Come proteggere una casa dal vento e dall’umidità: pellicole edili e membrane

Sezioni dell’articolo



La casa è isolata con lana minerale, fondi seri e molto tempo è stato speso, ma per qualche motivo non ci sono effetti previsti. Fa freddo nelle stanze, le pareti e il tetto sono umidi … Questa è una situazione abbastanza comune per costruttori irresponsabili e clienti troppo economici. Ma era solo necessario fare un altro passo: chiudere l’isolatore termico con membrane …

Come proteggere una casa dal vento e dall'umidità: pellicole edili e membrane

Ogni anno, gli alloggi moderni stanno diventando più complessi e tecnologicamente avanzati. Non sorprende, perché di recente i requisiti per i materiali isolanti, le caratteristiche di quasi tutti gli elementi di edifici e strutture sono aumentate in modo significativo. Le questioni relative all’isolamento termico degli edifici residenziali, in particolare, in molti paesi sono diventate oggetto di regolamentazione del governo. Di conseguenza, le strutture multistrato con l’uso dell’isolamento in fibra sono diventate diffuse. Si tratta di pareti esterne con telaio, facciate ventilate, tetti e soffitti a falda isolati.

Tuttavia, un isolante a base di lana minerale stessa necessita di una protezione affidabile. Il fatto è che la pressione del vento, l’umidità atmosferica, i vapori dai locali riducono significativamente le caratteristiche termiche della lana minerale e dell’edificio nel suo insieme. L’uso di pellicole e membrane da costruzione consente di preservare l’efficienza progettuale delle strutture multistrato, per evitare la formazione di condensa sugli elementi dell’edificio. Un tempo, le membrane sono diventate una vera svolta nell’ingegneria del calore degli edifici, ora è impossibile immaginare un edificio residenziale costruito senza l’uso di questo materiale. Le membrane si sono dimostrate pratiche, continuano a migliorare.

Come funzionano le membrane

Di cosa ha paura l’isolamento?

Si ritiene che la lana di roccia non assorba l’acqua, ma contiene molti pori e canali d’aria, in modo che l’umidità possa spostarsi all’interno del materiale e rimanere all’interno di esso. La massa di isolamento in lana di roccia può aumentare fino al 5% del proprio peso. L’umidità sposta l’aria dalle fibre: le caratteristiche di isolamento termico diminuiscono (del 20-30% anche con l’umidificazione dell’1%, affermano molti tecnici), si formano ponti freddi. Con significative variazioni di temperatura, l’acqua si congela e si scioglie ripetutamente, espandendosi, distruggendo la struttura interna dell’isolamento. Se le strutture di recinzione e drenaggio funzionano correttamente, l’acqua può diffondersi nella lana di cotone dai locali, come prodotto dell’attività umana o all’esterno – con aria umida.

Come proteggere una casa dal vento e dall'umidità: pellicole edili e membrane

L’aria può penetrare dall’esterno nelle facciate e nei tetti isolati, quindi nei locali sotto l’influenza del vento e della pressione della temperatura. Il vento non solo spinge contro le pareti, ma crea anche turbinii. Da qualche parte l’aria fredda e umida viene forzata nella struttura, da qualche parte viene aspirata dall’isolamento, portando calore con essa. Ecco come si verifica l’infiltrazione non pianificata delle strutture con un deterioramento della loro resistenza termica..

Le strutture del tetto e della facciata ventilate presentano intercapedini d’aria che fungono da canali di convezione. L’aria, passando attraverso le fessure di ventilazione, anche a bassa velocità di movimento “trae” calore dalla lana di cotone non protetta, che riduce immediatamente l’isolamento termico dell’edificio nel suo insieme al 30-40% dei valori di progetto. Inoltre, le correnti d’aria convettive sono in grado di legare “agenti atmosferici”, così come le fibre della maggior parte dei batuffoli di cotone, distruggendo anche la struttura dell’isolamento.

Proprietà speciali di pellicole e membrane

Il compito principale della costruzione di membrane è proteggere le strutture dell’edificio dal vento e dall’umidità atmosferica. Ma allo stesso tempo, i film utilizzati sulle pareti esterne e sui tetti devono passare attraverso il vapore acqueo dai locali verso l’esterno. Dal punto di vista della fisica, ogni membrana è un film semipermeabile, un guscio che separa due mezzi, regolando il trasporto unidirezionale di sostanze da una zona all’altra.

Come proteggere una casa dal vento e dall'umidità: pellicole edili e membrane

La caratteristica principale della maggior parte delle membrane da costruzione è la presenza nella loro struttura di strati di diffusione con microperforazione e micropori, in grado di condurre il vapore acqueo in una direzione. Molto spesso, le membrane permeabili al vapore hanno uno strato funzionale sottile e uno o più strati protettivi che forniscono stabilità fisica e chimica..

Alcune membrane (spesso chiamate film per l’edilizia) non consentono il passaggio di vapore o acqua. Sono costituiti da diversi strati di polietilene non perforato, generalmente su un supporto a rete. Questa è la cosiddetta “barriera al vapore”.

Quando si scelgono i film e le membrane da costruzione, è necessario prestare particolare attenzione a due principali proprietà del consumatore:

  • permeabilità al vapore
  • resistenza all’umidità

Le membrane da costruzione sono realizzate in fibre sintetiche (polipropilene, polietilene) sotto forma di tessuti o tessuti non tessuti. A seconda delle attività, le membrane da costruzione possono avere una struttura a strato singolo o multistrato, anche con una rete di rinforzo in fibre di polietilene o un rivestimento in alluminio aggiuntivo. Con un piccolo spessore, le membrane hanno una resistenza molto elevata e un basso allungamento. Sono resistenti alle radiazioni ultraviolette per un certo tempo, non sono influenzati da funghi e microrganismi.

Come proteggere una casa dal vento e dall'umidità: pellicole edili e membrane

Alcuni produttori offrono membrane che non solo regolano le condizioni di umidità, ma hanno anche una propria resistenza al trasferimento di calore, che consente di compensare le perdite di calore nell’area degli spazi aerei. Si tratta di materiali multistrato cuciti ad ago con uno spessore di 10-15 mm, realizzati sulla base di polipropilene.

Anche la resistenza al fuoco dei film per l’edilizia è una questione piuttosto rilevante, che viene risolta in due modi. Ci sono membrane, materiali polimerici che contengono ritardanti di fiamma alla rinfusa, la seconda opzione è l’impregnazione di tessuti finiti o l’applicazione di composti protettivi sulla loro superficie.

Un’altra sfumatura importante è la durata della membrana. Ovviamente, la membrana dovrebbe funzionare fino a quando la struttura racchiusa nel suo insieme. Non utilizzare materiali i cui produttori tacciono sulla vita utile o limitarli a 10-15 anni.

Le prestazioni delle membrane sono notevolmente ridotte a causa dell’invecchiamento del materiale ad alte temperature. Gli indicatori comuni dichiarati “fino a + 80 °” non sono sempre sufficienti, soprattutto in un tetto metallico isolato, dove le temperature possono raggiungere valori molto più alti.

Quindi, una membrana da costruzione è un film che fa entrare o uscire i vapori, ma ferma sempre l’acqua e il vento. Questa è la base della tecnologia cinematografica.

Tipi di membrane edili

A seconda del loro scopo e, di conseguenza, di alcune caratteristiche strutturali, le membrane degli edifici sono suddivise in:

  • barriera di vapore
  • permeabile al vapore

Una barriera al vapore è installata dall’interno dell’isolamento, deve isolare il batuffolo di cotone dal vapore acqueo che si verifica nei locali dell’edificio. Un esempio di applicazione è un tetto isolato termicamente o una sovrapposizione del pavimento “attico”, dove la lana di cotone dal basso deve essere coperta con un film. Inoltre, una barriera al vapore viene necessariamente utilizzata per isolare le pareti dall’interno. La membrana barriera al vapore non ha pori e perforazioni, minore è la sua permeabilità al vapore, meglio è. Questi materiali sono film in polietilene rinforzato o non rinforzato, a volte con uno strato di foglio di alluminio. Si noti che l’uso della barriera al vapore aumenta in modo significativo il livello di umidità nell’edificio, quindi si dovrà prestare particolare attenzione alla ventilazione dei locali..

Come proteggere una casa dal vento e dall'umidità: pellicole edili e membrane

I film con un rivestimento anticondensa possono essere considerati un tipo separato di membrane barriera al vapore. Sono utilizzati sotto materiali di copertura che hanno paura della corrosione: cartone ondulato, ferro zincato, alcuni tipi di piastrelle metalliche senza rivestimento interno. Tale membrana non consente ai vapori di passare a elementi metallici vulnerabili. Il film anticondensa viene posato con uno strato di tessuto ruvido (assorbente) verso il basso, dove l’umidità si accumula e viene gradualmente rimossa senza rifluire nell’isolante e senza contatto con il metallo. Ci deve essere uno spazio di 20-60 mm tra questa membrana e cotone idrofilo..

Come proteggere una casa dal vento e dall'umidità: pellicole edili e membrane

Le membrane permeabili al vapore (rilascio di vapore) sono utilizzate all’esterno dell’isolante. Servono da protezione contro la pressione del vento sulle strutture di chiusura e sono uno strato di impermeabilizzazione ausiliario nei tetti a falde, nonché facciate con elementi di rivestimento che perdono. A causa del fatto che tali film agiscono come un cuscinetto tra l’isolamento e l’ambiente, è necessario che passino liberamente l’umidità dalla lana di cotone nello spazio ventilato. Una certa permeabilità al vapore di questi materiali è garantita dalla presenza di microperforazioni e micropori. Naturalmente, più attiva è la diffusione del vapore verso l’esterno, migliore è, più secco e più efficace sarà l’isolamento. In base al grado di permeabilità al vapore, le membrane sono suddivise in:

  • pseudodiffusione (fino a 300 g / m22 al giorno)
  • diffusione (300-1000 g / m2)
  • superdiffusione (da 1000 g / m2)

Le membrane pseudo-diffusione hanno buone caratteristiche di impermeabilizzazione, quindi sono spesso utilizzate come sottotetto esterno e con l’organizzazione di una fessura di ventilazione obbligatoria sotto di esse. L’uso di tali film come barriera al vapore esterna per la facciata è un errore dovuto alla portata minima consentita. Il fatto è che con tempo asciutto, i micropori possono intasarsi di polvere dalla fessura di ventilazione. Di conseguenza, l’umidità non viene completamente rimossa dall’isolamento ed è possibile la formazione di condensa.

Le membrane di diffusione e superdiffusione sono prive di questo svantaggio. Qui le caratteristiche di permeabilità al vapore sono presentate, come si suol dire, “con un margine”. Inoltre, i vapori vengono scaricati attraverso micro-fori perforati più grandi che non sono sensibili all’intasamento. Questi materiali non richiedono un ulteriore spazio di ventilazione nella parte inferiore, quindi non è necessario montare tutti i tipi di contrappesi e stecche aggiuntive.

Come proteggere una casa dal vento e dall'umidità: pellicole edili e membrane

Un tipo speciale di materiali di rilascio del vapore sono le membrane volumetriche a diffusione. Grazie alla sua struttura volumetrica (l’altezza dei tappetini tridimensionali realizzati con filamenti di polipropilene è di 8 mm), questa membrana è uno strato di separazione specifico che a sua volta forma uno spazio di ventilazione e facilita la rimozione della condensa dal tetto metallico. Infatti, svolge la stessa funzione di un film barriera al vapore con un rivestimento anticondensa, solo che rilascia umidità dall’isolante. Il fatto è che su fogli di coperture metalliche con un piccolo angolo di inclinazione (3-15 °), la condensa che è caduta dal fondo non scorre verso il basso e non gocciola verso il basso, ma è a diretto contatto con il rivestimento di zinco, distruggendolo. La membrana volumetrica è fissata con chiodi su una base solida.

I principali produttori di membrane a diffusione per tetti e facciate producono prodotti che sono relativamente simili nelle loro caratteristiche tecniche e operative. Le differenze riguardano solo la funzionalità, i costi e la qualità dei loro film. Ciò è dovuto alle peculiarità dei processi tecnologici, al tipo di materie prime e additivi, al tipo di film isolante, al numero di strati e ai metodi di legame..

Domande frequenti sull’installazione di membrane edili

Su quale lato dell’isolante fissare la membrana?

Sulla facciata isolata, la lana minerale è ricoperta da pellicole a vapore solo dall’esterno.

Nelle strutture isolanti del tetto, le membrane di diffusione, anticondensa o volumetriche sono montate sulla lana minerale, simile all’installazione in facciate ventilate.

Gli elementi del tetto senza isolamento sono protetti con membrane barriera al vapore dal fondo delle travi.

Se le pareti sono isolate dall’interno, è necessaria una barriera al vapore continua – un film non perforato viene installato sulla lana di cotone dal lato della stanza.

Come proteggere una casa dal vento e dall'umidità: pellicole edili e membrane

L’isolamento del piano superiore con una soffitta fredda situata sopra è chiuso da una barriera al vapore dal basso.

Da che parte posare la membrana?

Le pellicole barriera al vapore sono generalmente a doppia faccia (indipendentemente dal lato del materiale), ma ci sono eccezioni. Le membrane anticondensa sono fissate all’interno della stanza con uno strato assorbente in tessuto. Anche i film metallizzati sono unilaterali: il foglio deve essere rivolto verso le stanze.

L’installazione delle membrane del vapore (diffusione) da un lato o dall’altro deve essere eseguita secondo le istruzioni del produttore. La stessa azienda è in grado di produrre film sia fronte-retro che unidirezionali. Il punto di riferimento è di solito la diversa colorazione dei diversi lati della membrana, uno dei quali molto spesso ha una marcatura pronunciata. Nella maggior parte dei casi, il lato “colorato” della membrana deve essere rivolto verso l’esterno.

Ho bisogno di uno spazio di ventilazione vicino alla membrana?

È necessario prevedere uno spazio d’aria (circa 50 mm) nella parte inferiore dei film barriera al vapore per resistere alla possibile condensa. Non è consentito che il rivestimento interno tocchi la barriera al vapore.

Le membrane di diffusione sono montate direttamente sopra l’isolamento o un rivestimento OSB continuo, compensato resistente all’umidità. Ma in cima a tali membrane, è semplicemente necessario creare uno spazio di ventilazione per rimuovere l’umidità. La fessura di ventilazione nel tetto è realizzata con l’aiuto di barre a contro-reticolo; nella struttura della facciata ventilata, il distanziatore richiesto è fornito da rack o profili orizzontali posizionati perpendicolarmente.

Come proteggere una casa dal vento e dall'umidità: pellicole edili e membrane

La pellicola anticondensa su entrambi i lati deve avere uno spazio d’aria di circa 40-60 mm.

Quale dovrebbe essere la sovrapposizione di tele?

Le pellicole e le membrane da costruzione sono spesso contrassegnate da una linea lungo il bordo del nastro, che indica la dimensione della sovrapposizione, da 100 a 200 mm. Per il tetto, la membrana svolge una funzione di impermeabilizzazione, quindi questa dimensione può variare a seconda della pendenza delle pendenze (da 30 ° – 100 mm; 20-30 ° – 150 mm; fino a 20 ° – 200 mm).

La membrana di diffusione nell’area della cresta si sovrappone di 200 mm. Nelle valli, il materiale è sovrapposto di 300 mm, inoltre, con piccole pendenze, il secondo strato è posato su tutta la lunghezza sotto forma di una striscia aggiuntiva che si estende per 300-500 mm su entrambe le pendenze.

Si noti che le membrane dovrebbero coprire non solo l’area totale, ma anche le estremità dell’isolamento. Le membrane del tetto sono condotte verso una grondaia di drenaggio o una flebo di metallo.

Devo incollare le articolazioni? E allora?

I tessuti delle membrane da costruzione devono essere incollati insieme. Il giunto deve essere sigillato. A tale scopo vengono utilizzati nastri autoadesivi speciali, realizzati sulla base di vari materiali non tessuti: polietilene, polipropilene, polietilene espanso, butile, gomma butilica. Possono essere bilaterali o unilaterali. Questi nastri vengono utilizzati per riparare lacrime e danni alle tele..

La scelta di un tipo specifico di nastro di collegamento deve essere effettuata in conformità con le raccomandazioni del produttore..

L’uso di nastro da imballaggio (in particolare larghezze strette) per unire film e membrane da costruzione è una causa comune di depressurizzazione articolare..

Come riparare la membrana?

È possibile utilizzare chiodi a testa larga e punti di costruzione come elementi di fissaggio temporanei. Tuttavia, una fissazione davvero affidabile può essere garantita solo con l’aiuto di controrotaie.

Come proteggere una casa dal vento e dall'umidità: pellicole edili e membrane

La situazione è un po ‘più complicata quando si equipaggiano le facciate a battente. Dopo aver installato le staffe, vengono posate le lastre di lana minerale, ognuna delle quali è fissata con uno o due tasselli a disco. Successivamente, una membrana di diffusione viene stesa sull’isolante, tagliata nei punti di passaggio delle staffe e attraverso uno strato di lana di cotone viene fissata alla parete con gli stessi tasselli. Il numero di elementi di fissaggio deve essere di almeno quattro per metro quadrato. Se c’è una scelta, è necessario perforare alla giunzione delle tele.

Sulle pendenze del tetto, le membrane sono incollate alle strutture lungo l’intero perimetro utilizzando nastri biadesivi. Con gli stessi materiali, i film di costruzione regolanti sono fissati a vari elementi dell’edificio: finestre, porte, tubi, condotti di ventilazione, rack di antenne … Su superfici ruvide, i nastri non aiutano: usano poliuretano, acrilico, adesivi di gomma, “fissatori”.

Per quanto tempo la membrana può rimanere aperta?

La resistenza ai raggi UV delle membrane degli edifici è limitata. Di solito dura fino a 4-5 mesi, quindi il materiale perde la sua stabilità termica, l’invecchiamento del materiale si verifica con la perdita della maggior parte delle sue caratteristiche utili. Ovviamente, è necessario ridurre al minimo l’illuminazione delle membrane e installare il rivestimento il più presto possibile. Non importa quanto duramente cerchiamo di sigillare tutti i giunti e i fori, questi materiali in rotolo funzionano solo in tandem con gli strati esterni di finitura, quindi una forte pioggia può far bagnare l’isolante termico e gli elementi strutturali. Ecco perché è meglio installare isolanti, pellicole e membrane in più fasi e non immediatamente per l’intera casa..

L’uso di pellicole e membrane da costruzione è un prerequisito per il corretto funzionamento delle strutture multistrato. Solo con il loro aiuto puoi garantire le giuste condizioni di temperatura e umidità all’interno dell’edificio. Quando si lavora con le membrane, di solito non ci sono particolari difficoltà, è sufficiente scegliere il materiale giusto per un caso particolare e montarlo correttamente.

La pratica ha dimostrato che ha davvero senso proteggere l’isolamento, soprattutto se si considera che il costo di pellicole e membrane durante la costruzione di un cottage non supera lo 0,5% della stima totale. Ma è in gioco molto: il microclima dei locali, la durata degli elementi dell’edificio, il livello dei costi energetici.

Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Come proteggere una casa dal vento e dall’umidità: pellicole edili e membrane
Panini caldi al forno per deliziose ricette