Sabbiatura abrasiva delle superfici: cosa è necessario e dove viene applicato

La lavorazione a freddo abrasiva viene utilizzata su una varietà di superfici e in un’ampia varietà di applicazioni. Il nostro sito di suggerimenti scoprirà cosa può essere esattamente elaborato con materiali abrasivi, quale strumento è necessario per questo, quali abrasivi, oltre alla solita sabbia, possono essere utilizzati per questo scopo.

Tradizionalmente, questo metodo è chiamato sabbiatura e l’apparato di pulizia stesso è sabbiatura. Tuttavia, oggi questo non è proprio il nome corretto. Attualmente, la sabbia non viene più spesso utilizzata come materiale abrasivo, quindi è più corretto parlare del metodo di sabbiatura abrasivo. Tuttavia, l’essenza della tecnologia non cambia da questo..

La sabbiatura abrasiva viene utilizzata nelle seguenti aree:

  • Per rimuovere vernice e ruggine da superfici e parti metalliche.
  • Per la preparazione di pareti in mattoni per l’applicazione di vernici e intonaci.
  • Per rimuovere vecchi rivestimenti da pietra e legno.
  • Per la pulizia di cemento armato da residui di cemento.
  • Per stuoie decorative di vetro e specchi.
  • Per creare una superficie ruvida decorativa.

Metallo sabbiatura

Legno di sabbiatura

Sabbiatura del mattone

Le macchine per la sabbiatura sono diverse: dai più semplici modelli manuali sotto forma di pistola alle unità industriali che lanciano un getto di abrasivo sulla superficie con grande forza. L’essenza del metodo è che particelle abrasive secche colpiscono le superfici, rimuovendo uno strato del vecchio rivestimento, lasciando piccole tacche, rimuovendo tutto lo sporco e i detriti, rimuovendo letteralmente tutti gli inutili.

Esistono i seguenti tipi di sabbiatura:

  • Lavoro a pressione classico. I dispositivi più economici. Il materiale abrasivo secco si trova in uno speciale contenitore sigillato ermeticamente. Quindi, sotto pressione, l’abrasivo viene diretto dall’ugello sulla superficie desiderata.
  • Iniezione. La velocità del deflusso abrasivo è molto inferiore, tali dispositivi vengono utilizzati per lavorare con vetro e fogli sottili di metallo, che possono essere facilmente danneggiati ad alta pressione.
  • Sabbiatura “a umido”. In questo caso, l’alimentazione dell’acqua è collegata all’unità, che viene miscelata con l’abrasivo. Il vantaggio è che non ci sarà polvere nociva durante il funzionamento. Tuttavia, tali dispositivi sono più costosi, inoltre, l’umidità, che sale sul metallo, contribuirà alla corrosione, quindi il metodo “bagnato” viene utilizzato solo su superfici non metalliche.
  • Sabbiatura abrasiva termica o idrodinamica. Il getto di aria compressa viene sostituito da un getto d’aria creato a causa della combustione del carburante, il più delle volte cherosene. Il metodo è efficace, ma piuttosto pericoloso.
  • Tra i nuovi prodotti vi sono le sabbiature abrasive che utilizzano particelle di ghiaccio artificiale o naturale. Non c’è polvere, ma il ghiaccio si scioglie rapidamente, appare l’umidità, quindi non dovresti usarlo sul metallo. Inoltre, tali dispositivi sono costosi e sono ancora piuttosto rari..

Sabbiatrice con compressore

Sabbiatura a fuoco (termico)

Sabbiatrice fatta in casa

Per le esigenze domestiche, è adatta una sabbiatrice convenzionale di media potenza. Alcuni artigiani realizzano tali unità con le proprie mani, il portale alla fine dell’articolo mostrerà un video su questo argomento. La scelta dei materiali abrasivi è molto importante, che può essere la seguente:

  • Quarzo. L’opzione più economica, ma anche la più dannosa. Gli abrasivi al quarzo emettono polvere durante l’uso che può causare silicosi. Pertanto, è necessario un efficace sistema di soppressione della polvere e in alcuni paesi gli abrasivi al quarzo sono generalmente vietati per l’uso..
  • Scorie di nichel e scorie di rame. Tali abrasivi sono un sottoprodotto della fusione del rame e del nichel. Contengono inoltre quarzo, ma non più dell’1%, pertanto tali abrasivi non rientrano nel divieto e vengono utilizzati in diverse macchine di sabbiatura. Entrambi i tipi di scorie sono più duri della sabbia, quindi sono più efficaci nel pulire varie superfici, colpendole più duramente.
  • Colpo di ghisa e acciaio. Efficace abrasivo, ma può essere difficile da raccogliere per il riutilizzo.
  • Corindone. Un abrasivo molto duro, secondo solo al diamante in questo indicatore. Di per sé non punge e pulisce le superfici nel modo più efficiente possibile. C’è molto corindone per le macchine di sabbiatura abrasive, ma è necessario molto meno della sabbia. Inoltre, questo abrasivo può essere riutilizzato.
  • Sabbia di melograno. Un abrasivo efficace, ma ci sarà molta polvere durante il lavoro. Come nel caso della sabbia di quarzo, ci sono diverse frazioni: dalla più piccola, infatti, polverosa, ai grani di 1 millimetro di dimensione, puoi scegliere un’opzione per soddisfare le tue esigenze.

Sabbiatura abrasiva di superfici

Anche una piccola pistola per sabbiatura aiuta a pulire efficacemente le superfici. Ti consigliamo di scegliere abrasivi di produttori affidabili. Il materiale deve essere il più innocuo possibile per l’uomo in modo che possa essere utilizzato in spazi aperti. Naturalmente, per il lavoro sono necessari indumenti protettivi, una maschera, un respiratore, occhiali e guanti, devono essere osservate tutte le precauzioni di sicurezza.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy