Installazione di un collettore solare sottovuoto con un serbatoio di accumulo remoto

Sezioni dell’articolo



Come scegliere e installare correttamente un collettore solare per fornire acqua calda alla tua famiglia? In quale sequenza è assemblato il collettore, quali comunicazioni devono essere collegate ad esso e quale strumento è necessario per questo? Imparerai tutto questo dal nostro articolo..

Un collettore solare sottovuoto correttamente selezionato e installato correttamente con un serbatoio remoto è in grado di fornire alla tua famiglia piena acqua calda non solo in estate, ma anche in autunno e in primavera.

Il numero di elementi riscaldanti (tubi di calore) in tali sistemi è proporzionale al volume del serbatoio di accumulo e, se installato correttamente, l’acqua nel serbatoio sarà riscaldata completamente durante una giornata di sole. Pertanto, per la corretta selezione di tale scaldabagno, è sufficiente determinare il volume giornaliero del consumo di acqua calda da parte di una famiglia.

Se il consumo effettivo è difficile da determinare, è possibile utilizzare le tariffe. Secondo SNiP, il consumo giornaliero di acqua calda per persona varia da 85 a 115 litri, il che dipende dal miglioramento della casa. In questo caso, la temperatura dell’acqua calda è di 55-60 ° С.

Installazione di un collettore solare sotto vuoto

La scelta di uno scaldacqua solare non è difficile, ma l’installazione corretta di un tale sistema è un compito più difficile. Dopotutto, inizialmente il collettore viene fornito completamente smontato e per il suo autoassemblaggio, installazione e collegamento, saranno richieste le competenze di un installatore, un tettiere, un idraulico ed un elettricista. Avrai anche bisogno di uno strumento e, soprattutto, della possibilità di usarlo.

In cosa consiste un collettore solare sotto vuoto?

La fornitura comprende il collettore solare:

  1. Serbatoio di stoccaggio.
  2. Telaio di installazione (smontato).
  3. Tubi di calore.
  4. Tubi a vuoto.
  5. Fogli di trasferimento di calore in alluminio.
  6. Coppette di fissaggio.
  7. Valvola di ritegno di sovrapressione.
  8. Presa d’aria automatica.
  9. Varie guarnizioni e schermi.
  10. Elementi di fissaggio (bulloni, dadi).
  11. Resistenza elettrica.
  12. Termostato di sicurezza.
  13. termometro.
  14. Blocco di montaggio.
  15. controllore.
  16. Set di fili.

La fornitura può variare in base al produttore, alcuni elementi possono essere forniti separatamente dal set base. Informazioni più dettagliate sulla progettazione del collettore solare sotto vuoto e lo scopo di ciascun elemento sono disponibili nell’articolo operativo.

La posizione del collettore rispetto ai punti cardinali e l’angolo di inclinazione ottimale

Per il funzionamento più efficiente di uno scaldacqua solare, è necessario orientarlo correttamente rispetto ai punti cardinali. Per l’emisfero nord, l’orientamento del piano di raccolta verso sud è ottimale. Più piccola è la deviazione, meglio è. Se è impossibile orientare il raccoglitore verso sud, è necessario scegliere tra ovest e est.

Installazione di un collettore solare sotto vuoto

L’angolo di inclinazione del collettore solare rispetto al piano terrestre dovrebbe essere compreso tra 45 e 55 °. Tuttavia, per uno scaldabagno con un serbatoio remoto, viene preso in considerazione in anticipo nella progettazione del telaio. Sarà sufficiente installare i supporti del telaio su un piano orizzontale o con una leggera pendenza.

Durante l’installazione, è anche necessario tenere conto dell’assenza di ombreggiatura dei tubi del vuoto dello scaldabagno da camini, parti del tetto, alberi, ecc..

Assemblaggio collezionisti e fornitura di comunicazioni

Per installare il collettore solare sono necessari i seguenti strumenti:

  1. Chiavi aperte.
  2. Chiavi a bussola.
  3. Chiave regolabile e chiavi a tubo.
  4. Trapano o trapano a percussione.
  5. Saldatore per tubi in polipropilene.
  6. Cacciavite.

È più conveniente eseguire lavori sull’installazione del collettore solare con un team di almeno due persone. L’intero processo di compilazione può essere suddiviso in diversi passaggi distinti:

  1. Assemblaggio del telaio.
  2. Fissare il telaio al tetto.
  3. Sollevare il serbatoio sul tetto e installarlo.
  4. Installazione di nodi ausiliari.
  5. Fornitura d’acqua.
  6. Riempiendo il serbatoio con acqua.
  7. Installazione di elementi riscaldanti.
  8. Fornitura di elettricità al collettore.
  9. Collegamento elemento riscaldante, sensore di temperatura.
  10. Installazione di un controller in casa.
  11. Avvio del sistema.

Consideriamo ogni fase separatamente.

Assemblaggio del telaio

È più conveniente assemblare il telaio direttamente nel luogo in cui si prevede di installare il sistema. Se si tratta di un tetto, è molto più semplice trasferire tutte le parti individualmente verso l’alto piuttosto che tirare lì l’intero gruppo. La sequenza di assemblaggio del telaio è indicata nelle istruzioni per il prodotto..

Tutti i collegamenti a vite devono essere serrati saldamente per evitare allentamenti durante il funzionamento.

Suggerimento: è meglio lubrificare bulloni e dadi con grasso per prevenire la corrosione.

Fissare il telaio al tetto

Il collettore solare deve essere fissato saldamente al tetto in quanto presenta molta resistenza. Se l’installazione viene eseguita su un tetto in cemento, è possibile utilizzare un ancoraggio per fissarlo. Se la superficie del tetto è fatta di ardesia, scandole, ecc., Il telaio deve essere fissato al legno di tornitura con potenti viti.

Il telaio del collettore è progettato per essere installato su una superficie piana o con una leggera pendenza. Per l’installazione su un tetto spiovente, è necessario fornire ulteriori supporti del telaio per compensare le pendenze. I punti di fissaggio del telaio sul tetto devono essere sigillati per evitare perdite.

Installazione di un collettore solare sotto vuoto

Sollevare il serbatoio sul tetto e installarlo

Il compito più difficile nella fase di assemblaggio di uno scaldabagno solare è sollevare il serbatoio di accumulo sul tetto, a causa del suo grande volume e peso. In un ambiente domestico, è più conveniente sollevare il serbatoio su una corda, legandolo con materiale denso per evitare danni meccanici. Dopo il sollevamento sul tetto, il serbatoio viene fissato al telaio con dadi.

Installazione di nodi ausiliari

Prima di fornire acqua al collettore, è necessario montare le unità ausiliarie. Questi includono:

  • termometro;
  • Termosifone;
  • presa d’aria automatica.

Queste parti sono montate sulle guarnizioni fornite con lo scaldabagno. Per montare il sensore di temperatura è necessaria una chiave a tubo.

Installazione di un collettore solare sotto vuoto

Fornitura d’acqua

Per fornire acqua allo scaldabagno, è possibile utilizzare qualsiasi tubo, l’importante è che siano progettati per una temperatura di almeno 95 ° C. I tubi in polipropilene rinforzato sono ottimali in termini di prezzo e qualità. Una caratteristica importante di tali tubi è la loro resistenza al gelo..

Ci sono situazioni in cui le temperature sotto lo zero arrivano improvvisamente e il proprietario non ha il tempo di scaricare l’acqua dallo scaldabagno in tempo. Il serbatoio non si congela immediatamente e può essere supportato da un elemento riscaldante elettrico, ma in assenza di analisi dell’acqua, afferra i tubi abbastanza rapidamente. In una situazione del genere, la plastica del metallo si strappa, mentre il polipropilene mantiene le sue proprietà dopo lo scongelamento..

Anche la selezione del diametro del tubo è importante. Se si prevede di utilizzare acqua calda a casa, sarà sufficiente scegliere il diametro dei tubi corrispondente al diametro della fornitura di acqua in ingresso. L’opzione migliore sarebbe il 20 ° o il 25 ° tubo in polipropilene. I tubi con un diametro maggiore devono essere scelti se si prevede di analizzare contemporaneamente l’acqua di uno scaldabagno da più consumatori (ad esempio in un hotel).

Installazione di un collettore solare sotto vuoto

Va inoltre tenuto presente che la lunghezza delle comunicazioni al collettore è piuttosto grande rispetto ai dispositivi di riscaldamento installati in casa. E più lontano il collettore proviene dal punto di campionamento dell’acqua, più dovrà essere drenato prima che l’acqua calda fuoriesca dal rubinetto (1 metro corrente di tubo di polipropilene rinforzato O 20 contiene ~ 0,13 litri di acqua e 1 metro corrente tubi O 25 ~ 0,27 litri). Pertanto, è necessario installare il collettore il più vicino possibile ai punti di consumo con una lunghezza minima di comunicazioni.

Puoi leggere di più su come lavorare con tubi in polipropilene nel nostro articolo. Per ridurre la perdita di calore, i tubi devono essere isolati. Vale anche la pena considerare che molti tipi di isolamento devono essere protetti dagli effetti delle radiazioni solari. Il nastro di alluminio è perfetto per questo scopo..

Il collettore solare nel sistema comune deve essere collegato in parallelo con dispositivi di riscaldamento aggiuntivi, se lo scaldabagno non è fornito come unica fonte di acqua calda. È inoltre necessario installare una valvola di sovrapressione, fornita con lo scaldacqua..

Informazioni più dettagliate sulle tubazioni del collettore sono disponibili nell’articolo operativo.

Riempiendo il serbatoio con acqua

Dopo aver collegato l’alimentazione dell’acqua allo scaldacqua solare, è necessario riempire il serbatoio di accumulo con acqua e verificarne la tenuta, nonché ispezionare tutti i collegamenti dei tubi per individuare eventuali perdite d’acqua. Per fare ciò, lasciare il serbatoio in pressione per diverse ore. Successivamente, viene eseguita un’attenta ispezione e, se necessario, risoluzione dei problemi.

Installazione di elementi riscaldanti

Dopo aver verificato che i collegamenti del serbatoio di stoccaggio siano ben serrati, è possibile iniziare l’installazione degli elementi riscaldanti. Per questo, un tubo conduttore di calore in alluminio e un tappo in silicone vengono inseriti sul tubo di calore in rame. Il tubo con il foglio è posizionato all’interno di un tubo di aspirazione in vetro, sul fondo del quale viene montata una tazza di fissaggio. Un tubo di gomma viene anche inserito nel tubo del vuoto. La punta di rame del tubo di calore è immersa all’interno del manicotto di ottone (condensatore) fino a quando non si arresta.

Installazione di un collettore solare sotto vuoto

Installazione di un collettore solare sotto vuoto

I tubi sono trattati con grasso a contatto termico, che non deve essere rimosso. Successivamente, la coppa di fissaggio viene agganciata alla staffa del telaio.

Installazione di un collettore solare sotto vuoto

Tutti i tubi del vuoto sono fissati in sequenza alla staffa. Successivamente, la staffa viene serrata e la sua fissazione finale sul telaio.

Installazione di un collettore solare sotto vuoto

Dopo il fissaggio, viene inserito uno stivale, necessario per proteggere i tubi dalla contaminazione e per un ulteriore isolamento termico.

Installazione di un collettore solare sotto vuoto

Dopo aver collegato i tubi del vuoto, è già possibile utilizzare il collettore per riscaldare l’acqua, ma non è ancora possibile controllare la temperatura e il riscaldamento del serbatoio..

Fornitura di elettricità al collettore

Si consiglia inoltre di collegare l’alimentazione elettrica allo scaldacqua solare. Ciò consentirà di sfruttare appieno le capacità del serbatoio. Per fare ciò, un blocco di montaggio è montato sul telaio del dispositivo, nel quale è necessario fornire 220 volt e a cui sono collegati il ​​sensore di temperatura, l’elemento riscaldante e il controller. Il blocco di montaggio è reso impermeabile, ma non sarà superfluo fornire una visiera o altra protezione dalle precipitazioni.

Installazione di un collettore solare sotto vuoto

Si consiglia di installare una macchina separata per alimentare lo scaldacqua. Poiché il carico principale cade sull’elemento riscaldante elettrico, la cui potenza non è superiore a 2,0 kW, è necessario un cavo da 1,5 mm per alimentare il collettore2 e una macchina da 10 A. Inoltre, lo scaldabagno deve essere collegato a terra.

Collegamento elemento riscaldante, sensore di temperatura

Dopo aver installato il blocco di montaggio, è necessario collegare l’elemento riscaldante elettrico e il sensore di temperatura secondo lo schema specificato nelle istruzioni del prodotto. L’elemento riscaldante è collegato tramite un termostato capillare protettivo per il surriscaldamento dell’acqua superiore a 95 ° С.

Installazione di un collettore solare sotto vuoto

Cavi, termostato e dispositivi di fissaggio sono forniti con lo scaldabagno. Il collegamento di un elemento riscaldante nel collettore è simile al collegamento di un elemento riscaldante in una caldaia convenzionale.

Installazione del controller in casa

Inoltre, un controller è collegato al blocco di montaggio, il che consente di controllare il riscaldamento elettrico del serbatoio, visualizza la temperatura e può anche interagire con dispositivi aggiuntivi, ad esempio un’elettrovalvola. È preferibile posizionare il controller in un posto comodo per poter monitorare la temperatura dell’acqua.

Avvio del sistema

Dopo aver collegato l’alimentazione idrica e l’elettricità, resta da programmare il programmatore impostando un programma per il riscaldamento dell’acqua, la temperatura che dovrebbe essere mantenuta nel serbatoio di accumulo e altri parametri utili. Questo completa il lavoro e il collettore è pronto a fornirti acqua calda gratuita. Tuttavia, non dovresti dimenticare la manutenzione tempestiva dell’installazione, che prolungherà la durata e l’efficienza dello scaldacqua solare..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy