Suggerimenti per la scelta dei filtri per l’acqua

La scelta di un filtro per molti di noi si trasforma in un vero problema! Che cosa dovrebbe essere guidato, spesso non possiamo rispondere, a volte la scelta è dovuta a pubblicità brillante, design del prodotto e non reali vantaggi.

Nel frattempo, la qualità dell’acqua del rubinetto, anche in una città, ad esempio Mosca, in diverse regioni differisce nettamente.

Certo, sogniamo “filtri universali” che purifichino contemporaneamente l’acqua da tutti i componenti dannosi. Ma quali impurità dannose sono presenti nella nostra acqua è sconosciuta.

Qualsiasi acqua, a seconda della fonte del consumo d’acqua: per qualcuno è l’acqua del rubinetto comunale nell’appartamento, per altri è l’acqua di un pozzo artesiano o di un pozzo nel paese, qualcuno usa l’acqua di sorgente, in ogni caso l’acqua ha le sue specifiche … Pertanto, l’apparecchiatura di filtrazione deve essere selezionata principalmente in base alle caratteristiche dell’acqua e allo scopo di utilizzare il filtro..

Esistono requisiti di SanPiN 2.1.4.1074-01 sulla concentrazione massima ammissibile di elementi nell’acqua. Quando si sceglie il trattamento dell’acqua, si può essere guidati sia dagli standard SanPiN pertinenti sia dai propri desideri. Ad esempio, le persone che soffrono di urolitiasi preferiscono bere acqua distillata, che non contiene sale e installare filtri che li puliscono completamente..

Una certa qualità dell’acqua “all’uscita” a seguito della filtrazione può essere ottenuta conoscendo solo quale acqua era “all’ingresso” prima del trattamento.

Innanzitutto, diciamo, sulle sostanze comuni presenti con diverse concentrazioni “all’ingresso” e nell’acqua del rubinetto, e in un pozzo, in un pozzo artesiano e in una sorgente. Quindi, passiamo agli elementi specifici che sono caratteristici, ad esempio, dell’acqua di rubinetto, ma che non sono contenuti nell’acqua di un pozzo artesiano. Descriveremo anche in che modo il contenuto in eccesso o minimo di determinate sostanze influisce sulla salute e sulla qualità dell’impianto idraulico, degli elettrodomestici.

Gli indicatori che definiscono la scelta di un filtro sono: durezza, ferro, ossidabilità al permanganato, pH, manganese. Le puliscono principalmente.

Numerosi elementi: fosfati, nitriti, fluoruri, composti di cloro attivo, acido solfidrico, particelle meccaniche, prodotti petroliferi sono caratteristici solo di questa fonte di consumo di acqua. Naturalmente, la concentrazione degli elementi sopra è diversa in ciascun caso..

Nel libro “Angelica”, un vecchio leader indiano ha insegnato ad Angelica a definire l’acqua: che è utile, che è dannoso. Quindi questa è la definizione che l’indiano ha dato all’acqua pura e sana – idealmente corretta, idealmente buona: “Se l’acqua ha un sapore duro, non può essere buona”.

Esistono diversi indicatori che sono essenziali per determinare acqua buona o acqua cattiva. Primo: rigidità.

L’indiano aveva ragione: “l’acqua dura non può essere buona”, ma neanche l’acqua molto dolce può essere buona. L’acqua dura ha un cattivo sapore, contiene troppo calcio. Il livello ottimale di durezza in acqua dovrebbe essere 1,5-2 mEq / l.

La durezza superiore a 4,5 mg-eq / l comporta un accumulo intenso di sedimenti nel sistema di approvvigionamento idrico e negli impianti idraulici, la scala risultante interferisce con il funzionamento degli elettrodomestici La probabilità di una crescita eccessiva del tubo con depositi di calce aumenta, vale a dire che diminuisce la durata prevista della tubazione. I sali di durezza, depositati nei sistemi di riscaldamento e di fornitura di acqua calda, portano a sovraccarichi energetici e disabilitano in anticipo le caldaie.

La durezza può essere carbonata e non carbonatica – è anche chiamata temporanea e permanente. C’è un modo per rimuovere la durezza temporanea, nota a ogni casalinga, che bolle. Naturalmente, tale purificazione risolve molti problemi, ma ne crea anche altri. È sufficiente far bollire l’acqua in modo che il bicarbonato di calcio si decomponga con il rilascio di anidride carbonica e la precipitazione del carbonato di calcio. Osserviamo questo processo ogni giorno in teiere..

Ma quando bolle, l’aspetto dei piatti si deteriora, si formano forme in scala sugli elementi riscaldanti, il che riduce significativamente la durata del loro lavoro.

L’uso costante di acqua con maggiore durezza porta all’accumulo di sali nel corpo e, in definitiva, alla malattia articolare (artrite, poliartrite), alla formazione di calcoli nei reni, nella cistifellea e nella vescica. In acqua dura, il sapone peggiora, aumenta il consumo di detersivo.

Una delle opzioni per stabilizzare la durezza, prevenendo i depositi di calcio sui tubi, può essere uno speciale trattamento magnetico dell’acqua, questi sono filtri speciali (mediaagone). Sebbene gli esperti raccomandino di utilizzare questi dispositivi non al posto dei tradizionali ammorbidenti, ma insieme a loro.

L’acqua molto dolce è pericolosa tanto quanto l’acqua eccessivamente dura. Il più attivo è l’acqua dolce. L’acqua eccessivamente dolce è in grado di eliminare il calcio e le sostanze organiche benefiche dalle ossa, compresi i batteri benefici. Una persona può sviluppare il rachitismo, se bevi tale acqua dall’infanzia, le ossa fragili diventano in un adulto. L’acqua con una durezza inferiore a 0,5 mg-eq / l è corrosiva per tubi e caldaie ed è in grado di lavare i depositi nei tubi che si accumulano durante il lungo ristagno di acqua nei sistemi di approvvigionamento idrico. Questo porta a cattivi odori e sapori nell’acqua..

Tuttavia, l’acqua normalmente addolcita viene immessa appositamente nel circuito dell’acqua calda per prolungare la durata della caldaia..

Anche l’acqua di ferro non può essere utile. Il contenuto di ferro nell’acqua superiore allo standard contribuisce all’accumulo di sedimenti nel sistema di approvvigionamento idrico, colorazione intensiva delle apparecchiature idrauliche. Il ferro conferisce all’acqua un colore bruno-rossastro sgradevole, ne altera il gusto, provoca lo sviluppo di batteri di ferro, la sedimentazione nelle tubazioni e il loro intasamento.

L’alto contenuto di ferro porta a effetti negativi sulla pelle. Durante il lavaggio con acqua dura, sulla pelle si forma un film di sale di calcio insolubile, che provoca irritazione.

Il ferro dovrebbe essere al livello di 0,2-0,3 mg-eq / l, ma se esiste un limite inferiore per il calcio, non esiste un limite per il ferro. Più basso è il contenuto di ferro nell’acqua, migliore è la qualità dell’acqua e per il corpo. Riceviamo abbastanza ferro da mele, pompelmi, arance. Cioè, il cibo ci fornisce ferro e l’acqua può essere completamente priva di ferro. Il limite superiore di ferro in acqua è 0,3 mg-eq / l.

Esiste un tale indicatore di acqua, ossidabilità del permaganato. Indica la quantità di ossigeno che può assorbire l’acqua, l’ossigeno va solo all’ossidazione della materia organica. La norma di Sanpin è di 5 mEq / l, tuttavia, a una concentrazione superiore a 2 mEq / in acqua, è presente una quantità sufficiente di impurità organiche.

La materia organica è un ottimo agente formatore di scorie, la materia organica può causare alcuni odori, ma in generale è soggettiva, qualcuno beve e dice “Non sento nulla”. Se c’è molta materia organica, si formano scorie con i metalli. Molti sottoprodotti, come i pesticidi.

Quindi i filtri domestici (iodio, cloraminico, argento) possono ridurre il numero di batteri nell’acqua, nella migliore delle ipotesi rimuovere anche i componenti organici (filtri a carbone Rodnichok).

Un altro elemento significativo dell’acqua è il pH (pH). Se il pH è inferiore a 6,5-6,6, può verificarsi corrosione del tubo. A proposito, nell’acqua piovana, il pH è 5,5 ed è vicino al pH della pelle sana..

Quindi, purificano principalmente da durezza, materia organica, ferro, ripristinano il pH e il contenuto di manganese.

Parlando di elementi specifici dell’acqua, possiamo nominare i composti del cloro. L’acqua del rubinetto viene disinfettata per clorazione. Ma in presenza di una grande quantità di materia organica, è possibile la formazione di composti organoclorurati estremamente dannosi, in particolare la diossina. Di conseguenza, tale acqua richiede l’eliminazione del cloro libero..

I pozzi artesiani e l’acqua del rubinetto possono contenere una grande quantità di particelle fini (sabbia, argilla, ruggine). Tali impurità meccaniche hanno un impatto significativo sulla durata e sulle prestazioni degli impianti idraulici (miscelatori a base di cermet, tubi, vasche da bagno, servizi igienici, cabine doccia).
Le attrezzature di filtrazione sono selezionate in base alla concentrazione di particelle sospese con la loro distribuzione per numero e dimensioni. In particolare, maggiore è la concentrazione, più potente deve essere il filtro del sedimento. Il valore medio delle particelle sospese è di circa 9-10 mg / l, nel caso di questa concentrazione non è necessario un filtro per sedimenti.

Quindi, alcuni elementi dovrebbero essere rimossi a zero (ferro), altri dovrebbero essere lasciati entro i limiti appropriati (calcio-50 mEq / l).

Per selezionare un filtro, oltre alle informazioni sulla qualità dell’acqua, è necessario determinare con precisione a quale scopo viene utilizzato il filtro. Può essere utilizzato solo per la depurazione dell’acqua potabile, in questo caso, è necessario scegliere filtri di depurazione profonda, e possibilmente un’applicazione più ampia, per scopi domestici: per innaffiare un giardino, per una piscina, per l’impianto idraulico, quindi sono necessari filtri per sedimenti.

Se decidi di scegliere un filtro per uso domestico, è importante sapere quanti punti di prelievo ci sono nella casa, nell’appartamento, per essere sicuri del numero di residenti e, naturalmente, sapere che tipo di acqua era “all’uscita”. Questi tre requisiti consentono di scegliere il sistema di filtraggio più favorevole.

Osservando tutte le condizioni menzionate in precedenza, puoi scegliere il filtro più adatto, ma dipende comunque da te.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy