Pro e contro del tappeto naturale

Sai esattamente quale piano è meglio? Puoi dire con certezza e senza esitazione cosa è più sano e più sano, ad esempio parquet o linoleum? O tappeto? Siamo diventati curiosi di capire se il tappeto naturale è davvero migliore di quello artificiale? E in generale, per capire che tipo di materiale è.

Per prima cosa devi decidere in che modo il tappeto (tappeto) differisce dal tappeto. Prima di tutto, il tappeto ha una dimensione specifica e un motivo o ornamento finito. Molte casalinghe mettono il tappeto sul pavimento per il calore. Posiamo anche tappeti per la bellezza. E il tappeto è un materiale in rotolo. La sua lunghezza è praticamente illimitata e il modello su di esso, di regola, è piccolo e si ripete continuamente. Naturalmente, isola anche il pavimento, ma può essere classificato come pavimento. Come il parquet, il laminato e il linoleum.

I venditori sembrano amare molto il tappeto. Parlando di lui, erano come usignoli. Questo, dicono, è sia materiale pratico che economico. Mettilo sul pavimento e durerà 15-20 anni. Ed è facile prendersi cura di lui. In confronto, ad esempio, con lo stesso parquet. Infatti, per la cura attenta di un pavimento in legno, è necessario acquistare la vernice ogni 4 anni, chiamare artigiani, spostare mobili, ciclo, vernice con tutte le conseguenze che ne conseguono..

La vita sarà molto più tranquilla con il tappeto. Proprio come i tappeti, i tappeti assorbono il rumore e migliorano l’isolamento acustico. Ciò è particolarmente prezioso nelle case di blocco, i cui residenti sono generalmente consapevoli di tutti i problemi familiari dei vicini dall’alto e dal basso. Si scopre che è davvero e conveniente, ed è bello mettere il tappeto in casa. Ma ciò che mi ha sorpreso è che è stato molto più difficile trovare un tappeto naturale nei negozi di quello sintetico. E quando ho iniziato a parlare del tappeto naturale, tutti i venditori con una sola voce hanno iniziato a dissuadermi: “Perché ne hai bisogno? Quelle sintetiche sono molto più economiche, più resistenti e più pratiche. E la qualità e i colori non sono peggiori. ” In breve, il significato dei loro discorsi si riduce a qualcosa del genere: “Quali progressi sono arrivati! Fino a miracoli senza precedenti “. E più i loro argomenti erano convincenti, più volevo “conoscere” più da vicino il tappeto naturale.

Cosa c’è dentro di lui?

Quindi, la principale differenza tra questo materiale: il tappeto naturale è realizzato con fibre di lana. Come sapete, la lana è stata a lungo un materiale tradizionale nella tessitura di tappeti. E devo dire che la scelta dei nostri antenati non è stata casuale. La lana è di plastica, le sue fibre mantengono la forma data per lungo tempo. Inoltre, ha eccellenti proprietà di schermatura termica. È questa qualità che distingue il tappeto naturale dal sintetico. Non è un caso che tutti indossiamo calze e maglioni di lana al freddo. Inoltre, le fibre di lana sono piuttosto elastiche e ripristinano facilmente le dimensioni e la forma originali..

Ma attenzione: il contenuto di lana nel tappeto naturale può essere molto diverso! Maggiore è la percentuale di lana, più naturale è il rivestimento. Se il tappeto contiene il 10%, allora è già considerato naturale. Nella più naturale, quindi, 100% lana. Ad esempio, i tappeti naturali della società britannica Brintons sono pura lana, o il 20% di sintetici di alta qualità (nylon o poliammide) viene aggiunto all’80% della lana. Il tappeto belga offerto nella catena di negozi Carpet House può contenere 100, 80, 20 o 10% lana. Di conseguenza, il prezzo è generalmente distribuito nella stessa percentuale: più lana, più costosa. La società americana “Rodeo Carpets” (Rodeo Carpets) aggiunge seta naturale alla lana.

Cosa è attaccato a cosa?

Per riparare le fibre, hai bisogno di una base. Per questo, il tessuto di iuta viene utilizzato nel tappeto naturale. È un materiale a rete che sembra tela. Inoltre, la iuta può essere sia naturale che artificiale. Per i tappeti di lana, viene spesso utilizzato naturale. Sebbene nel caso specifico (per la base) non vi siano differenze fondamentali tra loro. Se aderisci rigorosamente ai prodotti naturali, allora la tua scelta è inequivocabile: la iuta dovrebbe essere naturale. E per coloro a cui non importa, ti dirò un segreto: la iuta artificiale è un po ‘più plastica e più facile da tagliare. Ma questo vantaggio può essere apprezzato solo dalle persone che vendono tappeti..

Anche se c’è un avvertimento. Ho chiesto ad amici e conoscenti, ed è quello che è venuto fuori. Una signora molto ricca ha un tappeto naturale sul pavimento del corridoio. E sotto c’è un pezzo di parquet in rovere ben laccato. L’intero piano “vive” nel loro appartamento già dal terzo anno. Così, un giorno ha sollevato il bordo del tappeto e rimase sbalordita. Sul suo costoso parquet sono ben visibili tracce della base in juta. Cioè, quando camminano sul pavimento, il tappeto, o meglio la sua base, sfrega contro il pavimento del parquet e lascia rischi e graffi. Ora il mio amico ha solo tre opzioni: o non rimuovere mai il tappeto dal pavimento danneggiato, o riciclare e verniciare il parquet o, quando il tappeto prima o poi diventa inutilizzabile, acquistarne uno nuovo e ricoprire il vecchio pavimento con esso. Ecco una storia.

Inoltre, ciò che è interessante, in questo caso, praticamente non importa di che tipo di iuta sia fatta (artificiale o naturale). L’effetto di attrito sarà lo stesso. Cosa fare? Finora questa domanda è rimasta senza risposta. Ma ci occuperemo sicuramente di questo e ti riferiremo nei prossimi numeri..

Ora per il metodo di attaccare la pila alla base. In questo senso, tutti i tappeti sono divisi in tessuti e trapuntati. Il primo modo è quando le setole si intrecciano con la base. Questo metodo è il più antico. E ottengono ancora un tappeto forte e resistente.

E negli anni ’50, è apparso il metodo tufting per realizzare tappeti. Il significato di questo metodo è qualcosa del genere: mazzi di pile vengono iniettati su una base precedentemente preparata con l’aiuto di molti aghi. Quindi vengono riparati con la colla dall’interno verso l’esterno. Si ritiene che un tale tappeto durerà anche a lungo. Ma personalmente mi sembra che sia ancora meno che intessuto.


Metodi di attacco in fibra trapuntata (a sinistra) e tessuta (a destra)

Inoltre, la moquette (con un anello tagliato) e la maglia (con un anello non tagliato) si distinguono tra i tappeti. I loopback sono facili da identificare visivamente: sembrano un asciugamano di spugna. Non c’è alcuna differenza fondamentale tra loro, solo una differenza esterna. Ad esempio, mi sono piaciuti entrambi. Sono stato particolarmente colpito dal tappeto naturale con una pila “anello scultoreo”. Questo modello è il risultato di una combinazione di anelli bassi e alti. In effetti, per la vita, è quasi lo stesso che modello e in che modo (pila o anello) sarà realizzato il tuo tappeto. Ma per noi donne il fattore più importante è l’aspetto del tappeto. E poi non puoi andare da nessuna parte.

Perché è necessaria la densità?

Eppure, per fare la scelta giusta, è necessario ricordare una caratteristica molto importante: la densità del tappeto naturale. Maggiore è la densità, più stretto il pisolino aderisce l’un l’altro. E più è difficile schiacciarli. Ciò significa che il tappeto naturale ad alta densità durerà più a lungo. E non ci saranno ammaccature da gambe di mobili su di esso. Questo vale sia per i tappeti a pelo (con passante tagliato) che a passante (con passante non tagliato)..

Cosa determina la densità del tappeto? Molte cose contano qui: la densità dell’imbottitura, il numero di nodi per centimetro quadrato e persino l’altezza della pila. È chiaro che più è alta la pila, peggio si raddrizza. Pertanto, è meglio non mettere le varietà “lunghe e soffici” di tappeti così caramente amate da molte donne, ad esempio nel corridoio, dove calpestiamo scarpe da strada o tacchi a spillo. Le ammaccature dureranno molto più a lungo.

Ma non è tutto. Molto dipende dallo spessore della lana da cui è tessuta la moquette. A proposito, la densità varia da 280 a 2064 grammi per metro quadrato. In poche parole, per determinarlo per due tappeti tessuti, guarda la loro base. Quale di loro ha una maglia di juta più spesso, quest’ultimo ha una densità maggiore. Pertanto, maggiore è la densità, migliore è il tappeto. Ma anche più costoso, rispettivamente.

Per trovare la via di mezzo tra prezzo e densità, devi sapere chiaramente dove stai per posare il tappeto. Abbiamo già detto che dove andiamo molto più spesso, ad esempio, nel corridoio o nel soggiorno, il rivestimento dovrebbe essere di alta densità e basso pelo. E in altre stanze, che si chiama “con meno traffico”, è del tutto possibile posare un tappeto naturale – non così ad alta densità e con un pelo più soffice (alto).


Tappeto di Carpet House:
con pila “scolpita” (due campioni chiari) e trapuntata (campione rosa)

Ci siamo anche resi conto che ogni azienda lavora per una determinata cerchia di acquirenti. Carpet House I tappeti di lana belga sono venduti in numerosi negozi con lo stesso nome. E copie più costose possono essere ordinate in base ai campioni presentati negli stessi negozi. Le imprese “Kontraktstroy” e “Centro di tappeti” Axminster “si avvicinano a ciascun cliente individualmente, ricevendo visitatori solo nel loro ufficio. A proposito, i tappeti di lana Brintons si trovano nei prestigiosi hotel di Mosca Grand Hotel, Radisson Slavyanskaya, Tverskaya, nei ristoranti di Praga, Zolotoy, nei casinò Royal e Cosmos. E anche in un posto così pretenzioso come (anche spaventoso pronunciare) nell’ufficio del nostro prematuro presidente dimesso.

A proposito, riguardo al presidente. Più precisamente, sul tappeto nel suo ufficio. Da un lato, questo fatto inclina l’elettorato a favore del tappeto naturale. Personalmente, sono sempre stato contro non solo il naturale, ma anche qualsiasi tappeto. Non posso nemmeno dire chiaramente – perché? Non mi è piaciuto – tutto qui. Pertanto, con perseveranza maniacale, ogni 4 anni comprai una vernice costosa, trasferivo mobili, assumevo artigiani che eseguivano il ciclo e verniciavano il parquet. Quindi, la mia resistenza è stata spezzata da persone che si sono offerte di fare conoscenza con l’intera biblioteca di progetti sviluppata durante i 200 anni di esistenza della società Brintons.


Il simbolo della compagnia “Brintons” è una signora vestita di tappeti


Tappeto con bordo da “Brintons”

Quindi, arriviamo alla cosa più importante, cioè al tappeto presidenziale (anche se ex). Si scopre che non ha solo un pezzo di lana che copre lì. No, per essere davvero cool, il tappeto può essere realizzato dalla composizione del tappeto con un motivo piccolo e grande più un bordo. Il set è selezionato in una singola combinazione di colori. Cioè, il centro della stanza e gli angoli possono essere coperti con una copertura con motivi diversi e il bordo tra loro può essere tagliato con un bordo del tappeto. Sembrerebbe bellezza! Ma non puoi ingannarmi: “E le cuciture?” “E i professionisti? – i miei interlocutori non erano in perdita. – Contrassegneranno e taglieranno la copertina. Usando uno speciale (e non ordinario) ferro e nastro termico, le cuciture saranno saldate uniformemente. Quindi intrecciano abilmente le fibre del tappeto in modo che non siano visibili cuciture e lo diffondano. Com’è? ” “Inutile dire”, ho concordato, “nell’ufficio di Eltsin, è chiaro che i pavimenti non saranno coperti con moquette scadente. Lì per tutto il giorno le persone VIP calpestano avanti e indietro su questioni importanti “.

A proposito, uno degli argomenti degli oppositori del tappeto naturale era l’affermazione dei venditori che è molto più difficile da pulire rispetto al tappeto artificiale. Più precisamente, che, dicono, non possono mai essere puliti così come sintetici. Quindi niente del genere! La pulizia di alta qualità e abbastanza accurata del tappeto naturale non è affatto difficile. E non così fastidioso. Viene pulito come qualsiasi rivestimento per pavimenti in tessuto. Cioè, un aspirapolvere. Inoltre, nessuno degli specialisti si è particolarmente opposto ai cosiddetti aspirapolvere di lavaggio. Ma da parte nostra, possiamo dire: è ancora meglio non lasciarsi trasportare dall’aspirapolvere. Abbiamo già detto in una delle stanze che se il tuo tappeto si trova sopra il parquet, quindi, prima di tutto, la pulizia a umido non è “utile” per il parquet.

In particolare la pulizia a umido “non mi piace” tappeti a base di colla. Se viene assorbita troppa acqua, un tappeto così naturale può “restringersi” o apparire brutte macchie su di esso. Gli esperti consigliano: se sei impaziente di pulire con un aspirapolvere, allora è meglio non strofinare un’area separata (macchiata), ma l’intero rivestimento in una sola volta. Inoltre, l’acqua ha una cattiva abitudine di dissolvere a poco a poco la colla ai silicati della base. Ciò minaccia di lavare via il rivestimento antistatico (ne parleremo più avanti). Pertanto, gli esperti raccomandano la pulizia a umido non più di una volta al mese..

E nel caso in cui non sia necessario solo raccogliere la polvere dal tappeto, ma per rimuovere qualche tipo di macchia, ci sono diverse possibilità.

RPK offre un’intera serie di prodotti per il lavaggio a secco. Sono prodotti dalla società austriaca “Carper Cleaner” (Carper Cleaner). Oggi questa azienda è considerata il principale produttore di prodotti e attrezzature per la moquette..

Quindi cosa ci offrono:

  • liquido detergente che può essere utilizzato sia come smacchiatore autonomo sia per pretrattare zone di moquette molto sporche, ad esempio percorsi calpestati. Il liquido si trova in una bomboletta spray e le aree sporche vengono spruzzate prima di applicare la polvere detergente;
  • polvere detergente che si disperde sul tappeto e assorbe lo sporco. Rimuove sporco di strada, macchie da cibo e bevande (inclusi caffè e vino rosso), olio, grasso, crema per scarpe;
  • una speciale macchina per la pulizia, che è dotata di due spazzole che ruotano in direzioni opposte. Inoltre, non solo puliscono, ma ripristinano anche il mucchio spiegazzato di moquette naturale. Se non hai l’opportunità di acquistare una macchina così meravigliosa, puoi acquistare un pennello speciale. È più economico.
  • Dobbiamo agire in modo coerente. Lo schema è semplice. Il liquido detergente dissolve lo sporco appiccicoso sulle fibre del tappeto, la polvere lo assorbe, dopodiché gli agenti detergenti con lo sporco vengono rimossi con un aspirapolvere. Naturalmente, la frequenza di una pulizia complessa dipende dalla qualità, dal colore e dalla posizione del tappeto. Ma in media, questo dovrebbe essere fatto 1-2 volte l’anno..

    Ma gli inglesi, mi sembra, sono sospettosi delle innovazioni e suggeriscono di usare sostanze naturali tradizionali in determinati rapporti per pulire i tappeti di lana..


    La gamma di colori dei tappeti naturali è molto ricca


    I colori di Brintons sono popolari all’inizio del secolo

    Quali problemi?

    Ma torniamo a rimproveri e sospetti. Mi è stato assicurato che il tappeto stava attivamente raccogliendo polvere. E il ketchup versato, ad esempio, sul linoleum, può essere facilmente rimosso con uno straccio e per rimuoverlo dal tappeto naturale, devi armeggiare. Bene, in primo luogo, quasi nessuno poserà il tappeto in cucina (dove spesso versiamo qualcosa, disperdiamo o spruzziamo qualcosa). In secondo luogo, lo sporco, anche il più resistente, può essere facilmente rimosso con una soluzione speciale..

    Ora affrontiamo la polvere. Qualsiasi hostess confermerà che anche il pavimento nudo sta raccogliendo polvere. E quando camminiamo, camminiamo sul linoleum o sul parquet, la polvere si alza immediatamente nell’aria. La moquette naturale mantiene bene la polvere. Naturalmente, se aspiri una volta al mese, allora sei in pericolo di allergie alla polvere. Ma se sei una casalinga zelante e ordinata, è sufficiente passare attraverso l’aspirapolvere un paio di volte a settimana – e la pulizia e l’amore di tuo marito ti sono praticamente garantiti (l’abbiamo controllato da soli – lo confermiamo). Mi sembra che una brava mamma sarà sempre felice di permettere ad un bambino piccolo di armeggiare con un tappeto naturale morbido e caldo. Tutto è meglio che sul linoleum sintetico e ancora di più sul tappeto sintetico.

    Tutti sanno che gli acari della polvere vivono nella polvere di qualsiasi appartamento. Inoltre, queste stesse creature non rappresentano alcun pericolo. Ma i loro prodotti di scarto possono causare allergie. Pertanto, tutti i rivestimenti in lana sono trattati dagli acari della polvere e dalle tarme, le cui larve adorano assaporare deliziosi, dal loro punto di vista, la lana.

    Vorrei attirare la vostra attenzione su un’altra caratteristica dei tappeti naturali. La prima volta dopo la pavimentazione il “sottopelo” uscirà dalla lana. Non allarmarti. E non correre al negozio con l’affermazione che un tappeto di bassa qualità ti è stato infilato e che presto diventerà completamente calvo. Come diceva un mio amico, “tutto procede secondo i piani”. Gli esperti mi hanno spiegato che questa è la “pila di produzione” che si forma dopo il taglio. Tutti questi problemi dureranno circa un mese. Durante questo periodo, si consiglia di aspirare frequentemente il tappeto. E tutto passerà. Ma se dopo un paio di mesi il tuo tappeto continua a “diventare calvo”, allora c’è una guardia. È tempo di suonare l’allarme, sei stato chiaramente imbrogliato. Perché, ripetiamo, ciò non dovrebbe accadere con un tappeto naturale di alta qualità..

    Il nemico non passerà?

    A proposito, anche nella fase di produzione della fibra, da cui verrà quindi fabbricato il tappeto naturale, esso (fibra) viene sottoposto a una vasta gamma di vari trattamenti. Questo viene fatto solo al fine di migliorare, in lingua ufficiale, le sue proprietà operative.

    Quindi cosa ci fanno. Ad esempio, viene eseguita la lotta antincendio. Dopo tale manipolazione, le fibre non bruciano con una fiamma luminosa e non si sciolgono nemmeno, come i sintetici, ma lentamente bruciano. Questo, a proposito, è un’altra delle nostre delusioni che, dicono, tutto ciò che è naturale brucerà “più amichevole”. Ma no! Se, ad esempio, hai lasciato cadere una sigaretta accesa su un pavimento così naturale, assicurati che il tappeto non prenda fuoco istantaneamente. Almeno avrai abbastanza tempo per non portare la questione all’arrivo dei vigili del fuoco.

    E, naturalmente, viene eseguito un trattamento repellente allo sporco. È grazie a lei che lo sporco viene trattenuto sulla superficie della fibra e non penetra all’interno. C’è un altro malinteso comune sul fatto che il tappeto di lana assorbirà tutti gli odori. Quindi, dopo tale lavorazione, i tappeti di lana assorbono gli odori molto meno della normale lana (che assorbe davvero tutti gli odori, come una spugna).

    Sto sdraiato al sole…

    E un altro punto importante. Oggi molte persone fanno pavimenti caldi negli appartamenti. Quando andavo a fare shopping, spesso sentivo la seguente domanda: “È possibile posare un tappeto naturale su un pavimento caldo, non gli succederà qualcosa?” A proposito, le “testimonianze” dei venditori su questo tema differivano. Alcuni hanno detto – è possibile, altri hanno vagamente lasciato intendere che, dicono, è meglio non rischiare.

    Quindi, rispondo: “Puoi”. Indossiamo maglioni di lana sui nostri corpi nudi. E, come sapete, la maggior parte delle persone normali ha una temperatura di 36,6 ° C. E niente! Personalmente, non ho mai visto la mia camicetta di lana cambiare colore o ridursi da una tale temperatura. E il pavimento caldo non è una padella calda. Pertanto, puoi tranquillamente coprirlo con un tappeto naturale..

    I raggi del sole sono un’altra questione. I suoi occhi. Se il sole batte attraverso la finestra dalla mattina alla sera, allora c’è probabilmente il pericolo che il tappeto sbiadisca. Ad esempio, a casa mia le finestre sono rivolte verso sud e in estate la stanza è bagnata dal sole quasi tutto il giorno. Ma qui le opinioni degli esperti differivano. Alcuni hanno sostenuto che i loro tappeti non svaniscono affatto. Altri hanno detto che, dicono, lo sbiadimento dei rivestimenti in lana è più evidente di quelli sintetici. Dopo tutte queste conversazioni, ho avuto l’impressione che i tappeti di lana sbiadissero ancora..

    Ma non temere che il tuo tappeto si esaurisca all’istante, letteralmente in un’estate. Innanzitutto, non viviamo in Africa e non abbiamo molti giorni di sole molto caldi. E in secondo luogo, ripeto, questo incidente (esaurimento) non accadrà immediatamente.

    E, infine, l’ultimo test a cui è sottoposta la nostra “scala”. Al fine di proteggere il tappeto naturale dall’elettricità statica, i tappeti vengono trattati con un agente antistatico. È molto importante. Grazie a questo trattamento, puoi tranquillamente camminare sul tuo pavimento naturale. Puoi anche sdraiarti, se lo desideri, senza paura di essere elettrificato in modo che in seguito non sarai in grado di toccare oggetti metallici. Tocca qualsiasi cosa (e chiunque) per la tua salute – non ti scioccherà.

    Quanto è largo?

    C’è ancora una difficoltà nell’acquisto del tappeto. È collegato con la sua larghezza. Diciamo che ho una stanza quadrata di 4 x 4 metri. Un rotolo di moquette è, di regola, una larghezza standard – 4 metri. Si scopre che sono stato fortunato. Posso acquistare 4 metri lineari di moquette di larghezza standard e coprire la mia stanza senza troppi problemi. E se fosse necessario coprire una stanza che misura, ad esempio, 5 x 6 m? Devi davvero comprare una lunghezza in più per un metro “laterale”? Certo, il tappeto è largo due, tre e cinque metri, ma questa dimensione è meno comune. È un peccato per soldi, e cosa fare con un pezzo in più di 3 metri di larghezza? Puoi, ovviamente, equipaggiare un posto per dormire per il tuo amato cane, lanciare un altro pezzo davanti alla porta d’ingresso sotto forma di un tappeto. Dai il resto ai poveri. Ma queste sono tutte ulteriori complicazioni.

    Riteniamo che sia meglio cercare un tappeto di larghezza diversa e più adatta..

    Come posarlo?

    Bene, diciamo che decidi di acquistarlo. Ora sorge la domanda: come posare correttamente il tappeto naturale? A proposito, il tappeto (e anche quello naturale) è principalmente buono perché non richiede una preparazione speciale del pavimento. Può essere posizionato su qualsiasi superficie: parquet, linoleum e persino cemento. Inoltre, supponi di decidere di trasferirti in un nuovo appartamento. È chiaro che strappare il parquet o il linoleum dal pavimento e trasportarlo con te è problematico e problematico. Ma con un tappeto in questo caso non ci saranno problemi. Strappare i battiscopa con cui era fissato, arrotolarlo in un rotolo e trasportarlo. Ma personalmente non raccomandiamo ancora di iniziare questa procedura: sappiamo per esperienza che risulterà più costoso. Quindi le dimensioni potrebbero non coincidere, quindi … In generale, è meglio non essere avidi.

    Si consiglia di posare qualsiasi tappeto su un supporto morbido: feltro (naturale, artificiale) o gommapiuma. Perché è fatto? In primo luogo, per l’isolamento termico, soprattutto se è necessario posare il tappeto sul pavimento di cemento. In secondo luogo, più morbida è la base, più a lungo durerà il rivestimento. A causa del fatto che una parte del carico viene rilevata dal substrato, il circuito non è così fortemente deformato e assume la sua forma originale più velocemente.

    Il sottofondo è venduto negli stessi negozi del tappeto, il suo spessore è di 4,5 – 10 mm. Quando ho chiesto se fosse necessario lasciarlo sul pavimento prima di fissare il tappeto (dopo tutto, era arrotolato in un rotolo e, possibilmente, deformato), ho ricevuto di nuovo due risposte completamente diverse. Per alcuni, è stato consigliato di lasciare il tappeto precedentemente steso per almeno un giorno. Ma altri, si scopre, non hanno bisogno di questa procedura. Naturalmente, a condizione che fosse conservato in buone condizioni, con umidità normale e trasportato correttamente.

    Per fissare il tappeto, è semplicemente premuto sul pavimento con una battiscopa. C’è un’altra opzione: posare il nastro biadesivo attorno al perimetro della stanza. Anche se dubito che il nastro aderirà bene al tessuto di iuta irregolare. Ma, come suggeriscono gli esperti, se il tappeto è distribuito in una stanza con una superficie di oltre 45 m2, è meglio rivestirlo di colla. Per affidabilità. Quindi – solo per un secolo. Se il tappeto è posato su un substrato, quindi, di regola, solo è incollato al pavimento.

    Gli inglesi propongono un modo per fissare il tappeto al binario della pinza. È un binario lungo 1,5 me largo 1,5 cm, con borchie sporgenti da un angolo di 45 °. Reiki è inchiodato attorno al perimetro della stanza. Quindi il tappeto viene allungato e punguto sui perni delle stecche a una distanza di circa un centimetro dal bordo. Quindi un plinto viene posizionato in cima. Tutti. Puoi camminare.

    E se stai andando al negozio in questo momento, allora non dimenticare:

    1. Devi definire chiaramente in quale stanza giace il tappeto naturale che ti piace. Se nella stanza in cui intendi posarlo, camminerai spesso (o con scarpe da esterno) – ti consigliamo di scegliere un tappeto naturale ad alta densità e basso pelo. In luoghi poco affollati, il tappeto con un pelo alto e una densità inferiore è abbastanza adatto..
    2. Si consiglia di scegliere la larghezza del tappeto in modo che i rifiuti siano il più piccoli possibile..
    3. È importante appoggiarlo correttamente e fissarlo sul pavimento. È molto utile se gli specialisti sono coinvolti in questo. Per non graffiare il tuo parquet preferito, assicurati di posare il tappeto su un substrato.
    4. E, naturalmente, aspiralo regolarmente almeno una volta ogni tre giorni, senza lasciarti trasportare dalla pulizia con acqua. E raccomandiamo la pulizia a umido non più di una volta al mese..

    Solo in questo caso, il tappeto naturale ti servirà per più di una dozzina di anni!

    Valuta l'articolo
    ( Ancora nessuna valutazione )
    Condividi con gli amici
    Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
    Aggiungi un commento

    Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy