È possibile posare il gres porcellanato sulle pareti: pro e contro

Sezioni dell’articolo



Nonostante il gres porcellanato sia un materiale di finitura piuttosto pesante e peculiare, la sua posa su pareti non è rara. Ti diremo come implementare correttamente tale idea e garantire alta qualità e durata della finitura.

È possibile posare il gres porcellanato sulle pareti: pro e contro

Qual è la peculiarità di lavorare con il gres porcellanato

Le piastrelle antiscivolo o il gres porcellanato hanno la massima somiglianza con i materiali di finitura di classe eco grazie alla loro alta densità e aspetto naturale. La popolarità dell’uso del gres porcellanato nella decorazione d’interni è dovuta alla sua elevata somiglianza con i materiali naturali, in particolare c’è una somiglianza visiva con il marmo e l’arenaria levigata. L’alto valore estetico del gres porcellanato è attribuito sia all’eccellente solidità del colore sia alla consistenza della geometria, garantita dalla rettifica dei bordi..

È possibile posare il gres porcellanato sulle pareti: pro e contro

Molti piastrellisti consideravano il gres porcellanato un materiale nobile e molto degno, ma allo stesso tempo la sua installazione richiede abilità elevate. A differenza delle piastrelle, il gres porcellanato ha uno spessore significativo, che si riflette in un aumento significativo del peso dello strato di finitura. Se, quando si posa sul pavimento, questo fattore non ha davvero importanza, il rivestimento delle pareti richiede un approccio più attento. Da un punto di vista tecnico, è richiesto:

  • uso di tipi speciali di colla;
  • corretta preparazione della base;
  • fissaggio temporaneo di piastrelle fino alla fissazione della colla;
  • attrezzatura speciale per taglio e rettifica.

C’è un altro aspetto della questione: quello estetico. Il gres porcellanato viene posato sul pavimento in modo per lo più senza soluzione di continuità, il che non è sempre appropriato per la decorazione murale. L’esatta forma delle piastrelle richiede un’attenta regolazione e allineamento: se la smussatura sulla piastrella aiuta a smussare i difetti di installazione e le deviazioni dalle dimensioni, quindi i bordi idealmente e precisi del gres porcellanato non solo devono essere allineati con precisione, ma anche per strofinare correttamente le cuciture. Per questi motivi, non tutti i tipi di trame sono adatti per il rivestimento di pareti interne. La priorità dovrebbe essere data alle superfici carteggiate, lucidate e a getto d’acqua.

È possibile posare il gres porcellanato sulle pareti: pro e contro

Quale formato di pietra è meglio usare

Le piastrelle di ceramica hanno dimensioni limitate a causa della deformazione e del restringimento durante la ricottura. Per il gres porcellanato, il concetto di calibro è assente in quanto tale; di conseguenza, è realizzato in tutte le possibili variazioni di dimensioni e proporzioni. Scegliere tra tutta questa varietà non è così facile da realizzare, è necessario cercare l’approccio giusto.

Una delle opzioni è lo stesso tipo di rivestimento per pareti e pavimenti. In tali casi, è molto conveniente concentrarsi sul formato del gres porcellanato posato su un piano orizzontale. Quindi, se il pavimento è coperto con lastre di 60×60 cm, per le pareti si consiglia di utilizzare le stesse dimensioni complessive, ma già con un rapporto di aspetto di 2: 1 o 3: 1, ovvero 20 o 30 cm di larghezza.

È possibile posare il gres porcellanato sulle pareti: pro e contro

Se hai intenzione di posare il tuo gres porcellanato, è meglio dare la preferenza alle piastrelle con il formato più “conveniente”. Le mani di un dilettante affronteranno con sicurezza pietre di medie dimensioni – da 20 a 45 cm di larghezza e fino a 80 cm di lunghezza.Le piastrelle troppo piccole causeranno difficoltà di livellamento e il gres porcellanato di grandi dimensioni richiederà dispositivi speciali per la presa e il fissaggio temporaneo.

Per i pavimenti, lo spessore consigliato del gres porcellanato è di almeno 8 mm, per le pareti non esistono restrizioni. Anche con uno spessore di 3 mm, questa finitura presenta un’eccellente resistenza agli urti e ai carichi statici, tuttavia l’uso di piastrelle troppo sottili può danneggiare le piastrelle durante il taglio e la manipolazione con mani inesperte. L’intervallo ottimale di spessore del gres porcellanato per pareti è di 5-10 mm, le pietre più spesse necessitano di fissazione temporanea e posa sequenziale di file con lunghi intervalli di tempo necessari per l’adesione degli elementi sottostanti alla base.

È possibile posare il gres porcellanato sulle pareti: pro e contro

Tipi adatti di basi per cuscinetti

Non tutte le pareti e le pareti possono essere rivestite in gres porcellanato. Il principale fattore di idoneità per questo tipo di finitura è la presenza di capacità portante aggiuntiva, paragonabile al peso della piastrella e dello strato adesivo. Inoltre, la stabilità delle fondamenta dovrebbe essere presa in considerazione – qui giocano un ruolo sia la stabilità sismica che la tendenza del materiale stesso ad espandersi linearmente sotto l’influenza di fattori esterni. Il terzo criterio per l’idoneità del substrato è l’adesione, ma può quasi sempre essere migliorato con una preparazione aggiuntiva.

È possibile posare il gres porcellanato sulle pareti: pro e contro

Quasi tutte le strutture che racchiudono hanno una capacità portante sufficiente. Le eccezioni sono le pareti fatte di pannelli sandwich, così come le pareti del telaio con rivestimento in lamiera senza rivestimento interno in pietra. Un’ulteriore limitazione per la posa del gres porcellanato è il regime di temperatura dell’edificio: all’interno dell’intervallo di temperatura determinato dal produttore della colla deve essere mantenuto, in media va da +10 ° C a +35 ° C.

È possibile posare il gres porcellanato sulle pareti: pro e contro

Separatamente, si dovrebbe dire delle false pareti, rivestite con pannelli di fibra di gesso o pannelli d’acqua. La loro planarità, stabilità e aderenza non causano alcun problema, ma ci sono problemi nel garantire una capacità portante sufficiente. Per il gres porcellanato, la costruzione di un sottosistema di telaio è richiesta da un profilo con uno spessore di metallo di almeno 0,6 mm e una maggiore densità di elementi a cremagliera – non più di 40 cm. L’uso di profili a soffitto (CD) come scaffali a telaio è inaccettabile. Per il rivestimento, solo gradi resistenti all’umidità di cartongesso e cartongesso con uno spessore di almeno 16 mm con una densità di fissaggio di almeno 30 viti per m2.

Preparazione della superficie

La tecnica generale per la preparazione delle pareti per il rivestimento con il gres porcellanato è la stessa di prima della posa di piastrelle di ceramica. Ci sono solo alcuni punti chiave, in generale, sono in corso lavori per correggere la geometria e migliorare l’adesione.

A seconda del materiale dello strato di base, vengono utilizzati diversi metodi di livellamento. Per la muratura in mattoni e blocchi, il livellamento con intonaco di cemento o gesso lungo i fari è ottimale. È molto importante che i solchi lasciati dopo la rimozione dei fari siano riempiti con materiale il più omogeneo possibile con il rivestimento del muro principale. La tolleranza di allineamento non è superiore a 2 mm / m e non superiore a 4 mm nel piano generale della parete.

È possibile posare il gres porcellanato sulle pareti: pro e contro

Per le pareti in legno, è possibile raccomandare il livellamento con rivestimento in lamiera di cartongesso, cartongesso o LSU, a seconda del regime climatico dell’edificio e delle caratteristiche del design. Il montaggio della falsa parete è necessario per compensare il restringimento del legno, la tecnologia del lavoro è stata descritta sopra. È anche possibile allinearsi con pannelli compositi a base di schiuma EPS o PU, ma solo se è tecnicamente necessario fornire ulteriore isolamento termico e acustico.

Assolutamente tutte le superfici devono essere depolverate e innescate prima della posa. In generale, si consiglia di utilizzare un primer acrilico dispersibile all’acqua, preferibilmente dello stesso produttore della miscela adesiva. Per l’applicazione su cartongesso, devono essere utilizzati composti a penetrazione profonda che aumentano l’assorbenza e l’adesione; per le pareti intonacate, sono adatti i primer di rinforzo che non riducono la porosità.

Incollaggio: processo e selezione ottimale della colla

Quando si posa su pareti, è meglio unire il gres porcellanato con giunti a vista con uno spessore di circa 2-3,5 mm. Negli angoli, l’attracco viene eseguito con una bava, che richiede un tagliapiastrelle elettrico con un cerchio del tipo appropriato. I tagli dritti per la fabbricazione di accessori ordinari vengono eseguiti comodamente su un tagliapiastrelle manuale progettato per lavorare con il gres porcellanato. Da altri strumenti, avrai bisogno di un mixer, di incroci a distanza, di zeppe e di un raschietto per pulire le cuciture. La colla viene applicata con una spatola a pettine e poiché il concetto di calibro non si applica al gres porcellanato, l’altezza del dente non dipende dalle dimensioni e dallo spessore delle piastrelle e in media 8-10 mm. L’allineamento della creamogranite sulle pareti viene effettuato solo con l’aiuto di un plotter laser assiale, confronto di piastrelle adiacenti – con l’aiuto di un righello curvo.

È possibile posare il gres porcellanato sulle pareti: pro e contro

La gamma di adesivi per il gres porcellanato è piuttosto ampia. Ci sono entrambe opzioni inutilmente costose per miscele con qualità opzionali (resistenza all’acqua, resistenza al gelo) e composizioni francamente economiche con una concentrazione chiaramente sottovalutata del legante polimerico. La soluzione corretta sarebbe quella di utilizzare la colla di un fornitore fidato, come Ceresit CM 11, o il più economico Elast domestico “Moment”. Marchi speciali di colla per gres porcellanato, come “Litokol” o UNIS, non giustificano sempre i loro costi, si consigliano miscele con un alto contenuto di elasticizzanti se la fiducia nella qualità di adesione alla base è insufficiente, nonché quando si posano pietre con un formato superiore a 45×45 cm.

È possibile posare il gres porcellanato sulle pareti: pro e contro

In generale, la tecnica di posa del gres porcellanato ha molto in comune con il rivestimento con piastrelle ordinarie, sebbene differisca per requisiti più rigorosi per la qualità del livellamento. Inoltre, è possibile notare una serie di punti che sono obbligatori:

  1. La colla viene applicata al muro con una spatola a pettine, mentre il retro della piastrella viene accuratamente pulito con una spatola piatta, lasciando uno strato minimo di miscela.
  2. La fila di partenza è disposta lungo una rotaia di guida rigida fissata vicino al muro.
  3. Quando si posano piastrelle di peso superiore a 8-10 kg, devono essere temporaneamente fissate. Di solito viene eseguito con morsetti paralleli fissati alla parete sopra la linea di rivestimento..
  4. I giunti tra le piastrelle vengono puliti immediatamente e alla massima profondità;
  5. È incoraggiato l’uso di sistemi di livellamento delle piastrelle.
Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy