Membrane per coperture

I film traspiranti sono generalmente chiamati membrane, ad es. pellicole che forniscono protezione contro la penetrazione dell’umidità atmosferica, pur rimanendo praticamente trasparenti affinché il vapore acqueo fuoriesca dall’interno. Alta permeabilità al vapore (Sd < 0,05 m) è ottenuto grazie alla speciale microstruttura delle membrane, che sono materiali non tessuti realizzati con fibre sintetiche.

Immagine

Figura. 1 Impermeabilizzazione del tetto con membrana traspirante

Le membrane devono il loro aspetto a un forte inasprimento delle norme per la conservazione del calore delle strutture edilizie nei paesi occidentali. Oggi, in connessione con l’adozione di norme simili per la conservazione del calore nel nostro paese (SNiP II-3-79 *, 96, Ingegneria del calore per l’edilizia), le membrane traspiranti sono state ampiamente utilizzate nel nostro paese..

Il vantaggio indiscutibile delle membrane traspiranti è che solo loro consentono l’uso più efficiente di tutto lo spazio tra le travi per l’isolamento termico. Le membrane traspiranti, a differenza di tutti gli altri tipi di film, vengono posate direttamente sul materiale termoisolante, quindi il loro uso consente di abbandonare la fessura di ventilazione, che consuma fino al 50% dello spazio destinato all’isolamento del tetto.

Immagine

Figura. 2 L’uso di membrane traspiranti consente di utilizzare l’intero spazio tra le travi per l’isolamento termico. Struttura del tetto utilizzando:
A – film impermeabilizzante tradizionale; B – membrana traspirante.
1 – coperture; 2 – tornitura; 3 – contro reticolo; 4 – strato impermeabilizzante; 5 – travi; 6 – isolamento termico; 7 – strato barriera al vapore; 8 – membrana traspirante.

Ad esempio, se l’altezza delle travi nella sezione trasversale è di 150 mm, quando si utilizzano pellicole non traspiranti, lo spessore dell’isolante che può essere posato tra le travi è di circa 80 mm. Secondo i requisiti moderni, questo è quasi due volte inferiore alla norma (150 mm – 80 mm = 70 mm è lo spazio di ventilazione minimo (inclusi almeno 20 mm per il gioco del film), che deve essere lasciato per ventilare l’isolamento). Applicazione <traspirante> la membrana crea ulteriore spazio per l’isolamento termico, consentendo di posare l’isolamento con uno spessore pari all’altezza delle travi (nel nostro esempio, è di 150 mm), che, di norma, soddisfa i moderni standard per la conservazione del calore.

Le membrane traspiranti sono particolarmente utilizzate nella costruzione del tetto. Il loro uso è ottimale quando si converte una soffitta fredda in una mansarda, senza sostituire la struttura della trave esistente.

Esistono diversi tipi di membrane respiratorie sottotetto sul nostro mercato. Tra loro:

  • TYVEK Soft – DuPont (Lussemburgo), colore bianco;
  • DIVOROLL – BRAAS (Germania), colore grigio scuro da un lato, bianco dall’altro;
  • JUTAWEB – JUTA (Repubblica Ceca), colore rosso da un lato, bianco dall’altro;
  • MONAPERM – MONARFLEX (Danimarca), colore grigio.
  • DIVOROLL e JUTAWEB sono membrane a un lato, ad es. possono essere posati solo con un certo lato verso il basso. TYVEK Soft e MONAPERM sono membrane a doppia faccia, ad es. la loro posa su un isolamento è consentita da entrambi i lati.
  • Queste membrane hanno un solo inconveniente: un prezzo più elevato. È vero, la differenza di prezzo tra una membrana traspirante e altri tipi di film è una caduta nell’oceano rispetto al costo dell’intero tetto e ancor di più rispetto al costo totale dell’intero edificio.

    Valuta l'articolo
    ( Ancora nessuna valutazione )
    Condividi con gli amici
    Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
    Aggiungi un commento

    Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy