Isolamento delle pareti fai-da-te con polistirene espanso

Sezioni dell’articolo



Esistono diversi modi per isolare le pareti con polistirolo espanso. Alcuni vengono utilizzati solo in fase di costruzione, ad esempio casseforme permanenti o ben murature, e ci sono quelli che sono possibili per una vecchia casa. E almeno due di questi metodi “universali” sono fattibili con le tue mani.

Isolamento delle pareti fai-da-te con polistirene espanso

Fase preparatoria

Le differenze nell’isolamento della nuova parete rispetto a quella vecchia consistono solo in una fase preparatoria più estesa. Pertanto, di seguito è riportata un’istruzione con un elenco massimo di lavori preparatori:

  1. Smontare tutti gli allegati, inclusi riflussi e baldacchini. Le maree di riflusso dovranno essere cambiate in più ampie e le staffe per il fissaggio di elementi di illuminazione, aria condizionata e sistemi di ventilazione dovranno essere sostituite con altre più lunghe (tenendo conto dello spessore dell’isolamento).
  2. Puliscono il muro da tutto ciò che compromette l’adesione della malta adesiva e delle lastre di polistirene espanso – aree sgretolate, vecchie pitture, efflorescenze, sporco, ecc..
  3. Eseguire la pulizia e la lavorazione delle aree interessate da muffe e muschi.
  4. Livella il più possibile la superficie: chiudi crepe e scheggiature, abbatti le escrescenze dei mortai.
  5. Applicare un primer rinforzante.
  6. Montare nuovi supporti a parete per lampade, grondaie, condizionatori d’aria, ecc..

Primer per facciate di case

Facciata bagnata

Questo è uno dei modi più popolari. Costi relativamente bassi e tecnologia semplice sono i motivi di questa popolarità..

Nella sezione, il muro isolato è simile al seguente:

Schema del dispositivo per facciata bagnata Schema del dispositivo per facciata bagnata: 1 – parete portante; 2 – composizione adesiva; 3 – polistirene espanso; 4 – tassello; 5 – strato base di intonaco; 6 – rete in fibra di vetro; 7 – strato di finitura dell’intonaco; 8 – intonaco decorativo; 9 – angolo perforato

Già sulla base di questo schema, i principi di base del metodo di isolamento sono chiari:

  • battere il livello inferiore per fissare la striscia del seminterrato;
  • fissare la barra, lasciando uno spazio tra le sezioni adiacenti per compensare l’espansione termica;

Installazione di una facciata bagnata

  • il divario viene calcolato in base al fatto che ulteriori 10 ° C (rispetto alla temperatura dell’aria durante l’installazione) daranno un aumento della lunghezza di ciascuna striscia di seminterrato di 0,5 mm di 1 m e una diminuzione del divario di 1 mm, ad esempio: a L = 2,5 m, t1 = 20 ° C e t2 = 40 ° C la distanza deve essere di almeno 2,5 mm;
  • applicare una soluzione adesiva sulla superficie del pannello di schiuma e distribuirlo con una spatola dentata;

Installazione di una facciata bagnata

  • l’installazione inizia dall’angolo della casa;
  • inserire il primo foglio nella striscia del seminterrato e premerlo contro il muro;
  • inserire il secondo foglio, premere, allineare entrambi i fogli rispetto al livello verticale e tra loro;

Installazione di una facciata bagnata

  • l’intera prima fila è fissa, la seconda inizia con lo spostamento della piastra rispetto alla prima (la quantità di spostamento è di almeno 20 cm);
  • le aperture di porte e finestre sono isolate in modo tale che l’angolo dell’apertura sia tagliato nella piastra di schiuma e non cada sul giunto delle piastre adiacenti;

Installazione di una facciata bagnata

  • il fissaggio meccanico con tasselli a ombrello viene effettuato dopo che la colla si è asciugata (5 pezzi per 1 m2 – uno al centro, il resto a una distanza di 5 cm dal bordo degli angoli);

Installazione di una facciata bagnata

  • viene applicato uno strato di base di colla (circa 3 mm) e viene pressata una rete di rinforzo (con una sovrapposizione di tele adiacenti);

Installazione di una facciata bagnata

  • rinforzare tutti gli angoli esterni con un angolo perforato;
  • gli angoli nel piano delle aperture sono fissati con strisce di maglia aggiuntive;
  • applicare, livellare e strofinare un altro strato di soluzione adesiva;
  • dopo che la soluzione si è asciugata, la superficie viene levigata, preparata, intonacata e verniciata.

Installazione di una facciata bagnata

Isolamento termico

Il principale svantaggio dell’isolamento fai-da-te con la tecnologia della “facciata bagnata” è il lavoro di intonacatura. E anche se l’intonaco della facciata viene acquistato sotto forma di una miscela secca pronta all’uso, alla quale rimane solo per aggiungere acqua, il processo di applicazione e stuccatura dello strato stesso richiede una certa abilità. Inoltre, non a tutti piacciono le facciate in gesso dipinto: si sporcano rapidamente vicino alle strade e nelle aree industriali..

Pannelli termici per facciate

I pannelli termici sono privi di questi svantaggi. Questo nome unisce l’intera direzione dei pannelli di facciata rivolti all’isolamento, ma tutti possono essere raggruppati in due grandi classi:

  • tre strati (pannello OSB – schiuma poliuretanica – strato decorativo);
  • a due strati (polistirene espanso – strato decorativo).

Naturalmente, la seconda opzione è più economica e più popolare..

Per riferimento. Il polistirene espanso è al secondo posto tra tutti i tipi di materiali per isolamento termico (secondo varie fonti, dal 20 al 30% del mercato).

Le seguenti opzioni sono disponibili come livello decorativo:

  • piastrelle di clinker;

Pannelli termici per facciate con piastrelle di clinker

  • piastrelle di sabbia polimerica (mattoni a vista);

Pannelli termici per facciate per muratura

  • piastrelle di pietra scheggiate;

Pannelli termici per facciate per pietra

  • “scaglie di pietra” in gesso.

Pannelli termici per facciate con trucioli di marmo

Solo i pannelli termici per facciate con trucioli di pietra sono fissati al muro con una malta adesiva, altri tipi possono utilizzare solo dispositivi di fissaggio meccanici.

Ma ogni produttore ha il proprio schema di montaggio. La sequenza generale di fissaggio è la seguente:

  • preparare la superficie;
  • battere il livello orizzontale inferiore;
  • fissare il profilo di partenza sotto forma di un angolo o una barra (per edifici bassi, questa fase è facoltativa);
  • l’installazione inizia con un elemento angolare;

Installazione di pannelli termici

  • il pannello successivo viene “spinto” dalla piastrella sporgente nelle scanalature dell’elemento angolare;

Installazione di pannelli termici

  • ogni pannello è fissato secondo la mappa tecnologica del produttore (di solito ci sono segni sul pannello per i punti di attacco);
  • se il muro è irregolare, il livellamento viene effettuato utilizzando fasci verticali con schiuma che soffia sulle cuciture e sui giunti tra i pannelli;
  • la seconda fila inizia dall’angolo con un pannello di mezza misura, se non c’è una tale dimensione nell’assortimento del produttore, quindi il pannello viene tagliato dall’altro lato dall’angolo e il pannello di taglio successivo è attaccato ad esso end-to-end;
  • il design delle aperture è anche realizzato con speciali pannelli aggiuntivi (verticale e orizzontale), oppure tagliando pannelli ordinari;

Installazione di pannelli termici

  • gli angoli interni sono realizzati tagliando i normali pannelli termici.

Installazione di pannelli termici

L’intero volume di lavoro sulla decorazione murale decorativa con le tue mani è ridotto solo alla stuccatura.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy