Gli SRO a San Pietroburgo e nella regione di Leningrado rilasciano un permesso per il lavoro di un appaltatore generale

Permesso di costruzione e scartoffie

La misura della responsabilità dell’appaltatore generale per la qualità del lavoro è così elevata che diverse organizzazioni di costruzione di San Pietroburgo che si sono unite negli SRO quest’anno hanno deciso di rilasciare permessi per queste funzioni..

Sembrerebbe che non vi sia alcuna necessità particolare per questo – il legislatore, in nessuno dei suoi ordini che regolano le attività degli SRO nelle costruzioni, non insiste sul fatto che l’appaltatore generale abbia questo tipo di ammissione. Tuttavia, le organizzazioni di costruzione, gli investitori e persino un consumatore ordinario si sono rivelati estremamente interessati a garantire che le attività del contraente generale fossero regolate e che gli fossero stati presentati requisiti molto specifici..

Pertanto, gli ORP di San Pietroburgo insistono sul fatto che un’organizzazione che richiede lavori di appalto generali per prima cosa riceve un permesso per eseguire l’intero ciclo di lavori di costruzione e installazione. È chiaro che una società di costruzioni sarà in grado di ottenere tali autorizzazioni, un permesso per l’uso di attrezzature speciali e una licenza Rostekhnadzor a San Pietroburgo solo se è in grado di dimostrare che può eseguire la maggior parte del lavoro da solo. I residenti di San Pietroburgo hanno potuto argomentare in modo convincente la loro decisione e non ci sono state obiezioni da parte di Rostekhnadzor.

Licenze Rostekhnadzor a San Pietroburgo

L’urgenza di questa decisione è confermata dalla vita stessa. In centinaia di città in tutta la Russia, i lavori sono ora in corso nell’ambito del programma federale per la revisione di edifici residenziali. Decine di società di gestione e associazioni di proprietari di case, che partecipano alla selezione di un appaltatore generale per la revisione della casa, si sono trovati in una situazione molto difficile. Spesso, le organizzazioni venivano ammesse alla gara per la conclusione di un contratto generale con solo 2-3 persone nello staff, incluso il capo stesso.

Naturalmente, tali “aziende” non attiravano molta fiducia, ma poiché le scadenze erano strette (“decidi più in fretta, altrimenti i finanziamenti verranno rimossi!”), Non dovevano essere particolarmente schizzinosi. Di conseguenza, per ciascun tipo di lavoro separato, l’appaltatore generale doveva cercare sia le attrezzature che gli artisti; i fondi sono stati spesi irrazionalmente, le scadenze sono state mancate.

È gratificante che gli SRO delle costruzioni nella capitale del nord si siano avvicinati all’organizzazione del loro lavoro con piena consapevolezza della loro responsabilità nei confronti di partner e consumatori..

Spero che altre regioni seguano il loro esempio – dopo tutto, è per questo che è stata avviata la riorganizzazione del settore delle costruzioni..

Pubblicità

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy