Progettazione e installazione di sistemi di approvvigionamento idrico e di riscaldamento per una casa fatta di tubi in polimero metallico

Sezioni dell’articolo



I tubi polimerici metallici stanno sostituendo sempre più i tubi metallici nella costruzione e riparazione di sistemi di approvvigionamento idrico e di riscaldamento per case private. In questo articolo condivideremo i requisiti normativi degli standard statali, parleremo dei punti principali nella progettazione e installazione dei sistemi di approvvigionamento idrico.

Progettazione e installazione di sistemi di approvvigionamento idrico e di riscaldamento per una casa fatta di tubi in polimero metallico

Al fine di non sperimentare successivamente l’inconveniente di instradamento delle tubazioni eseguito in modo errato e di non ripetere il lavoro, spendendo ulteriori finanze, è necessario verificare la correttezza delle decisioni prese in fase di progetto e, quando si acquistano tubi e raccordi, studiare la marcatura e seguire esattamente il piano pianificato.

Durante la progettazione, tenere conto di tutte le apparecchiature di riscaldamento, acqua calda e idrauliche collegate, sezioni disposte orizzontalmente e verticalmente, disposizione del pavimento.

Progetto del sistema di riscaldamento e di approvvigionamento idrico per una casa a due pianiUn esempio di un progetto per un sistema di riscaldamento e di approvvigionamento idrico per una casa a due piani: 1 – fornitura di acqua fredda; 2 – valvola a sfera; 3 – filtro meccanico autopulente; 4 – contatore dell’acqua; 5 – filtro fine; 6 – caldaia a gas; 7 – fornitura di gas; 8 – vaso di espansione della caldaia; 9 – gruppo di sicurezza della caldaia; 10 – caldaia per riscaldamento indiretto; 11 – gruppo di sicurezza della caldaia; 12 – accumulatore idraulico; 13 – valvola di ritegno; 14 – pompa di circolazione dell’acqua calda; 15 – collezionista; 16 – pompe di circolazione riscaldamento; 17 – armadi di riscaldamento del collettore; 18 – termosifoni al primo piano; 19 – termosifoni del secondo piano; 20 – consumatori di acqua calda; 21 – pavimento caldo

Requisiti degli standard statali e dipartimentali

Prima di iniziare la progettazione di sistemi di approvvigionamento idrico e di riscaldamento, ti consigliamo di studiare le raccomandazioni e i requisiti stabiliti nei seguenti standard:

  • SP 40-103-98;
  • SP 41-102-98;
  • SP 40-102-2000;
  • VSN 69–97.

Hanno stabilito:

  • schemi di tubazioni di base per l’organizzazione di sistemi, compresi i “pavimenti caldi”;
  • nodi di collegamento dei dispositivi di riscaldamento;
  • connessioni a riser in acciaio su supporti scorrevoli e fissi;
  • installazione di giunti di dilatazione (allungamento termico);
  • dispositivo per la posa di tubi attraverso pareti;
  • selezione del tipo di tubi in base a pressione e temperatura;
  • caratteristiche del tubo;
  • metodi di collegamento tra tubi di metallo e plastica;
  • requisiti di installazione;
  • regole per condurre prove idrauliche.

Collegamento di tubi in metallo-plastica

Tutte le domande e le sfumature dello sviluppo del progetto e dell’installazione di sistemi che non abbiamo trattato nell’articolo, è possibile chiarire in base ai documenti normativi di cui sopra, nonché GOST R 53630-2009.

Progettazione di sistemi di approvvigionamento idrico e di riscaldamento

In pratica, l’approvvigionamento di acqua calda e il riscaldamento sono spesso progettati contemporaneamente, poiché in alcuni schemi sono collegati da un generatore di calore. Inoltre, le condutture dell’acqua fredda e calda vengono spesso posate accanto ai tubi del riscaldamento e nascoste nelle stesse scatole..

Schemi di approvvigionamento di acqua calda e fredda

L’approvvigionamento idrico di una casa privata può essere principale e autonomo. Nel caso di un approvvigionamento idrico centralizzato, è sufficiente installare un filtro per fango all’ingresso, se la purezza dell’acqua soddisfa gli standard e i requisiti delle apparecchiature idrauliche collegate. Se l’approvvigionamento idrico è autonomo, ad esempio da un pozzo, devono essere fornite apparecchiature per il trattamento dell’acqua, installate in un cassone o direttamente in casa.

Sistema di trattamento delle acque in una casa privata

Viene eseguita la distribuzione dell’acqua fredda in tutta la casa:

  • alla caldaia;
  • scaldabagno;
  • rubinetti in cucina e bagno;
  • al bagno e bidet.

Le distribuzioni di acqua, fredda e calda, vengono eseguite in parallelo con condotte secondo uno degli schemi comuni:

  • tee;
  • collettore.

Schemi elettrici del tubo di alimentazione dell'acquaa – schema elettrico a T; b – schema elettrico del collettore

I tubi a T vengono deviati da una linea a ciascun consumatore attraverso i tee, il sistema di raccolta prevede ingressi separati dal montante o dal dispositivo di distribuzione (pettini).

Schemi di riscaldamento

La fonte di riscaldamento di una casa privata può essere una caldaia elettrica o a combustibile (gas, olio combustibile, pellet, carbone). Può essere a doppio circuito e riscalda l’acqua per il riscaldamento e la fornitura di acqua calda in circuiti separati o a circuito singolo, mentre lo scaldabagno può essere integrato sul tubo di ritorno o essere alimentato autonomamente dalla rete.

Schemi elettrici di base per il riscaldamento di una casa privata:

  • monotubo;
  • due tubi;
  • collettore.

Sistema di riscaldamento monotuboUn sistema di tubi

Lo schema monotubo è adatto per il riscaldamento di piccole case con non più di 6-8 radiatori installati in serie. Una versione a due tubi è più costosa, ma è molto più adatta per il riscaldamento di una grande casa, poiché fornisce lo stesso riscaldamento ad aria in tutte le stanze. Il sistema di raccolta è la migliore soluzione per il cablaggio su due o più piani.

Opzioni di connessione per un sistema di riscaldamento a due tubiOpzioni del sistema a due tubi: A – vicolo cieco; B – passaggio; С – collezionista

Anche le opzioni di collegamento della batteria sono diverse e possono essere laterali o inferiori.

Opzioni di collegamento del radiatore di riscaldamentoa – sistema a due tubi con attacco laterale; b – sistema monotubo con attacco laterale; c – sistema a due tubi con attacco inferiore; d – sistema monotubo con attacco inferiore

Esistono anche sistemi a circolazione naturale ea pressione (forzata), tuttavia gli standard per i tubi in polimero metallico raccomandano il loro utilizzo in reti a pressione che utilizzano pompe.

Selezione di tubi in plastica rinforzata

La velocità dell’acqua nei tubi non dovrebbe essere inferiore a 0,1 m / s, altrimenti i costi finanziari della tubazione saranno eccessivi e superiori a 1,2 m / s, poiché ciò richiederà l’acquisto di attrezzature di pompaggio con sovrappressione.

Tubi polimerici metallici

In via preliminare, i diametri dei tubi per tutti i sistemi sono calcolati in base alla portata prevista e alla velocità media – 0,4-0,6 m / s al fine di evitare una significativa resistenza idraulica, in particolare con un gran numero di valvole di intercettazione e di controllo. Tuttavia, se la pressione nella rete con un approvvigionamento idrico centralizzato è molto alta, in alcuni casi installano persino un riduttore di pressione riducente, specialmente davanti allo scaldabagno o alla caldaia..

Molto spesso, nei sistemi di case private, tubi O 16-63 mm.

Per la distribuzione di acqua fredda, tubi in polimero metallico possono essere utilizzati a pressioni fino a 25 bar (25 atm) e per la distribuzione di riscaldamento e acqua calda – fino a 10 bar (10 atm).

Tubi polimerici metallici

Consigli!Quando si scelgono tubi in metallo-plastica per il riscaldamento, tenere presente le restrizioni di temperatura. Di norma, la temperatura dell’acqua durante il funzionamento non deve superare i 95 ° С, tuttavia, il surriscaldamento consentito a breve termine in varie marche va da 100-125 ° С.

I principali produttori di tubi e raccordi in polimero metallico sul mercato russo:

  • VALTEC, Italia;
  • HENCO, Belgio;
  • OVENTROP, Germania;
  • UPONOR, Finlandia;
  • KERMI, Germania;
  • COMAP, Francia;
  • ALTSTREAM, Italia;
  • REHAU, Germania;
  • PRANDELLI, Italia.

Installazione di sistemi di approvvigionamento idrico e di riscaldamento

L’installazione di condotte in tubi di polimero metallico deve essere effettuata a una temperatura superiore a 10 ° C, dopo la fine di tutta la saldatura a gas nella stanza.

Metodi di installazione

Esistono due modi per eseguire il montaggio: aperto e nascosto..

Il percorso nascosto è preferibile per i tubi in polimero metallico ed è raccomandato dai documenti normativi. Eccezione: installazione di condutture in cui è impossibile un danno meccanico accidentale.

Riscaldamento a pavimento in tubi di metallo-plastica

In caso di installazione nascosta, prima di iniziare il cablaggio, è necessario preparare il canale della guarnizione, installare elementi di fissaggio e supporti. Per l’installazione aperta, tutti i lavori di finitura devono essere completati in anticipo. Per l’ispezione dei giunti delle sezioni dei tubi e dei raccordi, è necessario prevedere la possibilità di accesso.

Strumenti per l’installazione di tubi in metallo-polimero

Quando si esegue il cablaggio, è necessario tagliare, piegare, collegare singole sezioni di tubi in metallo-plastica con raccordi ed è meglio farlo con uno strumento speciale. Gli amanti del “loro strumento” possono acquistare un set o separatamente, altri possono provare a noleggiarli o prenderli in prestito per il periodo di riparazione da artigiani familiari.

Per non rovinare la loro struttura multistrato e non schiacciare il profilo durante il taglio dei tubi, è necessario utilizzare forbici speciali o un tagliatubi manuale a rullo, che è particolarmente indicato per tubi di grande diametro..

Strumenti per tubi in plastica rinforzata

Per ripristinare una sezione trasversale perfettamente rotonda e rimuovere le sbavature, è necessario un calibratore che, se collegato con raccordi, può aumentare leggermente il diametro del tubo. Per piegare i tubi, utilizzare un piegatore per tubi a molla (esterno o interno).

Come piegare un tubo di plastica rinforzato

Quando si utilizzano raccordi a crimpare nei giunti, sono necessarie pinze a pressione e durante la saldatura dei giunti, un apparecchio speciale con ugelli: manuale o semiautomatico. I raccordi a compressione vengono installati utilizzando le chiavi e il collegamento a innesto non richiede alcun attrezzo speciale, tranne un coltello.

Pinza a crimpare per tubi multistrato

Raccomandazioni per l’installazione di una tubazione in tubi di polimero metallico

Quando si installano tali tubi, è necessario rispettare le seguenti raccomandazioni:

  1. Utilizzare tubi e raccordi dello stesso produttore per una migliore compatibilità.
  2. Se la serpentina di tubi è stata conservata a temperature inferiori a 10 ° C, deve essere mantenuta calda per almeno un giorno prima dell’installazione. Quando si svolge la bobina, seguire le indicazioni in modo che il tubo non si attorcigli lungo l’asse.
  3. Se si lascia scollegato un pezzo di tubo, chiudere i bordi con una spina per proteggerlo da sporco, polvere, liquidi.
  4. Non utilizzare uno strumento inadatto. Se, durante il taglio, la sezione del tubo è fortemente deformata, tagliare la sezione danneggiata con le forbici o un tagliatubi per tubi in polimero metallico.
  5. Fare attenzione a compensare l’espansione termica mediante giunti di dilatazione o curve di tubi naturali.
  6. Per l’installazione nascosta consigliata per tubi in metallo-plastica, si consiglia di utilizzare raccordi a pressare monopezzo. Non chiudere le scatole fino alla fine del test di sistema.
  7. Fornire protezione dei tubi da influenze di temperatura, meccaniche o chimiche.
  8. Le tubazioni disposte su una stanza non riscaldata devono essere isolate per ridurre la dispersione di calore e proteggere dalla condensa.
  9. Quando si utilizzano tubi in polimero metallico per il riscaldamento a pavimento, si consiglia di posare il cablaggio in un tubo corrugato protettivo. Il massetto in calcestruzzo può essere eseguito solo dopo aver eseguito prove idrauliche – test delle tubazioni sotto pressione. Se non si rileva alcuna perdita, lasciare i tubi a una pressione di almeno 3 atm. Lo spessore del calcestruzzo sopra i tubi non deve essere inferiore a 30 mm.
  10. Durante la posa di sezioni lunghe, prendersi cura dei dispositivi di fissaggio e dei supporti, senza dimenticare l’espansione termica della tubazione.
Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: