Malattie e parassiti del cetriolo: ci proteggiamo senza chimica

Sezioni dell’articolo



I giovani cetrioli croccanti sono la gioia di ogni giardiniere. Che piacere provi guardando il verde, anche i cilindri che sbirciano da sotto il fogliame. Sfortunatamente, oggi vari parassiti e malattie di questa coltura vegetale portano molti problemi e problemi all’agricoltore e la costante opposizione ad essi diventa parte integrante del lavoro durante la coltivazione dei cetrioli..

Nel precedente articolo del ciclo “Agricoltura biologica: protezione biologica da parassiti ed erbe infestanti” abbiamo parlato di quali metodi e metodi di lotta per il raccolto sono disponibili nell’arsenale dell’agricoltura biologica. Oggi parliamo più in dettaglio delle malattie e dei parassiti del cetriolo, consideriamo i problemi di prevenzione e controllo di essi.

I cetrioli sono considerati una delle colture orticole più antiche, che sono state coltivate per circa seimila anni. Sono venuti da noi dall’India, dove anche ora puoi trovare liane di cetrioli selvatici, intrecciare i tronchi di alberi potenti.

Questa coltura è piuttosto stravagante da coltivare, soprattutto date le condizioni meteorologiche attuali, caratterizzate da sbalzi di temperatura, siccità frequenti o, al contrario, forti piogge. Pertanto, al fine di ottenere rese elevate, è necessario studiare bene le caratteristiche di questa coltura..

I cetrioli sono molto impegnativi per l’alimentazione, possono crescere direttamente sul letame crudo (tranne il maiale). Per una salute normale, hanno bisogno di molta acqua, il cetriolo risponde particolarmente bene all’irrigazione con impregnazione o alimentazione dal basso. L’ombreggiatura parziale da alberi o piante alte (mais, girasoli) protegge il cetriolo dal caldo sole estivo, inoltre, queste piante li servono come tralicci naturali, sui quali si intrecciano con piacere.

Per ottenere rese elevate, è importante formare correttamente la boccola. La formazione dipenderà dal tipo di questa cultura. I cetrioli sono ibridi impollinati e autofertili (partenocarpici), in cui tutti i fiori femminili si trasformano in frutti da soli. I cetrioli autofertili sono più adatti per la coltivazione in serra. Sono formati in uno stelo principale e tutti i processi laterali vengono pizzicati dopo 3-4 foglie.

Le varietà impollinate si formano in modo diverso. Tutti i fiori femminili in essi, di regola, si trovano sui rami del secondo ordine, cioè sui rami laterali e il gambo principale è coperto da fiori maschili (fiori sterili). Pertanto, tali cespugli si formano in diverse ciglia e lo stelo principale viene pizzicato immediatamente sopra 4-5 foglie.

Sfortunatamente, le condizioni meteorologiche oggi instabili e l’aumento dell’attività solare influenzano negativamente la crescita dei cespugli di cetriolo e contribuiscono allo sviluppo di pericolose malattie fungine, che influenzano notevolmente la quantità e la qualità della coltura..

Di cosa sono malati i cetrioli

I cetrioli sono molto sensibili a malattie come la peronospora, la peronospora (peronospora), il fusarium, il marciume bianco e la gamba nera. Tutte queste malattie sono causate da vari funghi che colpiscono le foglie, gli steli e le radici della pianta..

Peronospora e peronospora

La muffa in polvere colpisce tutti i tipi di meloni (zucchine, zucca, anguria), ma meloni e cetrioli sono particolarmente colpiti in questo caso. Questa malattia può essere determinata da una fioritura bianca o grigiastra che si forma sugli steli e sulle foglie di una pianta, prima sotto forma di punti separati, e poi si diffonde su tutta la superficie. Le foglie colpite dal fungo diventano marroni e si seccano, e se la malattia progredisce, allora le ciglia intere possono morire. L’oidio si verifica quando vi è una forte fluttuazione delle temperature giornaliere (durante il giorno – caldo, di notte – freddo). Questa malattia è provocata da umidità elevata e rugiada fredda..

Peronospora sui cetrioli

La peronosporosi si sviluppa sulle foglie dei cetrioli sotto forma di macchie oleose giallo chiaro, nei punti in cui successivamente si forma una fioritura grigio-viola – le foglie colpite si seccano. Con la progressione della malattia, solo gli steli del cetriolo rimangono verdi. La peronospora si diffonde particolarmente rapidamente in caso di pioggia a una temperatura di 18-23 gradi e umidità elevata.

Peronospora (peronospora)

Va notato che queste malattie fungine si sviluppano più spesso quando si coltivano cetrioli in serre e focolai. Oggi, un gran numero di diversi farmaci sono presentati sul mercato dei pesticidi per combattere queste malattie pericolose. Tuttavia, tutti influenzano negativamente la qualità del raccolto e la vita degli abitanti del suolo. Pertanto, i giardinieri che aderiscono ai principi dell’agricoltura biologica hanno sviluppato mezzi biologici per combattere vari tipi di funghi..

Un buon effetto è dato dalla disinfezione dei semi prima della semina. Per fare questo, vengono riscaldati in acqua calda (temperatura 48-50 gradi) per 20-25 minuti. Quindi viene immerso in acqua fredda per 2-3 minuti ed essiccato.

Quando vengono rilevati i primi segni di muffa in polvere, è necessario rimuovere tutte le foglie interessate e spruzzare la pianta con infuso di verbasco, che viene preparato secondo la seguente ricetta. Un chilo di verbasco (può essere fresco) viene versato con tre litri di acqua e difeso per tre giorni. I cespugli di cetriolo vengono accuratamente trattati con la soluzione preparata. In questo caso, non è necessario risparmiare denaro, poiché tale trattamento non solo uccide le spore di muffa e peronosporosi, ma è anche una meravigliosa medicazione. In assenza di un verbasco puro, può essere sostituito con la stessa quantità di fieno marcio o foglie legnose (viene preparata anche l’infusione). Il trattamento deve essere effettuato ogni settimana.

Fusarium

Il fusarium è una malattia fungina, comune, di regola, nelle serre, specialmente in primavera senza riscaldamento. La maggior parte delle piante colpite da questa malattia appare sana prima della fioritura. Ma già quando entrano nella fase di fruttificazione, iniziano a svanire e si seccano. Il primo segno della malattia del fusarium è far cadere le cime dei cetrioli durante i periodi caldi della giornata. Se la malattia progredisce rapidamente, le piante appassiscono proprio davanti ai nostri occhi, la radice principale diventa marrone e muore, la base dello stelo si ammorbidisce, si incrina e si asciuga.

Fusarium appassito di cetrioli

Dato che è problematico determinare il fusarium nelle prime fasi, è quasi impossibile curare i cespugli malati. Pertanto, la prevenzione è l’arma principale nella lotta contro questa malattia. Consiste nella disinfezione dei semi come descritto sopra, mantenendo una temperatura e un’umidità costanti nelle serre. Innaffiare con acqua calda (20 gradi) e spolverare i semi con un prodotto biologico trichodermin, che può anche essere applicato a buchi o vasi di torba durante la semina, aiuterà a prevenire la malattia.

Marcio bianco

Una malattia fungina pericolosa abbastanza comune che si sviluppa su tutte le parti della pianta. Radici, steli, foglie e frutti possono essere colpiti. La putrefazione bianca è caratterizzata dalla presenza di un denso rivestimento viscido bianco, che contribuisce ad appassire e asciugare le ciglia di cetriolo. Questa placca è particolarmente pericolosa perché può essere trasferita meccanicamente con l’aiuto di pezzi strappati di micelio (su strumenti e mani).

Marcio bianco

Come tutte le altre malattie fungine, si verifica la putrefazione bianca che si sviluppa con elevata umidità e salti della temperatura dell’aria, nonché in assenza di una buona ventilazione nelle serre.

Puoi prevenire lo sviluppo della malattia spruzzando le piante con l’infuso di verbasco. Anche la lavorazione con prodotti lattiero-caseari diluiti ha un buon effetto. Per fare questo, prepara la seguente soluzione: per 10 parti di acqua, prendi 1 parte di latte e aggiungi 5-10 gocce di iodio. I cetrioli vengono accuratamente spruzzati ogni 7-10 giorni. Invece del latte, puoi usare il kefir o il siero di latte.

Per prevenire l’insorgenza del marciume bianco e di altre malattie fungine, è utile seminare il traliccio con i cetrioli con carbone tritato, gesso o cenere.

crumiro

Malattia fungina che colpisce piantine e giovani piantine. La pianta malata diventa gialla anche nella fase fogliare cotiledone, mentre si forma una costrizione sul colletto della radice, diventa marrone e si asciuga. Le piantine malate sono oppresse, facilmente estraibili dal terreno. L’umidità elevata e la bassa temperatura dell’aria contribuiscono allo sviluppo della malattia..

Gamba nera su piantine di cetriolo

Per prevenire lo sviluppo di una gamba nera, è necessario evitare la semina densa di cetrioli nella serra, è necessario ventilare attentamente i rifugi del film e innaffiare le piante con acqua calda, per mantenere la temperatura dell’aria a 20 gradi. La pratica dimostra che le piantine coltivate in vasi di torba praticamente non si ammalano con una gamba nera. Per disinfettare il terreno prima di piantare i cetrioli, i fori vengono incisi con una soluzione di permanganato di potassio al tasso di 5 g per 10 litri di acqua.

Parassiti di cetriolo

I principali nemici dei cetrioli nelle nostre dacie e negli orti sono insetti come afidi, acari di ragno e mosche bianche. E l’arma principale nella lotta contro questi parassiti sarà la creazione di un equilibrio ecologico sul sito, cioè l’attrazione di insetti benefici, uccelli, lucertole e rane, nonché l’uso di varie infusioni e decotti di erbe.

Afide di melone

Gli afidi sono un parassita diffuso che colpisce non solo i cetrioli, ma la maggior parte delle altre colture vegetali. È un insetto molto piccolo (1,2–2,1 mm di lunghezza), il suo colore può variare dal giallo al grigio scuro, le larve sono generalmente verdi o bianche. Sui cetrioli in piena terra, gli afidi compaiono alla fine di giugno, il clima caldo umido è considerato favorevole per la sua vita.

Le colonie di insetti si trovano sul lato inferiore delle foglie di cetriolo, nonché su germogli e fiori. Gli afidi si nutrono di linfa vegetale, succhiandola, il che contribuisce ad appassire, ingiallire e asciugare le ciglia di cetriolo. La crescita dei cetrioli è ritardata e, con un grande accumulo di parassiti, la pianta può morire. Il pericolo degli afidi di melone risiede non solo nel danneggiare le parti verdi della coltura vegetale, ma anche nel fatto che è portatore di quelle pericolose malattie fungine del cetriolo, di cui abbiamo parlato nella sezione precedente.

Un metodo biologico efficace per combattere questo parassita sta spruzzando i tralicci di cetriolo con varie infusioni di erbe. Queste infusioni possono essere preparate con bucce di aglio, dente di leone, tanaceto, assenzio e cipolla. Un decotto di bucce di cipolla viene preparato secondo la seguente ricetta: 400 grammi di bucce vengono versati con 10 litri di acqua bollente e infusi per 2-3 giorni. Prima della lavorazione, aggiungere il sapone da bucato diluito in acqua (40 grammi per secchio di soluzione). I cetrioli vengono elaborati più volte con un intervallo di 5-7 giorni. Se non ci sono molti afidi, puoi affrontarli lavando i cetrioli con solo acqua saponata o un forte flusso di acqua pulita da un tubo.

Puoi proteggere le piantagioni di cetrioli da afidi e altri parassiti piantando basilico, nasturzio, aglio, calendule, menta e altre piante che respingono gli insetti con il loro forte odore..

Nella lotta contro gli afidi, sarebbe bello ricorrere al supporto e all’aiuto degli insetti entomofagi (merletti, hoverflies). Il principale nemico per lei sono le coccinelle, una delle quali può distruggere fino a 70 afidi al giorno.

Acaro ragno

Un parassita abbastanza comune, sia per le serre che per piantare terreni aperti. Il corpo di una zecca può essere ovale o oblungo, lungo 0,3-0,4 mm. Questi insetti e le loro larve si nutrono e vivono sulla parte inferiore delle foglie di cetriolo, intrecciandole con una rete sottile. Sulle foglie infette compaiono prima dei punti chiari, che successivamente portano ad avvizzimento e secchezza..

Acaro ragno su cetrioli

Spruzzare regolarmente i cetrioli con acqua quando fa caldo aiuterà a scacciare il parassita. Un metodo efficace per trattare una zecca è l’uso di varie infusioni e decotti di erbe. Ad esempio, puoi spruzzare i cespugli con infuso di assenzio, celidonia, dente di leone e anche le bucce di vari agrumi. È necessario insistere sull’erba con acqua per diversi giorni (fino a quando non scompare l’odore specifico), quindi diluire l’infuso con acqua pulita in un rapporto di 1:20: si tratta di circa 0,5-0,7 litri per secchio d’acqua. Va notato che tale trattamento, al fine di evitare ustioni sulle foglie di cetriolo, deve essere effettuato su piante asciutte prima di annaffiare. Molte ricette diverse per le infusioni di erbe possono essere trovate nel libro di Natalia Zhirmunskaya “Un orto senza chimica”.

whitefly

Questo parassita è un insetto giallastro lungo 1,5 mm con due paia di ali bianche in polvere. Come tutti gli altri parassiti, la mosca bianca si deposita sulle parti inferiori delle foglie del cetriolo e si nutre della linfa della pianta, causando la sua oppressione, seccando e in alcuni casi la morte..

Whitefly su cetrioli

Puoi combattere le mosche bianche lavando bene le ciglia di cetriolo con la pressione dell’acqua da un tubo. Immediatamente dopo aver lavato via il parassita, è necessario allentare leggermente il terreno e aggiungere un letto di torba, sabbia o humus al letto del giardino con uno strato di 1-2 cm. Nella lotta contro questi insetti, il trattamento dei tralicci di cetriolo con varie infusioni di erbe e la semina delle foglie di cetriolo con cenere o carbone tritato aiuta.

Cause di scarsa crescita e amarezza nei cetrioli

Molti giardinieri affrontano spesso un problema: i cetrioli sembrano essere imposti, sembra che non ci siano malattie, ma crescono male. Ci possono essere diversi motivi per questo:

  1. In primo luogo, questa è una mancanza di nutrizione: i cetrioli adorano il terreno ben fertilizzato, nel caso in cui non sia necessario aver paura di spargere letame crudo o escrementi nei letti (eccetto il maiale), ciò andrà a beneficio solo della pianta.
  2. In secondo luogo, una mancanza o un eccesso di umidità può influire negativamente sulla crescita e sullo sviluppo di un cetriolo. È importante notare che per evitare lo sviluppo di pericolose malattie fungine, si consiglia di annaffiare i cetrioli con acqua calda..
  3. In terzo luogo, la violazione delle date di impianto può essere la ragione di una crescita lenta. I cetrioli sono una pianta termofila e devono essere piantati quando il terreno è già abbastanza caldo. Tuttavia, il caldo estremo può rallentare la crescita di questo raccolto. È meglio ombreggiare le piante durante i mesi estivi..

Un altro problema importante è la presenza di eccessiva amarezza nei cetrioli. Questo problema non è stato ancora ben studiato e sono state avanzate varie versioni di questo fenomeno. Alcune persone credono che l’amarezza possa essere causata da improvvisi sbalzi di temperatura e da un’irrigazione insufficiente. Altri dicono che ci sono varietà che tendono ad accumulare cucurbitacina, la sostanza che rende amaro il cetriolo. La causa dell’eccessiva amarezza può anche essere il terreno argilloso non fertilizzato, una grande quantità di luce solare intensa. In questo caso, c’è spazio per l’esperimento. Come dice il proverbio, prove ed errori possono essere utilizzati per capire quali varietà e metodi di coltivazione sono i migliori per il tuo ambiente..

In ogni caso, al fine di ottenere una coltura ecologica di alta qualità, è necessario sfruttare le opportunità che la natura ci offre. Studia le proprietà di varie piante, attira animali e insetti utili nel giardino e avrai l’opportunità di coccolare la tua famiglia con cetrioli freschi e in salamoia puliti, senza sostanze chimiche.

Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Malattie e parassiti del cetriolo: ci proteggiamo senza chimica
Cos’è l’azoto liquido – applicazione in cosmetologia e medicina