Riparazione di caldaie a gas fai-da-te

Sezioni dell’articolo



Molti malfunzionamenti di una caldaia a gas possono essere eliminati manualmente senza ricorrere a costosi servizi del servizio gas o specialisti privati ​​non meno costosi per la manutenzione e la regolazione delle apparecchiature a gas. L’unica regola, sulla quale faremo immediatamente una prenotazione, è necessario capire cosa stai facendo e per quale scopo.

Riparazione di caldaie a gas fai-da-te

Servizio stagionale

La manutenzione stagionale di una caldaia a gas consiste nel pulirla dalla contaminazione e nel controllarne la funzionalità. Per accedere agli elementi della caldaia, è necessario smontare l’involucro o l’involucro. Per fare questo, decidiamo il metodo del suo fissaggio, per diversi modelli di caldaie questo può essere fatto in diversi modi. Molto spesso si tratta di diverse viti autofilettanti e di vari fermi nella parte superiore dell’involucro..

Avendo accesso alle parti interne della caldaia, non rimuoviamo nient’altro quando eseguiamo la manutenzione stagionale. Usando uno spazzolino di metallo morbido, uno spazzolino da denti e una carta vetrata a grana fine, procediamo a rimuovere i depositi di carbonio da tutte le parti della caldaia:

  • scambiatore di calore;
  • bruciatori;
  • accenditore, se disponibile.

Usiamo lo strumento di cui sopra ovunque sia conveniente, senza appoggiare in particolare la spazzola per metallo. Quindi espellere la polvere raccolta con un compressore. Puoi usare un tubo di gomma o un tubo da un contagocce medico semplicemente soffiandoci dentro e dirigendo l’altra estremità nella caldaia..

Importante! Qualsiasi intervento sulla caldaia viene eseguito con la valvola del gas chiusa..

Usando un punteruolo sottile o un ago forte, è necessario pulire tutti i fori sul bruciatore e sull’accenditore, quindi, pulendoli di nuovo, ad esempio con uno spazzolino da denti, soffiare di nuovo. Se sono presenti sensori ambientali, i luoghi in cui si adattano alle parti della caldaia devono essere leggermente puliti con carta smerigliata e quindi puliti con un panno di lana morbido.

Pulizia dello scambiatore di calore con una spazzola

Gli elettrodi di accensione e controllo fiamma sono ben puliti solo con un panno di lana, senza l’uso di detergenti. Se sono presenti sensori di temperatura ad immersione, è necessario rimuoverli dalle maniche, selezionare il liquido presente lì dalla manica, pulire accuratamente la manica all’interno con una piccola spazzola di metallo o un pezzo di cavo d’acciaio sciolto di dimensioni adeguate. Dopo una pulizia approssimativa, il manicotto viene pulito con un panno avvolto su un cacciavite, quindi il manicotto viene riempito per due terzi con olio per macchine e il sensore viene installato.

Dopo aver completato questi lavori, la caldaia viene completamente aspirata. In luoghi accessibili, polvere e sporco vengono puliti con un panno umido. Mettiamo il rivestimento in posizione. Controlliamo la presenza di tiraggio nel camino attaccando un foglio delle dimensioni di un quaderno all’apertura del camino, o lasciando un flusso di fumo nell’apertura dell’accenditore, la valvola del gas in corrispondenza dell’abbassamento della caldaia deve essere chiusa.

Controlliamo le guarnizioni e le possibili perdite di gas usando il metodo di insaponatura. In presenza di tiraggio normale, viene eseguita una prova di funzionamento della caldaia, che deve essere riempita con un refrigerante. Parallelamente ai lavori di pulizia della caldaia, viene ispezionata visivamente per rilevare eventuali danni meccanici e perdite di refrigerante. A questo punto, il servizio stagionale può essere considerato completato..

Pulizia dello scambiatore di calore

È prodotto con una soluzione di acido cloridrico, acquistato nella rete commerciale e progettato appositamente per questo scopo. La pulizia viene eseguita per i principali scambiatori di calore di caldaie a gas a parete e scambiatori di calore per la preparazione di acqua calda. La sezione dei canali di tali scambiatori di calore è piccola, motivo per cui sono suscettibili alla contaminazione con depositi di sale..

Tubi dello scambiatore di calore intasati

Di norma, la pulizia della camicia d’acqua delle caldaie a gas da terra non viene eseguita. Lo scambiatore di calore deve essere rimosso per la pulizia. Per fare ciò, rimuovere l’involucro della caldaia, svitare i tubi di alimentazione allo scambiatore di calore, dopo aver scaricato l’acqua dalla caldaia.

Riparazione di caldaie a gas fai-da-te

Estraggiamo lo scambiatore di calore dalla caldaia. Indossare guanti di gomma e utilizzare un contenitore di plastica per raccogliere l’acido usato. Il metodo non è complicato. Versare con cautela la soluzione acida all’interno dello scambiatore di calore fino a quando non è completamente riempita. Nel caso in cui lo scambiatore di calore sia ostruito con una scala, la schiuma attiva verrà rilasciata. Lasciare lo scambiatore di calore per 10-15 minuti.

Riparazione di caldaie a gas fai-da-te

Scarichiamo l’acido esaurito in un contenitore e riempiamo lo scambiatore di calore con una nuova porzione. Stiamo aspettando gli stessi dieci minuti. Scarichiamo la soluzione e sciacquiamo lo scambiatore di calore con acqua corrente. Mettiamo un pezzo di tubo sul rubinetto dell’acqua più vicino e versiamo lo scambiatore di calore con acqua. Riempiamo di nuovo lo scambiatore di calore con una soluzione acida. Se non è presente alcuna generazione di schiuma attiva e quando lo scambiatore di calore si rovescia con acqua, non è visibile alcuna resistenza significativa al flusso, lo scambiatore di calore viene lavato e si può reinstallare nell’ordine inverso.

Pulizia del bruciatore da depositi di carbonio

Il metodo di pulizia del bruciatore dai depositi di carbonio è già stato descritto sopra. Tuttavia, con una forte fuliggine, non è sempre possibile far fronte utilizzando solo la pulizia meccanica. In tali casi, vengono utilizzati prodotti chimici speciali. Non ha senso raccomandare nulla, tutti gli strumenti sono abbastanza efficaci. Il metodo di pulizia si riduce all’applicazione dell’agente sotto forma di soluzione sulla superficie da pulire, trattenendolo per un certo tempo e quindi rimuovendo i depositi di carbonio esfoliati, di solito meccanicamente. Più in dettaglio, è necessario acquisire familiarità con il metodo di pulizia con uno o un altro strumento al momento dell’acquisto..

Pulizia del bruciatore della caldaia a gas

In casi particolarmente difficili, ad esempio, quando un vettore di calore si accende sul bruciatore, deve essere completamente rimosso dalla caldaia, immerso in una soluzione detergente per diverse ore. Quindi rimuovere il bruciatore, accendere la fiamma di un bruciatore a gas portatile. Dopo un’altra applicazione della soluzione, usando una spazzola di metallo o una spazzola, rimuovere i residui di carbone.

Come pulire un bruciatore a gas

Controllo del condotto dei fumi

Il condotto dei fumi viene controllato mediante uno specchio. Introduciamo lo specchio nel canale con una leggera angolazione. Allo specchio, dovremmo vedere una luce alla fine del camino. Quando si esegue questa operazione, è conveniente utilizzare il cosiddetto selfie stick, con uno specchio attaccato ad esso..

Eliminazione di perdite d’acqua sui giunti delle tubazioni

Per eliminare la perdita, è necessario disimballare la connessione, pulire i fili dal vecchio rimorchio e verniciare. Quindi, usando nastro FUM, sigillatura o blocco del filo, sigillare nuovamente il giunto. Verificare la qualità del lavoro riempiendo la tubazione e la caldaia con acqua.

Collegamento di uno scambiatore di calore per una caldaia a gas

Controllo e riparazione delle perdite di gas

Tutte le perdite di gas accessibili devono essere lavate con una soluzione di sapone o uno speciale controllo delle perdite di gas. Una soluzione per insaponare viene preparata dal sapone da bucato radendolo in un contenitore con acqua calda e mescolando fino ad ottenere una schiuma spessa. In caso di perdite di gas, una schiuma di sapone esploderà sulla schiuma. La perdita può essere riparata allo stesso modo della perdita d’acqua attraverso connessioni filettate.

Trovare perdite di gas

Sostituzione del bruciatore

La sostituzione del bruciatore di una caldaia a gas richiederà maggiore attenzione e cura. L’acquisto di un nuovo bruciatore dovrebbe essere esattamente lo stesso modello di quello installato sulla caldaia. Non installare mai un bruciatore non progettato per il tuo modello di caldaia.

L’inizio è lo stesso: rimuoviamo il coperchio della caldaia. Avendo accesso al bruciatore, ispezioniamo attentamente i tubi e i sensori collegati al bruciatore. La loro posizione deve essere ricordata in modo che quando si assembla un nuovo masterizzatore non si confonda a quale connettersi..

Come rimuovere un bruciatore a gasCome rimuovere un bruciatore a gas. 1. Fissaggio del bruciatore all’alloggiamento della camera di combustione. 2. Accensione dell’elettrodo e cavi del sensore di fiamma. 3. Un tubo di derivazione per l’alimentazione di una miscela gas-aria

A causa dell’ampia varietà di modelli di caldaie, è impossibile fornire raccomandazioni specifiche, ma in ogni caso ci saranno:

  • un tubo per fornire gas al bruciatore;
  • sensore di pressione del gas al bruciatore;
  • valvola del gas.

Potrebbe esserci un tubo di controllo dal sensore di tiraggio o un collegamento elettrico (fili) dallo stesso sensore di tiraggio o sensore di temperatura. Quando si utilizza un bruciatore dello stesso modello del proprio, non sarà difficile ricordare e collegare tutti i fili e i tubi..

Sostituire un bruciatore a tromba installato in una stufa a legna è ancora più facile da gestire. Svitiamo le viti del suo fissaggio alla piastra e due tubi: alimentazione del gas e alimentazione del gas all’accenditore. Togliamo il vecchio bruciatore, inseriamo uno nuovo, fissiamo i tubi, serriamo i bulloni di montaggio del bruciatore.

Pulizia della caldaia murale a gas

Non vale la pena riparare l’automazione primitiva di un tale bruciatore, il risultato può portare a un funzionamento non sicuro della caldaia. La cosa più difficile è sostituire il bruciatore di una caldaia a gas a parete, piena di elettronica e un gran numero di sensori. Ma non fatevi prendere dal panico qui, il principio è lo stesso: è bene ricordare la posizione di tutte le connessioni al bruciatore.

Cercando di aumentare la loro importanza, gli specialisti del gas affermano che un tale bruciatore dovrebbe essere “legato” alla caldaia facendo lampeggiare l’unità elettronica o regolando la caldaia. Il bruciatore è solo ferro, che non può essere regolato in alcun modo. Le impostazioni potrebbero richiedere una combustione in quanto tale, ma ciò non è più rilevante per la sostituzione del bruciatore stesso. Se il bruciatore è realizzato per il modello della caldaia su cui è installato, la combustione sarà corretta, tuttavia, a condizione che non sia stato fatto alcun tentativo di regolarlo sul vecchio bruciatore.

Installazione del bruciatore a gas

Sostituzione del sensore di temperatura

La necessità di sostituire il sensore di temperatura si presenta quando, quando si imposta una specifica modalità di funzionamento della temperatura, la caldaia non è conforme ad essa, o, peggio ancora, entra in modalità di ebollizione, che può portare alla rottura della camicia d’acqua della caldaia o del suo scambiatore di calore.

I sensori di temperatura, secondo il metodo di installazione in caldaia, possono essere sospesi e sommergibili. I sensori a morsetto sono installati sui tubi della caldaia con clip che premono il sensore contro questo tubo. Sostituirli è molto semplice. Disconnetti quello vecchio – mettine uno nuovo. Mettiamo il chip (contatto elettrico) al posto del vecchio.

Sostituzione del sensore di surriscaldamento

I sensori di immersione possono essere di due tipi: immersione diretta e collocati in un pozzo pieno di olio. Quando si sostituisce il primo, è necessario scaricare l’acqua dalla caldaia, svitare il sensore. Prestare attenzione a come il filo è stato sigillato sull’attacco del sensore. Questo può essere semplicemente un filo rastremato, usando un blocco del filo (adesivo), guarnizioni o o-ring. La sigillatura con lino e altri materiali non viene utilizzata. Utilizzando lo stesso metodo di tenuta, installare un nuovo sensore.

Quando si sostituiscono i sensori installati nei manicotti, non è necessario scaricare l’acqua dalla caldaia. Dopo aver allentato il dado di fissaggio, estrarre il sensore, verificare la presenza di olio nel manicotto, installare un nuovo sensore, fissandolo con il dado. La versione più semplice di tale sensore è un termometro ad alcool installato nella manica per il monitoraggio visivo della temperatura nella caldaia..

Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: