Sistema di irrigazione automatico per il giardino: serbatoio di accumulo con controllo del livello dell’acqua

Sezioni dell’articolo



Una corretta irrigazione delle piante è un’irrigazione costante, tempestiva e rigorosamente misurata. Questo può essere fatto sia con l’autoirrigazione quotidiana dei letti, sia organizzando un sistema di irrigazione automatizzato. In questo e nei successivi articoli, ti diremo cosa e come farlo..

Sistema automatico di irrigazione del giardino

È difficile sopravvalutare l’importanza dell’irrigazione. Se le piante ricevono meno umidità, questo porterà non solo alla mancanza di raccolto, ma anche, nel peggiore dei casi, alla morte dell’intera pianta. Per i bambini di un anno, questo non è così spaventoso: è morto, niente, ne pianteremo uno nuovo, ma nel caso di piante perenni, cespugli e alberi, la perdita di una pianta sarà particolarmente offensiva. Il fatto è che l’acqua non è solo umidità che dissolve i fertilizzanti organici e minerali contenuti nel terreno, garantendo così la possibilità del loro assorbimento. È dall’acqua e dall’anidride carbonica che le piante producono sostanze nutritive per se stesse – un processo chiamato fotosintesi. Si scopre che niente acqua, niente cibo. Nessun cibo: la pianta muore!

Il seguente mito è popolare tra molti giardinieri alle prime armi: se piove, non è necessario annaffiare. Non è corretto! Prova a perforare il terreno con il dito dopo la pioggia. Vedrai che solo 2-3 cm sono inumiditi, inoltre è asciutto e le radici delle piante si trovano esattamente a questa profondità. Solo le piogge molto intense o prolungate nella realtà possono inumidire sufficientemente il terreno, in modo che piova o sia asciutto, devi ancora irrigare.

Bene, abbiamo capito la necessità di annaffiare, inoltre, un’annaffiatura abbondante. Ma cosa fare se fuori fa caldo, il sole picchia senza pietà e si arriva a innaffiare le piante solo una volta alla settimana solo nei fine settimana, quando c’è la possibilità di andare in casa di campagna? È improbabile che le piante resistano a tale regime. C’è solo una via d’uscita: installare un sistema di irrigazione automatico per gli impianti. Come fare, ciò che è necessario per questo e quali compiti dovranno essere risolti per raggiungere questo obiettivo, saranno discussi in questo e nei successivi articoli..

Innanzitutto, scopriamo quali passi dovranno passare attraverso la soluzione al problema di organizzare un sistema di irrigazione automatico.

Scelta di una fonte d’acqua per l’irrigazione

Inizialmente, l’acqua può essere consegnata al sito in due modi:

1. Il sito ha un sistema di approvvigionamento idrico centrale, attraverso il quale l’acqua viene fornita nei tempi previsti.

Professionisti:

  • la quantità di acqua che può essere versata sul tuo sito mentre viene fornita attraverso i tubi non è limitata;
  • poiché lo stoccaggio, di norma, è un grande contenitore metallico riscaldato dal sole, l’acqua ha già una temperatura ottimale per l’irrigazione.

Lati negativi:

  • tempi limitati. Se non hai avuto il tempo di annaffiare mentre viene fornita l’acqua, attendi la sessione successiva.

Sistema automatico di irrigazione del giardino

2. Sul sito è presente un pozzo dal quale viene prelevata l’acqua.

Professionisti:

  • fornisci quanta acqua ti serve e quando ne hai bisogno.

Lati negativi:

  • l’acqua nel pozzo è fredda e non adatta all’irrigazione delle piante senza preriscaldamento;
  • non è raro quando non c’è abbastanza acqua nel pozzo per soddisfare pienamente l’intera necessità quotidiana, quindi è necessario risparmiare.

A rigor di termini, è anche possibile una terza opzione: un approvvigionamento idrico centrale con un approvvigionamento illimitato. In questo caso, se l’acqua viene fornita abbastanza calda, il serbatoio di stoccaggio, in linea di principio, non è necessario e questo articolo semplicemente non è rilevante. Se l’acqua nel sistema di approvvigionamento idrico è fredda, questo caso è simile all’opzione di erogare acqua da un pozzo.

Conclusione: entrambe le opzioni, insieme ai loro lati positivi, presentano una serie di svantaggi che impongono restrizioni al loro uso come fonte autosufficiente di acqua per l’irrigazione. È possibile eliminare questi inconvenienti se si equipaggia un serbatoio di stoccaggio sul sito, in cui verrà versata acqua, verrà riscaldata al sole e alla fine verrà effettuata l’irrigazione. In questo articolo verrà descritto come realizzare un tale contenitore e garantire un volume costante e sufficiente di acqua al suo interno..

Installazione del sistema di approvvigionamento idrico

La seconda fase del lavoro sarà l’organizzazione del sistema di approvvigionamento idrico nei luoghi di consumo. È chiaro che puoi semplicemente collegare un tubo all’uscita dell’unità e camminare con esso per il giardino, innaffiando le piante. Tuttavia, questo è, in primo luogo, scomodo – trascinare un lungo “intestino” con te, in secondo luogo, non è sicuro per le piante – c’è un alto rischio di danneggiarli con un tubo flessibile penzolante nei letti e, in terzo luogo, questa opzione non aiuterà a risolvere il problema principale – per creare un sistema di irrigazione automatico … Garantire l’approvvigionamento idrico ai luoghi di consumo è una seconda fase necessaria del lavoro svolto. Puoi leggere questo nel secondo articolo..

Sistema automatico di irrigazione del giardino

Organizzazione del sistema di irrigazione

L’ultimo passo è l’organizzazione dell’irrigazione diretta delle piante. Esistono due dei metodi di irrigazione più popolari: irrigazione a goccia e a goccia. Quest’ultimo sta diventando particolarmente alla moda oggi. Tuttavia, non dobbiamo dimenticare che non tutte le piante preferiscono l’opzione a goccia, poiché i suoi ardenti sostenitori cercano di convincerci di questo – i cetrioli, ad esempio, adorano spruzzare. Inoltre, diversi impianti hanno regimi di irrigazione diversi: parte dell’acqua deve essere fornita costantemente, altre molto meno spesso o in quantità minori. Di conseguenza, l’intero sistema di irrigazione è una combinazione di varie tecniche di irrigazione per diversi letti, con un regime individuale per ciascuno, tenendo conto delle condizioni di temperatura e umidità dell’ambiente. Non dimenticare altri due fattori: l’estetica – tutto dovrebbe apparire pulito ed essere facile da usare, e la mobilità – nel corso degli anni le piante nei letti cambiano posto, questo si chiama rotazione delle colture, quindi dopo di loro il sistema di irrigazione dovrebbe migrare anche verso altri letti. Nonostante l’apparente complessità, non tutto è così spaventoso. Come organizzare tutto ciò, ti diremo nel terzo, ultimo articolo..

Installazione del serbatoio di stoccaggio. Principi e sfumature

Consideriamo tutte le operazioni necessarie per fasi.

Prima di poter montare il serbatoio di stoccaggio, è necessario acquistarne uno. Qui sorge la prima domanda: quanta capacità sarà sufficiente, forse farà un banale barile da duecento litri?

Sistema automatico di irrigazione del giardino

La risposta a questa domanda non può essere inequivocabile. Piante diverse richiedono quantità diverse di acqua, quindi non è possibile calcolarle con precisione. Una cosa può essere affermata con certezza: per un letto da giardino di tre metri sono necessari almeno 40 litri di acqua, altrimenti il ​​risultato sopra descritto sarà ottenuto in caso di pioggia leggera. Non ha senso in tale irrigazione – l’umidità non raggiungerà le radici. In generale, per un orto con una superficie totale di circa 0,5 acri a settimana, è necessario almeno 1 m3 acqua. Questo dovrebbe essere il punto di partenza.

Sistema automatico di irrigazione del giardino

La domanda successiva è come installare, o meglio, a quale altezza il contenitore deve essere sollevato per garantire una pressione dell’acqua confortevole per l’irrigazione? Qui è tutto più semplice. Una colonna d’acqua di 1 m fornisce una pressione di 0,1 atm. Di conseguenza, una botte sollevata ad un’altezza di 2 m dal suolo darà circa 0,2 atm. Questo è almeno abbastanza. È chiaro che di più è meglio, ma non dimenticare che durante la salita dovrai affrontare una serie di compiti associati che dovranno essere risolti:

  • organizzazione di un potente piedistallo. 1m3 l’acqua ha una massa di 1 tonnellata. Più il peso del contenitore stesso. La struttura deve essere stabile e avere una solida piattaforma, e più alto è il piedistallo, più difficile sarà fornire la rigidità richiesta;
  • la migliore acqua per l’irrigazione è l’acqua piovana. È sciocco non sfruttare l’opportunità di raccoglierla, ad esempio, dal tetto. Per fare ciò, è necessario installare il serbatoio in modo che il collo o la parte superiore del serbatoio sia appena sotto i bacini. In questo caso, sarà possibile posare una grondaia o un tubo da loro con almeno una pendenza minima;
  • il contenitore si insinua nel tempo – questo è inevitabile, perché resisterà al sole, quindi ogni 3-4 anni deve essere pulito dai depositi. È tutt’altro che possibile farlo senza rimuovere il serbatoio dal piedistallo e la sua altezza elevata complicherà notevolmente questo compito..

Sistema automatico di irrigazione del giardino

Pertanto, un contenitore troppo alto creerà ulteriore pressione, ma genererà molti problemi durante il suo funzionamento e manutenzione. Come dimostra la pratica, l’altezza ottimale sarà di 2,5-3 m.

Il contenitore è installato. Prima di riempirlo con acqua, devi risolvere un altro problema: fare un trabocco. È un tubo di scarico nella parte superiore del serbatoio. Se hai organizzato la raccolta di acqua piovana, cioè la quantità di acqua in entrata in alcuni casi non è sotto il tuo controllo, quindi la presenza di un trabocco è particolarmente importante. Per impedire all’acqua di fluire oltre il bordo, allagando l’area adiacente, un tubo viene rimosso dalla parte superiore del serbatoio e deviato alla distanza richiesta, ad esempio, in un fossato o drenaggio.

Sistema automatico di irrigazione del giardino

Sistema automatico di irrigazione del giardino

Organizzazione del controllo automatico del livello dell’acqua nel serbatoio. Se sei costantemente sul tuo sito, non sarà difficile per te riempire periodicamente il contenitore con acqua, se necessario. Ma se vogliamo che le piante vengano annaffiate anche durante la nostra assenza, allora l’acqua verrà consumata costantemente, anche quando non lo siamo. In questo caso, non saremo in grado di controllare indipendentemente il livello dell’acqua nel serbatoio. Pertanto, è necessario creare un sistema di riempimento automatico del serbatoio con acqua con controllo del suo livello. Ci sono molti modi per farlo. L’opzione della soluzione dipenderà da come viene fornita l’acqua al serbatoio. Esistono due opzioni possibili:

  • una pompa separata è collegata al serbatoio, servendone solo. In questo caso, è necessario un sistema elettronico che accenda e spenga la pompa al momento giusto;
  • il serbatoio è collegato alla rete idrica esistente, centrale o individuale. In questo caso, è necessario un sistema meccanico che apre e chiude una determinata valvola di aspirazione al momento giusto..

Considera la prima opzione: una pompa separata che riempie il serbatoio. Qui è tutto abbastanza semplice. La soluzione ovvia sarebbe un interruttore a galleggiante..

Sistema automatico di irrigazione del giardino

È una scatola di plastica con un interruttore e una sfera d’acciaio all’interno. A seconda del livello dell’acqua, il galleggiante cambia posizione dall’estremo superiore all’estremo inferiore. Nella posizione superiore, la palla apre i contatti. La pompa viene quindi spenta. In posizione abbassata si chiude, compresa la pompa. Per regolare un tale interruttore, viene utilizzato un peso speciale che viene messo sul cavo. Il galleggiante si alza e cade in un arco centrato nel punto in cui si trova il peso. Collegando la pompa a tale interruttore, impostando la lunghezza dello scarico e la posizione del carico, fornirai i momenti necessari per accendere e spegnere la pompa..

Sistema automatico di irrigazione del giardino

Un interruttore a galleggiante non è l’unica opzione. Su Internet, puoi trovare altri modi per garantire che la pompa dell’acqua sia accesa e spenta automaticamente. Ad esempio, è possibile trovare una descrizione di un dispositivo basata su diversi elettrodi. Tuttavia, forse, è l’interruttore a galleggiante che è l’opzione migliore, sia per la sua disponibilità – può essere acquistato in quasi tutti i negozi che vendono pompe, e il suo prezzo è di circa 800 rubli, sia per la sua affidabilità nel funzionamento.

Considera la seconda opzione, quando il serbatoio di accumulo è collegato a un sistema idraulico esistente. Cosa si dovrebbe fare in questo caso? L’opzione sopra non è adatta a noi. In effetti, non possiamo spegnere la pompa stessa, perché funziona costantemente, fornendo la pressione necessaria nella fornitura d’acqua. Se il contenitore è collegato alla rete idrica estiva estiva, in questo caso la soluzione descritta non è un’opzione, poiché in linea di principio non esiste una pompa..

Per risolvere il problema, l’intero sistema deve essere dotato di una sorta di rubinetto, che si apre quando il livello dell’acqua scende al di sotto di un certo livello e non si chiude fino a quando l’acqua raggiunge il massimo. Una gru con motore elettrico in combinazione con un interruttore a galleggiante può far fronte al compito.

Sistema automatico di irrigazione del giardino

Cioè, in questo caso, il nostro interruttore può servire, ma solo se controlla non la pompa stessa, ma la gru. È vero, questa combinazione costerà già parecchio – 800 rubli. interruttore e circa 2500 rubli. gru. Forse è più economico acquistare una pompa separata del tipo “Kid” e collegarla al serbatoio. Ma vuoi che sia semplice ed economico! Si scopre che ci sono tali opzioni. Considera l’opzione più ovvia e più semplice: l’approvvigionamento idrico del timer.

Nei negozi di giardinaggio, puoi acquistare un semplice dispositivo: un timer elettronico per l’irrigazione:

Sistema automatico di irrigazione del giardino

È una gru che si apre e si chiude secondo un determinato programma. Innanzitutto, colleghiamo direttamente il contenitore e prendiamo nota del tempo di riempimento e del tempo di svuotamento. Colleghiamo il dispositivo al tubo che fornisce acqua al serbatoio. Lo programmiamo per accendersi a determinati intervalli – il tempo di svuotamento e per un certo tempo – il tempo di riempimento. Questa opzione, sebbene non la migliore, ma in ogni caso la più semplice e non richiede ulteriore lavoro. Inoltre, nelle condotte idriche in cui l’acqua viene fornita secondo un programma, è quasi l’unica: il periodo di funzionamento del dispositivo può sempre essere regolato con precisione per il tempo di approvvigionamento idrico.

Le opzioni descritte non sono ideali: la prima è costosa, la seconda non è precisa. C’è un dispositivo abbastanza economico che fornisce il controllo del livello dell’acqua nel serbatoio di cui hai bisogno.

È necessario acquistare una banale valvola a galleggiante per WC in qualsiasi negozio di sanitari.

Sistema automatico di irrigazione del giardino

Lo smontiamo. Non avremo bisogno di una pera. Prendiamo un bilanciere con asta di metallo.

Sistema automatico di irrigazione del giardino

Lo tagliamo e pieghiamo a questo stato:

Sistema automatico di irrigazione del giardino

Raccogliamo la valvola.

Sistema automatico di irrigazione del giardino

Eseguiamo un foro sulla gonna o realizziamo una rondella aggiuntiva con un foro. Mettiamo una molla sull’asta ad un’estremità. Agganciamo gli altri alla buca.

Sistema automatico di irrigazione del giardino

Il risultato è un dispositivo in cui una molla mantiene l’asta del bilanciere in posizione “aperta” o “chiusa”. Ora montiamo la valvola nella parete laterale del serbatoio chiaramente nel mezzo tra i livelli d’acqua desiderati, massimo e minimo. Successivamente, leghiamo una spessa linea di pesca allo stock, che non si sposterà nel tempo. Leghiamo l’altra estremità della linea al galleggiante, su cui fissiamo il carico. Il nostro compito è garantire che il galleggiante mantenga una galleggiabilità sufficiente a sollevare l’asta del bilanciere quando si riempie il serbatoio con acqua, superando la resistenza della molla, e allo stesso tempo ha una massa sufficiente per abbassare l’asta quando il livello dell’acqua scende.

Sistema automatico di irrigazione del giardino

Pertanto, in un serbatoio pieno, il galleggiante galleggia nella posizione superiore estrema. Lo stelo viene sollevato e tenuto in questa posizione da una molla – la valvola è chiusa, l’acqua non scorre. Mentre viene consumato, il galleggiante scende, insieme al livello dell’acqua. La valvola è chiusa da uno stelo a molla. Al raggiungimento del livello inferiore, quando la linea è tesa sotto l’azione della massa del galleggiante, l’asta passerà alla posizione “aperta”. L’acqua inizierà a fluire nel contenitore fino a quando il galleggiante, fluttuando sulla superficie, solleva la linea e commuta lo stelo in posizione “chiusa”.

È abbastanza semplice È vero, ci sono diverse sfumature:

  • è necessario ottenere la corretta combinazione di galleggiabilità e massa galleggiante. Questo può essere fatto solo sperimentalmente;
  • la valvola a galleggiante per la toilette deve essere di buona qualità, altrimenti lo stelo si inclinerà lateralmente sotto l’azione della molla e semplicemente non cambierà;
  • poiché in posizione chiusa quando il livello dell’acqua scende, solo la molla trattiene la valvola, sarà necessario selezionare la pressione ottimale dell’acqua nel sistema di alimentazione dell’acqua all’ingresso del contenitore in modo che la molla possa far fronte alle sue funzioni;
  • esiste il rischio che, durante l’abbassamento, la valvola tocchi lo stelo e lo commuti in anticipo. Questo problema può essere facilmente risolto montando una protezione aggiuntiva sulla valvola, ad esempio tagliata da una bottiglia di plastica da cinque litri..

Tutte le operazioni descritte sono abbastanza semplici. Il sistema richiede una configurazione, quindi funzionerà come un orologio, garantendo la costante disponibilità di acqua nel serbatoio di stoccaggio.

Riassumiamo. Sulla base delle raccomandazioni descritte, avrai un contenitore con acqua riscaldata al sole sul tuo sito, il che in sé è molto buono, perché grazie ad esso avrai sempre la quantità di acqua necessaria per l’irrigazione.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy