurimento inerziale. Cioè, quando la bobina del filo viene ruotata bruscamente, dovrebbe fermarsi esattamente nella posizione in cui è stata fermata la forza di rotazione. Il meccanismo di frenatura non deve essere lubrificato; è sufficiente applicare solo una piccola quantità di spray antiaderente sull’area della vite di bloccaggio una o due volte l’anno.

Dopo aver installato la cassetta con l’additivo e averla fissata con un dado ad alette, il bordo del filo viene accuratamente rimosso dal foro di bloccaggio nella parete della bobina e si inserisce nella scanalatura del rullo di trasmissione, quindi viene inserito nel foro del connettore. In questo caso, il filo non deve essere rilasciato dalle mani, altrimenti si srotolerà all’istante. Quando l’estremità del filo sporge di 20-30 mm dal connettore, il rullo di pressione viene abbassato. Di solito è dotato di un dispositivo di pressione regolabile, il cui volano, nel normale funzionamento, dovrebbe essere compreso tra 2 e 3..

Saldatrice semiautomatica: scelta, materiali di consumo e sottigliezze d'uso

Quando si regola il meccanismo di bloccaggio, il bordo sporgente del filo viene inserito con cura nel canale del manicotto e il connettore viene installato in posizione. Si prega di notare che quando si sostituisce il filo fino a quando la bobina è completamente consumata, di solito viene tagliata con tronchesi, che si traduce in un bordo piatto. Per evitare che il filo rimanga bloccato durante la broccia successiva, le sbavature devono essere rimosse con cura con un file.

Dopo aver preparato la saldatrice, è necessario collegare l’attrezzatura a gas ad essa. Per questi scopi, è più adatto un tubo rinforzato, che viene inserito sul raccordo del riduttore a un’estremità e all’altra estremità è collegato all’ingresso del dispositivo standard, dove è aggraffato con un morsetto a vite. Quando il gas è collegato, è necessario svitare la valvola sul cilindro, impostare la pressione di uscita in base al passaporto dell’apparecchiatura di saldatura e regolare la portata. Ora puoi eseguire il primo test del dispositivo semiautomatico.

Modalità di saldatura

In genere, le saldatrici MIG-MAG hanno due verniere per la regolazione di tensione e corrente. È anche possibile avere un regolatore di induttanza, che consente di ottenere un’impostazione più precisa delle modalità di saldatura. Va notato che l’assenza di un tale regolatore non indica un’imperfezione dell’apparato: è del tutto possibile che la regolazione dell’induttanza della corrente di saldatura sia effettuata automaticamente dal controller.

Saldatrice semiautomatica: scelta, materiali di consumo e sottigliezze d'uso

L’impostazione del valore effettivo della corrente di saldatura deve essere rigorosamente conforme ai parametri indicati sulla confezione del filo. Inizialmente i regolatori di tensione e induttanza devono disporre di una posizione intermedia e la macchina deve essere testata durante il funzionamento. Se durante la saldatura si sente un crepitio, l’arco è instabile o si osserva la vaporizzazione del metallo, questo viene eliminato regolando la tensione applicata, che generalmente determina il punto di fusione. A seconda dello spessore e del tipo di metalli da saldare, potrebbe essere necessaria una diversa tensione applicata, quindi, prima di saldare la struttura successiva con un dispositivo semiautomatico, vengono solitamente eseguite diverse cuciture di prova.

L’impostazione dell’induttanza aiuta a regolare la profondità di penetrazione e la larghezza del bagno di saldatura. Ai valori minimi, si formerà una cucitura stretta con un tallone appuntito alto. Se si fornisce il valore massimo, il cordone sarà più piatto e la profondità di penetrazione si avvicinerà al valore massimo per questo tipo di filo..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy