partizioni

I requisiti abitativi cambiano insieme ai cambiamenti nella famiglia. Pertanto, il diritto è colui che, durante la ricostruzione di un appartamento o la costruzione di un cottage, considera prudentemente varie opzioni di riqualificazione e fatte salve le principali strutture di capitale.

Qualcuno ha bisogno di sfondare il muro ed espandere visivamente lo spazio della casa o fare un passaggio conveniente. E a qualcuno al contrario – per dividere una grande sala, trasformandola in diverse stanze accoglienti. Per questo non è sempre necessario importare malta e cemento. Pareti abbastanza forti e affidabili possono essere realizzate in diversi modi. Ma prima, chiariamo come il muro differisce dalla partizione. Il muro è una struttura portante in mattoni, cemento, cemento armato (cornice della casa). Il muro non può essere demolito o le aperture fatte in esso senza il permesso speciale dell’organizzazione di progettazione. Contrariamente alle pareti portanti principali, le partizioni sono strutture non portanti, o meglio autoportanti. Sono installati su lastre di cemento armato, travi in ​​qualsiasi luogo e in qualsiasi direzione, pertanto devono essere leggere, soddisfare i requisiti di resistenza e resistenza alle sollecitazioni meccaniche.

Distinguere tra partizioni trasformanti e fisse. Tipi di pareti divisorie trasformabili: piega morbida (tipo a tenda), piega singola rigida, doppia piega rigida, monopezzo a scomparsa, composito a scomparsa. Sono utilizzati per dividere temporaneamente (o combinare) stanze, come un soggiorno, una sala da pranzo o un ingresso. La partizione più semplice è una schermata normale. Un tipo speciale sono gli interni trasformando pareti divisorie-armadi, pareti divisorie, armadi. Sono buoni perché possono essere posizionati ovunque nell’appartamento, spostati, dando un nuovo layout alla casa in base alle mutate esigenze della famiglia. Questa è un’ottima scoperta per un moderno rinnovamento degli interni.

Le partizioni fisse, come suggerisce il nome, non possono essere spostate. Sono resi stabili, a volte sostituiscono il muro e più spesso svolgono attività di zonizzazione o semplicemente funzioni decorative. Considera quali materiali sono spesso realizzati.

Partizioni di mattoni sono facili da fabbricare, hanno buone proprietà antincendio, fonoisolanti, elevata resistenza all’umidità, non richiedono un meccanismo di sollevamento durante l’installazione e possono avere qualsiasi forma, che è importante all’interno di una casa moderna. Di solito sono intonacati su entrambi i lati, accuratamente sfregati, preparando per la pittura, piastrelle o tappezzerie.

Per ridurre il peso di un muro non capitale, è consigliabile utilizzare un efficace mattone forato o poroso, tuttavia, per bagni, bagni, cucine – solo rosso corpulento (il silicato bianco non è adatto). Per aumentare la stabilità, sono rinforzati verticalmente e orizzontalmente..

Calcestruzzo aerato, fibra di gesso, ecc. partizioni. Quando si organizzano strutture divisorie, vengono utilizzati anche elementi più grandi, ad esempio calcestruzzo di gesso, calcestruzzo espanso, calcestruzzo di scorie, nido d’ape e altre lastre, le cui dimensioni e pesi variano in un intervallo abbastanza ampio. Le piastre sono generalmente installate in uno strato e intonacate o coperte con un altro materiale di finitura. Le cremagliere dei telai delle porte in pareti divisorie realizzate con materiali in pannelli devono essere passanti, flangia dal pavimento al soffitto.

Negli ultimi anni, molte società di costruzioni e aziende offrono partizioni interne con soluzioni già pronte. Questi pannelli, facilmente assemblabili in pareti divisorie, sono disponibili in una vasta gamma di colori e sono disponibili con superfici finite che imitano marmo, legno e altri materiali. Le imprese garantiscono la necessaria durata e facilità di manutenzione.

Partizioni in cartongesso – Si tratta di fogli per cartongesso che coprono completamente i rack. Ecco come funziona una tale partizione: un telaio metallico fatto di profili montati su rack è fissato alle strutture portanti dell’edificio e coperto con pannelli di gesso. Per un migliore isolamento termico e acustico, il telaio è installato su un nastro in poliuretano o gommato e uno strato di lana minerale o lana di vetro è posizionato tra i pannelli. Non ci sono restrizioni sulla lunghezza delle partizioni. Ma la loro altezza dipende dallo spessore dei rack in acciaio, dal loro tipo e dalla distanza tra i rack. Nel calcolo della partizione, è necessario includere la dimensione del carico che verrà appeso su di essa. Lo spessore del foglio di gesso, lo spessore e il tipo di telaio dipendono da questo..

Il muro a secco è buono perché il muro risulta liscio, può essere dipinto, incollato con carta da parati. Anche se le pareti sembrano finite senza ulteriori rifiniture. Inoltre, il muro a secco è un materiale resistente al fuoco. Ha un’alta permeabilità al vapore e al gas: ciò significa che la partizione “respira”. Se rinforzi il telaio, può sopportare carichi pesanti. Il materiale consente di creare partizioni di qualsiasi configurazione. La cattiva notizia è che il normale muro a secco ha paura dell’acqua. Pertanto, tali pareti non devono essere installate in ambienti con umidità superiore al 90% (anche se il muro a secco è resistente all’umidità).

Partizioni in alluminio e PVC sono una cornice realizzata con un profilo in alluminio o PVC, in cui è inserito un “riempitivo” (vetro, compensato, laminato, legno, cartongesso). Lo stucco è attaccato al telaio e non lo copre completamente. Queste partizioni sono simili nel design, resistenza e metodo di installazione. Possono essere combinati: un pannello è in PVC, l’altro in alluminio. Le pareti in alluminio sono più popolari negli uffici che negli edifici residenziali.

Le moderne tecnologie consentono di piegare un telaio in alluminio, quindi è possibile creare partizioni di qualsiasi configurazione da esso. È possibile utilizzare anche qualsiasi tipo di riempitivo in cornici curve: tutti i riempitivi utilizzati oggi, tra cui compensato e vetro, si prestano bene alla piegatura. Le partizioni su un telaio in PVC non possono essere curve, non è possibile creare un arco, curve.

Le pareti divisorie in alluminio e PVC sono leggere, non temono il gelo e l’acqua. Possono essere resi scorrevoli e monolitici. Ma non è possibile appendere carichi superiori a 3 kg, altrimenti la partizione verrà deformata.

Partizioni in legno – è un telaio assemblato da un profilo impiallacciato (o legno massello) con riempimento diverso. Si differenzia da una partizione in alluminio realizzata in legno solo per il materiale con cui sono realizzati i rack. Il materiale più popolare è la nostra quercia nativa. Ma su richiesta del cliente, possono essere ricavati da alcune specie esotiche, ad esempio da mogano o ebano. Oppure puoi scegliere ciliegie, pere e altro. Un array, MDF, truciolare o compensato viene inserito nel telaio delle partizioni. La finitura del prodotto è la più diversificata: dai rivestimenti colorati che non nascondono la trama del legno, alle vernici coprenti, ora alla moda vernice bianca.

Sono buoni perché sono realizzati in materiale ecologico. Poiché il legno si presta facilmente alla scultura, è possibile creare partizioni di qualsiasi configurazione e persino una maggiore resistenza, resistendo a oltre 150 kg di carico. D’altra parte, l’albero richiede un’attenta lavorazione, ha paura dell’acqua, ha un isolamento acustico insufficiente. Nelle stanze con pareti divisorie in legno, è necessario osservare un regime costante di temperatura e umidità, altrimenti “condurrà”.

Meno comune pareti divisorie in pietre naturali, e pareti divisorie fatte di blocchi di vetro. Ti abbiamo presentato le proprietà di questi materiali in precedenza..

Devi scegliere il materiale in base alle attività che hai impostato per te stesso. Se, ad esempio, una parete separa la vasca da bagno dal water e dal bidet, è meglio prendere la plastica impermeabile con vetro opaco (vetro colorato). Se si desidera dividere una grande stanza in più piccole, ma allo stesso tempo non è necessario che le pareti siano completamente insonorizzate, è possibile inserire pareti trasparenti (vetro) in telai di alluminio, plastica o legno. In alcuni casi, ad esempio, la differenziazione del soggiorno, della cucina e della sala da pranzo viene effettivamente effettuata da aperture aperte o griglie decorative in metallo o legno trasparenti, pareti chiare non per l’intera altezza della stanza. In ogni caso, consultare un professionista.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy