Caratteristiche nazionali della costruzione di immobili residenziali

Sezioni dell’articolo



Le proprietà immobiliari in diversi paesi del mondo hanno sempre le proprie caratteristiche, a causa del clima, delle tradizioni e della mentalità locali. La situazione attuale ci consente di evidenziare i punti principali che diventano la caratteristica principale degli immobili residenziali in Israele, Giappone, Francia o Stati Uniti..

In Israele, gli appartamenti con finestre che si affacciano su entrambi i lati del mondo sono particolarmente apprezzati, poiché è questo layout che ti consente di organizzare una bozza nelle giornate calde per risparmiare sul funzionamento del condizionatore d’aria e garantire la circolazione dell’aria più efficiente.

L’atteggiamento nei confronti degli alloggi situati al primo e ultimo piano in Israele è molto diverso da quello russo. Quindi, gli appartamenti al primo piano sono molto richiesti e spesso sono più costosi del resto della zona giorno della casa. In primo luogo, sono sempre più freschi, e in secondo luogo, gli appartamenti israeliani ai piani inferiori di un condominio hanno molto spesso il loro piccolo appezzamento di terra: un giardino anteriore, un cortile, che ti consente di attrezzare il tuo angolo verde nel centro di una grande città.

La particolarità di un tipico appartamento israeliano è una piccola cucina, che viene utilizzata esclusivamente per cucinare e non per incontri con tutta la famiglia..

Gli ultimi piani, ovviamente, sono considerati i più caldi, e quindi non troppo prestigiosi, ma i proprietari di tali alloggi hanno l’opportunità di aggiungere un piano aggiuntivo e diventare felici proprietari di uno spazioso attico o appartamento duplex. Pertanto, gli israeliani spesso fanno una scelta a favore di un appartamento all’ultimo piano, poiché questo alloggio ha la prospettiva di aumentare lo spazio abitativo.

Un’altra caratteristica di un tipico appartamento israeliano è la piccola cucina, che viene utilizzata esclusivamente per cucinare e non per riunioni di famiglia. Il cosiddetto “salone” diventa il centro degli alloggi, vale a dire il soggiorno, che spesso occupa metà dello spazio abitativo e funge da luogo di incontro per tutta la famiglia e luogo di accoglienza degli ospiti. Un balcone o una loggia sono sempre usati nel modo più efficiente possibile, spesso diventano un luogo per il tè serale o incontri con gli amici, così come una serra, dove crescono non solo le normali piante da interno, ma anche verdure, erbe e agrumi.

Tipica casa americana

Negli Stati Uniti d’America, i più prestigiosi non sono appartamenti, ma edifici residenziali privati. Sono gli Stati Uniti a essere uno dei leader mondiali nella categoria della quantità di spazio vitale per persona. Vivere in un piccolo appartamento in affitto, il cui layout è abbastanza paragonabile ai nostri Krusciov, sta diventando una situazione comune negli Stati Uniti, fino al momento in cui un giovane americano decide di fondare una famiglia. Dopodiché, gli sposi, anche quelli che lavorano nel centro della metropoli, cercano di trasferirsi fuori città, verso la propria casa acquistata a credito, poiché si ritiene generalmente che sia in tali condizioni che sia meglio crescere figli..

Tipica casa americana
Grant Wood. Gotico americano. 1930

La tipica casa americana è una proprietà privata situata in un tranquillo sobborgo, le cui principali caratteristiche distintive sono la cucina combinata, la sala da pranzo e la zona giorno. Molto spesso, una casa del genere ha due ingressi: uno anteriore, con un prato ben curato, di solito non recintato, e anche uno posteriore, che conduce a un cortile accuratamente nascosto da occhi indiscreti..

Un’altra caratteristica della tipica casa americana è che il numero di bagni di solito corrisponde al numero di camere da letto. È generalmente accettato che sia la presenza di un bagno e di una toilette per ogni membro della famiglia che sia il criterio principale per il comfort di una casa. Quindi, la camera da letto dei genitori può avere due bagni contemporaneamente – per ogni membro adulto della famiglia. Tali locali sono attrezzati secondo i gusti del proprietario unico e un bagno separato è assegnato per gli ospiti della casa..

Nella decorazione delle case americane vengono utilizzati i materiali più moderni, i mobili alla moda e la presenza di una piscina nel cortile diventa un indicatore della ricchezza dei proprietari.

Appartamento in Giappone – minimalismo in azione

Tutte le caratteristiche di un tipico appartamento giapponese sono dovute non solo alle tradizioni nazionali, ma anche al fatto che gli immobili in questo paese orientale sono uno dei più costosi al mondo, quindi non tutti i giapponesi possono acquistare anche il più piccolo appartamento di una stanza a Tokyo, nonostante il livello piuttosto elevato reddito.

Appartamento in Giappone
Miyagawa Shuntei. Nihonga. 1897

Ecco perché in Giappone così tante coppie vivono con i loro genitori, così che due o tre generazioni sono spesso alloggiate in una piccola area. È interessante notare che le dimensioni di una stanza in Giappone non sono misurate in metri quadrati, ma in tatami. Quindi, la camera da letto di solito ha dimensioni di 6-8 tatami, su cui dormono davvero, e per il giorno vengono riordinate in nicchie speciali. E anche negli appartamenti dei giapponesi più moderni, che vogliono equipaggiare le loro abitazioni in un tipico stile europeo, c’è ancora una stanza con un tatami, che si chiama washitsu – “wasitsu”.

Le partizioni tra le stanze sono sempre molto sottili, spesso prendono posto gli schermi tradizionali, quindi non sorprende che sia in Giappone che i cosiddetti “love hotel” siano particolarmente popolari, dove ogni coppia può affittare una stanza economica per un paio d’ore.

Nella decorazione dell’appartamento, i giapponesi preferiscono utilizzare solo materiali naturali: pavimenti in legno, pareti intonacate, mobili in noce o rovere.

Gli appartamenti con piccoli appezzamenti di terreno di fronte alla casa o ai giardini pensili sono molto apprezzati.

Un’altra caratteristica degli immobili residenziali giapponesi è la presenza obbligatoria di un bagno, le cabine doccia non hanno messo radici in questo paese, poiché i giapponesi adorano assorbire la schiuma, considerando questo il modo migliore per lavare via lo stress accumulato in una lunga giornata di lavoro. A questo proposito, i bagni in Giappone sono di solito separati, poiché un bagno può essere fatto per molto tempo e non è consuetudine disturbare una persona che si rilassa in acqua calda..

Vale la pena ricordare che il Giappone si trova in una zona di frequenti terremoti, quindi vengono costruiti edifici residenziali tenendo conto della possibilità di questo pericoloso disastro naturale. Le case del villaggio sono generalmente molto leggere, in legno, le fondamenta non sono state erette e le pareti sono una struttura di colonne portanti e pannelli di legno chiaro.

Chalet svizzero

Il nome “chalet” si traduce in “capanna del pastore” e significa una piccola casa di campagna, costruita in modo tale da adattarsi armoniosamente al paesaggio circostante. La caratteristica principale dello chalet è la grondaia sporgente e un tetto spiovente, su cui la neve intrappola bene, fornendo ulteriore calore per il piano superiore. Una casa del genere è stata costruita solo in legno, ma se l’edificio ha più piani, il primo è costruito in mattoni o pietra naturale e quelli superiori sono fatti di travi di legno.

Chalet svizzero
Eric Dovetta. Chalet d’Alpage. 2007

Il calore e il comfort di una vera casa di campagna, affidabile, resistente alle intemperie in montagna e in inverni rigidi: queste sono le caratteristiche distintive di un tipico chalet svizzero. Un soffitto abbastanza basso, legno naturale conservato nella decorazione murale, enormi travi sul soffitto, un camino indispensabile, piccole cose carine come un orologio a cucù, mobili semplici ma solidi, un’abbondanza di tessuti, pelle e pelliccia sono le caratteristiche principali degli interni di un tipico chalet. Il piano attico ha sempre un tetto spiovente, che rende le camere da letto e lo studio situati qui particolarmente accoglienti e originali.

Naturalmente, nei moderni chalet, che ora possono essere trovati nella regione di Mosca, le tegole o le tegole sul tetto sono sostituite da normali piastrelle metalliche, le case sono dotate di una terrazza aperta o addirittura un balcone, ma la presenza di un camino nel seminterrato e l’uso di materiali naturali nella decorazione interna, nonché bordi sporgenti del tetto rimane invariato.

Casa scandinava passiva

Come nel caso degli appartamenti israeliani, le differenze tra le case scandinave sono principalmente dovute alle peculiarità del clima. E se nel caso di un tipico appartamento israeliano, emerge la necessità di garantire la circolazione dell’aria e la protezione dal calore, quindi negli stati settentrionali situati nella penisola scandinava, il compito principale è proprio la conservazione del calore e l’uso di tecnologie per il risparmio energetico..

Il termine “casa passiva” è apparso non molto tempo fa, ma il principio stesso della costruzione di edifici che trattengono il calore nel modo più efficiente possibile è sorto diverse migliaia di anni fa, quando i popoli del nord hanno iniziato a costruire la loro peste e gli igloo, che non avevano bisogno di riscaldamento aggiuntivo, a causa di solo il calore degli abitanti manteneva una temperatura completamente confortevole.

Casa scandinava passiva
Kalle Lochen. Vista da Christiania – Oslo. 1884

Una moderna casa passiva in Norvegia, Svezia, Finlandia è una struttura in legno, mattoni o pietra con grandi finestre rivolte a sud, le pareti esterne dell’edificio hanno un livello estremamente alto di isolamento termico. Di solito le pareti sono isolate sia all’interno che all’esterno, in modo che alla fine non rilasciano calore e non lasciano entrare il freddo. Anche una componente obbligatoria di una casa passiva o, come si suol dire, non volatile, sono le unità di vetro a vuoto, l’illuminazione economica e l’installazione di sistemi di riscaldamento e condizionamento d’aria ad alta efficienza.

In generale, la costruzione di una tale casa, che è diventata una delle più popolari nei paesi scandinavi, è un po ‘più costosa della costruzione di una normale struttura residenziale, ma entro due o tre anni tutti i costi vengono pagati risparmiando denaro per il riscaldamento e l’approvvigionamento energetico.

Per quanto riguarda l’arredamento interno della casa, l’abbondanza di legno, i tessuti naturali, la funzionalità di ogni stanza sono diventati elementi integranti di una casa passiva nei paesi scandinavi..

Naturalmente, questi sono ben lontani da tutti gli esempi più interessanti di immobili residenziali nazionali, ma è semplicemente impossibile coprire tutte le opzioni esistenti in un articolo. Inoltre, un tipico appartamento europeo negli ultimi anni è diventato universale e non differisce molto in Germania, Francia o Austria, quindi in generale possiamo parlare con fiducia della tendenza alla globalizzazione nel mercato immobiliare e alla confusione delle differenze tra le proprietà residenziali in diversi paesi..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy