Come scegliere un cacciavite: consigli professionali

Per più di quindici anni sono stato impegnato nella riparazione di locali e nella costruzione di cottage. Molto tempo fa ho deciso per me stesso che avere uno strumento affidabile e conveniente è un fattore molto importante di successo, forse più importante, forse, solo persone (“Le risorse umane decidono tutto!”) E clienti adeguati. Durante questo periodo, avevo a disposizione molte unità di utensili elettrici per vari scopi. Ho dovuto conoscerne alcuni da vicino, sono riuscito a tenere qualcosa tra le mani, testarlo. Attraverso prove ed errori, più precisamente attraverso la “selezione naturale”, ho formato il mio esercito di combattenti, in cui uno dei luoghi dominanti è occupato da cacciaviti.

Il mio amico cacciavite

Quando stavamo solo imparando a fare riparazioni di qualità europea, nell’arsenale della nostra brigata c’erano solo esercitazioni di fabbricazione sovietica. Il primo cacciavite a batteria che mi è caduto in mano ha lasciato un’impressione duratura. Quel giorno, io e i miei assistenti fummo rivestiti con l’intonaco del telaio del soffitto: stringevo le seconde migliaia di viti. Il caposquadra mi consegnò solennemente una piccola custodia blu e disse: “Solo per intonaco. Sotto la responsabilità personale. Non darlo a nessuno. ” Era Bosch: la tecnologia spaziale sulla terra.

Ci è voluto un po ‘di tempo, sono diventato indipendente. Un’unità cinese Wintech WCD-18/2 è stata acquistata per il funzionamento. Questo, per così dire, è un modello tipico per diversi marchi della RPC (hanno fatto solo adesivi diversi), quindi non c’erano soldi per una cosa più seria. Non ho fatto affidamento su nulla di speciale, ma questo cacciavite è ancora in servizio..

Il mio amico cacciavite Wintech WCD-18/2

Per un paio d’anni l’ho usato molto strettamente per 5-10 ore per turno, anche per lavori di copertura, quindi come opzione di backup, quindi “per la casa, per la famiglia”. Ora questo “pensionato” viene occasionalmente rilasciato ai novizi finitori a scopo di addestramento. La coppia era sufficiente per avvitare fino a 75 viti per legno, 25 per cartongesso e 9 mm LN senza alcun dubbio. La batteria si carica abbastanza rapidamente, ovviamente non 1 ora, come indicato dal produttore, ma mentre uno “muore” – il secondo è sempre pronto.

Il mio amico cacciavite

Pulsante, interruttore di retromarcia, caricabatterie, regolatore della frizione di sicurezza – tutto funziona. Non ci sono stati gravi contraccolpi nella cartuccia. Per 9 anni, una batteria si è guastata, ho dovuto comprarne una nuova, anche la seconda è chiaramente vecchia. Certo, non è molto conveniente a causa delle sue dimensioni, è pesante (1,7 kg), ma in generale è una copia abbastanza buona per i suoi soldi. Il modello è ancora in vendita, al prezzo di poco più di $ 50 per carcassa.

Ho visto molti cacciaviti usa e getta dal Medio Regno, che non resistono alle critiche, in cui tutto ciò che è possibile si rompe in due o tre settimane. I nuovi dispositivi cinesi con apparentemente “i nostri” marchi sembrano particolarmente deplorevoli. Wintech WCD-18/2 è un’opzione decente per la casa e un uso non molto intenso in un cantiere. Non penso che questo sia un esemplare così speciale che ho ottenuto, piuttosto solo un modello di successo.

Il mio amico cacciavite

Bosch è il primo amore, come potrei non comprarmi lo stesso? Ora sapevo esattamente di cosa avevo bisogno. Dovrebbe essere un dispositivo relativamente economico, compatto e leggero, focalizzato principalmente sul funzionamento con i sistemi di cartongesso, ovviamente una serie professionale e con due batterie. Non ho bisogno di batterie troppo capienti, di una coppia impressionante: tutto ciò aggiunge peso e dimensioni. La scelta è caduta su BOSCH GSR 12-2 Professional.

Il mio amico cacciavite BOSCH GSR 12-2 Professional

Questa è l’opzione più economica dei cacciaviti Bosch professionali (circa $ 150-180), ma le sue caratteristiche (27 Nm, 1,5 Ah, 12 V) sono sufficienti per il lavoro di finitura e non solo. Non ci sono ancora state situazioni in cui “non ha tirato”. Certo, non sto cercando di torcere le viti autofilettanti degli anni Novanta in legno con loro, e non abbiamo tale necessità, anche quando realizziamo un tetto, usiamo elementi di fissaggio perforati e viti corte. E tutto il resto è facile, comprese le viti autofilettanti “ranilovsky” in un profilo metallico quadrato, punte da trapano e piccole corone. La batteria viene caricata per un’ora, quindi al momento della sostituzione l’unità di riserva è sempre in buone condizioni. L’impugnatura è molto ergonomica – piuttosto sottile (per la mia mano, tutto qui), si trova ad un angolo rispetto al corpo, come in una pistola.

Il mio amico cacciavite

Si ha la sensazione che l’equilibrio sia leggermente spostato, in piedi sul blocco il cacciavite “morde” un po ‘in avanti, ma si adatta perfettamente alla mano. L’interruttore inverso è posizionato convenientemente e può essere facilmente spostato con il pollice e l’indice della mano che tiene. Durante il trasporto, può essere fissato in posizione neutra, per proteggere il cacciavite da attivazione e scarica accidentali. Il pulsante è molto sensibile. Il case è affidabile, ci sono state un paio di cadute da circa un metro e mezzo – la plastica è in ordine, nessun danno. Un bel bonus è un caso di alta qualità, che sembra avere una durata non inferiore al cacciavite stesso. Sette anni, volo normale, ora ne ho due.

Il mio amico cacciavite

Questa è una cosa con cui è un piacere lavorare. Affidabile, funzionale, altamente specializzato, economico – cosa si può chiedere di più da uno strumento professionale! Molti dei miei colleghi gestiscono BOSCH GSR 12-2 e sono molto soddisfatti.

Non molto tempo fa, il nostro team ha eseguito un ordine in un’area abbastanza lontana dalla “civiltà”. C’era la necessità di riempire urgentemente un cacciavite, ma il garage con lo strumento è lontano e anche il supermercato delle costruzioni. Di conseguenza, in un insediamento vicino ci siamo imbattuti in un BOSCH PSR 12 per $ 100, non c’è molta scelta, vediamo quanto vale la serie di famiglie Bosch.

Il mio amico cacciavite BOSCH PSR 12

Questo è un analogo del modello GSR 12-2 con tutti i vantaggi costruttivi (piccolo, leggero, conveniente). Il cacciavite è completato da una batteria NiCd da 12 volt con una capacità leggermente inferiore – 1,2 Ah, che tuttavia produce una coppia di 26 Nm di coppia. Viene ricaricato con un dispositivo standard per un massimo di 3 ore, ma anche questo tempo è sufficiente per ruotare ininterrottamente i frame e avvolgerli con fogli GCR.

Il mio amico cacciavite

Questo ovvio svantaggio ha i suoi vantaggi, questa macchina è più leggera di 200 grammi – 1,4 kg, il che è molto importante per me per i lavori intensi del muro a secco, specialmente sul soffitto. C’è una sfumatura interessante: l’illuminazione integrata dell’area di lavoro, che viene attivata quando viene premuto un pulsante. Non pensavo che sarebbe tornato utile, ma ha aiutato molte volte un paio di volte.

Il mio amico cacciavite

Dello sgradevole, vale la pena notare la mancanza di un caso funzionale, la valigia fornita è piuttosto “noodle”, è estremamente difficile mettere tutto al suo posto e chiuderlo.

Il mio amico cacciavite

Per quanto riguarda l’affidabilità: per più di due anni ci hanno lavorato senza molte cerimonie, finora tutto va bene. Ora questo bambino cavalca sempre nella mia macchina come scorta, poi tornerà utile a casa, quindi per esaminare un nuovo oggetto, devi aprire una sorta di rivestimento, ecc..

L’esperimento forzato ebbe successo. Sembra che la serie domestica BOSCH sia adatta anche per l’uso quotidiano presso la struttura. Per me, non si tratta del prezzo, il peso ridotto è il vantaggio principale. Ti dirò un segreto, ho iniziato a montare il kit Ultralight – ho comprato un trapano a percussione e un puzzle in astucci verdi, annullerò l’iscrizione nei seguenti articoli.

Il mio amico cacciavite

Nel mio arsenale ci sono due cacciaviti Metabo BZ 12 SP che, invece dei quattro standard, hanno tre batterie.

Il mio amico cacciavite Metabo BZ 12 SP

Era necessario aiutare i compagni che vendono elettroutensili, raccogliere un set incompleto. In termini di caratteristiche tecniche, questo dispositivo professionale è vicino a BOSCH GSR 12-2 Professional. Capacità della batteria 1,4 Ah, ricarica oraria. Tuttavia, è notevolmente più potente e più veloce, il che fornisce funzionalità aggiuntive. La sua coppia massima è di 35 Nm contro 27, la velocità massima è di 1450 giri / min rispetto a 1200. In una parola, ho questo cacciavite per luoghi “forti”, non porto più un trapano elettrico agli oggetti. Alcuni inconvenienti sono dovuti al peso di 1,7 kg e alle dimensioni non molto modeste.

Il mio amico cacciavite

Non riesco proprio a padroneggiare l’interruttore di inversione a coda di rondine, è anche troppo stretto. Non lo so, forse è solo un’abitudine di Bosch? La sua custodia è spaziosa: un cacciavite con una punta da cinque centimetri installata si adatta, ma i materiali non sono così caldi, un fermo si è rotto, un inserto con paratie si rompe.

Il mio amico cacciavite

In generale, il cacciavite è buono, affidabile, il suo prezzo è abbastanza conveniente – $ 160-180.

Metabo BZ 12 SP è un SUV tra cacciaviti leggeri, moderatamente versatile e pratico, senza glamour e fronzoli inutili. Se non sei specializzato solo nel lavoro su cartongesso, allora per il costruttore di rifiniture medio questo è l’ideale..

Il mio amico cacciavite

In questo modo tutte le posizioni sono chiuse senza seri investimenti finanziari, non ho intenzione di sperimentare. Fortunatamente, non ho trovato uno strumento francamente cattivo, tutto ciò che è, funziona correttamente, l’importante è non sovraccaricare l’apparecchiatura e usarla per lo scopo previsto. Ho elaborato alcune regole per me stesso per quanto riguarda i cacciaviti, posso condividere:

  1. Prendilo in un caso.
  2. Non lasciare a lungo al freddo (nel bagagliaio di un’auto, in un garage freddo).
  3. Non sovraccaricare.
  4. Riscaldato: lascialo raffreddare.
  5. Dopo aver eseguito a bassi regimi, girare per un minuto alla massima velocità.
  6. Non avvitare viti autofilettanti “persistenti” in modalità foratura – la frizione a cricchetto di sicurezza è disabilitata.
  7. Non mettere la batteria, è meglio metterla su un lato.
  8. Per evitare di cadere mentre si lavora, indossare un anello di sicurezza sulla mano. Se non viene fornito, è meglio farlo.
  9. Inserire innanzitutto la batteria nel caricabatterie, quindi collegare la spina di alimentazione. Rimuovendo l’unità dalla carica, procedere nell’ordine inverso..
  10. Non caricare troppo a lungo, non partire durante la notte, ecc..
  11. Scarica e carica completamente.
  12. Armati con più copie dello stesso modello. In tal caso, puoi assicurarti con costosi componenti intercambiabili: caricabatterie, batteria, pezzi di ricambio.
  13. Serie economiche di rinomati produttori: meglio dei modelli fantasiosi senza nome.
Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy