Come proteggere le piante dal gelo primaverile

Sezioni dell’articolo



I nostri nonni ricordano ancora quei periodi in cui il clima era abbastanza stabile e prevedibile, l’inverno era nevoso e gelido, la primavera era calda, l’estate era calda e c’erano abbastanza piogge e in autunno il raccolto dai giardini poteva essere raccolto fino alla fine di ottobre. Oggi, purtroppo, le sorprese meteorologiche causano molti problemi ai giardinieri e ai giardinieri..

Come proteggere le piante dal gelo primaverile

Le gelate primaverili possono danneggiare gravemente alberi da frutta e arbusti, piantine di colture che amano il calore, aiuole e aiuole. Soffrono della quantità e della qualità del raccolto e le persone che coltivano frutta e verdura a livello professionale subiscono perdite significative. Per resistere a questa anomalia naturale, è necessario essere in grado di determinare l’ora di inizio del tempo gelido ed essere preparati con cura per questo. In questo articolo parleremo di metodi e mezzi per proteggere le piante dal gelo, che possono arrivare anche a primavera inoltrata..

Quali sono i tipi di gelo e come prevederli

Per capire come affrontarlo, devi “conoscere il nemico a vista” La scienza divide le gelate tardive in avventive, radiazioni e miscele.

Le gelate avventive si verificano durante l’invasione delle masse d’aria artiche. Non esistono metodi per resistere a questo fenomeno naturale, è inutile combatterli. La buona notizia è che questo tipo di gelo è inerente principalmente alle regioni settentrionali, dove la stagione delle piantagioni e il momento del germoglio cadono in un periodo successivo..

Le gelate da radiazioni si verificano abbastanza spesso e le ragioni del loro verificarsi non sono ancora state studiate praticamente. Questo fenomeno è associato al raffreddamento notturno dello strato superficiale del suolo. Durante il giorno, la terra si riscalda sotto l’influenza della luce solare e sprigiona energia termica nello spazio circostante. Allo stesso tempo, si sta dirigendo verso un uguale calore dell’atmosfera. Ad un certo punto, questo meccanismo viene interrotto e il suolo emette più calore di quello che riceve dall’aria. Di conseguenza, si verifica un forte calo della temperatura dello strato superficiale della terra. Tali gelate sono di breve durata, passano in “strisce” e, di regola, si verificano in notti limpide, senza vento e senza nuvole..

Come proteggere le piante dal gelo primaverile

Molto spesso si osservano gelate miste (radiazioni avventive). Sono accompagnati da una sistematica diminuzione della temperatura durante il tempo inclemente, durano a lungo e coprono vaste aree..

Per essere pienamente armato e per essere in grado di fornire assistenza efficace alle piante, è necessario conoscere in anticipo l’insorgenza del gelo. Queste informazioni possono essere ottenute dalle previsioni del tempo nei media.

Come sai, i meteorologi sono spesso sbagliati, quindi devi fare affidamento sulle tue osservazioni sui cambiamenti meteorologici, che ti aiuteranno a prepararti bene per l’inizio di uno schiocco freddo inaspettato. L’approccio del gelo è sempre indicato da un forte calo di temperatura la sera dopo una calda giornata di primavera e l’assenza di rugiada sull’erba, nonché da un clima calmo, secco e senza nuvole..

Un po ‘di teoria

Culture diverse hanno atteggiamenti diversi verso l’abbassamento delle temperature. Le piante resistenti al freddo resistono adeguatamente alle gelate primaverili e, quando arriva il freddo, non dovresti aver paura di loro. Ad esempio, piantine di carote e piantine di cavolo possono resistere al gelo fino a -6 ° C, pastinache e sedano – fino a meno 5, e prezzemolo e lattuga – fino a 9 gradi di gelo.

Le colture termofile come peperoni, pomodori e melanzane non possono tollerare cali di temperatura anche minori. L’ipotermia indebolisce notevolmente l’immunità della pianta, che in futuro può causare una serie di malattie pericolose.

Va notato che le piantine non irrigate e scarsamente radicate delle colture termofile soffrono maggiormente delle gelate primaverili. Le piantine di verdure precoci devono essere coltivate in vaso. Ciò contribuisce al fatto che l’apparato radicale non viene danneggiato durante il trapianto. Le piante mettono radici più velocemente e acquisiscono forza e, quindi, resistono più attivamente al freddo.

Come proteggere le piante dal gelo primaverile

Suoli fertili, ricchi e sciolti aiutano le piante in tempi difficili. Hanno abbastanza aria per lo sviluppo attivo, si scaldano meglio al sole. Tuttavia, il terreno sciolto, liberato dalle erbacce, si raffredda molto più velocemente. Questo deve essere preso in considerazione anche quando si verifica il gelo..

Le colture piantate in aree sfavorevoli – pianure e pendii settentrionali – soffrono maggiormente delle basse temperature. Qui le temperature sotto lo zero sono osservate più spesso e le gelate durano molto più a lungo rispetto alle aree con rilievo convesso o in aree aperte. Vicino a fiumi o grandi specchi d’acqua, il rischio di gelate primaverili è ridotto molte volte.

Fumo

La fumigazione o fuming è un metodo ben noto e di lunga data per affrontare le gelate primaverili. Questa tecnologia si basa sul fatto che il fumo crea una nuvola artificiale e la radiazione del calore dal suolo è notevolmente ridotta. Inoltre, quando sono fumigate, le particelle di polvere sono in grado di condensare il vapore acqueo nell’aria, provocando una nebbia che protegge le piante.

Come proteggere le piante dal gelo primaverile

Per fornire protezione dal gelo mediante il fumo, sul sito vengono preparati in anticipo cumuli di materiali in grado di bruciare con una combustione debole. Dal fondo del mucchio hanno messo legna da ardere e sottobosco, su cui si accumulano paglia, letame, fogliame. Tutto questo è compattato e coperto con uno strato di terra, 2-3 centimetri di spessore. Queste pile di fumo (alte 1 metro e larghe 1,5 metri) sono progettate per un periodo di fumigazione di 15 ore, per ottenere i migliori risultati, dovrebbero essere disposte con una frequenza di una pila per 10 metri quadrati. Affinché il fumo e l’aria fuoriescano, i fori sono fatti dall’alto e dal lato sottovento..

Il principale svantaggio di questo metodo è la sua intensità del lavoro. Le gelate, nella maggior parte dei casi, non si limitano a una notte, quindi i mucchi di fumo devono essere ripristinati la notte successiva. Questo metodo è efficace solo con tempo calmo e temperature fino a meno 4 gradi. Quando è passata la minaccia del gelo, il materiale incombusto delle pile di fumo può essere utilizzato come fertilizzante o pacciame.

Irrigazione e irrigazione

Per ridurre la radiazione termica del terreno, è possibile utilizzare il metodo di creazione di nebbia artificiale (aspersione). Questo metodo è abbastanza efficace per le gelate a breve termine. L’essenza di questo metodo è di spruzzare le piante con acqua in ogni modo possibile. Questo lavoro può essere eseguito di notte, fino all’alba. In questo momento, le foglie e gli steli delle piante sono coperti da una sottile crosta di ghiaccio, che è in grado di proteggere la cultura dal gelo a meno 5 °.

Come proteggere le piante dal gelo primaverile

Tale metodo di protezione dalle gelate primaverili, come l’irrigazione, è stato a lungo utilizzato nella pratica agricola. L’irrigazione molto bene aumenta la conduttività termica e la capacità termica della terra. Sul terreno umido di notte è molto più efficiente rispetto al terreno asciutto; il calore viene trasferito dalla profondità alla superficie. Dopo l’irrigazione serale, si verifica la condensa, accompagnata dal rilascio di calore. E in questa nuvola calda, le piante saranno in grado di resistere a cadute di temperatura a breve termine fino a -4 gradi..

Quando si utilizzano l’irrigazione e l’irrigazione, si applicano le note leggi della fisica, quando quando un grammo di acqua si congela, vengono rilasciate 80 calorie, il che aumenta la temperatura intorno alla pianta.

Sheltering

La copertura delle piante è di gran lunga il metodo più efficace e più diffuso per proteggere le piante amanti del calore dalle gelate primaverili. Questo metodo ha un solo inconveniente: non è adatto a proteggere alberi di grandi dimensioni..

I singoli nascondigli sono la parte più primitiva di questo metodo. Tali rifugi possono essere costruiti su ogni singolo foro o cespuglio di piantine. Qualsiasi materiale a portata di mano farà. Puoi coprire le piante con sacchetti di carta a base di succhi di frutta o latticini o bottiglie di plastica. Coprirli con vasi di vetro può essere una buona protezione per le piantine appena piantate e alcuni giardinieri usano scatole di cartone per l’imballaggio a questo scopo. Per proteggere le colture da gelo, tela e stuoie sono anche adatte, molte persone usano fieno o segatura per questi scopi.

Come proteggere le piante dal gelo primaverile

Pomodori e patate possono essere ricoperti di terra. In questo caso, le piantine di pomodoro vengono piegate con cura a terra e cosparse di uno strato di terra di 2-3 cm di spessore.I pomodori possono rimanere sotto un tale riparo per diversi giorni. I giovani germogli di patate per la protezione dal gelo possono essere semplicemente spinti “a capofitto”.

L’uso di teli di plastica è possibile con alcune restrizioni. Il punto è che il polietilene non può essere semplicemente gettato sulle piante. Nelle notti gelide, quando il film viene a contatto con le foglie, le piante possono subire gravi ustioni. Il film di polietilene non è in grado di trattenere il calore al livello corretto e i ripari da esso possono essere utilizzati solo come strumento aggiuntivo e solo se si estendono sul telaio. Ad esempio, puoi coprire le piante con carta o fieno e mettere sopra una cornice con polietilene allungato. In questo caso, viene creato un cuscino d’aria aggiuntivo, che migliora la protezione contro le temperature di congelamento..

Come proteggere le piante dal gelo primaverile

Oggi, il mercato dei prodotti agricoli offre ai giardinieri una vasta selezione di agrofibre. Questo materiale in polipropilene non tessuto è molto leggero e allo stesso tempo ha buone proprietà di protezione termica. Agrofibre può essere applicato alle piante senza utilizzare una cornice. Questo materiale consente all’acqua di passare bene e dopo la pioggia non è necessario innaffiare il terreno sottostante. Inoltre, quando fa caldo, il terreno coperto di agrofibre trattiene perfettamente l’umidità..

Agrofibre è disponibile in vari spessori e densità. L’opzione più sottile aiuterà a proteggere le piante nel caso in cui la temperatura scenda a meno 3 °, e l’agrofibra di maggiore densità e spessore aiuta con gelate fino a meno 7-9 gradi. Quando acquisti agrofibre in un negozio specializzato, devi assolutamente consultare il venditore al riguardo. L’agrofibra leggera può essere posata direttamente sulle piante liberamente e senza tensione, cospargendo di terra lungo i bordi. Per piante di grandi dimensioni, è meglio realizzare archi a filo.

Funzioni di protezione del giardino

In caso di gelate tardive primaverili, il livello di pericolo per alberi e arbusti dipende dalla fase di sviluppo delle piante. Ad esempio, gemme e fiori già in fiore possono essere danneggiati se la temperatura scende a meno 3-4 gradi e le ovaie risultanti moriranno già a meno 1 ° С.

Gli alberi e gli arbusti che crescono nelle pianure e sui pendii settentrionali sono particolarmente colpiti, poiché l’intensità e la durata delle gelate in questi luoghi è molto più elevata rispetto alle aree elevate e su una superficie piana. Ma vicino a fiumi, stagni e altri grandi specchi d’acqua, alberi da giardino e arbusti non sono quasi mai danneggiati dal gelo. Questi fattori devono essere presi in considerazione durante la creazione di un giardino..

Puoi proteggere alberi e arbusti in tutti i modi di cui abbiamo parlato sopra. Cioè, il fumo, l’irrorazione e il riparo delle piante sono adatti qui. Quando arriva uno schiocco freddo, molti giardinieri installano molti contenitori d’acqua sotto gli alberi. In negozi specializzati, è possibile acquistare bombe fumogene, il cui utilizzo aiuta a proteggere gli alberi a temperature fino a -4 gradi. Il fumo di tali pedine copre le foglie con uno strato di paraffina, che le protegge dalla rugiada ghiacciata che cade al mattino. È bene coprire piccoli alberi e arbusti con un denso agrofibre usando una cornice fatta di archi a filo. Tuttavia, questo metodo non è adatto per alberi ramificati di grandi dimensioni..

Come proteggere le piante dal gelo primaverile

Alcuni giardinieri con l’inizio delle gelate primaverili riscaldano il giardino con speciali cuscinetti riscaldanti. Per la fabbricazione di tali dispositivi, sono adatti vecchi secchi di ferro, grandi lattine di lattine e altri contenitori metallici. Questi contenitori sono riempiti con olio usato, gasolio, olio combustibile, cioè quel materiale combustibile che non sarà troppo costoso per te. Una traversa fatta di stagno o di una rete è posizionata sul termoforo e su di essa è installato uno stoppino a forma di bastoncino imbevuto di cherosene. Quando arriva il tempo gelido, devi solo accendere lo stoppino. Posizionare tali cuscinetti di riscaldamento al ritmo di due pezzi per cento metri quadrati aiuterà ad aumentare la temperatura dell’aria intorno agli alberi e agli arbusti di 5-6 gradi.

Alcuni giardinieri, in particolare quelli che vivono più vicini alle latitudini settentrionali, usano il cosiddetto metodo biologico per combattere le gelate primaverili. L’essenza di questo metodo è quella di frenare l’inizio della fioritura di alberi e arbusti..

Puoi rallentare l’inizio della fioritura con l’irrigazione primaverile, che riduce la temperatura dell’aria nel giardino e aumenta la sua umidità. La potatura estiva delle colture di frutti di pietra come la pesca e l’albicocca favorisce la comparsa di una seconda ondata di crescita di giovani germogli, su cui compaiono germogli più tardi e, di conseguenza, inizia la fioritura e la formazione dei frutti.

Qualche parola sulla rianimazione

Non disperare se, nonostante usi metodi protettivi, le tue piante soffrono ancora di gelo. Molte piante possono essere rimbalzate spruzzandole al mattino prima dell’alba con acqua da un flacone spray. Questo li aiuterà a recuperare più velocemente..

Un rapido recupero è aiutato dalla preparazione della radice con una soluzione di nitroammofoska – al ritmo di 50 grammi per secchio d’acqua (un secchio di soluzione per 1 m2). La medicazione fogliare, cioè spruzzare le foglie, può anche migliorare significativamente il benessere del raccolto. Per la spruzzatura, puoi preparare una soluzione secondo questa ricetta: prendi 2 grammi di boro, rame e manganese ciascuno e sciogliili tutti in un secchio d’acqua. È preferibile utilizzare l’infusione di erbe fermentate anziché acqua, se disponibile.

Come proteggere le piante dal gelo primaverile

L’allentamento del terreno contribuisce alla migliore ricrescita delle piante danneggiate dal congelamento.

Eppure, non abbiate fretta di rimuovere le piantine di pomodoro danneggiate: sui germogli laterali, può formarsi un raccolto completamente “tollerabile”.

Una persona non ha la capacità di influenzare il cambiamento del tempo, ma possiamo aiutare il nostro orto e il nostro orto a resistere attivamente all’insorgere del freddo. Per fare ciò, in primavera, è necessario monitorare attentamente i cambiamenti delle condizioni meteorologiche e preparare in anticipo tutti i dispositivi di protezione disponibili..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy