Lavorazione della casa in legno: protezione antincendio delle strutture in legno

Sezioni dell’articolo



La durata delle strutture in legno dipende non tanto dalla qualità del legno stesso, ma dalla sua corretta lavorazione. A differenza dei rivestimenti superficiali, le impregnazioni influenzano la struttura del materiale, che è particolarmente importante per le strutture di capitale e la decorazione della facciata.

Protezione antincendio del legno

Scopo dell’applicazione

Con la sua disponibilità, resistenza e facilità di lavorazione, il legno presenta numerosi svantaggi. Innanzitutto – infiammabilità, che limita l’uso di prodotti in legno in luoghi con un rischio potenzialmente maggiore di incendio. Per questo motivo, le facciate in legno situate vicino ad altri edifici devono essere necessariamente trattate con sostanze che le rendono difficili da accendere e bruciare..

Il peggior nemico della legna è il fuoco, poiché la legna è altamente infiammabileIl peggior nemico della legna è il fuoco, poiché la legna è altamente infiammabile

Un altro difetto del legno è che funge da habitat quasi ideale per parassiti e agenti patogeni. Per questo motivo, c’è un grande rischio che, nel tempo, le strutture in legno perdano notevolmente la loro forza e attrattiva per l’aspetto, mentre i danni alla struttura in legno contribuiscono a un’accelerazione ancora maggiore dei processi distruttivi. Tali effetti negativi possono essere eliminati trattando il legno con composti bio-protettivi che sono velenosi per sostanze organiche dannose, ma sicuri per le persone e il materiale stesso..

Scarabei di corteccia in una casa di legnoScarabei di corteccia in una casa di legno

Se parliamo di case in legno e rifiniamo la facciata con legno naturale, è strettamente necessaria la lavorazione con composti protettivi. In primo luogo, le facciate in legno impongono requisiti di elevata durata, poiché è abbastanza difficile sostituire tale finitura. In secondo luogo, le pareti in legno sono un fattore di aumento del rischio di incendio e, inoltre, rappresentano un importante componente della protezione termica e pertanto le loro condizioni influiscono direttamente sulla sicurezza della vita e sui costi di manutenzione di una casa. In terzo luogo, gli elementi della facciata in legno hanno un rivestimento protettivo e decorativo solo sul lato anteriore, che non fornisce il giusto grado di resistenza all’umidità, ai microrganismi e all’erosione..

Una capanna di legno colpita da un fungoUna capanna di legno colpita da un fungo

Principio operativo

Tutte le composizioni per il trattamento protettivo del legno possono essere suddivise in agenti mirati e complessi. Inoltre, varie impregnazioni hanno un diverso principio di azione durante non solo il funzionamento, ma anche l’elaborazione, cioè differiscono nelle regole d’uso.

La protezione antincendio è il tipo di trattamento principale e obbligatorio per le facciate in legno. L’effetto principale di questi composti è di assorbire una parte significativa dell’energia termica che viene spesa per la decomposizione dei composti chimici. Un effetto secondario può essere il rilascio di gas che spostano l’ossigeno, la formazione di un film non combustibile o la formazione di schiuma, che blocca l’accesso del fuoco al legno. Il vantaggio pratico delle impregnazioni ignifughe è che il legno da esse trattato è carbonizzato sotto l’influenza del fuoco, ma non favorisce la combustione.

Il legno trattato ignifugo non favorisce la combustioneIl legno trattato ignifugo non favorisce la combustione

I composti bioprotettivi sono antisettici che impediscono la riproduzione della microflora patogena nei pori del legno. Un tipo separato di biosicurezza garantisce la resistenza del legno ai mangimi da parte dei parassiti. Nel caso più semplice, l’impregnazione mineralizza le fibre e le rende inadatte al cibo. L’aggiunta di insetticidi alla composizione dell’impregnazione fornisce il suo effetto velenoso, motivo per cui tali agenti possono essere utilizzati solo per il trattamento di facciate e strutture in legno nascoste che non sono in contatto con l’aria interna.

Protezione ignifuga di strutture in legno

L’azione combinata delle impregnazioni protettive semplifica la manipolazione, ma l’efficacia delle formulazioni multiuso è spesso messa in discussione. A sua volta, l’uso separato di agenti protettivi direzionali è ostacolato da una diminuzione della capacità dell’albero di assorbire la composizione ad ogni successiva applicazione. Si può raccomandare di usare antisettici penetranti nella prima fase della lavorazione, quindi coprire il legno con prodotti ignifughi che si depositano negli strati superficiali..

Differenze di composizione

Tutte le impregnazioni possono essere suddivise in base al tipo di base in solventi organici e solubili in acqua. Quest’ultimo tipo ha una maggiore capacità di penetrazione, tuttavia, tali mezzi vengono utilizzati principalmente durante l’immersione e la sterilizzazione in autoclave, dove, a causa dell’aspirazione, l’impregnazione dei prodotti è assicurata alla massima profondità. Nei cantieri privati, è preferibile utilizzare impregnazioni a base d’acqua salate e prive di sale.

Le formulazioni di sale hanno la tendenza a dissolversi nuovamente e quindi gradualmente vanno fuori circolazione. A causa della tendenza alla decomposizione nell’aria, tali dispositivi di protezione funzionano in modo efficace solo per 3-5 anni, dopo di che richiedono un nuovo trattamento. Inoltre, le impregnazioni di sale compromettono l’adesione e rendono impossibile l’applicazione di rivestimenti protettivi che formano pellicole superficiali.

Protezione antincendio di una facciata in legno

Le formulazioni prive di sale contengono sostanze organofosforiche come componenti attivi che hanno proprietà sia di insetticidi e pesticidi, sia di ritardanti di fiamma. La caratteristica principale di tali impregnazioni è considerata la loro tendenza a modificare chimicamente il legno, a causa della quale si formano composti stabili che forniscono una protezione completa del legno per 15-20 anni.

Caratteristiche principali

È piuttosto difficile stabilire la reale efficacia delle impregnazioni bioprotettive per diversi motivi: è difficile determinare l’insieme di sostanze attive utilizzate, la loro concentrazione, la capacità della composizione di penetrare profondamente nella struttura dell’albero. Inoltre, la materia organica dannosa è piuttosto varia, quindi tutti i composti funzionano in modo diverso con legno di origini diverse. In questa materia, è meglio concentrarsi sulla reputazione del produttore e sulla reale esperienza nell’uso di prodotti specifici..

Contrariamente alla bioprotettiva, l’efficacia delle impregnazioni per aumentare la resistenza al fuoco del legno è determinata da criteri specifici. Esiste un concetto di gruppo di protezione antincendio, che si ottiene con l’uso di ritardanti di fiamma: il primo gruppo comprende legna dura da bruciare, il secondo – legna dura- mente infiammabile, che, a parità di condizioni di combustione, perde non più del 9% e del 25% della massa, rispettivamente.

Trattamento di pannelli con ritardante di fiamma

La possibilità di raggiungere le qualità di un determinato gruppo è indicata dal produttore dell’impregnazione. In questo caso, è possibile impostare un determinato metodo di applicazione e il numero di cicli di elaborazione. Inoltre, a seconda del tasso di consumo, viene presa in considerazione la quantità di sostanze attive applicate per unità di area coperta..

Marchi famosi

I composti per la protezione biologica e la conservazione del legno sono i più comuni. Tra questi, le impregnazioni “Senezh” e “Zelest” sono diventate molto popolari, rappresentando un’intera serie di varie formulazioni a base d’acqua, sia dirette che combinate. Questi marchi appartengono a fondi di bilancio per la lavorazione del legno, le formulazioni più economiche non hanno un’efficienza pronunciata..

Antisettici per legno Senezh e Zelest

Tra le impregnazioni a base di solventi organici, raccomandiamo la serie di prodotti Neomid e Pinotex, nonché i prodotti di altri noti produttori di materiali per vernici: Dufa, Caparol, Tikkurila e altri. Queste formulazioni hanno un’alta concentrazione di principi attivi e possono essere utilizzate non solo come misura preventiva, ma anche per il trattamento di strutture in legno colpite da muffe e funghi..

Impregnanti protettivi per legno: Pinotex Ultra, Dufa Wood Protect, Caparol LasurGel, Tikkurila Euro Eko Wood

Tra le impregnazioni ignifughe, il maggior numero di recensioni positive è soddisfatto dai prodotti di Senezh, Caysar, Neomid e WoodMaster. Tutte queste composizioni sono adatte per impartire il primo e il secondo gruppo di resistenza al fuoco, l’unica domanda è la quantità di fondi che devono essere spesi per garantire le proprietà refrattarie. Si noti che quasi tutte le formulazioni che costano da 400 rubli / kg affrontano bene il compito di protezione antincendio per uso esterno. È possibile aumentare la resistenza di una facciata in legno al fuoco coprendola con vernice o vernice ignifuga. Tali prodotti sono rappresentati dai marchi Pirex e Neomid, nonché da altri produttori di pitture e vernici a base di vetro liquido..

Protezione antincendio di varie marche: Senezh, Caysar, Neomid e WoodMaster

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy