Scelta di accessori per porte interne

Sezioni dell’articolo



In questo articolo: hardware necessario e ausiliario della porta; tipi e caratteristiche delle cerniere delle porte; tipi di maniglie per porte interne; accessori ausiliari – finecorsa, chiavistello, chiudiporta; come scegliere accessori per porte interne.

Porte e accessori interni

Se la porta d’ingresso funge da barriera tra il mondo esterno e interno di appartamenti e case, le porte interne separano i locali comuni della famiglia dallo spazio personale di ciascun membro della famiglia – le famiglie con più di due persone non possono farne a meno. Naturalmente, puoi dividere visivamente i locali in cosiddette aree di lavoro, usando la luce, vari pavimenti ed elementi decorativi per questo, ma non sarà possibile nascondere completamente il tuo mondo personale dietro di loro. La porta interna stessa è un foglio rettangolare, le cui proprietà sono in gran parte determinate dall’hardware della porta.

Un millennio fa, gli accessori delle porte erano principalmente destinati alle porte d’ingresso: le porte interne e le serrature su di esse erano considerate un lusso eccessivo, il ruolo di una porta veniva spesso giocato da una sorta di tenda. Oggi, il compito degli accessori per le porte interne è quello di combinare il massimo comfort per i residenti e l’armonia con lo stile dell’anta e il design dello spazio abitativo nel suo insieme..

Porte interne

Contrariamente agli accessori delle porte anteriori delle porte interne, i suoi elementi sono visibili. Particolarmente sorprendente è la dissonanza degli elementi hardware a colori, sia tra loro che con il colore dell’anta della porta – per questo motivo, i produttori occidentali di hardware della porta offrono ai proprietari di case set completi realizzati nello stesso stile e colore..

Accessori per porte interne

Gli accessori moderni per le porte interne sono divisi in due gruppi – necessari, senza i quali sarà impossibile usare la porta e ausiliari, progettati per creare più comfort per i membri della famiglia. Nel primo gruppo ci sono cerniere e maniglie delle porte, nel secondo ci sono fermi corsa, chiudiporta e chiavistelli. Va notato che le serrature non appartengono all’hardware della porta..

Cardini della porta

Possono essere staccabili e monopezzo, sospesi (incernierati) e avvitabili, incernierati su un lato e universali.

Le cerniere staccabili sono molto più convenienti delle cerniere monoblocco: se necessario, porta un mobile ingombrante nella stanza o, in preparazione per la riparazione, l’anta delle porte con cerniere staccabili può essere rimossa dallo stipite e messa da parte. Esistono due tipi di cerniere della porta rimovibili: il perno di una metà della cerniera si innesta con la scanalatura dell’altra (ciascuna metà di tali cerniere è chiamata “scheda”) o due metà di una cerniera, dotate di alette, sono interconnesse da un perno assiale a scomparsa. L’anta, dotata di cerniere del primo tipo, può essere facilmente rimossa – basta sollevarla. Le cerniere con un perno assiale sono molto più difficili da scollegare, poiché nel corso degli anni di funzionamento sono deformate, il perno è parzialmente abraso – spesso, per rimuovere l’anta della porta, è necessario svitare i dispositivi di fissaggio di una delle metà della cerniera. Dopo questa operazione, le cerniere con il perno assiale dovranno essere sostituite con nuove – difficilmente saranno in grado di essere collocate nella loro posizione originale e l’affidabilità della connessione non sarà la stessa.

Cerniere staccabili

Le cerniere per porta a vite e basculanti si differenziano per design e metodo di fissaggio all’anta e allo stipite della porta. Le piastre metalliche delle cerniere aeree, per le quali è necessario ritagliare piccole scanalature all’estremità della porta e dello stipite, sono assenti nel design delle cerniere avvitate: ogni metà di esse è dotata di un perno rigidamente fissato e una vite, i fori sono praticati per i perni nello stipite e l’estremità della porta, quindi le viti sono avvitate. Il problema principale delle cerniere aeree, se non si tiene conto della loro eccessiva visibilità, è associato alla sostituzione in caso di rottura: è necessario cercare le cerniere, la cui forma e dimensione delle piastre coincidono con quelle precedentemente installate.

Cerniere avvitabili e sospese

Le cerniere universali ne consentono l’installazione sulla porta, indipendentemente dalla direzione di apertura dell’anta “verso se stessi” o “lontano da te”, ovvero hanno una specializzazione più ampia. D’altra parte, le cerniere universali non consentono la loro separazione ed è impossibile rimuovere l’anta senza smantellamento completo nel caso di queste cerniere..

Cerniera nascosta

doorknobs

Cosa raggiunge la nostra mano quando si apre o si chiude una porta? Naturalmente, per la maniglia della porta – è l’elemento più evidente e indispensabile per qualsiasi porta, le porte interne senza questo pezzo di hardware non possono essere aperte in alcun modo. Esistono tre tipi principali di design delle maniglie delle porte: fissi (maniglie di graffette), push (fermo) e maniglie a sfera (manopole).

Le maniglie fisse, il tipo più semplice e antico di ferramenta per porte, non hanno alcun collegamento con la serratura della porta, sono fissate sull’anta della porta in modo immobile e rigido. Per aprire o chiudere una porta con una maniglia fissa, devi solo afferrarla, tirarla verso di te o allontanarla da te. Per la loro forma, simile alla lettera “P”, le maniglie fisse sono chiamate “graffette”.

Maniglie per porte interne

Le maniglie delle porte a spinta sono dotate di una semplice chiusura a scatto – premendo su tale maniglia si spinge la levetta (bullone) del fermo fuori dalla fessura nello stipite e la porta si apre. Vale la pena rilasciare la maniglia e la molla spingerà indietro il fermo, riportando la maniglia nella posizione opposta. Le maniglie di tipo push utilizzano due opzioni di design: con piastre separate e solide. Nella prima versione, una striscia di rosa arrotondata montata tra la maniglia e l’anta non è collegata alla maniglia stessa ed è fissata con viti attraverso l’anta alla piastra sul lato opposto. Nella seconda versione, la piastra è molto più grande e ha una forma rettangolare con angoli arrotondati, oltre al foro per il perno quadrato, su cui sono fissate le maniglie e che collega le maniglie sui lati opposti della porta, c’è un foro per il cilindro della serratura (cilindro). Naturalmente, per le porte interne, le maniglie delle porte con sovrapposizioni di rosette separate sono più spesso utilizzate..

Maniglie delle porte a spinta

Il meccanismo a manopola funziona sullo stesso principio delle maniglie a leva, solo invece di premere queste maniglie è necessario girare. Esistono tre opzioni principali per i meccanismi di tali maniglie: scatto semplice, bloccaggio con fissaggio su un lato o con fissaggio e bloccaggio con una serratura di un design semplice. Va notato qui che in tutte le opzioni di fissaggio, viene bloccato solo il movimento della maniglia, ma il meccanismo di chiusura rimane libero, cioè con la maniglia bloccata, la porta può essere aperta usando un foro di piccolo diametro sotto la maniglia e un sottile ago da maglia o un cacciavite. Le manopole sono facili da installare e da usare, e le loro maniglie sferiche, affusolate o affusolate funzionano ugualmente bene con una varietà di stili interni. Tuttavia, prima di decidere di installare una maniglia a manopola, è necessario tenere conto del fatto che non sarà facile installare una maniglia della porta di un tipo diverso nel luogo in cui era stata precedentemente installata la maniglia a sfera: uno dei fori praticati nell’anta della maniglia della maniglia sarà di quasi 50 mm diametro.

Manopola

GOST 5089-97 si applica ai fermi a scatto delle maniglie a leva e delle manopole.

Raccordi ausiliari

cremonesi.Sono necessari per porte interne a doppia anta, servono per fissare la posizione di una delle ante. Il design dei bulloni è semplice: la linguetta viene spostata su e giù manualmente usando una maniglia corta. Vengono prodotti chiavistelli da incasso, da incasso e da infilare.

Bullone della porta

Stop o fermo di viaggio.È realizzato in metallo ed è progettato per creare un ostacolo all’anta della porta quando è completamente aperta; se installato correttamente, impedisce alla maniglia della porta di colpire il muro. Per evitare possibili graffi quando viene a contatto con il fermo dell’anta, il suo lato di contatto è dotato di un paraurti in gomma. A seconda del modello, i fermi corsa possono essere montati a pavimento o a parete.

Tappi per porte interne

Chiudiporta.Con il metodo di installazione, può essere superiore, piano e interno (telaio), in base al design: ginocchio e lineare. Progettato per l’assorbimento degli urti durante l’apertura e per la chiusura automatica. Le velocità di apertura e chiusura regolabili, di norma, accelerano la velocità di chiusura della porta nell’ultima fase per innestare la serratura. Alcuni modelli consentono di fissare l’anta in posizione aperta, il che è comodo quando si spostano mobili di grandi dimensioni. A seconda del rinforzo a molla, del peso e delle dimensioni dell’anta, esistono diverse classi di chiudiporta – da EN1 a EN7.

Chiudiporta in vetro

Come scegliere gli accessori per le porte interne

Il costo dei raccordi è determinato da due parametri principali: il materiale con cui è realizzato e la tecnologia di produzione. In altre parole, la complessità della tecnologia di produzione e il costo del materiale sono i criteri principali nella questione del prezzo. I raccordi più economici sono realizzati in plastica, legno, silicio e ottone, quelli più costosi sono in acciaio e leghe di bronzo..

La scelta di cardini.Quando si scelgono le cerniere, prestare attenzione alla dimensione dello spazio tra le due metà, piegandole l’una verso l’altra – idealmente, non dovrebbe esserci spazio. Per le porte interne che sono leggere, le cerniere in ottone lucido sono adatte: le cerniere con cromatura e nichelatura non sono resistenti ai graffi, inoltre cambiano colore nel tempo.

Cerniere di copertura per porte

doorknobs. Dovrebbero essere comodi e piacevoli al tatto, perché dovrai affrontarli per più di un anno. Il basso costo e la leggerezza di una maniglia della porta significano che la vernice si consumerà presto, la maniglia non è abbastanza forte e molto presto si romperà. Per una porta interna, è adatta una maniglia in ottone o acciaio, a cui sono applicati due o tre strati di vernice e vernice. Quando si sceglie, è necessario prestare attenzione ai marchi riconosciuti, tra cui l’italiano M.B.C. e Fuaro, Armadillo e Adept, Mandelli e Mariani, Hoppe ed Eco tedeschi, Jado e Shuring, le maniglie delle porte del produttore russo Apecs sono di buona qualità. Il costo delle maniglie delle porte a spinta per porte interne dipende dal materiale di fabbricazione e design. Le penne a manopola sono più economiche. Assicurarsi che la maniglia della porta soddisfi i seguenti requisiti: il suo movimento è regolare, senza alcuna difficoltà; il meccanismo riporta facilmente la lingua nella sua posizione originale quando la maniglia viene rilasciata dalla pressione; quando la maniglia viene ruotata di 25-30 °, la linguetta di bloccaggio va completamente all’interno.

Maniglia

spagnoletta.Se si prevede di installare un bullone su una porta del telaio con uno spessore del telaio fino a 25 mm, vale la pena scegliere un bullone sopraelevato che non richiede un collegamento nell’anta della porta – per chiusure incorporate e da infilare, è necessario tagliare le scanalature che indeboliranno la struttura della porta. Il fermo superiore sembra, ovviamente, troppo evidente, ma con prestazioni di alta qualità, è garantito per non ferire le dita durante l’apertura e la chiusura.

Scrocco sopraelevato

Fermaporta porta.Quando si sceglie questo elemento di hardware della porta, prestare attenzione allo spessore del metallo e alla striscia di gomma del paraurti: un corpo metallico sottile si romperà quando l’anta della porta viene colpita duramente, un cuscinetto sottile e non sufficientemente elastico danneggerà l’anta della porta.

Paraurti

Chiudiporta.La sua scelta si basa sul peso, sul materiale di fabbricazione e sulle dimensioni dell’anta per cui è destinata: più l’anta è più pesante e larga, più potente dovrebbe essere la chiusura della porta. Quando si sceglie un dispositivo più vicino, prestare attenzione a parametri tecnici come la velocità di chiusura della porta e la forza frenante all’apertura. Il valore del primo parametro determinerà se una persona avrà il tempo di attraversare la porta prima che la porta chiusa dal chiudiporta lo colpisca sul retro, dal secondo – se l’anta non toccherà il muro quando viene aperta con forza.

Chiudiporta

È più conveniente acquistare elementi hardware contemporaneamente alle porte interne, soprattutto se sono presenti più porte e hardware all’ingrosso richiesto, con sconti adeguati. In questo caso, l’installazione su ante può essere affidata al venditore e non cercare e pagare separatamente un appaltatore di terze parti.

Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Scelta di accessori per porte interne
Ristrutturazione del bagno per gli anziani: cosa devi considerare