Installazione scaldabagno elettrico fai-da-te: schemi di collegamento

Sezioni dell’articolo



Nulla ti impedirà di installare uno scaldabagno elettrico con le tue mani se sei “amico” degli strumenti. Diamo un’occhiata agli schemi di collegamento di base che ti aiuteranno a comprendere i dettagli di installazione e collegare la caldaia alla rete idrica e alla rete elettrica.

Installazione scaldabagno elettrico fai-da-te: schemi di collegamento

Uno scaldabagno elettrico è un serbatoio di accumulo isolato termicamente con elementi riscaldanti (elementi riscaldanti) all’interno, raccordi per l’ingresso e l’uscita dell’acqua calda e per il controllo automatico della temperatura. Possono essere montati a parete e a pavimento, orizzontali e verticali. Ogni tipo di installazione ha le sue caratteristiche.

Installazione scaldabagno elettrico fai-da-te: schemi di collegamento Dispositivo scaldabagno a parete Haier: 1 – uscita acqua calda; 2 – fornitura di acqua fredda; 3 – serbatoio di stoccaggio; 4 – termocoppia; 5 – resistenza; 6 – anodo di magnesio (protezione dalla corrosione); 7 – parentesi

Caratteristiche di installazione di uno scaldabagno a parete

Prima di tutto, quando si installa uno scaldabagno a parete, è necessario assicurarsi che la parete possa sopportare il carico aggiuntivo. I produttori di apparecchiature raccomandano di calcolare quattro volte il peso della caldaia riempito d’acqua durante il calcolo. Ma poiché poche persone sono in grado di calcolare correttamente i carichi di strutture edilizie, è necessario seguire le seguenti regole:

  1. La parete portante può sostenere il peso di quasi tutti gli scaldabagni domestici.
  2. Quando si installa la caldaia su pareti, specialmente in “Krusciov”, o pareti fatte di mattoni forati, i piccoli serbatoi possono ancora essere appesi semplicemente alle ancore. È meglio installare unità più o meno spaziose su una parete, rinforzate con rack o fissate su bulloni fissati per l’affidabilità con una cravatta.

Installazione scaldabagno elettrico fai-da-te: schemi di collegamento Fissaggio del serbatoio alla parete

Schemi elettrici di uno scaldabagno a parete

I raccordi per la fornitura di acqua fredda e la rimozione di acqua calda si trovano nella parte inferiore della caldaia murale e sono contrassegnati rispettivamente in blu e rosso. La connessione al backbone può essere effettuata in due modi:

  • nessun gruppo di sicurezza;
  • con il team di sicurezza.

I circuiti senza un gruppo di sicurezza possono essere utilizzati quando si collega uno scaldabagno progettato per una pressione superiore alla prevalenza nella fornitura di acqua fredda principale, se questa prevalenza è stabile. In caso di pressione instabile e forte nella linea, si dovrebbe dare la preferenza alla connessione attraverso un gruppo di sicurezza.

In ogni caso, il collegamento e l’installazione del sistema di approvvigionamento idrico inizia con l’inserimento di tees nelle tubazioni dell’acqua fredda e calda dopo i rubinetti installati all’ingresso dei tubi dell’acqua all’appartamento.

Installazione scaldabagno elettrico fai-da-te: schemi di collegamento

Attenzione! Se i tubi della casa non sono cambiati da molto tempo, è necessario verificarne le condizioni prima del lavoro. Potrebbe essere necessario sostituire i tubi in acciaio arrugginito con altri nuovi.

Le prese per il collegamento di uno scaldabagno sono realizzate con connettori a T. Quando la caldaia è in funzione, il rubinetto dell’acqua calda deve essere completamente chiuso. L’acqua fredda scorre liberamente per il riscaldamento, i rubinetti e il serbatoio della toilette.

Sulla caldaia, una valvola di sicurezza di non ritorno è avvitata sulla connessione di alimentazione dell’acqua fredda. Protegge dall’espansione termica dell’acqua nel serbatoio di accumulo, eliminando periodicamente l’acqua in eccesso. Un tubo di drenaggio è montato dal foro di scarico della valvola, che dovrebbe essere diretto verso il basso e scendere nel serbatoio o nelle fognature liberamente, senza pieghe che potrebbero impedire lo scarico dell’acqua in eccesso nel serbatoio.

Installazione scaldabagno elettrico fai-da-te: schemi di collegamento Valvola di sicurezza antiriflusso

Non è possibile installare valvole di intercettazione tra la valvola e lo scaldacqua. Ma il tee, sul cui ramo è installata una valvola per svuotare il serbatoio, può essere installato e persino raccomandato dai produttori. Il tubo o il tubo flessibile da esso deve essere portato nella fognatura o con un raccordo a T collegato al tubo di alimentazione dell’acqua fredda fino alla valvola di sicurezza.

All’uscita della caldaia dell’acqua calda e all’ingresso dell’acqua fredda, subito dopo la valvola di ritegno, è necessario installare rubinetti che chiudono questa linea durante il periodo in cui lo scaldabagno non funziona. Dopo i rubinetti, le tubazioni attraverso tubi idraulici flessibili o tubi rigidi in acciaio o plastica devono essere collegati ai rami dalle prese sulla rete.

Installazione scaldabagno elettrico fai-da-te: schemi di collegamento Rifornimento idrico senza gruppo di sicurezza con riduttore di pressione: 1 – valvole di intercettazione del rifornimento idrico; 2 – riduttore di riduzione della pressione dell’acqua; 3 – valvole di intercettazione dello scaldacqua; 4 – valvola di sicurezza antiriflusso; 5 – drenaggio alla fognatura; 6 – valvola per scaricare l’acqua dal serbatoio; 7 – scaldabagno di stoccaggio

Se il sistema di approvvigionamento idrico principale richiede una regolazione della pressione, un riduttore o un gruppo di sicurezza viene installato all’ingresso dell’acqua fredda dopo i rubinetti principali o sui rami delle tees. Di norma, per gli scaldabagni domestici in condizioni urbane, è sufficiente installare un riduttore di pressione che riduca la pressione ammissibile o raccomandata dal produttore..

Il gruppo di sicurezza per uno scaldabagno elettrico è costituito da singoli elementi assemblati sul posto. Da non confondere con il gruppo di sicurezza della caldaia! L’ordine della loro installazione è mostrato in figura..

Installazione scaldabagno elettrico fai-da-te: schemi di collegamento Schema di montaggio del gruppo di sicurezza: 1 – valvola di ritegno; 2 – tee; 3 – “americano”; 4 – valvola di sicurezza FAR 6 bar; 5 – raccordo a compressione per tubo metallo-plastica (drenare quando viene superata la pressione)

Installazione scaldabagno elettrico fai-da-te: schemi di collegamento Schema di approvvigionamento idrico attraverso il gruppo di sicurezza: 1 – riduttore di pressione; 2 – valvola per lo scarico del serbatoio; 3 – gruppo di sicurezza; 4 – scaricare nella fognatura quando viene superata la pressione dell’acqua

Per gli scaldacqua orizzontali, la connessione viene effettuata secondo schemi simili.

Schemi per il collegamento dello scaldacqua alla rete elettrica

Per un funzionamento sicuro, si consiglia di collegare lo scaldabagno alla rete in un luogo asciutto e si consiglia di coprire i cavi in ​​un canale a prova di umidità. Oltre alla caldaia, altri apparecchi elettrici, in particolare quelli potenti, non devono essere collegati a questo ramo della rete elettrica. Gli elementi principali del circuito: cavo elettrico, presa, interruttore differenziale e macchina.

Cavo

La sezione del cavo deve essere sufficiente affinché il cablaggio non si surriscaldi e non provochi un incendio. Avrai bisogno di un cavo a tre conduttori in rame del marchio NYM o del suo VVG analogico. I valori raccomandati della sezione minima di un conduttore in rame per diverse capacità di uno scaldabagno monofase sono riportati nella tabella 1.

Tabella 1

Potenza caldaia, kW1.02.02.53.03.54.04.55.06.08.09.0
Sezione minima del conduttore, mm211.52.52.52.544446dieci

Presa

Gli scaldacqua di piccola capacità possono essere collegati direttamente a una presa impermeabile a tre fili con un grado di protezione contro l’umidità secondo GOST 14254–96, ad esempio IP44 o un altro adatto alla propria situazione (vedere tabella 2), che è installato su un’alimentazione separata dal quadro elettrico.

Installazione scaldabagno elettrico fai-da-te: schemi di collegamento

Tavolo 2

Gradi di protezione IPIPX0IPX1IPX2IPX3IPx4IPx5IPx6IPx7IPx8
Nessuna protezioneGocce verticali che cadonoCaduta di gocce verticali ad un angolo di 15 ° dalla verticaleSpruzza a 60 ° dalla verticaleSchizzi da tutti i latiGetti a bassa pressione da tutte le direzioniFlussi fortiImmersione temporanea (fino a 1 m)Immersione totale
IP 0xNessuna protezioneIP 00
IP 1xParticelle > 50 mmIP 10IP 11IP 12
IP 2xParticelle > 12,5 mmIP 20IP 21IP 22IP 23
IP 3xParticelle > 2,5 mmIP 30IP 31IP 32IP 33IP 34
IP 4xParticelle > 1 mmIP 40IP 41IP 42IP 43IP 44
IP 5xPolvere parzialmenteIP 50IP 54IP 65
IP 6xPolvere completamenteIP 60IP 65IP 66IP 67IP 68

Installazione scaldabagno elettrico fai-da-te: schemi di collegamento Presa di messa a terra

Tale presa si differenzia esternamente da una a due fili per la presenza di contatti metallici (terminali) del terreno.

Installazione scaldabagno elettrico fai-da-te: schemi di collegamento Schema di collegamento per presa con messa a terra

Dispositivi di protezione – RCD e interruttori automatici

Si consiglia di includere un dispositivo a corrente residua (RCD) nel circuito elettrico per il collegamento di scaldabagni (soprattutto con maggiore potenza). È progettato per bloccare il funzionamento dell’apparecchiatura in caso di dispersione di corrente nella custodia. La potenza attuale alla quale si verifica il blocco è indicata sul dispositivo e per il funzionamento della caldaia deve essere di 10 mA. Questo parametro indica la differenza tra l’ingresso corrente e l’uscita dello scaldacqua..

La scelta di un interruttore differenziale basato sulla capacità dello scaldabagno è mostrata nella Tabella 3.

Tabella 3

Potenza scaldabagno, kWTipo RCD
fino a 2.2UZO 10A
fino a 3,5UZO 16A
fino a 5,5UZO 25A
fino a 7.0UZO 32A
fino a 8.8UZO 40A
fino a 13,8UZO 63A

Tipo di interruttore differenziale per rete AC – “A” o “AC”. Quando si sceglie un dispositivo, si dovrebbe privilegiare quello più costoso, elettromeccanico: è più affidabile, funziona più velocemente e offre una protezione più elevata..

In alcune caldaie, l’RCD è incluso nel pacchetto base e viene inserito direttamente nella custodia, in altri modelli deve essere acquistato in aggiunta.

Installazione scaldabagno elettrico fai-da-te: schemi di collegamento Aspetto RCD

Esternamente, un interruttore differenziale e un interruttore differenziale (diffautomat) sono molto simili, ma sono facili da distinguere marcando. Una macchina convenzionale spegne la corrente all’apparecchiatura quando la tensione aumenta e quella differenziale svolge contemporaneamente la funzione sia dell’RCD che della macchina.

La scelta di una macchina a due poli in base alla potenza di uno scaldabagno monofase è riportata nella tabella 4.

Tabella 4

Potenza scaldabagno, kWTipo di macchina
0.73A
1,36A
2.210A
3.516A
4.420A
5.525A
7.032A
8.840A
11.050A
13.963A

Quando si scelgono dispositivi di protezione eccessivamente sensibili, la caldaia si spegne costantemente e l’acqua non si riscalda normalmente.

Schemi di collegamento

Lo schema elettrico viene adottato in base al livello desiderato e alle prestazioni strumentali di protezione di persone e apparecchiature. Di seguito sono riportati alcuni schemi comuni, oltre a un video che fornisce spiegazioni dettagliate di questi schemi..

Installazione scaldabagno elettrico fai-da-te: schemi di collegamento Connessione solo tramite la presa

Installazione scaldabagno elettrico fai-da-te: schemi di collegamento Protezione – doppia macchina automatica: 1 – spina; 2 prese; 3 – doppia macchina; 4 – scudo; messa a terra

Installazione scaldabagno elettrico fai-da-te: schemi di collegamento Collegamento attraverso il quadro elettrico: 1 – macchina automatica; 2 – RCD; 3 – quadro elettrico

Installazione scaldabagno elettrico fai-da-te: schemi di collegamento Nel RCD + doppio circuito automatico: 1 – RCD 10 mA; 2 – spina; 3 prese IP44; 4 – doppia macchina; 5 – linea scaldabagno; 6 – linea appartamento; 7 – quadro elettrico; 8 – messa a terra

Secondo le norme di sicurezza, tutti i lavori elettrici vengono eseguiti con l’alimentazione disattivata sul singolo quadro elettrico. Non collegare lo scaldacqua alla rete senza riempirlo di acqua. Non scaricare l’acqua da esso senza spegnere l’elettricità.

Caratteristiche del collegamento di uno scaldabagno a pavimento

Poiché un tale riscaldatore è installato sul pavimento, tutti i collegamenti ad esso non si trovano sul pannello inferiore, ma sul fondo della parete verticale laterale o posteriore. Nella vita di tutti i giorni, tali caldaie ad accumulo vengono utilizzate raramente, poiché le più piccole hanno un volume del serbatoio di 100-150 litri. Inoltre, occupano molto spazio e hanno molta energia, richiedendo seri requisiti per il cablaggio e l’automazione della sicurezza.

Il collegamento dell’acqua per i riscaldatori a pavimento è simile ai modelli a parete. A causa della potenza relativamente elevata, il collegamento alla rete deve essere effettuato esclusivamente tramite un pannello separato..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy