Come sostituire l’ardesia con piastrelle metalliche

Come sostituire l'ardesia con piastrelle metalliche

Oggi, le piastrelle metalliche di vari colori e forme sono molto popolari. Pertanto, spesso, il proprietario della casa cambia la vecchia, ma ancora abbastanza forte ardesia per una piastrella metallica alla moda dall’aspetto splendido. Ci sono diverse spiegazioni per questo, una delle quali, oltre alla bellezza, è spiegata anche dalla velocità del lavoro. Soprattutto se non è necessario costruire un nuovo sistema di travi. Questo è ciò che sarà discusso.

Per fare questo lavoro, devi preparare strumenti: un martello, una barra di leva con un estrattore di chiodi, un seghetto per legno, un aereo, una cucitrice meccanica. Avrai bisogno di utensili elettrici: un cacciavite a batteria o un trapano elettrico con una serie di trapani e punte per avvitare le viti, un macinino (smerigliatrice) per la possibilità di tagliare il rivestimento, un seghetto alternativo e, nel caso, una sega elettrica per legno.

Tu chiedi: perché abbiamo bisogno di seghe e pialle? Rispondo. Il fatto è che solo una fila di barre viene solitamente posizionata sotto l’ardesia sotto forma di un reticolo in relazione alle travi – questa è chiamata una cassa. E sotto la piastrella metallica, sono fissate due stecche – a causa del fatto che la piastrella metallica può essere graffiata da qualche parte, ecc., La seconda cassa sotto è fatta per la ventilazione – in modo che l’acqua non si raccolga dal fondo. Pertanto, ne allegheremo un altro sulla cassa esistente con travi – per la ventilazione – e dovremo lavorare con il legno. Tra le altre cose, sono necessarie viti autofilettanti da 75 mm per legno e una baia idro-barriera.

Dopo aver rimosso il vecchio rivestimento (ardesia), esaminare attentamente l’intero sistema di travi. Se da qualche parte c’è un albero mangiato da uno scarabeo di corteccia, puliscilo o addirittura sostituiscilo del tutto. Successivamente, prendi l’idro-barriera, spargila sull’intera area del telaio e fissala con una pinzatrice al telaio. Sulle travi, inchiodare una trave di legno 25 X 120 mm su tutta la lunghezza, perpendicolare alla cresta, fissando infine l’idro-barriera. La barra è fissata con un cacciavite e viti autofilettanti. Inoltre, un nuovo tornio di una barra di legno della stessa dimensione è attaccato a questa trave allo stesso modo. È necessario iniziare con le barre estreme (cresta e fondo), tirare il cavo e verificare l’accuratezza delle dimensioni della guaina e della diagonale.

Se si impostano le diagonali in modo errato, in seguito si avranno notevoli difficoltà nel fissare la piastrella metallica stessa, quindi le dimensioni e le diagonali dovrebbero essere quasi ideali. Dopo aver impostato le diagonali, puoi procedere al fissaggio del resto della seconda cassa. La barra è posizionata parallelamente alla cresta ad una distanza di 230 mm dai bordi interni della barra – tale precisione è necessaria per ottenere una vite autofilettante quando si fissa direttamente sotto il gradino della piastrella metallica. L’intero tornio dovrebbe essere completamente su un piano. Se sporge da qualche parte – taglialo con un piano, se al contrario affonda – metti un pezzo di un piatto di legno delle dimensioni appropriate. Taglia i bordi laterali della cassa alla dimensione predeterminata.

Dopo aver attaccato il secondo tornio, è indispensabile passare una miscela antisettica lungo l’intero telaio di legno, al fine di evitare la comparsa di scarabeo di corteccia e marciume.

Il telaio è pronto e ora puoi procedere direttamente ai dispositivi di fissaggio della piastrella metallica stessa. I suoi bordi sono esposti lungo il pizzo. Il fondo è impostato 70-100 mm sotto le travi. I lati sporgono dalle travi di 100-150 mm. Le piastrelle sono fissate con speciali viti autofilettanti per adattarsi al colore del rivestimento. Poiché la piastrella metallica ha un sistema di blocchi, puoi iniziare a ripararla solo da destra a sinistra. Se fai il contrario, allora è come iniziare a fissare la lavagna dall’alto. Se hai misurato e impostato tutto correttamente, i fogli vengono posati in modo uniforme, semplice e rapido. Se un foglio di metallo sporge da qualche parte, tagliare l’eccesso con una smerigliatrice.

Una sfumatura. Quando acquisti una piastrella di metallo, assicurati di controllarla per dimensioni e diagonali – devono essere precisi – la lunghezza coincide con la lunghezza, la larghezza con la larghezza, la diagonale con la diagonale. Se non lo fai, rischi di prendere uno scadente o un matrimonio, il che causerà problemi quando impili i fogli. Anche una cassa correttamente esposta non ti aiuterà. Ulteriore. Le lastre di metallo sono realizzate sotto forma di passaggi. Assicurati di controllare le dimensioni tra i passaggi: devono essere uguali.

Quando si posano fogli difettosi, inizieranno a sporgere più oltre il bordo contrassegnato, il che sfigurerà completamente il modello generale del rivestimento o creerà problemi quando si copre il collegamento delle pendenze sulla cresta. Viti autofilettanti. Dovrebbero corrispondere al colore della piastrella metallica, con una rondella e una guarnizione di gomma sotto la rondella.

Dopo aver posato la copertura, fissare un angolo speciale sulla cresta che copre il punto in cui si uniscono le pendenze. Se vuoi coprire il bordo laterale del rivestimento, c’è un angolo laterale speciale per questo. Sia la cresta che i lati sono anche fissati con viti autofilettanti per piastrelle metalliche..

Cammina con attenzione sul rivestimento, altrimenti spingi attraverso i gradini della piastrella metallica. Dopo tutto il lavoro, vai oltre il rivestimento e ricopri con cura tutti i graffi con vernice del colore appropriato.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy