Sistema automatico di irrigazione del giardino: organizzazione dell’irrigazione delle piante

Come è necessario annaffiare le piante, quanto spesso è necessario irrigare e quanta acqua è necessario aggiungere, nonché come ottimizzare il processo di irrigazione: a tutte queste domande viene data risposta in questo articolo..

Sistema automatico di irrigazione del giardino

È stato detto molto sulla necessità di annaffiare il giardino. In questo articolo ti mostreremo come farlo correttamente. Per fare ciò, all’inizio, considereremo le norme e la ciclicità dell’irrigazione di varie piante, e poi ti diremo come, in base alle informazioni ricevute, organizzare l’irrigazione competente e con l’aspettativa che ciò avvenga automaticamente.

Modalità di irrigazione delle piante

La richiesta di piante per l’acqua non è, a rigor di termini, costante. Dipende in gran parte da fattori esterni: umidità, temperatura, velocità e direzione del vento, quantità di precipitazioni. In effetti, le piogge e l’umidità elevata in alcuni casi possono ridurre in modo significativo la quantità richiesta di umidità aggiuntiva introdotta nel terreno e l’alta temperatura e il vento, al contrario, aumentando l’evaporazione dalla superficie delle foglie e asciugando il terreno, creeranno condizioni che richiedono un’ulteriore irrigazione. Tuttavia, prima di tutto, quando si sceglie un regime di irrigazione, si dovrebbe tener conto del fabbisogno idrico individuale di varie specie di piante..

Convenzionalmente, tutte le colture da giardino sono divise in tre gruppi:

  1. Resistente al calore, resiste bene alla siccità dell’aria. Questo gruppo comprende: meloni – anguria, melone e zucca, verdure – mais, fagioli, piselli, ecc. Le piante di questo gruppo non necessitano di annaffiature frequenti.
  2. Colture con un apparato radicale ben sviluppato. La profondità dello sviluppo delle radici non è importante, la cosa principale è il loro volume totale, che consente loro di assorbire l’umidità da un grande volume di terreno. Questa categoria comprende: cetrioli, pomodori, melanzane, peperoni e ortaggi a radice – carote, barbabietole e patate, nonché alcuni tipi di verdure, come il prezzemolo. Le piante in questo gruppo richiedono annaffiature abbondanti, regolari, ma non frequenti..
  3. Piante con un apparato radicale debole, incapace di estrarre indipendentemente l’acqua dal suolo. Questi includono: cipolla, aglio, cavolo, ravanello, lattuga, ravanello. Di conseguenza, tali piante dovrebbero essere annaffiate spesso, ma non molto abbondantemente..

Sistema automatico di irrigazione del giardino

Esistono determinati tassi di irrigazione, è conveniente presentarli nella seguente tabella:

Tipo di pianta Tasso di irrigazione, l / m2 Irrigazione ciclica Appunti
Cetrioli prima di germogliare 20-30 Una volta a settimana L’irrigazione viene effettuata con precipitazioni scarse o assenti
Cetrioli durante la fioritura e la fruttificazione 30-40 Due volte a settimana L’irrigazione non viene effettuata durante forti piogge
Pomodori 50 Una volta a settimana Quando si piantano piantine nel terreno, fino a quando non hanno messo radici, la frequenza di irrigazione dovrebbe essere 2-3 volte a settimana. Nelle regioni centrali e settentrionali della Russia, così come nelle regioni meridionali con mancanza di sole, è necessario interrompere l’irrigazione con l’inizio della maturazione dei frutti
Peperoni e Melanzane 50 Una volta a settimana Quando si piantano piantine nel terreno, fino a quando non hanno messo radici, la frequenza di irrigazione dovrebbe essere 2-3 volte a settimana. L’irrigazione deve essere effettuata fino al gelo
Carote e barbabietole 60-70 Una volta ogni 10 giorni L’irrigazione dovrebbe essere regolare in modo che i frutti non si spezzino
Cipolla e aglio 30-40 Due volte a settimana L’irrigazione dovrebbe essere iniziata prima che appaiano le foglie. La norma in questo caso è di 10-20 l / m2
Cavolo 30-40 Due volte a settimana Non sono consentite interruzioni di irrigazione
Patate 20-30 Una volta a settimana L’irrigazione viene eseguita dall’inizio del germoglio fino alla fine della crescita delle cime

Va ricordato che quando le piante mostrano segni visibili di mancanza di umidità – ingiallimento delle foglie, caduta di ovaie o frutti, è quasi impossibile salvare il raccolto. Pertanto, è necessario irrigare le piante in modo tempestivo e nella giusta quantità, anche se ti sembra che tutto sia in ordine e le piante possano aspettare con l’irrigazione. Pertanto, tenendo conto dei tassi di irrigazione e dei fattori esterni, è necessario selezionare il regime di irrigazione necessario.

Organizzazione di un sistema di irrigazione automatico per piante

Abbiamo capito il regime di irrigazione delle piante. Sulla base della tabella sopra, non sarà difficile fornire alle piante la quantità richiesta di umidità. Tuttavia, questo è facile da fare solo in un caso – quando sei costantemente sul sito e hai l’opportunità di controllare l’intero processo. È abbastanza ovvio che se vieni nella dacia, nella migliore delle ipotesi, una volta alla settimana per il fine settimana, ci saranno molti problemi. Possono essere risolti in un modo – organizzando un sistema di irrigazione automatico sul sito. Nei primi due articoli: “Sistema automatico di irrigazione del giardino: serbatoio di accumulo con controllo del livello dell’acqua” e “Sistema automatico di irrigazione del giardino: sistema di approvvigionamento idrico estivo” abbiamo già descritto come organizzare la costante disponibilità e consegna di acqua ai letti. Resta solo da organizzare innaffiando direttamente le piante.

Sistema automatico di irrigazione del giardino

Oggi, i seguenti tipi di irrigazione sono i più diffusi:

  1. Irrigazione del solco. Consiste nel fatto che l’acqua viene fornita a nicchie appositamente preparate tra le file di piante piantate – solchi. Questo metodo non richiede una preparazione speciale del sistema di irrigazione stesso; l’acqua viene versata in qualsiasi modo disponibile. Vengono preparati solo i letti stessi. Con questo metodo di irrigazione, la terra viene inumidita in modo abbastanza uniforme. È possibile automatizzare il processo di irrigazione del solco, ma non è consigliabile, poiché questo metodo è piuttosto antieconomico e, forse, già obsoleto..
  2. Irrigazione a goccia. L’acqua viene continuamente erogata in piccole porzioni direttamente nella zona della radice delle piante. Il processo è così ottimizzato che, nonostante la sua continuità, è il più economico e ad alta intensità di lavoro. L’organizzazione dell’irrigazione a goccia richiede l’installazione di un sistema speciale. Puoi leggere come farlo da solo, ad esempio, nell’articolo “Irrigazione a goccia fai-da-te. Modo moderno di irrigazione “. Con una corretta installazione e configurazione, il processo di irrigazione stesso non richiede alcuna automazione aggiuntiva.
  3. Aspersione. Se tutte le piante preferissero l’irrigazione a goccia, allora potrebbero fermarsi. Ma, ad esempio, i cetrioli, il cavolfiore o la lattuga sono più amati quando vengono uniformemente annaffiati in cima, influenzando le foglie e i frutti. Questo metodo di irrigazione si chiama aspersione. Ad eccezione di alcune colture orticole, tutti i tipi di prati vengono irrigati esclusivamente mediante aspersione. Di conseguenza, è a questo metodo, o piuttosto alla sua organizzazione e automazione, che dedicheremo la parte finale del nostro articolo.

Sistema automatico di irrigazione del giardino

Il modo più semplice per innaffiare le piante con un irrigatore è usare un annaffiatoio. Nonostante la sua ovvia semplicità, questo metodo presenta seri svantaggi:

  • è necessario trascinare manualmente una notevole quantità di acqua, soprattutto se il giardino è abbastanza grande;
  • puoi annaffiare da un annaffiatoio solo direttamente te stesso, cioè è impossibile lasciare il tuo sito per molto tempo.

È possibile eliminare il primo dei problemi descritti se si installano installazioni di irrigatori. Ce ne sono diversi tipi – per prati o letti, con irrorazione circolare o trasversale, tutti possono essere acquistati senza problemi nei negozi di giardinaggio. In generale, in alcuni casi, i dispositivi fatti in casa sono abbastanza adatti per l’irrorazione. Ad esempio, per i cetrioli, viene costruito un traliccio speciale, progettato per mantenere le cime in posizione verticale. È del tutto possibile fissare un tubo con fori praticati per l’intera lunghezza nella parte superiore del traliccio. Quando viene fornita acqua al tubo, i cetrioli riceveranno l’umidità di cui hanno bisogno e il metodo più adatto per loro è l’aspersione.

Sistema automatico di irrigazione del giardino

Il secondo problema rimane – la necessità di una presenza costante – qualcuno deve aprire e chiudere la pipa al momento giusto. Tuttavia, esiste anche una soluzione semplice: un timer elettronico per l’irrigazione. Ne abbiamo già parlato nel primo articolo. Questi dispositivi non sono solo a canale singolo, ovvero progettati per un tubo, ma anche multicanale con un programma separato per ogni ramo in uscita. Collegando un tale dispositivo al tubo di alimentazione e programmandolo per accendersi e spegnersi nei momenti giusti, si automatizza completamente il processo di irrigazione dei letti. Tutto quello che devi fare è mettere la valvola nello stato aperto per accertarti che passi la quantità d’acqua richiesta. Questo, e forse la periodica sostituzione delle batterie, è tutto il problema di mantenere un sistema di irrigazione così automatico. È chiaro che, idealmente, l’intero sistema potrebbe essere collegato tramite un sensore pioggia per evitare il trabocco delle piante. Anche questo non è difficile da fare. Tuttavia, conoscendo le previsioni del tempo per i prossimi 10 giorni, è sempre possibile regolare la modalità operativa del sistema di irrigazione, tenendo conto delle possibili precipitazioni.

Sistema automatico di irrigazione del giardino

Pertanto, la disposizione di un sistema di irrigazione automatico è suddivisa nelle seguenti fasi:

  1. Organizzazione corretta dei letti. All’inizio, è necessario decidere cosa e dove piantare, in modo che le piante resistenti alla siccità e all’umidità non crescano sullo stesso letto contemporaneamente o, ad esempio, colture diverse, alcune preferendo l’irrigazione a goccia, mentre altre preferiscono l’irrigazione.
  2. Installazione di un sistema di irrigazione a goccia su letti adeguati con l’organizzazione di un approvvigionamento idrico continuo.
  3. Installazione di sistemi di irrigazione con organizzazione di approvvigionamento idrico automatico tramite timer.

In questo modo, non solo ti assicurerai un raccolto elevato, ma libererai anche una grande quantità di tempo per altre attività e svago..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy