Riparazione di tubi

Parleremo della revisione della conduttura in un’altra sezione e ora ci concentreremo sull’eliminazione del danno locale e sulle misure preventive per proteggere le tubazioni. In generale, la riparazione dei tubi è la più grave di quelle che possono verificarsi nel tuo appartamento. A questo proposito, sin dall’inizio, dobbiamo avvertirti delle difficoltà di autoriparare i tubi e le loro connessioni. Se, di norma, è ancora possibile utilizzare acqua e uno scarico se una o un’altra parte dell’attrezzatura idraulica è danneggiata, allora in questo caso è una rarità. Se uno qualsiasi dei tubi è danneggiato, almeno un punto d’acqua smette di funzionare normalmente. Ad esempio, un sifone ha iniziato a fuoriuscire sotto il lavello della cucina – questo è tutto, fino a quando lo scarico non viene riparato – non si apre il rubinetto, non si lavano i piatti, solo l’acqua potabile può essere accuratamente disegnata. Se il tubo che fornisce acqua alla tazza del gabinetto è danneggiato, dovrai sempre avere a portata di mano un secchio pieno d’acqua per il lavaggio.

Il problema più grande si verifica quando i tubi oi radiatori del sistema di riscaldamento sono danneggiati, quando, oltre a tutti i problemi associati alla rottura dei tubi, il freddo artico prende gradualmente il controllo del tuo appartamento … Ricordi quanti tipi di tubi ci sono in condizioni moderne. Ognuno di essi ha le sue caratteristiche e nella riparazione, che non possono essere ignorati. Nella riparazione di tubi, importa anche che tipo di tubo è, quale compito svolge. Ad esempio, è possibile correggere una perdita in un sifone di plastica incrinato o addirittura in un tubo di scarico in metallo. Se l’acqua calda di riscaldamento inizia a fluire, no, il cemento non aiuta qui, e il materiale non svolge alcun ruolo qui. Dovremo spegnere il riscaldamento e saldare il tubo o la batteria, e possibilmente sostituirlo. La forza della pressione di alimentazione è troppo grande. Ma torniamo alla prima opzione, quando puoi chiudere il dispositivo idraulico di scarico nel modo più semplice, senza sforzo serio e in un breve periodo di tempo..

Un ottimo modo, meraviglioso e non ancora noto a tutti. I segreti dell’idraulica sono attentamente custoditi dai professionisti, ma a volte ne condividono alcuni. Quindi cemento. Ma non solo. Inoltre (non allarmarti, per favore) avrai bisogno anche di collant. E non necessariamente “Levante” o “Grace”. Al contrario, più semplice è, meglio è. Qui la bellezza è diversa. Affidabilità. Chiedi a tua nonna, moglie, suocera per bene, ma già inutili collant di nylon – quelli con un buco. Vi sono gentilmente forniti. Prendi qualche manciata media di cemento bianco normale o – meglio – bianco e diluiscilo con un po ‘d’acqua fino a quando non diventa una sospensione piuttosto sottile. Immergi a fondo i collant nella soluzione in modo che la soluzione li satura fino in fondo e, stringendoli un po ‘, avvolgili attentamente intorno al punto che perde. Inutile dire che l’acqua deve essere chiusa in questo momento. Potresti aver visto i giocatori di hockey avvolgere del nastro adesivo attorno al gancio di un bastone. È lo stesso qui – stretto e sovrapposto, senza lasciare il minimo spazio, avvolgere gradualmente il materiale isolante sul luogo del danno. Inizia a avvolgere da una distanza di 15-20 cm dal punto di perdita e, dopo averlo passato in due o tre strati, avvolgi anche il tubo lungo la sua ulteriore lunghezza, anche 20 centimetri.

Successivamente, è necessario lasciare asciugare completamente il tubo, il che richiederà almeno 12 ore e preferibilmente un giorno. Non puoi usarlo per un canale di scarico. Pertanto, è meglio effettuare tali riparazioni la sera, dopo aver precedentemente raccolto una quantità sufficiente di acqua in secchi e pentole. Credimi, un tubo riparato in questo modo può servirti per più di una dozzina di anni. Se possibile, prova a dipingere la zona di avvolgimento con pittura ad olio, questo rafforzerà ulteriormente il tuo impianto idraulico. Naturalmente, non è consigliabile effettuare tali riparazioni sui giunti dei tubi. Spieghiamo perché. Se è necessario smontare la tubazione per qualche altro motivo, è improbabile che sia possibile farlo senza danneggiare i filetti o altri componenti dei tubi. È difficile staccare il rivestimento in nylon-cemento senza danneggiare il tubo. Fortunatamente, se hai intenzione di cambiare l’intera pipeline. E se – solo un componente? Qualche tipo di connessione locale? Non cercare di eliminare in questo modo una perdita in una tubazione a pressione costante dell’acqua: la guarnizione si romperà inevitabilmente, non è progettata per la pressione che fornisce acqua ai nostri appartamenti, una riparazione del genere serve solo per lo scarico. I tubi di scarico non sono soggetti a forti pressioni, quindi puoi essere sicuro dell’affidabilità del cerotto in nylon-cemento. Eppure, nonostante questi avvertimenti, questo semplice metodo è molto, molto buono, soprattutto perché il danno per il quale può essere utile si verifica abbastanza spesso..

Un altro modo più comune e perfetto è quello di sigillare gli incavi dei tubi di ghisa con cemento amianto. Il principio di riparazione è lo stesso, solo la fibra di amianto mescolata con il cemento Portland svolge il ruolo di nylon. Chiarimento necessario: il grado di cemento non deve essere inferiore al 400 °. Inoltre, è necessario sapere: la sigillatura delle prese inizia con l’applicazione preliminare di un fascio tarato di canapa di tale spessore sul luogo delle connessioni dei tubi, in modo che sia sufficiente per chiudere lo spazio nella presa. Considereremo più in dettaglio la tecnologia di questo processo nella sezione: “Funzionalità di revisione”.

Per questo tipo di riparazione, è possibile utilizzare cemento in espansione speciale e persino zolfo. In tutti gli esempi forniti, è necessario prestare attenzione al fatto che il materiale da incorporare di base perde molto rapidamente le sue proprietà a causa dell’essiccazione. Pertanto, si consiglia di prepararlo immediatamente prima dell’uso. Un modo meraviglioso per “trattare” un buco in un tubo di metallo è il seguente. Innanzitutto, chiudi l’acqua. Successivamente, armati di un martello e un punzone centrale per la punzonatura del metallo e con colpi delicati e precisi, espandi il minuscolo foro in modo da poter avvitare un bullone d’acciaio di diametro adatto. Il foro può essere allargato con un trapano. Prendi un trapano a mano non elettrico e perfora un foro dritto, quindi tocca il foro con un rubinetto e avvita il bullone abbastanza in profondità con una chiave inglese o una chiave regolabile. Se le condizioni lo consentono, non essere troppo pigro per coprire ulteriormente il sito di riparazione con uno strato uniforme di pittura ad olio o un materiale adatto per vernice e vernice. Preferiremmo la saldatura convenzionale al metodo esistente di riparazione dei tubi usando un panno di vetro impregnato di adesivo epossidico. Tuttavia, puoi saldare un tubo a casa da solo solo con le ultime attrezzature importate, i nostri dispositivi di saldatura sono ancora tutt’altro che ideali. Tutto andrebbe bene, ma la saldatrice è molto pesante, quindi sorgono così spesso difficoltà con la saldatura – chi dovrebbe trasportarlo? Da dove? Eccetera. Tutto ciò solleva domande alle quali non possiamo trovare una risposta, quindi ci concentreremo su un problema più semplice..

Come riparare un tubo senza usare una saldatrice? Facciamo subito una prenotazione: in alcuni casi, tali riparazioni senza saldatura saranno temporanee, questo deve essere tenuto presente. L’intero punto, ancora una volta, è nella forza della pressione a cui sono esposte le singole sezioni del sistema idraulico. Quindi, una sorta di bendaggio realizzato in gomma tecnica, fibra di vetro, avvolto in un pezzo uniforme di metallo sottile e piegato, può essere applicato al punto di fuoriuscita di un tubo di ghisa. La fascia è fissata con un filo spesso, che deve essere attorcigliato con una pinza, e quindi con uno strumento di metallo, ad esempio un chiodo da 100 mm solo con un punto smussato, inserito nello spazio nel fascio di fili. Ruotando il cancello di metallo su un lato, tirare le piastre di metallo in modo uniforme e saldo. È necessario farlo in due o tre punti lungo la lunghezza della piastra..

Un altro modo per comprimere la placca di metallo è usare cerchi con bulloni, che stringono perfettamente la benda installata. Al termine del serraggio, rimuovere il filo o i cerchi con i bulloni: hanno fatto il loro lavoro. L’aspetto del tubo riparato può essere visto in fig. 1.

Figura. 1. Bendaggio su un tubo metallico:
1 – tubo; 2 – fibra di vetro; Gomma a 3 fogli; 4 – cinturino metallico.

Un’altra opzione per lo stesso metodo di riparazione è installare un morsetto in acciaio con una guarnizione di gomma sotto di esso sul punto danneggiato (Fig. 2).

Figura. 2. Un morsetto nel punto di danneggiamento del tubo metallico:
1 – dado; 2 – bullone o vite; 3 – lamiera aggraffata; 4 – guarnizione di gomma; 5 – tubo difettoso.

Il serraggio, come per qualsiasi riparazione del tubo, deve essere effettuato con acqua bloccata. Altrimenti, l’acqua sotto pressione premerà sul morsetto o sulla fascia ancora allentati, il che impedirà sicuramente la loro installazione stretta. In alcuni casi, quando non è possibile eseguire riparazioni più gravi, è consentito eliminare la perdita con un pezzo di gomma tecnica e una staffa metallica (Fig. 3).

Figura. 3. Staffa metallica per il fissaggio del gommino.

Dopo aver bloccato l’acqua con una valvola, mettere una guarnizione di gomma sulla perdita, posizionare una staffa in alto e serrarla bene con un bullone. Con l’aiuto di colla e fibra di vetro, il tubo metallico viene riparato come segue (Fig. 4). Nel luogo del danno (una sezione di uno dei tubi o alla giunzione di due tubi), viene applicato un nastro in fibra di vetro impregnato di colla epossidica. La colla epossidica viene applicata con una spatola, con una leggera pressione della colla nel materiale in modo che sia ben saturata con esso.

Figura. 4. Applicazione sulla superficie danneggiata del tessuto di vetro impregnato di adesivo epossidico:
1 – tubo; 2 – fibra di vetro; k – luogo di applicazione della colla.

La larghezza del nastro in fibra di vetro deve corrispondere al diametro del tubo da riparare. Una misura necessaria è preparare la superficie danneggiata per la riparazione: usando una spazzola di metallo, è necessario pulire il tubo dalla ruggine e da tutti i tipi di corpi estranei, quindi, come al solito durante l’incollaggio, è necessario trattare la superficie con acetone per sgrassarla. Questo è spesso trascurato, ma invano. Alcune persone pensano che la colla farà comunque il trucco. Questo è un errore La superficie da incollare deve essere completamente pulita – solo in questo caso è possibile ottenere il massimo effetto. Proprio come quando si applica una benda di gomma, la fibra di vetro è fissata sopra con un nastro metallico. Si noti che con questo tipo di riparazione, il processo di asciugatura è più lungo – a temperatura ambiente ci vorranno almeno due giorni. Se, durante la riparazione di tubi metallici, ti trovi spesso a seconda delle utility (purtroppo, questo è il caso), allora con i tubi di plastica è molto più facile. Qui non devi nemmeno preoccuparti di armeggiare con numerose colle o metodi per realizzarlo. Grazie allo sviluppo del commercio di beni di uso quotidiano, puoi sempre trovare nel negozio la parte che ti serve dal sistema di approvvigionamento idrico in plastica e sostituire facilmente il tubo danneggiato con uno nuovo. Questo è il modo più affidabile, conveniente e, stranamente, il più economico per riparare. Risparmiare energia e nervi è più costoso dei soldi risparmiati.

La stessa sostituzione di una parte in plastica danneggiata con una nuova è un’impresa semplice. Tuttavia, ricorda: quando acquisti, dovresti prestare attenzione alla condizionalità del tubo che stai acquistando: dimensioni, filettatura, persino tagli alle estremità del tubo e così via. Per una riparazione a breve termine di un sifone che perde, è possibile utilizzare un nastro di plastica appiccicoso, sovrapponendolo con una sovrapposizione. Ma puoi riparare tu stesso i tubi di plastica. Il più sicuro, a nostro avviso, è la riparazione mediante incollaggio. Una caratteristica distintiva e un vantaggio in questo caso è che non hai bisogno di materiali ausiliari: la colla fa tutto da sola. Dopo l’asciugatura, nel punto di applicazione rimane una giuntura di colla, che garantisce la perfetta tenuta del giunto in plastica. Data la complessità della produzione di colla fatta in casa, ti inviamo ai negozi di articoli per la casa: non ti deluderanno lì. È ancora più facile riparare il danno con la saldatura domestica. Questo è molto semplice, anche se richiede alcune precauzioni..

La saldatura si verifica a seguito del contatto dei luoghi riparati con un coltello ben riscaldato o un chiodo di grandi dimensioni. Sotto l’influenza del calore, i bordi di plastica iniziano, purtroppo, a fondere e riempire il foro risultante. Tenendo presente la sicurezza antincendio, a casa, è anche possibile saldare tra loro due parti in plastica o parti di un tubo danneggiato, tenendole sopra il fuoco di un bruciatore a gas. Si consiglia inoltre di non esitare qui: la plastica si raffredda rapidamente, forma strati irregolari, che interferiscono con la saldatura di tubi di alta qualità.

Uno dei modi comprovati e affidabili per unire localmente tubi che non sono ad alta pressione atmosferica è legarli con resina epossidica. Questa ricetta è adatta solo per quei casi in cui l’estremità di un tubo è più larga dell’apertura dell’altro. Nell’apertura del tubo con l’estremità più ampia, la resina viene applicata uniformemente a una profondità di diversi centimetri, dopo di che viene inserito un secondo tubo. Si consiglia di riparare il sito di incollaggio per il giorno successivo utilizzando un filo, un morsetto metallico o in altro modo. Per tutti i lavori idraulici relativi all’incollaggio della superficie, tale fissazione è necessaria per garantire la forza del legame adesivo.In caso contrario, se c’è il minimo spazio tra le parti incollate, si allontaneranno l’una dall’altra insieme alla colla. Qui le parti non vengono più premute l’una contro l’altra, ma sono collegate da un cuscinetto di colla fragile e allungato, che collassa rapidamente.

In condizioni moderne, la riparazione di impianti idraulici e di altri sistemi idraulici è ampiamente ridotta a misure preventive. Questo aiuta a prevenire incidenti. Queste misure riguardano principalmente tubi metallici, in particolare ghisa. Hanno bisogno di un primer con vernice miscelata in varie proporzioni con piombo rosso. Una parte di olio di essiccazione naturale viene miscelata con tre parti di piombo rosso uguali in peso e con tre parti di piombo rosso. La composizione viene applicata sulla superficie dei tubi, mentre si asciugano, vengono verniciati. I tubi per acqua fredda possono essere rivestiti con varie vernici o smalti, ma i tubi “caldi” possono e devono essere coperti solo con vernice speciale. Lo stesso delle batterie di riscaldamento. Altre vernici presto si sfaldano e volano via dalla superficie se esposte a temperature elevate..

Ma non pensare che intendiamo la pittura ad olio. Affatto. Avrai bisogno di vernice per colofonia. Ne parleremo più tardi. Il congelamento dei tubi è molto pericoloso. Questo vale nel caso in cui a una temperatura dell’aria inferiore, inferiore a zero, l’acqua fredda rimane nei tubi e si congela lì, a seguito della quale i tubi scoppiano con ghiaccio dall’interno, nella maggior parte dei casi subiscono processi corrosivi, si formano difetti in essi e quindi buchi. Nelle condizioni di un appartamento in città, poco dipende da noi qui, le stesse utility si occupano di drenare l’acqua dai tubi, ma dovresti sapere con certezza, almeno nel caso in cui: l’acqua nei tubi che rimangono al freddo deve essere drenata, è in loro non deve essere. E se ti trovi di fronte a tubi congelati, sappi che possono essere scongelati con un panno inumidito con acqua molto calda, anche calda (Fig. 5). È necessario avvolgere il tubo con uno straccio, avendo precedentemente aperto il rubinetto in modo che l’acqua, iniziando a sciogliersi, trovi una via d’uscita e non prema sulle pareti del tubo, creando il rischio della sua rottura.

Figura. 5. Scongelare il tubo con acqua calda.

In un modo leggermente diverso, puoi farlo: di nuovo, apri il rubinetto, avvolgi il tubo con stracci morbidi che consentono all’umidità di passare abbastanza bene e versa acqua calda da un annaffiatoio o bollitore sul tubo avvolto con un flusso delicato, mantenendo caldo il tubo. Questo è un modo più conveniente ed efficiente. Alla fine, accanto al tubo congelato, puoi posizionare un dispositivo di riscaldamento di medie dimensioni: un riscaldatore d’aria domestico, ma di bassa potenza. Solo in questo caso, fai attenzione, osservando tutte le misure di sicurezza, sia in relazione alla conduttività elettrica dell’acqua, sia nella prevenzione degli incendi.

Tutte le misure preventive nel sistema di riscaldamento di un appartamento devono essere eseguite nella stagione calda, cioè precisamente quando non vi è acqua. Adescare e dipingere i tubi in cui l’acqua sta già scorrendo significa fare un lavoro ovviamente di bassa qualità: dopo tutto, il primer e la vernice non possono asciugarsi completamente, in modo uniforme. Lo stesso vale per tutti i tubi dell’acqua: possono essere verniciati solo durante il periodo in cui non contengono acqua. Nel caso in cui tu abbia a che fare con la posa della conduttura da solo, devi immediatamente prendere misure per proteggerlo. Un buon rimedio per questo è una miscela di cemento e colla di caseina, e 3 parti di cemento vengono prese per 3 parti di colla. Questo rivestimento è particolarmente importante per i tubi esposti al freddo. Dopo che lo strato protettivo di caseina è asciutto, oliarlo e quindi ricoprire con pittura ad olio. Questo proteggerà la tua tubazione da danni alla corrosione per decenni. Come in ogni altro caso, prima di applicare la miscela di caseina sulla superficie del tubo, è necessario pulirla da sporco e ruggine..

Si consiglia di avere in stock dadi, giunti e altri accessori per il collegamento di parti di tubi. Va ricordato che i componenti e i tubi stessi, fatti dello stesso metallo, sono combinati meglio. Mettiamola in questo modo: ti assicurerai praticamente contro le spiacevoli sorprese associate alla riparazione dei tubi, se non permetti la formazione di ruggine su di essi, li adescerai e li vernicerai in modo tempestivo, cambierai i raccordi che perdono acqua e previeni l’intasamento della tubazione. Quest’ultimo è ottenuto con misure igieniche di base. Ad esempio, con una bassa pressione dell’acqua, si consiglia di versare 1-2 secchi d’acqua calda (ma non bollente!) Nel gabinetto, sciacquare lo scarico sotto il lavandino in cucina con esso, periodicamente liberare il tappo del sifone svitatore situato nella parte inferiore del “ginocchio” del sifone da depositi di sporco. Non essere pigro a toccare i tubi nei tuoi bagni. Se viene trovato muco bagnato su di loro, che si verifica con una maggiore condensa, pulire i tubi, pulire la vernice scrostata, chiudere l’acqua, asciugare la superficie, adescare e dipingere.

Per tubi con acqua fredda, si consiglia di utilizzare un bendaggio (solo pochi strati) come agente anticondensa. Essere consapevoli del fatto che l’eliminazione di gocce spiacevoli su tubi e dispositivi sanitari – una conseguenza della condensa – è anche facilitata dal normale funzionamento del sistema di ventilazione. Porta la piuma dal cuscino alla presa d’aria e vedi se si inclina verso il cappuccio. In caso contrario, deve essere pulito.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy