Coltivazione biologica. Come proteggere i peperoni da parassiti e malattie

Sezioni dell’articolo



È difficile sopravvalutare i benefici e il gusto di una coltura vegetale come il pepe. Questo ortaggio è un tesoro di vitamine e microelementi importanti per la salute, tra cui le vitamine A, C ed E. L’uso di piatti preparati con pepe rafforza le difese del corpo e ha un effetto benefico su tutti gli organi e sistemi del corpo umano. Tuttavia, al fine di coltivare un raccolto decente, è necessario compiere alcuni sforzi – con cura impropria, questa coltura vegetale può ammalarsi e ha parecchi parassiti.

Coltivazione biologica. Come proteggere i peperoni da parassiti e malattie

Nel precedente articolo della serie “Agricoltura biologica. Protezione biologica da parassiti ed erbe infestanti ”abbiamo parlato di come proteggere le piante da giardino da malattie e parassiti senza l’uso di pesticidi dannosi. E negli articoli “Malattie e parassiti del cetriolo” e “Come coltivare un raccolto abbondante di cavolo sano senza chimica”, hanno considerato i principali metodi biologici di lotta contro malattie e parassiti di insetti che colpiscono cetrioli e cavoli. Oggi parliamo di come ottenere un raccolto di pepe ricco e sostenibile..

Il pepe è una pianta delicata e termofila, la sua patria è l’America centrale. Fu da lì che fu portato in Europa dai marinai di Colombo. Dopo la scoperta dell’America, questa coltura vegetale iniziò a essere coltivata in Spagna, Portogallo e Bulgaria, da cui proveniva dai nostri giardini – non per nulla le varie varietà di peperoni dolci sono chiamate bulgare. Nei tropici del Sud America, questa pianta si trova ancora allo stato brado ed è per natura un arbusto perenne. In Russia e nei paesi della CSI, il pepe viene coltivato come coltura annuale, coltivata sia all’interno che all’esterno..

Tecniche agricole di base

I letti con pepe devono essere situati in un’area ben illuminata e ben riscaldata, protetta dai venti freddi. La struttura del terreno più adatta per questa coltura è il terreno leggero o terroso sabbioso..

I peperoni sono estremamente sensibili all’irrigazione. L’essiccazione dal terreno è inaccettabile, ma l’eccessiva umidità porta anche alla mancanza di ossigeno, che rallenta la maturazione dei frutti. Con un eccesso di umidità, le cime della pianta si scuriscono e la sua mancanza è indicata dall’appassimento di foglie e ovaie.

Coltivazione biologica. Come proteggere i peperoni da parassiti e malattie

La temperatura più adatta per i peperoni in crescita è di 20-25 gradi, con una notevole diminuzione dei letti è necessario coprire i letti con un film o agrofibre leggero. Le gelate sono distruttive per questa cultura..

Una corretta formatura è essenziale per un buon raccolto. Il primo germoglio viene rimosso per stimolare la crescita e aumentare la produttività. Tagliare i figliastri, i germogli laterali e le foglie inferiori aiuta a ridurre il carico sullo stelo principale, contribuendo a un migliore sviluppo del cespuglio. Le varietà alte possono essere formate in due o tre steli, formati da figliastri, che non si staccano, ma pizzicano i loro germogli dopo la seconda e la terza foglia.

È importante notare che diverse varietà di pepe possono essere impollinate tra loro. Pertanto, se decidi di piantare diversi tipi di piante sul sito, devi mantenere una distanza sufficiente tra i letti (è meglio farli in diverse estremità del giardino), in modo da non ottenere il risultato della varietà “amara bulgara”.

Coltivazione biologica. Come proteggere i peperoni da parassiti e malattie

Il pepe è pignolo per il cibo. La medicazione fogliare e radicale dovrebbe essere iniziata due settimane dopo aver piantato le piantine nel terreno. I principali fertilizzanti organici per il pepe sono la cenere di legno e l’infuso di verbasco o escrementi di pollo. Per preparare l’infusione, è necessario riempire il contenitore di letame di un terzo e riempirlo di acqua, coprirlo con un coperchio o polietilene (sfuso). Questa miscela viene infusa per una settimana, mescolando bene. Per nutrire il pepe, 0,5 litri dell’infusione preparata vengono diluiti in un secchio d’acqua e ogni cespuglio viene aggiunto ad intervalli di 1,5-2 settimane. La cenere di legno viene utilizzata per impollinare i letti del giardino. Cospargilo direttamente sopra la parte superiore della pianta, preferibilmente sopra la rugiada. Questo non solo stimola la crescita, ma è anche la prevenzione di alcune malattie, la protezione da molti parassiti.

Malattie del pepe

Come la maggior parte delle piante coltivate, il pepe a volte è affetto da malattie fungine, batteriche o virali, che si verificano principalmente con un’insufficiente osservanza delle condizioni di crescita ottimali, che spesso non dipendono dal giardiniere – il tempo non ci ha coccolati con costanza ultimamente. Per un trattamento e una prevenzione tempestivi e efficaci, è necessario conoscere i segni e le caratteristiche dell’insorgenza di malattie pericolose, le principali delle quali sono: gamba nera, macchia batterica, putrefazione bianca, putrefazione apicale, nonché malattie di origine virale (mosaico, stria, necrosi interna dei frutti).

crumiro

Una pericolosa malattia fungina che colpisce piantine e giovani piante. Può verificarsi sia in serre e focolai, sia in campo aperto in primavera. La malattia si manifesta sotto forma di un oscuramento del colletto della radice con una costrizione caratteristica, a volte si può notare un rivestimento grigio. Con la progressione della malattia, il fungo infetta le radici, la pianta appassisce e muore.

Coltivazione biologica. Come proteggere i peperoni da parassiti e malattie

Uno dei motivi principali per il verificarsi di una gamba nera è l’elevata umidità dell’aria, quindi, per la prevenzione, è necessario evitare colture dense di piantine e forti fluttuazioni di temperatura, si consiglia di annaffiare i letti con acqua calda (20 gradi). Per evitare la comparsa della malattia in serre e serre, è necessario fornire una buona ventilazione e prima di piantare semi, disinfettare il terreno con una soluzione di permanganato di potassio al ritmo di 5 grammi per 10 litri.

Macchia batterica

Questa malattia è causata da batteri che infettano foglie e frutti. Si manifesta sotto forma di piccoli punti neri con un bordo giallo, che alla fine raggiungono una dimensione di 1-2 mm di diametro. Sui piccioli e sugli steli, anche le macchie sono nere, ma hanno una forma allungata. Se durante la fruttificazione è già apparso lo spotting batterico, i frutti sono coperti da punti scuri con un bordo acquoso, che in seguito crescono a 6-8 mm e si trasformano in piaghe. Questa malattia riduce notevolmente la qualità e la quantità del raccolto..

Coltivazione biologica. Come proteggere i peperoni da parassiti e malattie

I batteri penetrano nel tessuto fogliare attraverso gli stomi e nel frutto attraverso danni meccanici. La malattia si sviluppa soprattutto attivamente ad alta umidità e i patogeni possono persistere nei detriti delle piante per 10 anni. Pertanto, per prevenire il verificarsi di spotting batterico, è necessario raccogliere e bruciare con cura le parti danneggiate delle piante..

Per prevenire l’insorgenza della malattia, si consiglia di osservare la rotazione delle colture, decapare i semi prima di piantarli in una soluzione di permanganato di potassio (1 grammo per 100 ml) o decontaminarli in acqua calda a 60 ° per 10 minuti, seguito da risciacquo e asciugatura.

Un meraviglioso effetto preventivo, e nelle fasi iniziali e terapeutiche, è dato dalla spruzzatura delle piante con un’infusione di aglio. Questo prodotto viene preparato come segue: 100-150 grammi di foglie secche o scaglie vengono versate con 10 litri di acqua e infuse per un giorno, dopo di che viene utilizzata la soluzione per elaborare il pepe. Questo strumento aiuta anche a prevenire una malattia così pericolosa come la peronospora. Abbiamo parlato in modo più dettagliato dell’uso di infusi e decotti di varie piante nell’articolo “Protezione biologica da parassiti ed erbe infestanti”.

Marcio bianco

Una malattia fungina che colpisce tutti i tipi di piante da giardino e ha un effetto estremamente negativo sulla “longevità” del raccolto. La malattia si sviluppa di solito nella radice della pianta. Lo stelo è ricoperto da un rivestimento di micelio bianco e al suo interno si formano formazioni nere solide. Quindi si ammorbidiscono, il che compromette l’apporto di sostanze nutritive e porta all’avvizzimento e, in alcuni casi, alla morte delle piante. I frutti infetti diventano acquosi, morbidi, ricoperti da un soffice rivestimento bianco.

Coltivazione biologica. Come proteggere i peperoni da parassiti e malattie

Gli scoppi di marciume bianco sono spesso osservati nella stagione fredda con elevata umidità. La pacciamatura dei letti con trucioli di torba con uno strato di almeno 5 cm aiuta a prevenire la comparsa della malattia.La spolverata delle aree colpite con carbone o gesso frantumati ha un buon effetto terapeutico. Per la prevenzione, è necessario distruggere attentamente i residui vegetali danneggiati. È severamente vietato mettere le piante malate in un cumulo di compost, poiché l’agente causale della malattia può persistere nel terreno per 5-6 anni.

Vert marciume

Questa malattia è più comune nelle serre e può essere di origine sia batterica che non infettiva. Se la putrefazione apicale è causata da batteri, compaiono macchie grigie con un bordo scuro sui frutti, che causano ammorbidimento e morte del raccolto. In questo caso, le fonti di infezione sono semi infetti e detriti vegetali. Per la prevenzione, è necessario acquistare materiale di semi in negozi specializzati o utilizzare frutti di qualità ideale per ottenere semi.

L’occorrenza non infettiva della malattia è caratterizzata dalla comparsa di una macchia verde acquosa sulla parte superiore del frutto, che nel tempo viene sostituita da macchie secche marroni intorno alla parte superiore. Tali frutti maturano prima e poi marciscono rapidamente. Il marciume dei vertici di origine non infettiva può verificarsi con un’irrigazione insufficiente e temperature dell’aria elevate (superiori a 30 gradi) e può anche essere innescato da una quantità insufficiente di nutrienti.

Coltivazione biologica. Come proteggere i peperoni da parassiti e malattie

La prevenzione di questa malattia consiste nell’osservare la corretta agrotecnica della coltivazione del pepe – è consigliabile mantenere una temperatura costante nelle serre e condurre un’irrigazione tempestiva con acqua calda. L’alimentazione regolare con infuso di verbasco o escrementi di uccelli aiuterà a prevenire lo sviluppo del marciume apicale di origine non infettiva.

Malattie virali del pepe

Queste malattie sono causate dall’attivazione del virus del mosaico del tabacco (TMV) e possono avere diversi sintomi e nocività, a seconda della fase di sviluppo delle piante e delle condizioni di crescita. Il verificarsi di malattie virali è facilitato da troppa umidità nell’aria, unita a scarsa illuminazione. Le malattie più comuni causate da TMV sono il mosaico, la striscia e la necrosi fetale interna.

Il sintomo principale di un mosaico è l’acquisizione di un colore variegato del mosaico da parte delle foglie, costituito da aree verde chiaro, verde scuro e giallo. Se la malattia progredisce, c’è una forte deformazione del fogliame. Il TMV si diffonde durante vari lavori che causano lesioni alle piante (piantare piantine, raccogliere, legare, raccogliere). Quando vengono rilevati i primi segni della malattia, le piantine infette devono essere immediatamente distrutte..

Coltivazione biologica. Come proteggere i peperoni da parassiti e malattie

Striscia – aree scure di tessuto morto che appaiono su steli, piccioli e foglie. I peperoni infetti sono in ritardo nella crescita e nello sviluppo, le foglie diventano piccole e deformate. In caso di necrosi interna sui frutti, si possono notare aree morte del tessuto marrone, che riducono notevolmente la qualità, la quantità e il “mantenimento della qualità” del raccolto.

I modi principali per prevenire le malattie virali causate da TMV sono la stretta aderenza alla rotazione delle colture. Inoltre, la disinfezione dei semi in una soluzione di permanganato di potassio aiuta molto, così come la disinfezione di tutte le attrezzature usate e le scatole di semi, che viene eseguita con una soluzione al 10-15% di fosfato di sodio trisostituito (120 grammi del farmaco vengono diluiti in una lire di acqua calda e spruzzati). Per prevenire l’infezione, le giovani piantine possono essere trattate con una soluzione al 10% di latte scremato.

Parassiti del pepe

Il pepe è una pianta deliziosa e non solo alla gente piace. A molti parassiti non importa mangiare questa coltura vegetale. I nemici più pericolosi del pepe includono: afidi, acari di ragno, ossiuri e orso.

Afidi e acari di ragno

Questi insetti dannosi possono causare danni significativi sia alle piantine che alle piante adulte. Si depositano sul lato interno delle foglie, così come sui fiori, sui germogli e succhiano i succhi da loro, facendoli arricciare, asciugare e morire completamente. Gli acari del ragno sono più comuni nelle serre e nei focolai e gli afidi possono infettare le piante sia all’aperto che al chiuso..

Coltivazione biologica. Come proteggere i peperoni da parassiti e malattie

Ci sono abbastanza misure per il controllo biologico di questi insetti nocivi nell’arsenale dell’agricoltura biologica. Questo sta attirando nemici naturali sul sito (coleotteri, coccinelle) e spruzzando con infusi di tutti i tipi di piante, oltre a piantare piante piccanti intorno ai letti che respingono gli insetti dannosi. Più in dettaglio tutti i metodi di opposizione sono descritti nell’articolo “Agricoltura biologica. Malattie e parassiti del cetriolo “.

wireworm

Questo nome è stato dato alle larve di scarafaggi clic, che danneggiano le patate e le radici di molte altre colture da giardino, tra cui il pepe. La tenia vive nel terreno per 2–5 anni a una profondità di 10–15 cm, ama il terreno umido e quando gli strati superiori si seccano, diventa più profonda. Queste larve si nutrono di radici di piante, rosicchiandole. Le colture danneggiate sono molto indietro nella crescita, la resa è significativamente ridotta.

Non è facile sconfiggere il verme senza usare prodotti chimici e scavi profondi. Tuttavia, per tentativi ed errori, i giardinieri di organi hanno ancora trovato il modo di affrontare questo insetto dannoso..

Coltivazione biologica. Come proteggere i peperoni da parassiti e malattie

Se ci sono molti di questi parassiti sul sito, è necessario seminare con legumi (piselli, fagioli, fagioli, soia e altri) – il verme “non sopporta” queste piante. L’allentamento della superficie del terreno in maggio-giugno contribuisce al fatto che le uova di scarafaggi sotto i raggi del sole diventano incapaci e muoiono.

L’esca sotto forma di piccole pile di foglie dello scorso anno o di fieno marcio, sparse tra i letti in aprile-maggio, è abbastanza efficace. Queste pile dovrebbero essere inumidite e coperte con assi. Gli scarafaggi e le loro larve colonizzeranno le tue esche in cerca di cibo e calore, dopodiché dovranno essere raccolte e bruciate. Questa operazione può essere ripetuta più volte..

Per catturare un nematode, puoi anche usare il seguente metodo: tagliare barbabietole, patate, carote a fette e attaccare questi pezzi su bastoncini di legno. L’esca preparata viene immersa nel terreno ad una profondità di 5-7 cm ogni metro. Dopo 2-3 giorni, viene rimosso e distrutto insieme alle larve catturate. La procedura può essere eseguita per tutto il tempo necessario.

Medvedka

Questo gigante del settore del sabotaggio, insieme allo scarabeo della patata del Colorado, può causare grossi problemi al contadino. Medvedka è un insetto abbastanza grande con una lunghezza di 5 cm, con un colore marrone, zampe di scavo e elitre corte. Anche gli insetti adulti e le loro larve danneggiano le piantagioni, scavando gallerie nel terreno e rosicchiando le radici e gli steli delle colture da giardino. A Medvedka piace stabilirsi in aree ben concimate, su cumuli di compost e in luoghi umidi e caldi. Quindi, se non combatti con lei, striscia per tutto il giardino, scava nidi e depone uova, da cui compaiono giovani orsi dopo 20 giorni.

Coltivazione biologica. Come proteggere i peperoni da parassiti e malattie

Il modo più efficace per affrontare questo parassita è catturarli e distruggerli usando una varietà di trappole. Ne abbiamo parlato in dettaglio nell’articolo “Protezione biologica da parassiti ed erbe infestanti”.

Il pepe è una “creatura” delicata e termofila, quindi, per ottenere raccolti decenti, è necessario seguire le regole della tecnologia agricola sopra descritte, vale a dire che i peperoni devono essere piantati in luoghi caldi e senza vento, opportunamente annaffiati e formare un cespuglio e nutrirsi bene. Seguire queste linee guida e apprendere i modi naturali per combattere malattie e parassiti ti aiuterà a fornire alla tua famiglia cibo biologico prezioso..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy