Radiatori. Tipi principali

I radiatori non perderanno se il criterio principale per la scelta di un dispositivo per te è quanto è adattato a specifiche condizioni operative, quali sono le restrizioni al suo utilizzo in ciascun caso specifico.

I principali problemi che sorgono durante il funzionamento dei dispositivi di riscaldamento sono:
– Corrosione interna della superficie – Corrosione chimica ed elettrochimica – Colpo d’ariete – Gassatura di radiatori in alluminio

In tutto il mondo è stato adottato un sistema di riscaldamento a due tubi: attraverso una tubazione il refrigerante viene fornito ai dispositivi, attraverso il secondo viene rimosso. Questa è la cosiddetta connessione parallela dei dispositivi. In Russia, nella stragrande maggioranza dei casi, il sistema di riscaldamento è monotubo, con un collegamento in serie di dispositivi. Pertanto, al fine di garantire il trasferimento di calore richiesto dei dispositivi collegati in questo modo, è necessario garantire una grande portata di massa del refrigerante per unità di tempo, il che comporta un aumento delle caratteristiche, sia in pressione che in temperatura. Un altro svantaggio di un sistema monotubo è la sua difficile regolazione, poiché la modifica dei parametri operativi di un dispositivo comporta cambiamenti nel funzionamento di altri. Il sistema a due tubi è privo di questo inconveniente. L’uso di un sistema monotubo comporta l’uso di dispositivi di riscaldamento con un ampio margine di sicurezza e bassa resistenza idraulica.,

Un altro punto importante nel funzionamento di un sistema di riscaldamento è la necessità di riempirlo costantemente con acqua. I processi di corrosione in un sistema pieno d’aria sono molto più intensi. L’impianto di riscaldamento deve essere avviato senza intoppi, con un graduale aumento della pressione (accensione delle pompe di circolazione mediante convertitori di frequenza). Il mancato rispetto di questa condizione quando si avvia il sistema molto spesso porta a un colpo d’ariete, che semplicemente distrugge il radiatore.

I principali tipi di dispositivi di riscaldamento

1. Radiatori a pannello (convettori) – dispositivi con radiazione prevalentemente a convezione. In Russia, questi sono Kermi, Demrad, DeLonghi, Purmo e almeno due dozzine di altri produttori di prodotti. L’elevato trasferimento di calore per unità di volume, i prezzi convenienti, il bell’aspetto hanno reso questi dispositivi i più utilizzati al mondo..

In Russia, questi radiatori sono impeccabilmente buoni per la costruzione di cottage con locali caldaie autonomi e possono essere utilizzati in edifici a più piani con punti di riscaldamento autonomi. Tuttavia, questi radiatori non tollerano gli shock idraulici e richiedono un refrigerante di alta qualità, che praticamente si blocca nello sviluppo urbano esistente. Attualmente, una serie di fabbriche europee (Kermi, ecc.) Hanno iniziato a produrre convettori alti fino a 300 mm con uno spessore della parete della camicia d’acqua fino a 2 mm, che consentirà loro di essere utilizzati nei nostri sistemi di riscaldamento urbano..

2. Radiatori tubolari in acciaio. L’interesse per loro è determinato dall’alto livello di soluzioni progettuali e dall’igiene dei dispositivi. In Russia ci sono Arbonia, Zehnder, Kermi, KZTO (Russia), i radiatori di fabbricazione italiana. I dispositivi tubolari non hanno problemi di pressione, ma lo spessore del metallo non supera 1,5 mm, che, sfortunatamente, non fornisce motivi di ottimismo a lungo termine se utilizzato nello sviluppo urbano esistente. I radiatori tubolari “RS”, “Harmony” prodotti da KZTO (Russia) con rivestimento interno in polimero anticorrosivo e il design dei migliori radiatori europei non hanno praticamente restrizioni al loro utilizzo.

Il radiatore “Harmony” ha un trasferimento di calore più elevato rispetto ad altri radiatori tubolari a causa di una grande proporzione del componente di convezione (l’aria viene riscaldata dalla superficie interna del radiatore) ed è molto più economico del suo prototipo europeo WULKAN (Polonia-Germania).

3. Radiatori in ghisa. Sono praticamente immuni alla scarsa qualità del liquido di raffreddamento, che determina l’atteggiamento piuttosto caloroso del consumatore domestico nei loro confronti. Se prendiamo in considerazione la presenza sul mercato dei prodotti delle fabbriche Ferroli, DemirDokum (Ridem) con fusione di alta qualità e design perfetto a un prezzo relativamente basso, l’interesse per loro continuerà ad essere elevato. Anche il design dei radiatori domestici e la loro costruzione sono cambiati radicalmente negli ultimi 3 anni..

Ma, sfortunatamente, i radiatori in ghisa, compresi quelli domestici, non tollerano bene gli shock idraulici e questo deve essere preso in considerazione quando li si sceglie. I radiatori domestici, diversamente da quelli importati, richiedono la brocciatura obbligatoria dei giunti intersezionali prima dell’installazione e della verniciatura aggiuntiva.

4. Radiatori in alluminio. La bella fusione di alluminio, il design componibile, il peso ridotto e l’elevato trasferimento di calore attirano l’attenzione di specialisti e consumatori specifici. I radiatori in alluminio sono disponibili in due versioni:
Radiatori in alluminio pressofuso, in cui ogni sezione è fusa in un unico pezzo. Radiatori ad estrusione, in cui ogni sezione è composta da tre elementi collegati meccanicamente tra loro. La sigillatura dei giunti viene eseguita mediante elementi di tenuta o attraverso un giunto adesivo. Inoltre, nella maggior parte dei casi, l’assemblaggio di sezioni viene eseguito sotto forma di blocchi di 2, 3 o più sezioni..

Tenendo conto delle specifiche dei sistemi di riscaldamento russi, esistono modelli progettati per l’alta pressione. Il mercato russo è dominato da aziende italiane come Fondital, Sira (Alux), Global, IPS.

Il problema principale durante il loro funzionamento è la necessità di mantenere il valore del pH (acidità del liquido di raffreddamento) in un intervallo molto ristretto, il che è problematico nello sviluppo urbano esistente, e anche nella costruzione individuale non è sempre fattibile. Il secondo problema è la gassificazione negli apparecchi, che può portare alla costante aerazione del sistema di riscaldamento se non è stato progettato tenendo conto di questo fattore. I parametri di resistenza dell’estrusione e dei caloriferi sono comparabili. È inoltre necessario fare attenzione alla presenza di metalli antagonisti nel sistema di riscaldamento..

5. Radiatori bimetallici. Nonostante l’aspetto “alluminio”, dovrebbero comunque essere inclusi in uno speciale gruppo di radiatori che si sono perfettamente acclimatati in Russia. L’impianto di Sira (Italia) produce questi radiatori da oltre 30 anni, in Russia la storia del loro funzionamento è di circa 15 anni. Il design di questi radiatori, protetti dal brevetto Sira, è tale che il fattore di sicurezza supera molte volte tutte le possibili pressioni nel sistema, il contatto del refrigerante con l’alluminio è praticamente zero..

Va anche notato l’unità originale per il collegamento delle sezioni, che riduce al minimo gli sforzi fisici e i costi di manodopera durante il montaggio e lo smontaggio con un’elevata affidabilità della connessione. Il nuovo radiatore RS-bimetallico di Sira incorpora gli ultimi sviluppi tecnologici e di design. Nuove versioni di radiatori bimetallici (Global, Bimex, Santekhprom) sono attualmente in fase di test in funzionamento reale in Russia.

6. Convettori da pavimento. Le moderne soluzioni architettoniche con pareti in vetro non lasciano spazio agli apparecchi di riscaldamento tradizionali. Pertanto, negli ultimi 5-10 anni, c’è stato un forte aumento sia della domanda che della produzione di dispositivi integrati. Jaga, Mollenhof e KZTO (Russia) sono rappresentati in Russia.

Hanno caratteristiche tecniche comparabili. Gli scambiatori di calore sono realizzati in tubi di rame con alette in alluminio. Anche i dispositivi KZTO (modello BREEZE) sono realizzati con tubi di acciaio. Il problema principale a cui devi prestare attenzione è la compatibilità delle tubazioni in rame con il sistema di riscaldamento esistente. Ad esempio, la presenza di elementi di metalli antagonisti del rame al suo interno può portare a problemi significativi.

7. Convettori a battiscopa. Si tratta di dispositivi di riscaldamento che si trovano non solo sotto le finestre, ma principalmente lungo le pareti esterne, mentre occupano un piccolo spazio (non più di 10 cm di profondità e 20-25 cm di altezza).

Il loro uso è tipico per i sistemi di riscaldamento in Nord America. In Russia, per circa 10 anni, sono stati venduti dispositivi americani su tubi di rame con alette in alluminio. Dal 2002, KZTO ha anche iniziato a produrre dispositivi simili con tubazioni sia in rame che in acciaio..

8. Convettori su tubi in acciaio con alette in acciaio (tipo UNIVERSALE). Attualmente, è il dispositivo di riscaldamento più utilizzato nei nuovi edifici a Mosca e in altre città. È attratto principalmente dal suo prezzo relativamente basso (nella versione senza termostato). Ma sfortunatamente, questo è anche il dispositivo che viene massicciamente sostituito da altri tipi di radiatori quando gli inquilini si trasferiscono nelle case. Questi dispositivi hanno certamente una sopravvivenza molto elevata, ma il loro design non abbastanza moderno e l’insufficiente trasferimento di calore negli appartamenti di nuova costruzione portano alla loro massiccia sostituzione.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy