Come realizzare partizioni per muri a secco

Cartongesso

Allo stesso tempo, c’è un doppio vantaggio: risparmiare denaro non attirando i costruttori e trarre piacere dal lavoro svolto in modo indipendente. L’opzione più semplice e migliore sarebbe quella di installare le partizioni del muro a secco.

Le partizioni in cartongesso hanno molti vantaggi, tra cui:

  • breve tempo di installazione;
  • piccolo (non più di 50 kg / m2) peso;
  • ottenere immediatamente dopo l’installazione di superfici assolutamente piane per lavori di finitura;
  • buon isolamento acustico;
  • resistenza al fuoco;
  • la possibilità di installare le comunicazioni in modo nascosto.

I lavori di cartongesso vengono eseguiti dopo il completamento dei lavori di costruzione, durante il periodo di finitura, ma prima dell’installazione di pavimenti puliti. Durante l’installazione, la temperatura ambiente non deve essere inferiore a +10? A PARTIRE DAL.

L’installazione delle pareti divisorie in cartongesso viene eseguita in una sequenza specifica:

  • il markup è in corso;
  • i profili guida del muro a secco sono montati;
  • sono montati i rack per cartongesso;
  • il primo lato della partizione è rivestito;
  • l’isolamento viene inserito nella cavità della parete in cartongesso;
  • il secondo lato della partizione è rivestito.

I segni delle partizioni che devono essere eretti vengono eseguiti sul pavimento, dopo di che, usando un filo a piombo, vengono trasferiti al soffitto e alle pareti. I profili guida e post adiacenti alle strutture dell’edificio sono incollati con nastro elastico fonoisolante o viene applicato un sigillante siliconico sulle loro superfici adiacenti alle strutture dell’edificio.

L’installazione di profili metallici può essere eseguita non solo con un telaio singolo o doppio, ma anche come un telaio doppio con uno spazio interno per garantire la posa di tutti i tipi di comunicazioni. Le partizioni possono anche essere realizzate utilizzando una cornice di legno, che è rivestita con fogli a secco.

Installazione di partizioni

Il telaio metallico viene assemblato utilizzando i profili guida, ad esempio PN50, che devono essere fissati sul pavimento e sul soffitto, vengono utilizzati anche i profili rack, ad esempio PS50. I profili guida svolgono un doppio ruolo: fungono da guide per i profili di montaggio su rack e vengono utilizzati per la posa degli architravi tra loro nel telaio. PN: i profili sono montati in coppia con i corrispondenti profili PS.

I profili guida, secondo le indicazioni, sono fissati sul soffitto e sul pavimento mediante tasselli, inseriti a intervalli di non più di 1 m, il loro numero non deve essere inferiore a 3. I profili di montaggio a parete sono fissati allo stesso modo. I profili del rack vengono tagliati in base all’altezza della stanza, facendo una tolleranza verso il basso fino a 1 cm. Ciò è necessario per garantire l’indipendenza della deformazione del telaio dalla deformazione del pavimento..

Successivamente, i profili del rack con un passo di 60 cm, contando da una parete, vengono installati nelle guide in alto e in basso, fissati con viti o mediante taglio. È possibile sovrapporre i profili del rack lungo la lunghezza. La lunghezza della sovrapposizione è determinata dalla dimensione del profilo e deve essere almeno (in cm) rispetto alla dimensione dei profili, ad esempio, per PS-50, la sovrapposizione deve essere di almeno 50 cm. In luoghi di sovrapposizione, vengono realizzate connessioni rivettate o autofilettanti.

Contemporaneamente all’installazione del telaio, vengono installati i telai delle porte. Per questo, su entrambi i lati del telaio della porta, sono montati i profili dei montanti di supporto, che sono rinforzati, tenendo conto del peso dell’anta della porta. I profili di supporto rinforzati sono fissati con staffe angolari al soffitto e al pavimento.

Puoi iniziare a rivestire il telaio. Per fare ciò, tagliare i fogli del muro a secco lungo l’altezza della partizione. Questo viene fatto come segue: su una superficie piana con un coltello affilato o una taglierina speciale, lo strato di cartone esterno viene tagliato e l’anima in gesso viene tagliata, la linea di taglio viene posizionata sul bordo del tavolo, l’anima di gesso viene rotta e lo strato di cartone sul retro viene tagliato. Il bordo risultante viene elaborato con un piano. Se, quando si rifinisce alle giunture dei fogli, verrà utilizzato un nastro di rinforzo, verrà rimosso uno smusso con un angolo di 45? 1/3 dello spessore del foglio, quando si chiudono le cuciture senza un nastro di rinforzo, lo smusso viene rimosso di 2/3 dello spessore del foglio con un angolo di 22,5?.

I fogli per cartongesso preparati sono montati sul telaio

I fogli preparati di muro a secco sono montati sul telaio. Per fare ciò, sono installati verticalmente in modo che i bordi superiori dei fogli si adattino perfettamente al soffitto e siano fissati con viti autofilettanti. Il fissaggio deve iniziare dall’angolo in due direzioni reciproche, formando un angolo retto, la distanza minima della vite autofilettante dal bordo del foglio è di 1 cm per i bordi incollati e 1,5 cm per i bordi non incollati, il passo di installazione non è superiore a 25 cm. Le viti autofilettanti sono attorcigliate rigorosamente perpendicolarmente al piano del foglio. La lunghezza delle viti autofilettanti deve essere tale che, una volta completamente attorcigliate, sporgano dall’interno del profilo oltre i suoi limiti di almeno 1 cm. Le teste delle viti autofilettanti devono essere affondate nello spessore del foglio del muro a secco di almeno 1 mm. I giunti dei fogli di cartongesso devono essere posizionati sui profili. Se necessario, dal profilo PN, i ponticelli vengono realizzati tra i profili PS adiacenti. È necessario uno spazio di 1 cm tra i fogli del muro a secco e il pavimento.

Se, dopo l’installazione su un lato del profilo dei fogli per cartongesso, la cavità della partizione viene riempita, se necessario, con materiale termoisolante o isolante, ad esempio lana minerale, polistirolo espanso, deve essere fissato saldamente. Questo viene fatto usando i resti del profilo o gli inserti in cartongesso. Successivamente, i fogli del muro a secco vengono installati e fissati sull’altro lato del profilo.

Cartongesso

Per le pareti di rivestimento installate in ambienti con umidità elevata, è necessario utilizzare un muro a secco resistente all’umidità. Quando si utilizzano normali fogli di cartongesso e ulteriori piastrellature, i luoghi in cui l’umidità può penetrare sul muro a secco devono essere ulteriormente coperti con impermeabilizzazione.

Se necessario, i cavi elettrici possono essere fatti passare attraverso i fori nelle pareti dei profili che formano i rack, mentre devono essere posizionati in tubi di plastica perpendicolari ai rack. Le prese e gli interruttori sono installati in apposite scatole di giunzione e il cablaggio viene eseguito in scatole di giunzione – tutto per il muro a secco. Le scatole di giunzione su entrambi i lati della partizione devono essere distanziate di almeno 1 m di offset. Nei luoghi in cui le pareti divisorie sono attraversate da condotte di riscaldamento o di approvvigionamento idrico, è necessario installare i manicotti.

Dopo aver installato i fogli per cartongesso, iniziano a stuccare le giunzioni sui giunti dei fogli e sulle teste delle viti. La partizione è pronta. Niente di complicato.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy