Come acquistare una pistola termica e come scegliere una colla per essa

Sezioni dell’articolo



È difficile immaginare un’officina domestica che non abbia una pistola termica. Questo strumento apparentemente semplice ha le sue peculiarità, lo stesso vale per i bastoncini di colla. Offriamo un piccolo programma educativo in cui descriviamo i dettagli della scelta di pistole per colla e materiali di consumo per questo..

Come funziona una pistola per colla

Una pistola termica è un dispositivo di riscaldamento elettrico progettato per fondere la colla termoplastica e dispensarla. Il design dello strumento è semplice fino al primitivismo, tuttavia, il design tecnico di varie unità può differire in modo significativo.

Il design classico si basa su un riscaldatore: un canale stretto, le cui superfici sono accuratamente lucidate per ridurre l’adesione. Il tubo attraverso il quale si muove la colla ha un enorme guscio metallico, di solito in alluminio, in cui si trovano uno o più elementi riscaldanti. Quando assemblata, questa unità è chiamata camera di fusione, la cui parte esterna è rappresentata da un ugello, da cui sporge la colla a caldo.

Pistola termica smontata

Il dispositivo di avanzamento meccanico è costituito da un grilletto che aziona la frizione dello spintore. Il trigger stesso può spostarsi in modo traslazionale in guide lineari o mediante un giunto girevole. Quest’ultimo tipo di design è considerato più efficace grazie alla semplicità del dispositivo e alla capacità di ridurre la forza esercitata grazie alla corretta distribuzione delle lunghezze dei bracci della leva. La frizione azionata dal grilletto può essere un manicotto anulare convenzionale o avere un dente che sporge durante il movimento in avanti dello spintore e scompare durante la corsa di ritorno. Esistono anche modelli con frizione a petalo, disposti secondo il principio della pinza, ma in questa versione è impossibile rimuovere la colla che non è stata completamente consumata..

Un esempio della struttura interna di una pistola per colla a caldo

La maggior parte delle moderne pistole termiche ha un altro elemento del meccanismo di alimentazione: un manicotto di tenuta. Il suo compito è impedire che l’asta si rompa quando entra nella camera di riscaldamento e impedire che l’eccesso di fusione rifluisca nel corpo della pistola. Tuttavia, questo elemento strutturale può danneggiare l’ergonomia generale: le aste si inceppano periodicamente nella boccola e, con prestazioni insufficientemente solide, la colla fusa sporge ancora un po ‘indietro e incolla saldamente l’asta sul bracciale, dopo di che lo strumento diventa inutilizzabile per sempre.

Funzioni di base e aggiuntive

Il design classico della pistola per colla colpisce per la sua semplicità e affidabilità, ma non è privo di inconvenienti. Il problema principale è la difficoltà di erogare accuratamente la colla che sporge dall’ugello, che si espande quando riscaldato e, poiché non può spremere l’asta nella direzione opposta, filtra gradualmente.

Pistola termica con supporto

Per eliminare questo svantaggio, vengono fornite due soluzioni tecniche. Il primo è un pulsante di rilascio push-down che apre il meccanismo dell’asta di spinta e consente all’asta di muoversi leggermente nella direzione opposta. La seconda soluzione è quella di regolare la temperatura e ridurre automaticamente la potenza del riscaldatore quando viene raggiunta la temperatura operativa, riducendo così l’espansione termica dell’adesivo.

Pistola per colla a caldo con interruttore

Le pistole per colla più moderne sono progettate con una staffa incernierata situata sotto l’ugello per garantire che la pistola rimanga stabile in modalità standby. Inoltre, una finestra di visualizzazione può essere posizionata nella parte posteriore del corpo, consentendo di monitorare il consumo dell’asta e lo stato del meccanismo di spinta. Alcuni modelli di pistole possono essere dotati di un interruttore a levetta sull’impugnatura, illuminazione, ugelli sostituibili, supporto, disconnessione del cavo di alimentazione, fermo corsa grilletto e altri “gadget” per facilitare l’utilizzo. La forma del corpo e il grilletto possono essere molto diversi, le caratteristiche ergonomiche dello strumento dovrebbero essere selezionate in base alle proprie preferenze e condizioni d’uso.

Panoramica dello strumento comparativo

Per chiarire finalmente le differenze chiave tra le pistole per colla a caldo, confrontiamo i modelli più popolari. In totale, si possono distinguere tre classi di tale strumento:

  • per decorazione e prodotti fatti a mano (potenza fino a 50 W);
  • per uso domestico e quotidiano (100-150 W);
  • per lavori di installazione (oltre 200 W).

In ogni categoria, ci sono un paio di rappresentanti eccezionali con differenze peculiari..

Intertool RT-1009può essere definita una delle opzioni più economiche per uno strumento, perfetta per incollare piccole parti. La potenza del riscaldatore è molto modesta – solo 10 W, mentre la pistola è davvero in miniatura, si adatta facilmente anche alla mano di un bambino e pesa solo 170 g. Lo strumento è progettato per utilizzare aste con un diametro di 7 mm, può produrre fino a 10 g di colla al minuto.

Intertool RT-1009

Penna per colla BOSCH– l’opposto assoluto del primo rappresentante di pistole a bassa potenza. Questa opzione è perfetta per gli artigiani professionisti, il cui lavoro richiede l’incollaggio accurato e preciso di elementi in miniatura. Questa pistola per colla sorprende con il suo fattore di forma non standard e la carica della batteria. La sua caratteristica principale è l’accesso quasi istantaneo alla temperatura di esercizio, la possibilità di funzionamento continuo per un’ora e l’aspirazione automatica dei residui di colla. La pistola è “alimentata” da aste con un diametro di 7 mm.

Penna per colla BOSCH

Dremel 940– un rappresentante di una linea di strumenti già più seria, adatta sia per le attività quotidiane sia per realizzare vari tipi di artigianato. La potenza di 100 W è sufficiente per erogare 18 grammi di colla al minuto, mentre la pistola ha un’ergonomia ben sviluppata e l’affidabilità complessiva del gruppo. Tra le opzioni aggiuntive, solo una serie di tre ugelli intercambiabili e un interruttore a levetta sulla maniglia sono degni di nota, altrimenti è solo un cavallo di battaglia affidabile per un’officina domestica.

Dremel 940

Steinel gluefix– un analogo più economico nel segmento di media potenza. Un riscaldatore da 175 W è in grado di riscaldare l’adesivo fino a 200 ° C, fornendo una prestazione di almeno 13 g / min. Questo strumento non differisce in nessuna campana e fischio: solo un corpo confortevole con una buona ergonomia e, come dovrebbe essere per la maggior parte delle pistole termiche di questa classe, controllo elettronico della temperatura.

Steinel gluefix

KWB FL007– un rappresentante della linea di termo pistole ad alte prestazioni con un riscaldatore da 200 W. Dopo aver raggiunto la temperatura operativa, può produrre più colla di quella indicata nel passaporto, circa 18-20 g / min circa. Una caratteristica distintiva è una copertura in silicone sull’ugello, che aumenta la sicurezza d’uso e facilita la pulizia delle gocce di colla. Lo svantaggio dell’utensile è, forse, un riscaldatore troppo potente: a causa del surriscaldamento, la colla fuoriesce costantemente dall’ugello, è necessario estrarre periodicamente manualmente l’asta un po ‘nella direzione opposta. Tuttavia, per il suo segmento di prezzo, questa pistola è un rappresentante molto degno..

KWB FL007

Elmos EGG 330– forse una delle pistole per colla più avanzate. Con una potenza di 300 W e un riscaldamento massimo fino a 230 ° C, ha una regolazione manuale della temperatura e una regolazione della forza dell’asta di spinta. Lo strumento originale è fornito in una custodia di plastica e viene fornito con tre ugelli di ricambio e diverse stick di colla. Ideale per il montaggio di parti di grandi dimensioni, la riparazione di battiscopa e rivestimenti per pavimenti, questa pistola può sciogliere fino a 25 g di adesivo al minuto. In generale, la linea Elmos comprende una dozzina di modelli, tra cui ci sono pistole con una potenza fino a 600 W e con un caricamento pneumatico della colla.

Elmos EGG 330

Tipi di colla a caldo

La colla per pistola a caldo viene spesso definita silicone, anche se non è così. Le aste sono realizzate con diversi tipi di plastica termoplastica, ogni polimero è progettato per incollare materiali diversi e prevede diverse modalità operative. La differenza fondamentale sta nella temperatura e nel tempo di fusione, motivo per cui le pistole professionali hanno un controllo del riscaldamento..

L’adesivo hot melt più comune è l’etilene vinil acetato (EVA), a causa dell’odore caratteristico di questo polimero quando fuso, è stato chiamato silicone. Le aste hanno un colore biancastro traslucido, è la colla più fusibile, la sua temperatura di lavoro è di 120–130 ° С. Inoltre, EVA è il tipo di colla più fluido, riempie i pori della migliore qualità.

Pistola per colla Dremel 930 con stick di colla colorati

A differenza dei tipi di colla per uso domestico, che non sono destinati alla realizzazione di connessioni critiche, gli adesivi in ​​poliammide, nonché in polietilene e polipropilene hanno maggiore resistenza e durezza. Il loro punto di fusione è più alto, di norma, tale colla deve essere riscaldata ad almeno 200 ° C. Nello stato non verniciato, le aste sono bianche opache o gialle traslucide.

Colla calda

Inoltre, la colla può essere colorata in base al colore delle parti da incollare per mascherare la giuntura. L’eccezione è rappresentata dalle aste opache nere e grigie, che in realtà non sono adesive. Si tratta di sigillanti progettati per riempire giunti tra parti fissate meccanicamente..

Regole d’uso di base

Gli artigiani che stanno appena iniziando con gli adesivi termoplastici sono spesso frustrati dall’insufficiente qualità dell’incollaggio. In effetti, tutti i tipi di adesivi hot melt hanno un’elevata resistenza e un’eccellente adesione a tutti i materiali tranne il polietilene, nonché strutture sciolte come l’intonaco..

Per effettuare una buona connessione, è necessaria un’attenta preparazione delle superfici incollate. Devono essere sgrassati e asciugati; in alcuni casi può essere consigliata la pulizia abrasiva delle parti a contatto per aumentare la rugosità. Particolare attenzione deve essere prestata quando si incollano parti voluminose con un’elevata capacità termica: affinché la colla scorra nei pori, le superfici devono essere preriscaldate con un asciugacapelli da costruzione.

Pistola termica a batteria Bosch PKP 3,6 LI

Infine, daremo alcune raccomandazioni importanti. Prima di iniziare i primi esperimenti con una pistola termica, è necessario acquisire una piccola capacità bassa, che viene posizionata sotto l’ugello di una pistola installata su un supporto. Quasi tutte le pistole perdono, l’unica domanda è la quantità di perdite, la capacità consentirà di raccogliere l’eccesso sporgente. Per un lavoro conveniente, dovresti imparare a scegliere le aste: anche piccole deviazioni dal diametro nominale possono portare al fatto che la frizione dello spintore scivola e l’asta deve essere spinta manualmente. La maggior parte delle pistole per colla a caldo a basso costo hanno questo svantaggio..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy