Dispensatore in cucina: perché ne hai bisogno e come usarlo

Smaltitori, dissipatori di rifiuti alimentari o utenti sono stati attivamente utilizzati da tempo in Europa e negli Stati Uniti. Nel nostro paese, i distributori sono ancora una curiosità, molti pensano che questo sia uno spreco di denaro. Il nostro sito di suggerimenti ti dirà perché e come utilizzare un tritatutto..

Si consiglia di installare un dissipatore di alimenti in un appartamento per i seguenti motivi:

  1. Ti libererai dell’odore sgradevole dal cestino. I rifiuti organici scompaiono semplicemente in un giorno, “l’aroma” dal contenitore dell’immondizia sotto il lavandino, ad esempio, a causa delle ossa di pesce scartate, sarà terribile.
  2. Non ci saranno sacchi di immondizia che perdono, cosa che spesso accade se si gettano pulizie bollite, inumidendo la materia organica in un secchio.
  3. Dovrai eliminare la spazzatura molto meno spesso. Sì, non sarai in grado di sbarazzarti completamente del cestino, perché c’è sempre spazzatura nell’appartamento sotto forma di pannolini per bambini, pezzi di carta sgualciti non necessari, polvere da un sacchetto di aspirapolvere, una penna di cancelleria rotta, una bottiglia di plastica o di vetro e così via. Ma il volume dei rifiuti è significativamente ridotto.
  4. La pratica dimostra che i proprietari di appartamenti che hanno installato un dispositivo di smaltimento hanno meno probabilità di incontrare fogne intasate e altri problemi con gli scarichi.
  5. Ti preoccupi dell’ecologia del nostro pianeta! È molto importante. Meno materia organica marcisce nelle enormi discariche cittadine, meno metano – una delle cause del riscaldamento globale – viene rilasciato nell’atmosfera..

Dispensatore in cucina: perché ne hai bisogno e come usarlo

Esistono due tipi di distributori: idraulico ed elettrico. Il primo richiede una pressione di alimentazione dell’acqua di almeno 4 bar, che non è sempre possibile nel nostro paese. Pertanto, i russi scelgono distributori elettrici che necessitano di una connessione elettrica..

Importante! Quando si collega un tritacarne elettrico, è essenziale un collegamento a terra. Pensa tu stesso: il dispositivo è collegato sia all’acqua che all’alimentazione. Non si desidera che il dispositivo di smaltimento trasmetta uno scarico al corpo del lavandino?

Alcune persone pensano che i distributori elettrici siano costosi da gestire. Infatti, consumano in media 4 kWh di elettricità al mese, cioè circa 30 rubli. Abbastanza economico per l’opportunità di aiutare l’ambiente ed eliminare la spazzatura meno spesso. Sì, il consumo di acqua fredda aumenterà leggermente, perché mentre il dispositivo macina la materia organica, è necessario aprire il rubinetto. Ma solo per pochi secondi.

Un altro mito: spingere i rifiuti alimentari nel distributore, puoi essere lasciato senza un dito. In realtà, non ci sono affatto coltelli e non ci sono cose affilate all’interno del dispositivo! Di seguito è riportato un video su come vengono distrutti gli sprechi alimentari..

Dispensatore in cucina: perché ne hai bisogno e come usarlo

Allo stesso tempo, ammettiamo che per i proprietari di case private, in particolare con una fossa settica e un serbatoio di stoccaggio, l’installazione di un’unità di smaltimento dei rifiuti alimentari è inappropriata. È molto più facile per loro organizzare una buca per il compost e ottenere fertilizzanti per aiuole e aiuole completamente gratuiti.

C’è un altro pregiudizio contro lo smaltimento: ora non puzzerà dal secchio, ma dallo scarico del lavandino, dalla fogna. In effetti, se ciò è accaduto, sono stati commessi i seguenti errori:

  • Installazione errata dello scambiatore di calore. Un sifone è un must! Senza di essa, gli odori della fogna esploderanno davvero. Inoltre, non è necessario posizionare un’ondulazione tra il sifone e il trituratore. Il portale ha scritto come installare un distributore con le proprie mani. Se non sei sicuro di poterlo fare da solo, assumi uno specialista. Il servizio costa solo circa 2,5 mila rubli, ma sarai sicuro che tutto sia fatto correttamente.
  • Funzionamento errato del chopper. Violazione delle istruzioni per il suo utilizzo.

Dispensatore in cucina: perché ne hai bisogno e come usarlo

Ogni modello di distributore di cucina ha le sue istruzioni. E dice in dettaglio cosa puoi e non puoi buttare nel dispositivo. Ma ci sono regole generali:

  • Solo biologico! Un primo esempio è una bustina di tè. La stessa preparazione del tè è perfettamente elaborata dal macinacaffè. Ma una corda e una borsa – no.
  • Non gettare pannocchie di mais e ossa fibrose, in particolare ossa di manzo, nell’elicottero. La maggior parte dei modelli della fascia di prezzo media non affronterà un carico così grave.
  • Non versare grasso dalle pentole, olio da grassi profondi, cioè liquidi oleosi e molto grassi nello smaltimento. Interessano negativamente il funzionamento del dispositivo, i residui di cibo si attaccano al grasso. Ciò può causare malfunzionamenti e cattivi odori dallo scarico..

Importante! I proprietari esperti consigliano di sciacquare il macinino regolarmente usando il succo di limone e i suoi avanzi, nonché cubetti di ghiaccio con detersivo per piatti. Puoi periodicamente versare un po ‘di bicarbonato di sodio nello scarico..

Non ci sono molte restrizioni, devi essere d’accordo. Per non soffrire, dove mettere l’olio da una friggitrice o padella, si consiglia di installare il dispositivo di smaltimento su un lavandino con una doppia ciotola. Sono compatti e si adattano facilmente anche in una piccola cucina. In una parte del lavandino puoi lavare le pentole e nell’altra puoi scaricare i rifiuti alimentari nel macinacaffè.

Dispensatore in cucina: perché ne hai bisogno e come usarlo

Ovviamente, puoi sempre gettare i detergenti e gli avanzi di cibo nel cestino senza le spese di acquisto di un dispositivo di smaltimento. Ma chiunque abbia mai pensato al problema dello smaltimento dei rifiuti sulla Terra comprende l’importanza di tali dispositivi. Inoltre, è solo conveniente.

Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: