La scelta di un lavandino in pietra artificiale

Avendo dedicato un articolo alla scelta dei lavelli in acciaio inossidabile, il nostro sito di consigli ha deciso di darti consigli utili sulla scelta di un lavandino in pietra artificiale per la tua cucina. Oggi è una scelta abbastanza popolare, poiché tali lavandini hanno molti vantaggi. Ma devi scegliere quello giusto, tenendo conto di vari criteri..

La scelta di un lavandino in pietra artificiale

La prima domanda che deve essere risolta prima di scegliere un lavandino in pietra artificiale è se sarà integrato, cioè un singolo insieme con il piano di lavoro o separato. Il portale ha già scritto sulle caratteristiche e le varietà di lavelli integrati per la cucina. Molto spesso, i proprietari scelgono ancora lavelli separati in pietra artificiale per i seguenti motivi:

  1. Prezzo. Sul piano di lavoro, puoi risparmiare denaro scegliendo l’opzione più economica: il truciolato. E scegli un lavandino più status, fatto di pietra artificiale. La versione integrata risulta significativamente più costosa.
  2. Sostituzione possibile. Un lavabo separato è molto più facile da sostituire quando necessario rispetto a un lavabo completamente integrato.

La scelta di un lavandino in pietra artificiale

La seconda domanda è la composizione del lavandino. La pietra artificiale può essere diversa. I modelli più durevoli sono realizzati in un rapporto di almeno l’80% di trucioli di granito e il 20% di leganti, resine polimeriche. Questi lavandini sono molto difficili da graffiare. Se ci sono più polimeri nella composizione, la qualità del lavandino è già in discussione. Inoltre, anche la pietra artificiale realizzata con trucioli di marmo o quarzite ha una resistenza inferiore a quella realizzata sulla base del granito. Pertanto, questo momento deve essere chiarito prima dell’acquisto.

Importante! I lavandini più economici sono realizzati in pietra acrilica con vari additivi. Ma sono anche i più fragili, hanno paura delle pentole calde, si graffiano facilmente..

La terza domanda è forma, dimensione, colore. Questo è molto individuale. Tutto dipende dalle esigenze dei proprietari. Qualcuno ha bisogno di un folto boschetto per riempire pentole e una varietà di piatti, qualcuno sceglie modelli con due ciotole, rotondi, ovali, quadrati, lavandini rettangolari, angolo … La scelta è molto ampia.

La scelta di un lavandino in pietra artificiale

Per quanto riguarda il colore, le tonalità della pietra naturale sono di tendenza. Questo è comprensibile, perché voglio che il lavandino appaia naturale, sia il più simile possibile al granito o al marmo..

Importante! Se la scelta è caduta su un lavandino in pietra artificiale, il mixer deve abbinarlo. Non scegliere rubinetti in acciaio cromato, è necessario privilegiare i rubinetti in ceramica che corrisponderanno al colore del lavandino scelto.

La scelta di un lavandino in pietra artificiale

La quarta domanda è la superficie. Dovrebbe essere il più denso e fluido possibile. In questo caso, il calcare e lo sporco non rimarranno nella ciotola, sarà molto più facile prendersene cura. Allo stesso tempo, la levigatezza della superficie non dovrebbe essere garantita aumentando il contenuto di resine polimeriche nella pietra artificiale, come già accennato in precedenza. Le moderne tecnologie consentono di realizzare una pietra artificiale con sfere microscopiche di ceramica non più grandi di 90 micron. Questa è un’opzione che sarà ottimale in termini di prestazioni..

La scelta di un lavandino in pietra artificiale

La quinta domanda è il produttore. Secondo gli esperti, oggi sul mercato ci sono molti falsi e lavandini compositi di bassa qualità, che non dureranno a lungo. Devi scegliere marchi comprovati. Tra questi c’è il produttore tedesco Schock, nei cui gusci il contenuto di trucioli di granito raggiunge l’85%. Inoltre, i produttori tedeschi Franke, Teka e Blanco, il marchio internazionale Longran, i lavelli domestici di GranFest e Poligran-M hanno una buona reputazione..

Per quanto riguarda il prezzo di un lavandino in pietra artificiale, dipende dalla composizione del materiale, dal produttore, dalle dimensioni. In media, la fascia di prezzo va da 5 a 9 mila rubli.

Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: