Lavorazione della pietra – attrezzature

Sezioni dell’articolo



In questo articolo: tipi di macchine da taglio; elementi strutturali della macchina da taglio; come scegliere una macchina da taglio; metodi di applicazione della polvere di diamante sul disco; metodi di fissaggio dei segmenti su una base in acciaio; come scegliere i dischi diamantati

Lavorazione della pietra

La pietra naturale è stata uno dei primi materiali da costruzione per l’umanità. Qualcuno obietterà, dicono, che le capanne erano costruite in legno, ma furono le grotte che furono la prima casa per gli antichi. E gli edifici in pietra dell’antico e del Medioevo sono sopravvissuti fino ad oggi: le maestose piramidi d’Egitto, i templi trapezoidali del Sud America, i castelli in Europa … La forza della pietra naturale, la sua bellezza e la sua durabilità attirano gli architetti dei nostri giorni, soprattutto dal momento che le attrezzature da costruzione per la lavorazione della pietra vengono migliorate di anno in anno.

Taglio pietra – macchina da taglio

Le moderne macchine da taglio possono essere divise in tre tipi in base all’ambito di applicazione: industriale, edile e gioielleria, i primi due tipi sono i più comuni. Il design di base della macchina da taglio: telaio (letto); il motore è di solito elettrico; trasmissione; Strumento per tagliare. Oltre agli elementi principali, la macchina da taglio deve essere dotata di mezzi per alimentare la pietra all’utensile da taglio, nonché di dispositivi per il taglio controllato.

Il letto di una macchina da taglio per pietra è in acciaio o ghisa, questo è un elemento importante di una macchina da taglio per pietra, perché le prestazioni del dispositivo dipendono dalla sua affidabilità, capacità di smorzare le vibrazioni del motore elettrico e la posizione corretta dell’attrezzatura di taglio su di esso.

Il motore elettrico della macchina da taglio, che aziona l’utensile da taglio, è spesso progettato per 380 V, meno spesso per 220 V. Naturalmente, le macchine progettate per un consumo di corrente di 380 V hanno più potenza e sono dotate di dischi di taglio di diametro significativo. Secondo il metodo di fissaggio del motore, ci sono due tipi di macchine per il taglio della pietra: con un motore elettrico fisso, con un motore su un letto con binari. Nel primo caso, la pietra da lavorare viene alimentata all’utensile da taglio, nel secondo – un telaio dotato di rotaie con un motore e un utensile da taglio installato su di esso viene alimentato alla pietra.

Le macchine per il taglio di pietre possono essere dotate di diversi tipi di trasmissioni: catena, cinghia, ingranaggio, con azionamento diretto da un motore elettrico, ecc. Il tipo di trasmissione dipende direttamente dalla potenza del motore e dai compiti che il costruttore ha definito in questo modello della macchina..

Le macchine industriali e edili per il taglio della pietra, a loro volta, sono divise in tre tipi: frantumazione (taglio), calibro e scissione della pietra. Le macchine da taglio vengono utilizzate per tagliare blocchi di pietra e lastre in frammenti della dimensione richiesta. Esistono macchine per il taglio della pietra per segare e bordare la pietra.

Lavorazione della pietra
Tagliatrice di pietre Cedima CTS-425

Le lastre di pietra tagliate sono livellate su macchine dimensionatrici dotate di teste rotanti per allineare approssimativamente le lastre di pietra. Dopo aver lasciato la macchina dimensionatrice, le lastre vengono sottoposte a molatura e lucidatura..

Le macchine per spaccare la pietra sono progettate per la produzione di prodotti in pietra divisa: cordoli, pietre per lastricati, pietre per pareti e piastrelle. Sono dotati di lame metalliche che spezzano le lastre di pietra in frammenti di dimensioni specificate.

Come scegliere una macchina da taglio

Prima di tutto, scopri se questo modello di macchina è universale o ha una specializzazione ristretta: alcune macchine da taglio sono progettate dai produttori per tagliare determinati materiali.

Studia i dati tecnici della macchina, prestando attenzione non alla media ma al massimo carico ammissibile. Scopri quanto è accurato ed efficiente il taglio, quanti angoli di taglio consentiti consente questa macchina, quanto è lungo e profondo il taglio, se è possibile modificare la profondità di taglio durante il funzionamento, qual è la capacità del serbatoio del refrigerante che abbassa la temperatura della lama durante il taglio. La lama della sega deve avere una copertura protettiva.

Assicurarsi che non vi siano danni alla tavola della pialla: la sua superficie deve essere perfettamente livellata e le gambe di supporto sono stabili.

Sul mercato russo ci sono macchine per il taglio della pietra, trapani, tagliapiastrelle e altre attrezzature, sia produttori nazionali che esteri dall’Europa e dall’Asia – il costo medio di una macchina da taglio professionale è di circa 80.000 rubli.

Disco diamantato nella lavorazione della pietra

I diamanti, come i minerali più duri sul nostro pianeta, furono usati nella lavorazione della pietra migliaia di anni fa – gli antichi egizi furono i primi a usare i diamanti nella lavorazione della pietra, e simili nella durezza al corindone e al topazio furono gli antichi egizi. La scoperta di un metodo per la produzione di diamanti artificiali nel 1956 da parte del generale Electrik rese possibile l’uso di questi minerali nei lavori di costruzione – dopo circa 15 anni, gli strumenti per il taglio dei diamanti apparvero in quasi tutti i cantieri.

Disco diamantato nella lavorazione della pietra

La lama diamantata è costituita da un corpo in acciaio e un bordo segmentato con diamanti su di esso. Esistono diversi metodi per la produzione di segmenti con diamanti attaccati ad essi: il metodo galvanico, il metodo di brasatura all’argento, la pressatura a caldo e il metodo di sinterizzazione..

Il primo metodo, galvanico, è molto più semplice ed economico di altri: i segmenti vengono posizionati in un elettrolita contenente diamanti industriali e viene fornita una corrente elettrica. I vantaggi dei dischi diamantati prodotti con questa tecnologia sono il basso costo e l’elevata produttività (maggiore sporgenza dei granuli di diamante). Meno – risorsa bassa. Gli utensili da taglio realizzati con questa tecnologia sono adatti per il taglio di materiali morbidi come il marmo..

Il metodo di sinterizzazione o spremitura a freddo consiste nel mescolare metallo in polvere (una lega di rame e stagno, con l’aggiunta di ferro, cobalto e altri metalli) con diamanti, posizionandoli negli stampi e applicandoli ad alta pressione senza riscaldarli. I costi di tale produzione sono bassi, quindi il basso costo degli utensili da taglio realizzati con il metodo di sinterizzazione, ma la risorsa di tali dischi diamantati è estremamente ridotta.

La pressatura a caldo è simile al metodo di sinterizzazione con la differenza che i segmenti vengono riscaldati in un forno prima che ad essi venga applicata l’alta pressione. Questo metodo è più comune tra i produttori di utensili da taglio: si ottiene una risorsa significativamente più lunga rispetto ai dischi realizzati con metodi di sinterizzazione, zincatura e brasatura all’argento, ma la capacità di taglio di tali dischi diamantati è molto più bassa. Le ragioni della minore produttività in una bassa concentrazione di diamanti e della loro bassa resistenza di fissaggio in un legame, rispetto ai metodi di brasatura e galvanica dell’argento.

Gli utensili da taglio realizzati con il metodo della saldatura all’argento hanno una risorsa e una produttività maggiori rispetto a quelli che utilizzano il metodo galvanico: la polvere di diamante sporge di più su di essi e ha un legame più forte.

I segmenti realizzati secondo uno dei metodi di cui sopra sono fissati lungo il perimetro di un cerchio in acciaio per utensili in uno di tre modi: saldatura laser, brasatura mediante saldatura ad alta temperatura e “cottura” sotto l’influenza delle alte temperature. Il modo migliore e più costoso per collegare i segmenti al corpo è la “cottura”, durante la quale viene creato uno strato di diamanti sul corpo dell’utensile da taglio. La saldatura laser offre una resistenza leggermente inferiore rispetto alla “cottura” ed è anche costosa. Il metodo di saldatura dei segmenti sul corpo, che è molto diffuso a causa del suo basso costo, fornisce la resistenza articolare più bassa rispetto ai due metodi descritti – è meno resistente al calore durante l’attrito durante il taglio.

Disco diamantato

Dopo aver collegato i segmenti con un corpo rotondo in acciaio, vengono ruotati con un temperino in ceramica fino a quando le particelle di diamante non compaiono sulla superficie e il disco stesso acquisisce le proprietà di taglio necessarie.

A seconda del metodo di fissaggio dei segmenti su un dato disco diamantato, il taglio con esso viene eseguito asciutto o bagnato. Durante il taglio, i dischi con segmenti fissati ad essi con il metodo della saldatura d’argento devono essere inumiditi con acqua, altrimenti i segmenti si surriscaldano e cadono dietro il corpo. Le lame diamantate con segmenti saldati al laser o cotti al forno con il corpo principale della lama possono resistere a temperature di attrito elevate e possono essere utilizzate per tagliare materiali senza umidità (a seconda della durezza del materiale).

Come scegliere i dischi diamantati

Prima di visitare il mercato, è necessario decidere autonomamente le seguenti domande: quale materiale dovrebbe essere tagliato e fino a che profondità; qual è il diametro del disco per cui è progettata la macchina da taglio, qual è il foro; la potenza motrice della macchina e il numero di giri da essa generati; per quale tipo di taglio è progettata la macchina – asciutta o bagnata, per quale tipo di taglio verrà utilizzato un determinato materiale. Le risposte alle domande precedenti devono essere segnalate al venditore.

La profondità di taglio dipenderà dal raggio della lama, se questa macchina non è progettata per la profondità di taglio di cui hai bisogno, non utilizzarla perché questo cambierà la velocità lineare e la lama di taglio sarà esposta a usura impropria, che può causare malfunzionamenti, surriscaldamento e sovraccarico della trasmissione della macchina.

Il disco deve avere un foro commisurato all’albero della macchina – nessuna, anche la minima, distanza è inaccettabile. I produttori producono dischi dei seguenti diametri:

  • da 115 a 230 mm con un foro di 22,2 mm di diametro, per smerigliatrici angolari (smerigliatrice), per taglio a secco;
  • da 150 a 350 mm, diametro foro 25,4 mm, per troncatrice per pannelli, per taglio a umido;
  • da 300 a 400 mm, foro 25,4 mm, per asfalto e macchine da taglio manuali, per taglio a secco e ad umido;
  • da 500 mm, foro 25,4 mm, per macchine da taglio specializzate, per taglio a umido.

La pulizia del taglio e la velocità di rotazione della lama diamantata dipendono in gran parte dalla forma dei segmenti-denti, che a loro volta dipendono dal materiale per il quale si intende tagliare. Ad esempio, il taglio dell’asfalto viene eseguito con dischi con una distanza significativa tra i denti, perché la pulizia del taglio non è importante qui – è necessaria una buona rimozione dei trucioli di asfalto. Ma quando si tagliano piastrelle di vetro o clinker, la pulizia del taglio è di grande importanza, quindi i dischi diamantati progettati per questi materiali non hanno denti..

Come scegliere i dischi diamantati

L’opinione sull’influenza dell’altezza dei segmenti-denti del disco sulla sua durata è fondamentalmente sbagliata: la durata di un disco diamantato dipende dal modo in cui i segmenti sono fissati sul disco, dalla composizione del segmento di legame, nonché dalla quantità di chip diamantati e dalla sua concentrazione. I grandi dischi dentati sono progettati per il taglio della pietra: le dimensioni dei segmenti proteggono il loro legame con il corpo del disco e impediscono loro di rimanere incastrati nella pietra.

Per il taglio di vari tipi di pietra, sono adatti dischi universali, per il taglio di una specifica pietra – dischi specializzati. Quando si sceglie una marca di un disco diamantato, è necessario dividere le rocce della pietra in tre gruppi in base all’abrasività e alla durezza:

  • rocce molli (ad esempio clinker e marmo). Il taglio viene eseguito con una marca di dischi con un legame morbido, perché queste rocce hanno una bassa abrasività, incastrano bene il disco – sono adatti i dischi con l’applicazione di scaglie di diamante con il metodo galvanico direttamente sul corpo in acciaio;
  • pietra dura (ad esempio cemento armato e granito). I dischi sono richiesti, la forza del legante nei segmenti di cui è basso o medio livello, perché queste pietre sono dure e hanno una bassa abrasività – i dischi con caratteristiche medie sono selezionati, ad esempio, universali;
  • rocce di pietra che sono un abrasivo morbido (ad esempio, chamotte, silicato, asfalto). L’elevata abrasività di questi materiali richiederà dischi diamantati con segmenti di dente con un legame extra duro.

Le condizioni descritte per la selezione di un disco si applicano a qualsiasi attrezzatura per il taglio di pietre, come una sega da banco o una macchina da taglio.

Importante: se durante il funzionamento appaiono delle crepe sul disco, è vietato usarlo per ulteriori tagli!

Il costo dei dischi varia da 400 a 35.000 rubli, a seconda della tecnologia di produzione, della densità della polvere di diamante, del diametro, del materiale che possono tagliare e della risorsa di produzione. I dischi diamantati di fabbricazione cinese, ad esempio, sono più adatti per lavori di piccolo volume, perché hanno basso costo e durata.

I prodotti di produttori nazionali ed europei sono di qualità superiore, ma costeranno di più e, quindi, vale la pena acquistare tali dischi se c’è un fronte sufficiente di lavoro..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy