Criteri di selezione per convettori – panoramica

Sezioni dell’articolo



In questo articolo: il principio di funzionamento e il dispositivo del convettore; tipi di elementi riscaldanti e loro caratteristiche; il termostato dell’aria è un elemento di controllo del riscaldatore obbligatorio; convettori per pavimento e battiscopa; revisione comparativa di riscaldatori di tre diverse marche con la definizione del miglior modello; criteri di selezione del convettore; corretta installazione e funzionamento del dispositivo.

Criteri di selezione per convettori - panoramica

Silenzioso, piatto e posizionato in modo compatto sul muro: questo tipo di riscaldamento attira invariabilmente l’occhio dei proprietari di casa che sono preoccupati per il problema del riscaldamento aggiuntivo della loro casa. I convettori esposti sugli scaffali dei negozi sono pieni di loghi di marchi famosi, i loro produttori si contendono l’un l’altro promettono lunghi periodi di garanzia, sono in atto sconti stagionali: è molto, molto facile confondersi, soccombendo alla persuasione dei venditori e, di conseguenza, un dispositivo che non è del tutto adatto in termini di caratteristiche. La scelta dovrebbe essere deliberata e il riscaldatore stesso dovrebbe essere efficace e conveniente per le famiglie. E in questo caso, sarà molto utile una panoramica dei convettori, delle loro caratteristiche, del dispositivo e delle regole di selezione.

Progettazione e funzionamento del convettore

Il design del termoconvettore è molto semplice: un corpo piatto, all’interno del quale sono presenti un elemento riscaldante elettrico e un termostato, il cui regolatore viene portato sul pannello esterno. Il corpo del convettore è realizzato in lamiera spessa 0,8 mm, verniciata con vernice epossidica o poliestere. L’elemento riscaldante elettrico può essere di tre tipi: nastro (ago), tubolare o monolitico.

Criteri di selezione per convettori - panoramica

L’elemento riscaldante nastro-ago è una piastra dielettrica stretta forata su entrambi i lati da file di anelli sporgenti di filo di cromo-nichel. Nei moderni modelli di convettori elettrici, gli elementi riscaldanti a nastro sono usati raramente – con un prezzo basso, un’assenza quasi completa di inerzia termica (il riscaldamento e il raffreddamento di un elemento riscaldante si verificano in pochi secondi) e un’alta temperatura di riscaldamento, i loro circuiti sono troppo fragili. Inoltre, l’elemento termico del nastro non è in grado di riscaldare rapidamente l’aria, perché l’elemento riscaldante a nastro non ha una propria nervatura: riscalda il corpo del convettore, a causa del riscaldamento di cui si verifica la convezione dell’aria.

Gli elementi riscaldanti tubolari (elementi riscaldanti), lungo i quali sono installate molte alette in alluminio, hanno mantenuto la loro popolarità per diversi decenni. L’efficienza del trasferimento di calore dall’elemento riscaldante all’aria è direttamente correlata al numero e alla posizione delle alette. Caratteristiche positive degli elementi riscaldanti: temperatura inferiore della superficie del tubo rispetto alla temperatura di riscaldamento della filettatura di nicromo situata all’interno; maggiore durata, rispetto all’elemento nastro; ammissibilità dell’installazione in ambienti umidi (IP24). I loro svantaggi: l’espansione della temperatura del tubo di acciaio dell’elemento riscaldante e delle alette di alluminio è diversa, pertanto durante il funzionamento si sente scoppiettare; le piastre a costole non si adattano perfettamente alla superficie del tubo d’acciaio dell’elemento riscaldante e durante il funzionamento questo spazio aumenterà solo, aumentando la perdita di calore del dispositivo.

Gli elementi riscaldanti monolitici sono disposti in modo diverso rispetto ai classici tubolari: un filamento di nicromo con un riempimento dielettrico è inserito in una cassa di alluminio pressofuso e la nervatura è la sua parte integrante. Il vantaggio di un corpo monoblocco con nervature è che non vi è alcuna differenza nell’espansione termica, che è presente nel funzionamento di elementi riscaldanti con un tubo d’acciaio e alette in alluminio. Il funzionamento di solidi elementi riscaldanti è silenzioso, le perdite di calore intermedie sono minime e la temperatura di riscaldamento relativamente bassa delle piastre di finitura consente di ridurre la temperatura di riscaldamento del corpo del convettore. I moderni modelli di elementi riscaldanti monolitici hanno superfici ruvide (ciottolose), che si ottengono introducendo uno speciale additivo nella lega di alluminio – la rugosità aumenta l’efficienza del trasferimento di calore, contribuendo al trasferimento di calore da radiazione tra le piastre degli elementi di riscaldamento.

I moderni convettori sono dotati di un termostato meccanico o elettronico (programmabile) e di un sensore di surriscaldamento a colpo sicuro. La precisione di impostazione del termostato elettronico è di 0,1 ° C, quella meccanica di 1 ° C – il controllo elettronico della temperatura consente di impostare e mantenere la temperatura più confortevole nella stanza con un consumo di energia inferiore (i suoi risparmi saranno di circa il 3%). L’intervallo di temperatura consentito nell’impostazione del termostato è compreso tra 5 e 30 ° С.

Il principio di funzionamento dei convettori si basa su diverse densità di aria fredda e calda – l’aria fredda più densa viene raccolta nella stanza vicino al pavimento, l’aria calda tende al soffitto. La cavità di un corpo piatto è dotata di due fessure reticolari situate nelle sue parti inferiore e superiore – l’aria fredda entra nel dispositivo, si riscalda al contatto con un elemento riscaldante situato nella parte inferiore del corpo di qualsiasi termoconvettore, diventa meno densa e sale al soffitto.

Il corpo cavo del termoconvettore agisce come una specie di galleria del vento, in cui il tiraggio dell’aria è causato dal suo riscaldamento. Il processo di immissione di aria fredda, riscaldamento e sollevamento, immissione di una nuova porzione di aria fredda, ecc. (convezione) – dura per tutto il tempo di funzionamento del termoconvettore. A proposito, le fessure nella parte superiore e inferiore del dispositivo non sono parallele l’una all’altra: quella superiore si trova ad angolo rispetto al piano del pavimento in modo che l’aria riscaldata sale al soffitto non in linea retta, ma in una parabola, che consente di aumentare lo scambio di calore dell’aria. In media, riscaldare l’aria nella stanza alla temperatura ottimale usando un termoconvettore impiegherà circa 20 minuti, a condizione che abbia potenza sufficiente e che la temperatura esterna non sia troppo bassa (non inferiore a -5 ° C).

Criteri di selezione per convettori - panoramica

I convettori prodotti sono divisi in due gruppi: pavimento (parete) e battiscopa, l’altezza dei modelli del primo gruppo è di circa 450 mm, il secondo – non più di 200 mm. Con un’altezza ridotta, la lunghezza dei convettori elettrici a battiscopa può raggiungere i 2.500 mm; è conveniente installare questi dispositivi sotto le aperture delle finestre, specialmente quelle basse. L’altezza ridotta con una lunghezza considerevole consente ai convettori a battiscopa di riscaldare bene lo strato inferiore dell’atmosfera dell’aria nella stanza, tuttavia, la loro notevole lunghezza crea difficoltà nella scelta del luogo di installazione.

Criteri di selezione per convettori - panoramica

Caratteristiche comparative di tre modelli di convettori

Convettori di marchi famosi “Noirot”, “Ballu” e “Nobo” con la stessa potenza di 1500 W sono stati selezionati per una panoramica delle caratteristiche..

specificazioniNoirot Spot E-3 1500Ballu Plaza BEP / E-1500Nobo C4E15
alimentazione e consumo di energia
tensione, V220-230220-240220-230
frequenza Hz505050
potenza massima, W150015001500
modalità operative, consumo energetico
numero di modalità operative1 (*)21
prima modalità, W750
seconda modalità, W1500
controllo
termostato ambienteelettronicoelettronicoelettronico
protezione da surriscaldamentoc’èc’èc’è
arresto del rollovernonc’ènon
controllo delle modalità di riscaldamentomeccanicomeccanicomeccanico
indicazione luminosa all’attivazione della modalitàc’èc’èc’è
display a LEDnonc’ènon
Caratteristiche generali
tipo di conchigliamonoblocco verticalemonoblocco verticalemonoblocco verticale
materiale corporeometallovetro temperato e metallometallo
colori primariBianco grigioil neroBianco grigio
tipo di elemento riscaldantealluminio solidoalluminio solidoelemento riscaldante sinterizzato con nervature
tipo di installazioneparete / pavimentoparete / pavimentoparete
protezione dall’umiditàIP 24IP 24IP 24
classe di protezione elettrica della custodiaIIIIII
kit di montaggio a paretec’èc’èc’è
gambe rimovibili (ruote) incluseno (opzione aggiuntiva)c’èno (non fornito)
per riscaldamento d’ambiente, m215-2015-2015-20
dimensioni LxAxP, cm58x44x882×45.2×10.592.7x40x5.5
Peso (kg5.49.456.6
proprietario del marchioNoirot, FranciaBallu Industrial Group, CinaGlen Dimplex Nordic AS, Norvegia
Paese d’origineFranciaCinaNorvegia
garanzia, anni62cinque
durata stimata, anni201520
altre opzioni
protezione antigeloc’ènonc’è
controllo remotononc’ènon
Timernonc’ènon
costo medio, sfregamento.
410042004100

Analisi dei modelli di convettori in base alle informazioni fornite nella tabella:

  • i modelli europei dei marchi Noirot e Nobo hanno un design e prestazioni meno attraenti rispetto al modello cinese Ballu. Quest’ultimo beneficia anche dal punto di vista della funzionalità: questo termoconvettore è controllato da un telecomando, mentre i modelli europei hanno solo un controllo meccanico;
  • i modelli “Ballu” e “Noirot” sono dotati di un elemento riscaldante in silicio solido (lega di alluminio), che è più efficiente e silenzioso nel funzionamento rispetto a un elemento riscaldante a costine di cermet nel design Nobo, il cui funzionamento sarà accompagnato da un caratteristico crepitio per i motivi sopra descritti;
  • due modalità operative preimpostate (con metà e piena potenza) sono presenti nelle funzioni di un solo dispositivo: il convettore Ballu. Va notato che questo tipo di riscaldatori, in generale, non ha bisogno di modalità di potenza preimpostate – il loro compito è quello di mantenere un determinato intervallo di temperatura nella stanza, usando la potenza richiesta per questo;
  • solo il modello Ballu è dotato di un timer per 8 ore, che consente di impostare l’accensione del dispositivo dopo un certo periodo di tempo;
  • la funzione “protezione antigelo”, in cui la temperatura ambiente sarà mantenuta di almeno + 5 ° С, è disponibile solo per i dispositivi descritti di marchi europei;
  • il periodo di garanzia più lungo viene fornito dai produttori di convettori europei;
  • i modelli dei marchi “Noirot” e “Ballu” consentono l’installazione di dispositivi sia a parete che a pavimento, inoltre, il set necessario per l’installazione a pavimento è incluso nel set standard del convettore Ballu e, molto spesso, non è incluso nella dotazione standard di Noirot. Va notato che il riscaldatore Noirot non è dotato di un sensore di arresto del ribaltamento, mentre il convettore Ballu ha un tale sensore. Il dispositivo descritto del marchio “Nobo”, con la stessa potenza degli altri due modelli partecipanti a questa recensione, differisce per lunghezza massima e spessore minore (profondità), e quindi il suo design non consente l’installazione a pavimento.

Criteri di selezione per convettori - panoramica Noirot Spot E-3 1500

(*) – In assenza di modalità di alimentazione, il convettore Noirot è dotato di modalità preimpostate “comode” ed “economiche”. Il primo è destinato all’uso durante il giorno; quando attivato, il dispositivo manterrà un livello di temperatura costante nella stanza, impostato dall’utente. La modalità “Economy” è progettata per il funzionamento del riscaldatore di notte: quando viene attivato, il termoconvettore mantiene il livello di temperatura nella stanza di 3 ° C al di sotto del livello “confortevole”.

Criteri di selezione per convettori - panoramica Ballu Plaza BEP / E-1500

Conclusione: è difficile fare una scelta inequivocabile tra i modelli e le marche di convettori descritti, dato che il loro costo è quasi lo stesso. Dal punto di vista del design e delle capacità di controllo remoto, il modello Ballu è attraente, ma dal punto di vista dell’affidabilità e della sicurezza, il vantaggio del marchio francese Noirot è indubbio, quindi il modello Noirot Spot E-3 1500 è riconosciuto in base ai risultati del sondaggio come la soluzione di maggior successo ai problemi di riscaldamento mediante un convettore.

Criteri di selezione per convettori - panoramica Nobo C4E15

Come scegliere un termoconvettore

La potenza nella scelta di un modello adatto a questo criterio dipende dalle caratteristiche termiche e dalle dimensioni della stanza in cui il dispositivo dovrebbe essere installato. Se il termoconvettore verrà utilizzato come fonte aggiuntiva di riscaldamento nella stagione fredda o in bassa stagione, la sua potenza viene calcolata moltiplicando il volume della stanza per 25 W / m2, se il termoconvettore è l’unica fonte di calore, è necessario moltiplicare il volume per 40 W / m2. Ad esempio, per il riscaldamento ausiliario di una stanza di 19 m22 con un’altezza del soffitto di 2,7 m, ad es. volume di 51,3 m3, è richiesto un termoconvettore con una capacità di almeno 1285,5 W (19×2,7×25 = 1285,5). Coloro. per una stanza con un volume di 51,3 m3 la scelta ottimale sarebbe un dispositivo da 1500 W, con una piccola riserva di carica in caso di forti gelate.

Criteri di selezione per convettori - panoramica

Quando si sceglie, la preferenza dovrebbe essere data ai marchi dei maggiori produttori che offrono lunghi periodi di garanzia non da zero: i loro prodotti hanno davvero caratteristiche ad alte prestazioni che non cambiano nel corso degli anni di utilizzo del dispositivo. Assicurarsi che questo modello di termoconvettore deve essere dotato di un termostato elettronico, un sensore di surriscaldamento e una funzione di arresto del ribaltamento per gli apparecchi a pavimento. Conveniente sarà il controllo dal telecomando e la presenza di un timer che consente di impostare l’accensione del convettore in un determinato momento. Tra i tipi di elementi riscaldanti di cui sono dotati i convettori, l’opzione migliore sarebbe un solido elemento in alluminio..

Per riscaldare ambienti con un alto livello di umidità, come un bagno e una cucina, sono necessari convettori con una classe di protezione dall’umidità di almeno IP 24. Tuttavia, non è consentito il contatto diretto dei riscaldatori a convezione con acqua!

Naturalmente, durante l’ispezione del modello offerto dal venditore, la sua custodia non dovrebbe presentare ammaccature e graffi, macchie di vernice, bordi taglienti e violazioni della geometria. Tutte le viti che tengono insieme gli elementi della custodia devono essere a filo. Eventuali difetti esterni indicano una scarsa qualità di assemblaggio del dispositivo, danni causati durante il trasporto.

Quando si sceglie un termoconvettore, è necessario sapere che:

  • qualsiasi riscaldatore elettrico a convezione asciuga l’aria e non ci sono “miglioramenti”, tranne per dotare il dispositivo di un contenitore con acqua evaporata (l’acqua deve essere ricaricata periodicamente!);
  • la convezione dell’aria dovuta al suo riscaldamento contribuirà inevitabilmente all’aumento e alla presenza costante di polvere nell’atmosfera della stanza, al suo accumulo tra le piastre dell’elemento riscaldante. Qualunque affermazione come “questo modello di convettore non accumula polvere” non è vera;
  • L’efficienza di qualsiasi dispositivo di riscaldamento elettrico è vicina al 100%, quindi non è necessario assumere dichiarazioni di fede come “L’efficienza di questo termoconvettore è superiore a quella degli altri”..

Finalmente – installazione e funzionamento

Quando si installa il telaio di montaggio del convettore sulla parete e quando si installano le gambe (ruote) sul suo corpo, seguire le istruzioni del produttore per il modello di dispositivo specificato. Il luogo di installazione del dispositivo deve essere scelto con grande cura: la distanza minima dal pavimento al bordo inferiore del suo corpo è di 150 mm; dalle pareti laterali a qualsiasi oggetto o parete – 250 mm; dal bordo superiore a qualsiasi oggetto sopra di esso – almeno 450 mm. Il mancato rispetto di questi requisiti, nonché la chiusura totale o parziale dell’alloggiamento di un convettore funzionante con del materiale, attiverà il sensore di surriscaldamento e disattiverà la funzione di riscaldamento. Di conseguenza, è assolutamente impossibile installare un convettore “alto” sotto le aperture delle finestre e asciugare le cose sul suo corpo! Per l’installazione sotto finestre, sono adatti solo i modelli di convettori a battiscopa.

Criteri di selezione per convettori - panoramica

Periodicamente, è necessario rimuovere la polvere dai pannelli esterni del dispositivo con un panno umido, dopo averlo spento e aver verificato che la custodia sia fredda. Per rimuovere la polvere dall’elemento riscaldante, utilizzare un aspirapolvere con un ugello corto e stretto..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy